Creato da rozappa il 18/06/2013
Anni 70

In classifica

 

sito internet

 

blog.libero.it/lavitachetorna

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 42
 

Ultime visite al Blog

bianconigliosrozappaNuvola_volaWeb_Londonlumil_0neimieipassiletizia_arcuriechelon1962licsi35pefordongianusrenna69feREGINA.LEONESSAtu0pensier0dominjusehellahannamatrigiano
 

Ultimi commenti

Non ti sei dimenticata di me, grazie :)
Inviato da: rozappa
il 06/11/2018 alle 23:10
 
Sempre buono sapere... buona domenica a te... un abbraccio
Inviato da: Nuvola_vola
il 04/11/2018 alle 09:35
 
Bentornata da me, grazie :)
Inviato da: rozappa
il 06/05/2018 alle 21:58
 
Toccante... un sorriso
Inviato da: Nuvola_vola
il 05/05/2018 alle 22:16
 
Forse sarà chiaro agli altri :) io getto la spugna sulla...
Inviato da: rozappa
il 26/03/2018 alle 06:49
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Regali Ricevuti

Grazie Amica mia speciale,

grazie S

 

Proteggiamo i minori

 

E' un nostro dovere condividere il tasto "REPORT ABUSE"  (non un favore.) Insieme possiamo tutto...Possiamo creare una grandissima rete di blog capaci di pubblicare all'unisono lo stesso post-report abuse, in modo da creare un "muro" di messaggi in grado di raggiungere e sensibilizzare il maggiore numero di persone possibile.

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il predatore crea situazioni allo scopo di  formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail. Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia. PS: Sono felice dei vostri commenti, ma ai commenti preferirei la condivisione di questo post nei vostri spazi.

Per favore, copia e incolla questo post ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

 

 

 

COLONNA SONORA

 

 

ARDITI

Post n°119 pubblicato il 04 Novembre 2018 da rozappa

Il 4 novembre di quest'anno ricorrono i 100 anni dell'ultima guerra vinta dal nostro esercito contro gli invasori e invece ci fanno festeggiare il 25 aprile, il lavaggio dei cervelli continua.

La prima guerra mondiale è stata pricipalmente una guerra di trincea combattuta da poveri contadini contro poveri contadini, assalti che portavano a inutili carneficine finché da parte di qualche ufficiale superiore è nata l'idea... e così nel 1917 venne creato il reparto d'assalto degli arditi

Forse non tutti conoscono il modo di combattere degli arditi. Questi uomini mentre le nostre artiglierie battevano le trincee nemiche, uscivano silenziosamente dalle nostre, si appostavano a ridosso di quelle avverse e appena cessava il fuoco dei cannoni, saltavano dentro le trincee nemiche e all'arma bianca seminavano il terrore fra gli austroungarici e uccidevano, facevano prigionieri e occupavano le postazione per lasciarle poi in custodia alla nostra fanteria (quando arrivava).

Avevano dei simboli e delle mostrine particolari gli arditi: Il teschio con in bocca un pugnale, mostrine nere e il loro stemma, ma soprattutto avevano coraggio e valori.

Una delle più belle imprese di questi gloriosi italiani che dovremmo sempre onorare e ringraziare è stata la conquista del monte San Michele e di Gorizia e infine la battaglia finale che dal Piave li ha portati a Vittorio Veneto dove hanno costretto alla resa l'esercito Austro-Ungarico.

Ma credo sia più appossionante la storia come viene raccontata da Carlo Lucarelli

                 

                 

 

                   

Penso di poter parlare degli arditi perché mio nonno è stato uno di loro, e si è portato a casa dal San Gabriele una pallottola che ancora è ben piantata nellìosso della sua spalla e nessuno più gli toglierà, oltre a qualche medaglia che si è guadagnato per la nostra Italia. E per onorare lui e tutti gli uomini come lui che metto questa canzone

perché l'altro nostro grande alleato è stato il fiume Piave che proprio in questi giorni ci ha dato prova di cosa è stato capace di fare alle truppe nemiche durante la battaglia del solstizio

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »