Le verità di Vera

...per me stessa... per guardarmi dentro e confidarmi segreti....

Creato da vera.sm il 28/07/2006

            RED RUSH

 

IL MIO BLOG.....

Questo è il mio "giardino segreto"... gli angoli di questo spazio si curano con le parole... una parola può dire una cosa sola, o ne può dire tante... dipende da chi la legge... tutto ciò che ci circonda è "interpretazione"... Ognuno vive le proprie emozioni in modo diverso dal suo vicino.... Io qui cerco di raccontare le mie... cerco di riportare su "carta" quello che non voglio dimenticare... tutti quei momenti che non voglio perdere... è bello sapere di poter ritrovare pezzi di noi in un posto sicuro.... Questo è l'angolo della mia mente a volte più scuro, a volte più soleggiato... ma sempre e comunque il più VERO....

 

Contatta l'autore

Nickname: vera.sm
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 38
Prov: RM
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Drums...

 

Aquilone al Giumello

Leggero come un aquilone

I GOT A DREAM

aquilone

 
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

She's electric!

 

Ultime visite al Blog

Omicrondlgstrong_passionsimonanad18donoemozioniAINAFETSudoyagac.rendinatwisted_rootsnadia_73daimon50Acqua.FrizzantepsicologiaforenseBridigalaanimafragilexmariomancino.m
 

Ultimi commenti

ma io ogni tanto passo... spero che tu stia facendo...
Inviato da: c.rendina
il 23/06/2015 alle 18:49
 
tesettür üzerine konuşuyoruz işte
Inviato da: tesettür modelleri
il 25/06/2013 alle 14:26
 
Mama sandalyeleri üzerine bir yazı yazdım.
Inviato da: mama sandalyesi
il 18/05/2013 alle 13:00
 
Tesettür giyim üzerine yazı
Inviato da: tesettür giyim
il 03/05/2013 alle 13:28
 
Thanks
Inviato da: porno izle
il 30/03/2013 alle 19:00
 
 

 

« Messaggio #209Messaggio #211 »

Post N° 210

Post n°210 pubblicato il 12 Settembre 2008 da vera.sm

Era così dolce...premuroso e romantico.. Mi ricordo i nostri sguardi timidi, all'inizio.. e la canzone  che mi dedicò quella sera (...quando guardi qualcuno o qualche cosa non esiste nessuno che puo' dirti no mentre tu non ti rendi conto nemmeno e i sorrisi tu li da'i come fossero dei guai! Mentre da'i senso a tutto il mondo
e incontrarti e' come se se spuntasse fuori il sole dietro te...)
,
in cui mi sembrò che potessi lasciarmi andare.. e dargli una possibilità...

Aveva troppi anni più di me, questo avrebbe già dovuto farmi capire che non poteva andare... Io nemmeno vent'anni, lui trentadue...Ma tutto successe in un periodo in cui ero così confusa...così fragile e bisognosa di attenzioni..

Siamo stati insieme otto mesi, più o meno... Ricordo che ero sempre un pò depressa, piangevo molto facilmente...e soprattutto soffrivo di sensi di colpa, perchè vedevo lui così 'devoto'...mi guardava e gli brillavano gli occhi... per lui ero un angelo mandato dal cielo, così mi diceva...

Finchè iniziarono i dubbi... le stranezze.... un paio di scenate rabbiose per gelosia, da parte sua.... finchè una volta mi chiamò con il nome di S.... La donna con cui era stato per 10 anni...la donna che avrebbe dovuto sposare...se lei non fosse morta....

Nel frattempo io cominciavo a capire che quella storia non poteva proprio andare avanti...troppe le differenze tra noi, le abitudini, gli amici, lo stile di vita... Lui aveva un'attività, insomma una vita già impostata.... io ero da poco diplomata, senza lavoro, ancora con un punto interrogativo grosso così di fronte a me...

Non c'era storia, non poteva esserci.. Mi aveva affascinata e forse lusingata l'uomo maturo... che mi faceva sentire importante e unica...nonostante la mia età, la mia fragilità di quel periodo...

Lo lasciai...

Mi chiamava piangendo disperato... Diceva che senza di me non aveva più senso....non poteva vivere....Io non sapevo come gestirlo, come consolarlo...come allontanarlo...

Poi iniziarono i messaggi....le telefonate anonime.... prima sul cellulare... insulti, minacce... poi sul telefono di casa.. in piena notte... un incubo.

Riuscì ad essere così subdolo... aveva studiato tutto nei minimi dettagli... facendomi credere che queste molestie arrivassero da una terza persona....Poi lentamente i primi dubbi... Il gioco evidentemente lo eccitava, gli piaceva... e cominciò a 'tradirsi'... Cominciai a capire... escludendo pian piano tutte le persone di cui avevo potuto sospettare... Nessuno, se non lui, poteva perdere mesi, e notti insonni a fare una cosa del genere... Certe sere lo beccai a passare sotto casa mia, mentre rientravo... fino al punto che mi fece esplodere... quando trovai nella mia posta una busta con un preservativo usato...

Andai in caserma, dai carabinieri... Esposi il fatto, e le ragioni per cui avevo ragione di pensare che fosse Lui....Volevo denunciarlo...Non me lo fecero fare. Quell'incompetente, uno di quelli che dovrebbero garantire la sicurezza di noi cittadini, mi rise in faccia... e mi disse "Signorì, lasci stare, sono litigi tra fidanzati! Ci capitano tutti i giorni... Mi dia sta roba, gliela butto io e non ci pensa più.." Scoppiai a piangere, mi buttai a sedere su una sedia, mi sentii completamente indifesa, senza speranza.

Avevo 20 anni, non ero mai stata in una caserma in vita mia, non avevo la più pallida idea di come potessero funzionare certe cose... E me ne andai.

Ieri sera ho visto questo film "Un giorno perfetto"...

Mi ha lasciato addosso e dentro tanta rabbia, e tanta..tanta amarezza.....

perchè queste sono cose che succedono nella realtà.... e noi donne non siamo tutelate... spesso vengono sottovalutate le nostre richieste d'aiuto...

Io sono stata fortunata.... dopo un pò, decise che era stanco..... chissà, forse ha trovato un'altra da idealizzare e tormentare....

Ma il mio pensiero va a tutte le altre... quelle che subiscono violenze, maltrattamenti, botte.... e non vengono ascoltate! O chi non è fortunata come lo sono stata io...e le minacce diventano fatti.... diventano lividi, diventano sangue, diventano morte...a volte.

Non dovrebbe andare così.

Certe persone andrebbero controllate, curate, punite.... isolate a vita se necessario.

Invece troppo spesso si godono la libertà. La stessa che tolgono alle loro vittime.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog