Creato da giuliosforza il 28/11/2008
Riflessione filosofico-poetico-musicale

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

Terzo_Blog.Giussiclo76acer.250wiedomoon_ImartinatendeAngela_Fenice84lubopobeatrice04Quivisunusdepopulogiuliosforzamoschettiere62vita.perezchiedididario66mauriziocamagna
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Gioele Magaldi, Massoni ...Condivisioni »

Gioele Magaldi e la massoneria, societÓ a responsabilitÓ illimitata

Post n°822 pubblicato il 19 Dicembre 2014 da giuliosforza

Post 766

 

Nessun tipo di congrega è per me, neppure di quelle all’aria aperta; figurarsi                                                                                                                                                                                                                                                                                        igurarsi le sètte, le camarille, le società segrete. Son per me solo i misteri orfici, eleusini, mitraici, quelli che esigono iniziazione a base di ciceone, di cui mi ritengo sufficientemente fornito. Eppure da sempre ho come  una innata curiosità e, non lo negherò, moderata simpatia per la massoneria (di un 33 di una loggia palermitana dell’ottocento porto con civetteria i pince-nez!), alla quale, dai suoi inizi ad oggi, moltissimi (rimando a questo proposito alla voce “grandi massoni nella storia” di google) tra i maggiori  scienziati, artisti, poeti e  musicisti, politici (da Washington a Clinton ben diciotto presidenti degli Stati Uniti furono affiliati) appartennero. Come insegnò l’Aquinate Tommaso (a tutti tranne che ai tomisti) “argumentum ab auctoritate infirmissimum est”, e questo convincimento mi rende prudente; ma per lo stesso motivo sono prudente nei confronti dei tanti “denigratori” (spesso si tratta di ex, in quanto tali sempre sospettabili di poca serenità, quando di non biliosa acrimonia), che se ne escono con pubblicazioni che vorrebbero far credere, semplicisticamente, che ai massoni siano da addebitare tutti i mali del mondo.

E’ di questi giorni l’apparizione di un volume, Massoni, società segreta a responsabilità illimitata. Alla scoperta delle Ur-Lodges, che fa molto discutere. Autore ne è l’ex, o solo eretico, non saprei, Gioele Magaldi, noto per altre pubblicazioni sui Muratori che han fatto anche esse scalpore. Me lo fa conoscere una amica molto attenta e critica nei riguardi delle cose italiane e non solo, le quali, come si sa, non stanno proprio andando per il verso giusto, e sulla cui interpretazione politologi, sociologi, filosofi si affannano da tempo, sembra invano, con un’opera di minuta notomizzazione, nel tentativo di scoprirne le cause, e di conseguenza i possibili rimedi.

 

Mi scrive l’amica:  

 

Sei il mio primo pensiero appena finita la meditazione sulla Luce che oggi è molto significativa in quanto la quadratura tra Urano e Plutone (iniziata circa dieci minuti fa) crea un corridoio che mette in comunicazione la Terra  con il centro galattico attraverso la triangolazione tra la Via Lattea, la galassia MB1 di Andromeda e la galassia M33 in Triangolo.

……..

Forse sta incidendo sul mio stato d'animo il libro-mattone di Gioele Magaldi sulla Massoneria. Ne hai sentito parlare? Tutti dovrebbero leggere per apprendere quali trappole siano state ordite dal secolo scorso ad oggi ai danni dei popoli. Solo che poi ci si deprime parecchio poiché è detto chiaramente che non ci riprenderemo mai da questa crisi.

 

 Le rispondo:

 

Certo che le tue conoscenze astronomico-astrologiche ti consentono di goderti ogni evento cosmico come a pochi altri è concesso, non certo a me che a stento so distinguere tra luna e sole.
In quanto alla massoneria, io non mi lascerei frastornare dai libri dei fuorusciti. Non dico che non siano per principio credibili, ma sono indubbiamente sospetti. Non conosco l'autore che citi, come non sono versato nella letteratura che riguarda la setta. ma sapere che non v'è grande del passato, dal seicento in qua almeno, che non sia appartenuto a qualche loggia mi basta per avere rispetto. Lo so che argumentum ab  auctoritate infirmissimun est,  ma a me piace ogni tanto ricorrervi. Mi facilita il compito risparmiandomi la fatica del ricercare e del pensare.

 

Lei:

 

Riguardo al libro, che sto consigliando a tutti, non si tratta di rivelazioni di un fuoriuscito trattandosi di GOD (grande oriente democratico)  perfettamente pari al GOI (grande oriente d'Italia) ed è stato scritto a sei mani con i rappresentanti di varie correnti  compresa quella  più reazionaria . Intanto il nome è di facciata ma i fatti descritti sono tanto puntuali quanto gravi, aggiornatissimi sulla situazione internazionale ma anche italiana, è stato realizzato  (è il primo di una trilogia) con l'intento di smascherare le trame eversive in atto da parte di logge che avendo destabilizzato l'eurozona e parte del Medioriente, si apprestano a sferrare il colpo finale a solo vantaggio di sé stesse, senza alcuna cura dei popoli.

Vi si dice chiaramente che questa crisi, creata artificialmente, non finirà poiché occorre  attaccare il ceto medio-alto che sinora ha resistito.

Sentire della candidatura di Prodi al Qurinale, i discorsi di Renzi, le sbandierate riforme avendo contezza degli scenari occulti a cui esse rispondono fa venire il voltastomaco.

Il motivo per cu sono usciti con queste rivelazioni (tutte supportate da documenti depositati presso vari studi notarili sparsi nel mondo) asseritamente sarebbe quello di  tentare di contrastare l'ascesa di una nuova ondata totalitaria, capitanata da USA e GB, i cui prodromi sono già in atto.

Questa gente ci considera tutti "bambini deficienti" (cito) e quindi disposti a sopportare qualunque cosa, soprattutto se ridotti all'indigenza.

Per questo ringrazio Dio di avermi a suo tempo immesso sulla strada della ricerca spirituale, l'unica che, soprattutto di questi tempi, ci permette di guardare in alto.

Il libro, per finire, non è la solita novità editoriale sul complottismo, ho sufficienti antenne per tenermi lontana da queste cose, ma una puntuale accusa a fatti e persone viventi ed operanti che, guarda caso, non hanno reagito.

Ho appena letto la notizia dei prossimi candidati alle presidenziali USA ed ho fatto un salto: ancora Bush contro Clinton, sai cosa significa? I Bush  sono i fondatori di un centro di potere occulto guerrafondaio e spietato (loro i registi dell'attacco alle Torri Gemelle del 2001) e Clinton il rappresentante delle logge moderate.

Sarà una lotta senza quartiere, che comunque preannuncia una fase destabilizzante per tutto il mondo. Qualora poi dovessero accordarsi e spartirsi il potere (cosa possibile visto chi sono andati a ripescare ) la loro avidità non avrà limiti.

L'unica persona decente che gli USA hanno candidato sinora è stato Al Gore che, infatti, hanno fatto perdere con i brogli denunciati e mai verificati.

Speriamo che il Signore ci aiuti.

 

Io, che non ho argomenti per replicare, per metà celiando:

 

Certo che se le tue analisi sono veraci, a voi giovani si prospetta una vera catastrofe. Vi assisteremo dal cielo.

 

Incuriosito, cerco notizie in rete, e tra le tante voci dedicate all’argomento trovo una segnalazione di “Libero” che riporto ad uso del lettore eventualmente interessato ad un approfondimento.

 

“Sarà presentato domani a Roma il libro, anticipato ieri dal sito affaritaliani.it, Massoni società a responsabilità illimitata a cura di Gioele Magaldi. L'opera, che ha tutte le carte in regola per figurare come il manoscritto più sconcertante, inaspettato e comunque disorientate dell'anno, esce con il seguente sottotitolo: "La scoperta delle Ur-Lodges", come recita il font bianco su copertina violacea edita da Chiarelettere Editore. Ma cosa sono le Ur-lodges? "Superlogge sovranazionali che vantano l'affiliazione di presidenti, banchieri, industriali" in cui "nessuno sfugge a questi cenacoli" a dirla con Il Fatto quotidiano di oggi che, proprio sul cartaceo di questa mattina, mercoledì 19 novembre, analizza l'opera di Magaldi, presentato dal quotidiano di Antonio Padellaro come "libero muratore di matrice progressista".

"Italiani bambinoni deficienti" - Ad essere particolarmente interessante è proprio il capitolo finale del libro in cui è presente un colloquio tra Magaldi e altri confratelli collaboratori con quattro supermassoni di queste fantomatiche "Ur-Lodges". Uno di loro, racconta: "Per far inghiottire simili riforme idiote e antipopolari alla cittadinanza, la devi spaventare come si fa con i bambini. Altrimenti gli italiani, se non fossero stati dei bambinoni deficienti, non avrebbero accolto con le fanfare i tre commissari dissimulati che abbiamo inviato loro in successione: il fratello Mario Monti, il parafratello Enrico Letta, l’aspirante fratello Matteo Renzi".

La lista - Mario Draghi, governatore della Bce, sarebbe, a sentire quel che dice Magaldi "affiliato a ben cinque superlogge." Poi nella parte finale del manoscritto,  l'autore snocciola, l'elenco degli italiani inseriti nelle Ur-Lodges, in cui, oltre al già citato Mario Draghi, figurerebbero "Giorgio Napolitano, Mario Monti, Fabrizio Saccomanni, Pier Carlo Padoan, Massimo D’Alema, Gianfelice Rocca, Domenico Siniscalco, Giuseppe Recchi, Marta Dassù, Corrado Passera, Ignazio Visco, Enrico Tommaso Cucchiani, Alfredo Ambrosetti, Carlo Secchi, Emma Marcegaglia, Matteo Arpe, Vittorio Grilli, Giampaolo Di Paola, Federica Guidi. Berlusconi, invece, avrebbe creato una Ur-Lodge personale, la Loggia del Drago".

 

Sarebbe interessante leggere  i commenti dei lettori. Ne riporto solo due:

 

“…e i magistrati come mai mancano dall'elenco? Cercate IL VERTICE, innominabile e intoccabile, su tutte le varie affiliazioni, LODGES, dove siedono ben protetti e nascosti i veri mandanti delle stesse. Le logge si danno un nome e un capoccia e si collocano al di sotto, formando una piramide perfetta. La punta, IL VERTICE, comanda, non tentate di scoprirlo non ci riuscirete”.

 

“La vera Massoneria non ha nulla a che fare con queste sette criminali”.

 

Caro lettore, che aggiungere? Messo t’ho inanzi, omai per te ti ciba, come direbbe quel Messere esperto a tal punto di cose segrete (nel 1925  René Guénon, esoterista e studioso di fenomeni religiosi finito musulmano, in un famoso saggio sostenne che Dante era membro di una setta iniziatica massonica ante litteram e che  scrivendo la Divina Commedia intendeva inviare un messaggio agli iniziati -O voi ch'avete li 'ntelletti sani/  mirate la dottrina che s'asconde / sotto 'l velame de li versi strani) che, fosse nato qualche secolo più tardi, sarebbe sicuramente nella lista insieme a Goethe e a D’Annunzio.

 

 

___________________

Chàirete Dàimones!

Laudati sieno gli dei, e magnificata da tutti viventi la infinita, semplicissima, unissima, altissima et absolutissima causa, principio et uno (Bruno Nolano)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog