Un blog creato da GDTeo il 18/03/2007

Lost In The Ozone

Mi sono perso nei miei pensieri. Era un territorio non familiare.

 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

GDTeofoxylady630aimenmatMadeInTiffanyio86darkpantaleoefrancasimpaticacanaglia19paroleurlatealestellina85harpo_marxCorpo_Di_Rosasopuhsabbia555ninokenya1awaitingyoureply2
 
 
 
 
 
 
 

H.P. LOVECRAFT


 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
 
 
 
 
 
 

L'OMBELICO!


 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

...GRAZIE... R.I.P.


 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« L'OBIETTIVOLEGGEREZZA CIECA »

PERDENTI Vs. VINCENTI

Post n°67 pubblicato il 31 Gennaio 2008 da GDTeo
 

A volte ci sono dei film che sono il ritratto di una generazione. A volte ci sono generazioni che sarebbe meglio non ritrarre.

Esatto, siamo arrivati al terzo film... Dopo tre metri sopra il cielo e ho voglia di te.


Parlo di film, non di libri, un pò perchè sono sicuro del maggiore successo e diffusione dei primi e un pò perchè più che di libri si dovrebbe parlare di sceneggiature, vista la semplicità della scrittura, che più che ricordare un classico alla portata di tutti (Cito ad esempio lo Zio King), ricorda quei dialoghi lenti e pieni di esempi, quelle parole che usa una nonna verso il nipotino... per dirgli cosa deve fare.

Tornando ai film, io sono cresciuto con i film adolescenziali e pre adolescenziali anni'80 e primi anni '90. La trama era più o meno sempre la stessa:

"Il nostro eroe è uno sfigato della cittadina degli USA. Il nostro eroe và a scuola su un Bus giallo. Guarda la ragazza più popolare della scuola. Lei non lo considera perchè stà con il capitano della squadra di football. Il capitano della squadra di football è bello, ricco e ovviamente lo pesta tutti i giorni. Il nostro eroe vive una serie di avventure fino al finale in cui lui riesce a conquistare la sua bella, ovviamente al ballo della scuola, buttando la caraffa del ponch in testa al bullo, che perde la dignità di fronte all'intero istituto."

Ok, erano delle minchiate... Ma c'era un filo conduttore.

Il messaggio era chairo, ogni film metteva in risalto la possibilità di migliorarsi, faceva capire come si può diventare dei "vincenti". Si faceva diceva alle persone che con un pò di buona volontà e con il coraggio di osare ci si poteva riscattare e migliorare, risalendo a galla, o affacciandosi al mondo per la prima volta.

Il messaggio era: NON SI NASCE PERDENTI.

Lo scopo del protagonista era sempre quello di diventare MIGLIORE, non il migliore di tutti (anche se spesso era il suo obiettivo dichiarato a inizio film), ma il migliore SE STESSO che poteva essere.

Si voleva dare l'idea di una scalata diversa da quelle che avvengono nel mondo reale, un'ascesa verso la felicità fatta restando sè stessi e magari portando i propri amici con sè, da contrapporre all'affermazione del singolo che si vede nel mondo reale, dove la ricchezza economica è l'unico parametro per definire una persona "di successo", e dove i valori come amore e amicizia sono degradati a semplici riempitivi.

In quest'ottica guardo la trama del "malefico trio" Mocciano:

"Lei gira con i migliori. Lei và a scuola, ma è secondario. Lei gira per feste ma si annoia ad avere tutto. Lei incontra lui. Lui è o un finto ribelle fancazzaro e pieno di ragazze, o EX finto ribelle fancazzaro ma sempre pieno di ragazze, oppure un single benestante e pieno di amici interessanti di sicuro venuti fuori da un passato da ex finto ribelle. Lei e lui si vedono, si odiano, si amano, si amano e si odiano e poi si apprezzano... Baci, abbracci e frasi scontate."

Notato la differenza?

Non esistono i PERDENTI. Neanche come comparse.

I protagonisti sono gli stessi che nei film della scorsa generazione erano gli ANTAGONISTI.

Hanno le stesse caratteristiche, sono belli, vincenti e tutti uguali, tutti IMMOBILI. Nel senso che non cambiano una virgola di loro nel corso della storia, semplicemente si plasmano un pò con la controparte, ma non cercano il miglioramento o una crescita interna profonda... Le storie non sono un mezzo per un messaggio, sono solo fini a sè stesse, rivolte ad un pubblico che non è più in grado di capire nessun genere di metafora.

Non c'è dolore, non c'è passione, non c'è speranza... Non c'è riscatto.

E sopratutto non c'è spessore. Di solito si cerca di dare ai protagonisti un parco di interessi un pò atipico, in modo da spiegare un personaggio sulla base di cosa fà. Il protagonista dovrebbe essere una persona a tutto tondo, che vive la sua vita con una certa completezza, e l'avventura dovrebbe scuotere una normalità che in sè non è vuota.

Nella "triade" non si vive davvero, si vivacchia nell'apatia, e una piccola storia d'amore basta per essere definita un'avventura indimenticabile... Ma non porta a niente, il messaggio non c'è.

Si dipinge un mondo magari più reale di quello dei film anni '80, ma con un'esteriorità che ormai è diventata l'essenza, la confezione è realtà... Ciò che sembra è.

Non si cerca di trasmettere niente, si fanno leva su emozioni base dell'adolescenza per aprire i cuori dei giovani e di conseguenza i loro portafogli.

Nei film e nei "libri" si dipinge una generazione di ragazzi il cui unico valore è "L'USCITA CON GLI AMICI". Una generazione dove il fine ultimo è il presente, dove non si pensa a costruire un futuro ma solo a curare la propria immagine , fissandola in un momento di gioia finta, stereotipata e senza consapevolezza.

Un ritratto che rappresenta la maggioranza dei ragazzi d'oggi.

Non so cosa abbia creato ciò, se la TV, i soldi facili o una precisa scelta di mercato... Ma questa generazione di giovane esiste di sicuro e, per favore, NON LODIAMOLA.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/gdteo/trackback.php?msg=4018597

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Dani_Filth89
Dani_Filth89 il 31/01/08 alle 21:37 via WEB
Bè diciamo che come ritorno non è proprio in grande stile, suvvia... prometti le fasi del metal e poi parli di Moccia! ^^

Scherzi a parte mi trovi tutto sommato d'accordo con tutto ciò che hai scritto, ed ho apprezzato le citazioni a Stephen King e a ELST... Però voglio il post sul metallo! ^^

anche io son tornato, un po' fiacco ma presente... Fai un salto sul mio Blog (pubblicità occulta)
 
 
GDTeo
GDTeo il 31/01/08 alle 21:50 via WEB
già fatto mio caro... a presto! ;)
 
AncoraAdOdiarE
AncoraAdOdiarE il 01/02/08 alle 09:29 via WEB
Non ci credo! Hai davvero parlato di Moccia!!! Diamine, è fantastico! Comunque è vero, hai ragione (come sempre, che palle che sei), quei libri sono la sagra delle banalità e non sono per nulla realistici. Basta pensare a una cosa: non è il libro che racconta gli adolescenti, ma sono gli adoelscenti che, dopo aver letto il libro, si comportano come Lallo Kuki Fox Bubu Iaio Gaia o come cazzo si chiamano i personaggi. Io a 13 anni sognavo di essere Catherine di Cime Tempestose...
 
 
GDTeo
GDTeo il 01/02/08 alle 13:23 via WEB
Io a 13 anni sognavo di essere Benji... comunque è decisamente vero, i ragazzi tendono ad imitare i film perchè non riescono a capire che la somiglianza con la realtà non vuol dire rappresentazione della realtà... ;)
 
gnocco_fritto
gnocco_fritto il 01/02/08 alle 10:31 via WEB
Felice del tuo ritorno, ottima ed acuta analisi, come sempre! E, come di consueto, condivido!
 
 
GDTeo
GDTeo il 01/02/08 alle 13:23 via WEB
ciao cara, grazie!!! ;)
 
aupaz
aupaz il 01/02/08 alle 11:54 via WEB
ciao Teo, ben tornato! la frase che hai scritto "Una generazione dove il fine ultimo è il presente, dove non si pensa a costruire un futuro ma solo a curare la propria immagine , fissandola in un momento di gioia finta, stereotipata e senza consapevolezza. " mi colpisce direttamente, ma non la temo una frase così, adesso ti spiego. ho passato gli anni migliori guardando avanti, pensando al futuro, e mi è rimasto poco... ora penso al presente e a me, almeno costruisco qualcosa di sicuro. Sò di avere invertito le fasi, e mi costerà di esser rimasto indietro con le tappe, ma meglio tardi che mai... Sono un giovane con la testa da 34 enne... quindi cosa c'è di meglio??? hahaha! Sono nel fior fiore della mia vita, e allungo le mani su quello che mi capita per prendere ora alcune cose che la vita più avanti non mi darà più, me ne darà solo altre... Costruire una casa, parti dalle fonda, poi servono i mattoni per i muri, poi le finestre, e poi le travi per il tetto e via via... manca uno dei materiali, ti trovi col culo bagnato perchè ti piove in casa!!! hahaha!
 
 
GDTeo
GDTeo il 01/02/08 alle 13:25 via WEB
ciao carissimo, sinceramente non credo che tu abbia invertito le fasi, anzi, le hai vissute nell'ordine giusto. Prima viene la costruzione del futuro e poi la gioia del presente, che si può avere solo con una strada per il futuro già tracciata... ;)
 
luna.e.stella
luna.e.stella il 01/02/08 alle 16:16 via WEB
Ciao Teo! Felice di leggere, finalmente, uno dei tuoi taglienti post! Ed ora passo al commento. Non ho visto nessuno dei film che hai citato, nè letto i libri del signor Moccia. Ma, ahimè, ne ho sentito parlare. Dunque mi sono solo fatta un'idea per sentito dire. Sono lo specchio di questo tempo, di questa realtà in cui viviamo. I valori? Si misurano col metro-denaro. La famiglia? Roba d'altri tempi! Cosa conta? Solo l'appartenenza...non importa se ad un gruppo di bravi ragazzi o di bulli, l'importante è sentirsi parte di qualcosa per non sprofondare nel silenzio. O, peggio ancora, in se stessi. Guardarsi dentro e capire cosa siamo può far paura. E questa è una cosa che richiede impegno e coraggio. Oggi è molto più facile crearsi un'identità esterna che interna, perchè la prima richiede solo seguire la moda, vivere di immagini, ecc...Non c'è da essere ottimisti. E i grandi? Anche loro ci mettono del proprio: basta guardare le file che si formano davanti ai tribunali per seguire i processi. Loro dovrebbero essere quelli maturi e dare il buon esempio...Ma non mi pare che siano d'aiuto. Anzi! So, comunque, che non bisogna generalizzare...Speriamo che cominci un'inversione di tendenza! ^__________^ Luna
 
 
GDTeo
GDTeo il 02/02/08 alle 15:52 via WEB
Purtroppo non credo che ci sarà un'inversione di tendenza... e se ci sarà qualcosa... dubito che sarà positivo.. ;)
 
   
luna.e.stella
luna.e.stella il 03/02/08 alle 10:54 via WEB
Alla faccia dell'ottimismo...Dai su! ^_^ Luna
 
     
GDTeo
GDTeo il 04/02/08 alle 13:00 via WEB
ormai spero nelle sette piaghe d'egitto... ;)
 
Ginx
Ginx il 01/02/08 alle 20:43 via WEB
complimenti per il post...ora mi sfogo anche io :P spinta dalla curiosità ho guardato tre metri sopra il cielo visto che me lo descrivevano come un capolavoro...a metà volevo spegnere il video...poi mi son detta...peggio di così non può essere...magari migliora! uff io e il mio solito ottimismo, era meglio se rimanevo nell'ignoranza! In ogni caso sono più che d'accordo con quello che hai detto e ritengo che Moccia non sia un grande scrittore, ma sia solo un gran furbo, lui ha capito come fare soldi usando quello che oggi va per la maggiore...non ho bisogno ne di leggere ne di vedere quello che fanno gli adolescenti oggi x' ci sono già passata e vedere fino a che punto si può essere stupidi e egoisti da giovani mi disturba! senza parlare della scena che più mi ha raccapricciato in 3m sopra il cielo...quella in cui l'amico del protagonista muore in una corsa in moto e dopo tre secondi pufff tutto dimenticato lui (il vero amico) è li che corre dietro alle gonne della sua bella babbuina che come già si capiva all'inizio del film è solo una che rompe i coglioni x' è e sa di essere bella...insomma veramente un messaggio profondo!
 
 
GDTeo
GDTeo il 02/02/08 alle 15:53 via WEB
l'altro giorno davano degli spezzoni dell'ultimo film... sulla falsariga degli altri due... ma capiranno mai? grazie per il bel commento... ;)
 
orsomalindi
orsomalindi il 01/02/08 alle 21:44 via WEB
SIAMO TORNATI DAVVERO!!!
 
 
GDTeo
GDTeo il 02/02/08 alle 15:54 via WEB
ottimo copia incolla... ;)
 
silvia.robin1
silvia.robin1 il 03/02/08 alle 11:34 via WEB
mai come in questo periodo, impera il qualunquismo, il pensare solo a se stessi, occuparsi del proprio corpo e basta. Se viei da me vedrai perchè manco da venti giorni.
 
 
GDTeo
GDTeo il 04/02/08 alle 13:02 via WEB
sembra che il sistema intero ci spinga a preoccuparci di cazzate, paradossalmente credo che se uno dovesse scegliere tra la vita di un bambino africano e l'evitare uno screzio sulla fotocopiatrice al lavoro.... sceglierebbe quest'ultima soluzione..
 
la_pioggia84
la_pioggia84 il 03/02/08 alle 14:42 via WEB
Demolition-Moccia... :D Vedila sotto un'altra ottica; magari il messaggio che si vuole passare è che non esistono perdenti e vincenti. In fondo anche nei vecchi film adolescenziali anni '80-'90 il messaggio che passavano potrebbe essere interpretato in modo differente: lo sfigato/perdente iniziale ambisce alle stesse cose che il bullo/figo/vincente di turno spesso già possiede (figa, soldi, fama, rispetto,...), legittimandone il valore e l'importanza, e per questo entra in conflitto con lui. Insomma pare che sia più una sorta di odio generato da impotenza e sottomessa ammirazione a catalizzarne la trasformazione ed il "miglioramento", che puntualmente culminano con la liberatoria e vendicativa bastonata al prepotente di turno. Insomma bisogna dimostrare sempre qualcosa per essere degni di rispetto... o no? :D Ciao bello! Alla prox...
 
 
GDTeo
GDTeo il 04/02/08 alle 13:06 via WEB
il tuo punto di vista è molto interessante, è vero, il movente che porta ad un miglioramento (in quei film) era spesso quello, ma nel contempo c'era sempre un punto di arrivo diverso, il protagonista non si sostituiva mai al bullo, ma riusciva ad avere le stesse cose non snaturandosi, anzi, proprio grazie alle proprie peculiarità. Si mostrava al mondo per quello che era e vinceva grazie al suo coraggio. Per quanto riguarda i film Mocciani, semplicemente i perdenti sono ignorati perchè non sono esattamente in target a cui mirano quelle produzioni... ciao bello!! ;)
 
rebbi94
rebbi94 il 03/02/08 alle 15:55 via WEB
CIAO, non voglio mettere in discussione il tuo pensiero ma non sono d'accordo.3msc è il mio film preferito perchè mi fa sognare e ogni volta ke lo vedo non mi annoio mai ma mi emoziono e mi immedesimo nella storia.non è vero ke non c'è un perdente(anke se poi non per forza ci deve essere in un film o senò tutti i film sarebbero uguali)perchè per es indirettamente step perde xke perde in amore con babi e perde anke l'amico pollo.il fratello paolo perde il lavoro e la ragazza pallina perde il ragazzo e babi alla fine si accorge di aver perso in amore...NON ERA DIFFICILE ACCORGERSENE SE SI GUARDA IL FILM CON UN'OTTICA DIVERSA e cioè non partendo con disapprovazione verso il film perchè magari è sdolcinato o xke magari ritenuto da ragazzi(è vero ke noi ragazzi lo sappiamo apprezzare di +MA NON SOLO NOI)ma con un okkio da osservatore e senza pregiudizi!!vorrei dirti molte altre cose ma devo andare!PROVACI MI RACCO!!!CIAO CIAO
 
 
GDTeo
GDTeo il 04/02/08 alle 13:17 via WEB
Ciao! Abbiamo un concetto diverso di perdente... Step è un motociclista con una sfilza di ragazze che gli vanno dietro, subisce qualche piccola sconfitta, è vero, ma non perde mai su tutta la linea. Il concetto di perdente a cui faccio riferimento io è ben diverso. Il "mio" perdente non perde niente, perchè non ha mai avuto NIENTE... Nessuna ragazza che lo trova interessante, pochi amici e nemmeno buoni e tanta rabbia dentro di sè per poter emergere. Tu sei una ragazza giovane, è normale che trovi il film bellissimo, è fatto apposta per te. Da ragazzo un pò più grande di te posso dirti due cose: 1) Chi scrive questi libri lo fà perchè vuole i tuoi soldi e non per passione 2) inizia a guardarti attorno, non scartare i cosidetti "perdenti" che ci proveranno con te, e sai perchè? Semplicemente perchè la favola del brutto anatroccolo è VERA... Sono i reietti e gli ultimi ad essere poi i veri "fighi". Adesso sembra impossibile, ma tra 10 anni il ragazzo più ambito adesso, credo che quasi sicuramente conoscerai un soggetto del genere, probabilemente sarà un fallito... Questo per il semplice fatto che ha avuto tutto da giovane, e gli sarà mancato lo spirito giusto per iniziare una scalata... Molte volte i "fighi" a 16 anni si ritrovano poi a pulire i bagni dei palazzi che appartengono agli "ex reietti". Ovviamente non pretendo che tu mi dia ragione, ma prova a dare un'occhiata a queste cose se ti và... buona giornata.. ;)
 
   
rebbi94
rebbi94 il 04/02/08 alle 19:18 via WEB
guarda ke lo e aprezzo anke gli sfigati ke poi nn lo sono ke mi fanno la corte e li frequento anke alcuni
 
     
luca_masterwizard
luca_masterwizard il 04/02/08 alle 21:23 via WEB
L'errore di fondo è proprio dividere in categorie come "sfigati" e "fighi".
 
     
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:12 via WEB
quoto Luca che ha toccato un argomento degno di 10 post... questo era il primo... ;)
 
     
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:11 via WEB
scusami, ma non riesco a capire che scrivi.
 
 
Dani_Filth89
Dani_Filth89 il 04/02/08 alle 23:29 via WEB
errori di scrittura a parte, a me fa piacere che ci siano persone che la pensano come te. Se tutti fossimo d'accordo con tutto quello che dice Teo, questo Blog che senso avrebbe? ^^ Senza offesa, il film è fatto apposta per chi, come te, crede nei teppisti modello, nelle storie d'amore che inziano, finiscono, ricominciano e diventano sempre più lunghe e tormentate, sempre più tirate e inutili. L'occhio da osservatore e senza pregiudizi noi (o forse dovrei parlare al singolare, non sapendo come sono gli altri) lo possediamo: io ad esempio sono andato al cinema a vedere 3 metri sopra il cielo con la mia ex ragazza e, nonostante tutti fossero entusiasti (chili di coppiette che dopo 2 settimane neanche si sono mollate e che hanno letto quasi sicuramente 2 libri in vita loro oltre quello di 3msc, se lo han letto), io sono rimasto parecchio insoddisfatto. Insoddisfatto dalla trama, a mio parere abbastanza scontata e prevedibile, dal finale (vedi trama) e dai personaggi (un gruppo di gente che scimmiotta i pregi e i difetti dei ragazzi veri, che purtroppo prende questi "falsi modelli" come esempio di vita). Se devo trovare un pregio in questo film, direi che è recitato bene (Scamarcio secondo me è un buon attore, quando si impegna, checchè ne dica Teo, e Katy Louise Sanders oltre che essere una bellissima ragazza è anche una discreta attrice ^^) e che, nonostante tutto, alcune scene sono davvero toccanti, come la morte di Pollo, nelle quali una lacrimuccia ti scende (oltre a quelle che vorresti versare per aver scoperto di aver sprecato i soldi del biglietto) Vorrei inoltre che questo post non sia considerato uno sfottò ma piuttosto una critica costruttiva: io ho spiegato le ragioni della mia avversione per Moccia e per Luca Lucini, e vorrei sapere, di preciso, perchè a te piace ^^ Un saluto in Growl a tutti quanti, fate un salto sul mio blog Sogni Perduti ^^
 
   
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:15 via WEB
ciao caro.... grazie per la testimonianza, pure io reputo scamarcio un buon attore, anzi, un ottimo attore, sono i personaggi che non mi piacciono... Scommetto che questa non te lo aspettavi, non sono il criticone che dipingono i miei detrattori (anzi, il solito detrattore)... :P
 
vedovanera.bella
vedovanera.bella il 04/02/08 alle 11:37 via WEB
amico mio di due settimane in due settimane ma almeno torni!!!! COME STAI??????
 
 
GDTeo
GDTeo il 04/02/08 alle 13:07 via WEB
tutto bene, e tu come stai? ;)
 
   
vedovanera.bella
vedovanera.bella il 05/02/08 alle 18:19 via WEB
bene diciamo bene..se passi da me...il peso dell'anima.......http://blog.libero.it/ilmiosogno/4044915.html ti lascio un dolce bacio
 
     
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:16 via WEB
l'ho letto in pausa pranzo ma non ero loggato... ci ripasserò... ;)
 
fioredilotho
fioredilotho il 04/02/08 alle 14:17 via WEB
PANE PER I MIEI DENTI!stasera ti rispondo a modino ^^ lo sapevo che avresti scritto su Moccia :D lol
 
 
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:10 via WEB
adesso leggo i tuoi commenti, spero che tu ti sia impegnata a sufficenza... ;)
 
luca_masterwizard
luca_masterwizard il 04/02/08 alle 16:29 via WEB
Nulla da aggiungere...mi guardo in giro e tremo. Ciao ;)
 
 
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:16 via WEB
non oso pensare a ciò che ti vedi intorno, tu che convivi con certi soggetti... ;)
 
fioredilotho
fioredilotho il 04/02/08 alle 22:58 via WEB
ok dai, mi ci butto anche io nella mischia PRO moccia :D Partiamo dal fatto che ho letto tutti i libri e visto i 2 film (il terzo lo guarderò a breve). E partiamo pure dal fatto che Moccia scrive in uno stile semplice e accattivante. Ora, già solo per il fatto che, con i suoi libri ha avvicinato qualche migliaio di ragazzi alla lettura direi che andrebbe premiato (come la Rowling per HP) Comunque. Dici che le storie che Moccia racconta sono inutili, frivole e senza spessore e che loda un mondo adolescenziale di oggi che non va imitato. Sicuro?!Hai mai letto qualcosa? L'amore senza spessore? I personaggi di Moccia seguono esattamente quel canone che hai scritto Teo all'inizio del film anni 80. C'è sempre lo "sfigato" chiamiamolo così, che però non è brutto, non ha i brufoli e non porta l'apparecchio ma che, però, ha casini nella vita, in famiglia magari e con le tipe (vedi Scamarcio - Step-->problemi in famiglia o Bova -40enne -->problemi con la ragazza)e che lo portano ad essere un pò disilluso sull'amore. Capita che poi, arriva la ragazza e l'amore a ribaltargli un pò la vita e in questo turbinio ci si mettono anche le storie personali degli amici (liti, riappacificazioni, storie che nascono, amicizie che cambiano) come DAVVERO succede in un gruppo misto d'amici durante l'adolescenza. Nè più nè meno. E racconta, diciamo, la realtà perchè non sempre infatti c'è il lieto fine. Come nella vita vera. Step viene lasciato da Babi per uno più borghese e ideale ai genitori di lei, nel secondo libro si riavvicinano ma poi si allontanano perchè lei sposa un altro...una morte improvvisa di un amico, i genitori che vogliono separarsi.. nella vita quante situazioni ci sono, vediamo o viviamo così? Puntare il dito verso un fenomeno solo perchè preso d'assalto dalle ragazzine, solo perchè "popolare" o dire che Moccia scrive appositamente per loro sembra quasi sminuire innanzitutto un genere letterario (commerciale, harmony, pop, giovanile chiamalo come vuoi) e poi sminuire ciò è frizzante e giovane ma soprattutto semplice. Lo so che appare banale, calcolato, commerciale e scontato. Ma qualunque ragazzo dai 12 ai 25 che abbia letto uno dei suoi libri non può non ritrovarsi in qualche situazione "giovanile" che lui racconta. Non c'è un perdente o un vincente ma nei suoi libri c'è sempre e comunque l'amore,l'amicizia e la bontà della fiducia nel prossimo. Le letture, almeno quelle, lasciamole libere il più possibile. Mattonazzi filosofici, scritture ermetiche e saggi autorevoli non sempre sono sinonimo di qualità. E se Moccia può farci sognare l'amore romantico, le discussioni fra amici o raccontarci di gruppi che come valore hanno "l'uscita della sera", alla fine sta raccontando anche un pò di noi non trovi? Anche tu, non sogni l'amore romantico con la ragazza giusta, non gradiresti intavolare una bella discussione con gli amici,magari con quelli che, nel weekend escono con te per divertirsi di fronte ad una bella birra? Non c'è nulla di male in questo e non c'è neppure nulla di "Mocciano" considerando che, tutti noi, abbiamo vent'anni. Aloha!!
 
 
Dani_Filth89
Dani_Filth89 il 04/02/08 alle 23:44 via WEB
Ciao Lotho! Quanto tempo che non ti vedo ^^ Scherzi a parte, diamo manforte a Teo ^^ Innanzitutto dire che occia ha avvicinato migliaia di raghazzi alla lettura è sbagliato a mio parere. Avvicinarsi alla lettura, almeno a mio parere, vuol dire essere invogliato a leggere, a scovare titoli nuovi, a cambiare genere e scrittore. Moltissimi, tra le persone che han letto 3 Metri sopra il Cielo, han letto SOLO quello. Nemmeno il secondo o tantomeno il terzo. E lo sai perchè? "Perchè tanto esce il film e allora vado a vedere quello!". Dimmi che son strano, ma a me non pare avvicinamento alla lettura ^^ Prendere di mira un fenomeno... Non si prende di mira un fenomeno: altrementi sai quante cose potremmo prendere di mira! La cultura Emo che stà prendendo piede in Italia, Harry Potter e la Rowling che si Arricchisce, La moda impazzita, Le discoteche e gli incidenti... E la lista è solo all'inizio.
 
   
Dani_Filth89
Dani_Filth89 il 05/02/08 alle 00:00 via WEB
stavo finendo il post quando mi si è cancellato e sinceramente non ho più la voglia di finire quello che stavo scrivendo... Te lo dirò poi quando ti vedrò. Per gli altri...

Sogni Perduti
 
     
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:36 via WEB
libero è sempre più una patacca...
 
   
GDTeo
GDTeo il 05/02/08 alle 19:36 via WEB
hai messo l'accento su un punto molto importante... il fatto che non è un vero avvicinemento alla lettura... per me è un condizionamento... ;)
 
 
GDTeo
GDTeo il 06/02/08 alle 13:48 via WEB
Ciao! ti riscrivo ciò che ho già scritto ieri sera, un commento cancellato ma pazienza... Innanzitutto, ho letto i primi due libri di moccia e prima di scrivere questo post ho visto anche i primi due film, non so perchè me l'hai chiesto, è scontato che io critico ciò che conosco... Moccia non scrive in modo semplice, ma ELEMENTARE, qui non lo dico da lettore, ma da scrittore che scrive e riscrive libri e produce un totale di 1500 pagine l'anno. Analizzo i suoi libri come faccio con tutte le storie, li scompongo e analizzo personaggi e sequenze... Tralasciando il merito dei libri (ti basti sapere che ho previsto la defezione di pollo dopo una trentina di pagine, un personaggio difficile da gestire in partenza), ti posso dire che un perdente nella storia non c'è. Ci sono sì le disgrazie, ma sono uno sfondo di cartone dietro ad un personaggio che sfigato non è... Step è impermeabile al mondo che gli è attorno, non porta in sè i segni delle disgrazie che gli accadono... E' un personaggio senza passato nè futuro, un'icona immobile con uno scenario che cambia dietro….
 
   
GDTeo
GDTeo il 06/02/08 alle 13:49 via WEB
Mi dispiace che tu creda che mi ci accanisco contro perchè è popolare tra le ragazzine, la rabbia per invidia non mi è mai riguardata. La rabbia che provo verso moccia non è concentrata su di lui. Io non lo critico come persona ma come autore, giudicando i suoi scritti, e, prima di tutto, il meccanismo ben mirato che gli gravita attorno (forse neanche lui ne sa niente). Un industria intera che mira ai soldi degli adolescenti e che, dopo aver sfondato in altri campi (TV, musica e cinema), riesce a sfondare anche nei libri, forse gli ultimi rifugi delle persone serie... Moccia piace alle ragazzine perchè è cucito addosso ai loro sogni. Parliamoci seriamente, moccia può piacere solo perchè solletica quei sogni che hanno attraversato in maniera più o meno travagliata l'adolescenza di tutti... Se una persona in età post adolescente lo ama è solo perchè vive adesso quei sentimenti che solo sognava nel passato e lo innalza a simbolo di un'adolescenza felice e tardiva... Io non critico chi cerca nei suoi libri emozioni che solo ora apprezza appieno. Critico quelli che non vogliono ammettere una passione puramente emozionale, ma lo indicano come scrittore degno di nota. Sono certo che tutti i suoi fan, se si fossero trovati un libro scritto allo stesso modo, ma riguardante altri temi, lo avrebbero schifato immediatamente... Mi arrabbio perchè, quando si loda uno scrittore di questo livello, secondo me si manca di rispetto a tutti quelli che passano mesi alla ricerca delle parole giuste, a quelli che creano DAVVERO dei capolavori, che magari non verranno mai pubblicati, perchè non ci sono adolescenti viziati o finti bulli INCASTRATI nelle pagine... SAD BUT TRUE. ;)
 
     
GDTeo
GDTeo il 06/02/08 alle 13:51 via WEB
cancellato tre volte...
 
Extreme84
Extreme84 il 05/02/08 alle 00:38 via WEB
Bentornato, carissimo! Apprezzo e condivido il tuo post! Premetto che ho letto i primi due libri, e li ho trovati carini, con poche pretese, ma perfettamente concordanti con quello che dici tu, e purtroppo i film non rendono loro giustizia (non che siano capolavori, anzi, ma quel che di bello avevano, il film ha cancellato). Sono d'accordo con te che i 16enni di oggi (anche se non generalizzo) abbiano come unico valore quello di uscire con quelli giusti.. Non so, forse senza accorgermene ero cosi anch'io, anche se non mi sembra.. Non avevo questa leggerezza nel mancare di rispetto ai miei genitori, non avevo questa smania per apparire accanto ai "giusti", ne tantomeno di attribuire tutta l'importanza della mia vita e degli amici a una posizione sociale, perchè è questo quello che il film trasmette: la posizione sociale. Lui cazzaro squattrinato senza genitori dai lavori importanti, lei viziata allo sfinimento da genitori snob. E inizialmente rimane schifata da lui. Certo. Tutto questo secondo Moccia è naturale: a lei, a 16 anni, fa schifo lui perchè non pari a lei. MA QUANDO MAI?? Io a 16 anni, tutt'al piu mi interessavo della musica ascoltata per poter fargli la compilation! Se mi piaceva (piace) un ragazzotto, chissene fregava del lavoro che faceva lui o i genitori di esso, l'importante era stare bene! Il brutto della situazione è che i due protagonisti, superate le barriere "sociali", quando finalmente sono in pace, lei si rende conto che lui è troppo bullo per lei, piccola e fragile, e lo molla per un suo compagno di scalate sociali.. Fantastico l'insegnamento, grazie Moccia! Sei veramente l'educatore dei giovani! Hai ragione in tutto, adesso, nei film e nei libri, i protagonisti sono gli antagonisti che furono.. Ma che esempi daranno? Sarà che io sono sempre piu contenta di essere cresciuta a pane, Goonies e Stand By Me.. Bacioni!
 
 
GDTeo
GDTeo il 06/02/08 alle 13:23 via WEB
ciao cara! il tuo è un punto di vista da approfondire... penso che gli dedicherò un post un giorno di questi... ;)
 
   
Extreme84
Extreme84 il 06/02/08 alle 14:03 via WEB
In tal caso, quale onore! :)
 
     
GDTeo
GDTeo il 07/02/08 alle 13:05 via WEB
oddio.... non parlerei di onore... ;)
 
     
Extreme84
Extreme84 il 07/02/08 alle 23:45 via WEB
Beh, se il mio punto di vista, giusto o sbagliato che sia, viene preso in considerazione da qualcuno che stimo per le idee, non puo essere che onore! ^__^
 
     
GDTeo
GDTeo il 08/02/08 alle 13:14 via WEB
grazie cara... ;)
 
fioredilotho
fioredilotho il 05/02/08 alle 14:18 via WEB
Partiamo (dati alla mano da http://www.24sette.it/contenuto.php?idcont=1254 ) dalle 3 milioni e 300 mila copie vendute dei libri di Moccia. Direi che, fra queste vendite, qualche cliente adolescente ci sarà stato o no?! Ed è un bel sentire, per un'appassionata di lettura come me, sapere che i giovani leggono. Anche solo 1 libro cagato in tutta la loro vita. Ci mettiamo in mezzo poi quelli che leggono Harry Potter (i suoi libri di solito sono dei mattoni da 3-800 pagine mica poche!) e quelli che si dedicano al fantasy in generale tipo "cronache del mondo emerso" o la saga di"shannara"(reputati commerciali)? Che poi piaccia o no, è indifferente; che sia il primo e l'ultimo libro letto in vita non conta. E' una propria scelta la lettura. Ma è apprezzabile lo sforzo. Ho citato il fenomeno non in quanto eccezionale ma in quanto evento osservabile e la mania delle persone che prima guardano il film senza leggere il libro riguarda anche i "matusa", gli adulti che non hanno mai letto in vita loro il libro tratto ma si guardano compiaciuti "il codice da vinci" "Anna karenina" "orgoglio e pregiudizio" la saga di Montalbano in generale, i film di Shakespeare ecc.. Moccia divide e scrive in modo semplice e accattivante. Parla di amore, amicizia, legami, liti, droghe e adolescenza. C'è molta polemica su "scusa ma ti chiamo amore" perchè racconta della storia d'amore tra un 40 enne ed una ventenne. Quanti di voi dicono che è una porcheria questa storia? Parecchi. Ma sono pronta a scommettere che sono gli stessi che guardano al film/libro "Lolita" con occhi quasi adoranti. E la trama di quest'ultimo riguarda la passione morbosa(attenzione non ho detto amore) tra un 40enne ed una 14enne. Lo so che il film era di Kubrik ma, regista a parte, guardiamo la trama-base, i caratteri principali. La mia "polemica" termina qui dicendo: un conto è dire "moccia non mi piace perchè scrive banalità, perchè parla di sdolcinatezze, perchè dà nomi idioti ai personaggi" un conto è fare gli antropologi cercando di scovare tracce di deviazione sociale, brutti modelli ecc..laddove non ce ne sono. Lolita è stato scritto nel 1955 e non mi pare abbia scatenato (oltre a un pò di scandalo per la pubblicazione) orde di pedofili e ragazzine mignotte. Mi pare che c'è voluto il 68 a smobilitare il costume sessuale-sociale. Quasi 10 anni dopo. Allo stesso modo non credo che Moccia induca a scegliere modelli negativi al di fuori di quelli già presenti nelle scuole e nella nostra rinomata società adolescenziale. Il bullo, la peppia, quella che se la tira e quella "facile" ci sono sempre stati e sempre ci saranno, è l'adolescenza e tutti ci siamo passati o ci siamo dentro ancora. In effetti però, qualche anno fa i lucchetti non erano proprio appesi ovunque ma... preferisco vedere sui muri "io e te 3msc" che non "duce" o "w la figa". Ed ora, basta! Mi ritiro nelle mie stanze! aloha!
 
 
GDTeo
GDTeo il 06/02/08 alle 13:22 via WEB
Lolita di Nabokov è un libro scritto con i piedi, sò che in un'epoca in cui si rivaluta anche i film di alvaro vitali (perchè vecchi) criticare un libro del passato è impopolare, ma è così... per l'epoca era un libro scritto male, il suo successo era dovuto allo scandalo che ne è derivato... Il fatto che moccia abbia venduto così tante copie è normale, d'altronde britney spears vende più degli Iron Maiden...
 
loupiz
loupiz il 06/02/08 alle 12:00 via WEB
lodarli? no grazie. mi fanno solo una gran tristezza. bacio.
 
 
GDTeo
GDTeo il 06/02/08 alle 13:18 via WEB
a chi lo dici.... ;)
 
   
loupiz
loupiz il 06/02/08 alle 14:01 via WEB
e il mondo tra qualche anno sarà nelle loro mani..
 
     
GDTeo
GDTeo il 07/02/08 alle 13:04 via WEB
beh, i loro figli saranno peggio.... ;)
 
LaTrudi_80
LaTrudi_80 il 07/02/08 alle 08:54 via WEB
SANTE SANTE SANTE PAROLE caro Teo. Mi fanno orrore per come si stanno evolvendo i ragazzi di oggi. E con il rischio di ricadere nel solito vortice del "chi-è-la-colpa-se-sono-così" mi chiedo PERCHÉ sono così? Di certo la televisione ha giocato il suo bel ruolo, trasmettendo il messaggio illusorio che DEVI essere fico per essere qualcuno nella vita!
 
 
GDTeo
GDTeo il 07/02/08 alle 13:04 via WEB
Se sono così la colpa è di tutti, anche nostra... ;)
 
aupaz
aupaz il 07/02/08 alle 13:11 via WEB
teo, ma ti sei trovato un doppio lavoro, che ne sò, fa iil gigolò a tempo perso o che?! Le donne ti distraggono dal blog?!?! uè uè! bastonen und karoten!
 
 
GDTeo
GDTeo il 07/02/08 alle 13:32 via WEB
ciao!! no, ormai sono ufficialmente tornato... domani credo che produrrò un altro post.. ;)
 
maralilli
maralilli il 07/02/08 alle 14:17 via WEB
hai una maturita' evidente,il problema lo hai risolto efficacemente,e' vero non c'e' l'interesse al migliorarsi ,non c'e' sostanza,c'e' solo finzione,drogano i piu' giovani anche in questo modo,la nostra e' una societa' di vecchi figli dei fiori che vogliono vivere in eterno e sopravvivere ai loro figli.sara' una coincidenza ma l'italia ce l'hanno in mano i 50 55enni ex sessantottini.
 
 
GDTeo
GDTeo il 08/02/08 alle 13:13 via WEB
Guarda, credo che non siano nemmeno i peggiori, almeno avevano gli ideali e li hanno persi... ;)
 
AncoraAdOdiarE
AncoraAdOdiarE il 12/02/08 alle 14:56 via WEB
Non che io non apprezzi, anzi, mi piace (no, amo) chiunque prenda alla lettera le mie cacate e parli male di Moccia, ma... Embè????
 
 
GDTeo
GDTeo il 13/02/08 alle 12:53 via WEB
E' un tema che mi stà a cuore...
 
Lady.Bugs
Lady.Bugs il 12/02/08 alle 19:07 via WEB
Ah, bene, mi mancavano questi tuoi post assolutamente contro il normale... ma non condannare tutti quelli che guardano i film di Moccia. Vero, nessuno spessore, concordo con te, ma è bello credere che esiste un amore romantico, che anche le storie difficili possono vivere un periodo felice, che esiste ancora qualcuno che fa gesti dolci...io la vedo così... Vero cmq che ormai si parla solo dei fighi della scuola...
 
 
GDTeo
GDTeo il 13/02/08 alle 12:54 via WEB
abbiamo un concetto diverso di normale...
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/02/08 alle 18:38 via WEB
Cos'è normale?
 
     
Lady.Bugs
Lady.Bugs il 15/02/08 alle 16:14 via WEB
Giusto...sottoscrivo... il normale è molto soggettivo. Per me è normale alzarsi al mattino e mangiare la pizza, per altri è una cosa fuori dalla norma. Chi ha torto e chi ha ragione?
 
     
GDTeo
GDTeo il 16/02/08 alle 11:52 via WEB
io vedo il normale non come "ordinarietà" ma "come dovrebbe essere l'ordinarietà"... non mi rassegno a quelli che ritengo dei malcostumi... ;)
 
     
GDTeo
GDTeo il 16/02/08 alle 11:51 via WEB
non lo so..
 
io86dark
io86dark il 16/02/08 alle 12:29 via WEB
Che merdata sti film..non hanno ne inizio ne fine..preferisco altri generi!
 
 
GDTeo
GDTeo il 17/02/08 alle 11:21 via WEB
ci guardiamo insieme un bell'horror?? ;)
 
   
io86dark
io86dark il 18/02/08 alle 20:09 via WEB
Ma non per forza horror..anche perchè,non sono più veri nemmeno quelli.. :/
 
     
GDTeo
GDTeo il 19/02/08 alle 21:15 via WEB
E' certo ormai, non so più corteggiare come una volta... ;)
 
cece851
cece851 il 16/02/08 alle 13:40 via WEB
anche tu mi sembra che latiti però:-)
 
 
GDTeo
GDTeo il 17/02/08 alle 11:20 via WEB
sono presente ora, la latitanza è finita... ;)
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 04/03/08 alle 16:45 via WEB
avevo fatto un post lunghissimo, mannaggia al santo protettore dei post... vabbè in sostanza diceva cacchiate riguardo alla mia vita passata da sfigato e vissuta in quanto tale, con la speranza di trovarsi in uno di quei nostri film, e quella attuale che tutto sommato mi ha dato ragione di diverse cose, nonostante fossimo cresciuti tutti comunque con il mito di Beverly Hills 90210 negli occhi, nient'altro che il nonno di OC, Moccia & Co. boh solo questo, saluti e baci a tutti, che qualcuno si faccia sentire ^^ Buuling shenè? Alex - BeastGTS aka Jecht
 
 
GDTeo
GDTeo il 04/03/08 alle 19:23 via WEB
Purtroppo libero è così, cancella i post troppo lunghi e và in casino con il troppo html... Non ci resta che invocare il Dio Nanos (che credo sia nel ramo informatico ormai stabilmente :) e sperare... Riguardo al commento credo che l'insegnamento più importante che ci davano i nostri "vecchi" telefilm era proprio la speranza, il fatto che la svolta può arrivare da un momento all'altro, senza che una persona si debba snaturare o rinnegare i propri interessi, particolare che credo sia importantissimo... Se a uno piace fare delle cose, deve continuare a farle senza pensare a dove lo collocherebbero nella "scala della figosità", e la fortuna prima o poi girerà... BUUUULING SHENE'... SHENE'!! ciao bello! ^^
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: GDTeo
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 36
Prov: TO
 
 
 
 
 
 
 

AVVISO


Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

 
 
 
 
 
 
 

EDGAR ALLAN POE


 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 

FEAR FACTORY - FEAR CAMPAIGN


 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 69
 
 
 
 
 
 
 

THE CALL OF CTHULHU


 
 
 
 
 
 
 

MOTORHEAD - LOST IN THE OZONE

I am a drifter on a hungry empty sea
There is no one on earth to rescue me
The winter storms they freeze me
Summer burned alive
I can't remember when another soul passed by
Marooned and stranded, on the Islands of the Damned
There is no one on earth to take my hand
There is no voice to speak, no soul for company
The sun goes down like blood into the Western Sea

Alone and dying, and a thousand miles from home

I know I never was so broken and alone
I searched the sky for God, shivered to the bone
Drowned in sorrow, Lost in the Ozone

No hand for me, abandon me

Wash over me, watch over me, drowned forever
Alone and crying, and a thousand miles astray
Alone upon the cruel sea, forsworn and cast away
I turned my face to god, but his face was turned away

Lost in the Ozone, nothing left to say

Lost in the Ozone, nothing left to say
Nothing left to say, nothing left to say
Wash over me 
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom