Creato da Cherrysl il 26/01/2014

Il Salotto

Conversazioni -Opinioni su temi vari

 

 

Mi Chiedo...

Post n°462 pubblicato il 04 Novembre 2020 da Cherrysl

 La parola coprifuoco....Non potevano trovarne un po' più "gentile"? È anche vero che tutti i sinonimi sono altrettanto odiosi.  C è stata sicuramente difficoltà a scegliere tra:                                                                 

                             Prigionia 

                             Reclusione

                             Chiusura forzata

 

     Per arrivare ad usare Coprifuoco devono odiarci particolarmente...

 

 
 
 

Squarcio di luce

Post n°461 pubblicato il 30 Settembre 2020 da Cherrysl

 

Fantasia, Luce, Umore, Cielo, Bella, Fairytale, Sogno

 

L Universo è una realtà, ma è fuori dalla vostra portata. Nella sua complessità è insondabile e misterioso. Nel cielo ci sono  un centinaio di miliardi di miliardi di stelle. In condizioni ottimali noi potremmo riuscire a vederne circa tremila. Nella Bibbia il Salmo 147 dice" Il Signore conta il numero delle stelle e chiama ciascuna per nome". Noi da questa nostra postazione Terra, qualche nome a stelle e pianeti siamo riusciti a darne dopo averli osservati. Mi piacerebbe anche solo per un istante, una frazione di tempo breve, avere uno squarcio di luce ,una rivelazione. In un attimo avere la visione assoluta. Una visione non tanto come esperienza scientifica , piuttosto come comprensione del Tutto    

 
 
 

Il Tempo

Post n°460 pubblicato il 24 Settembre 2020 da Cherrysl

 

Risultati immagini per riflessioni sul tempo foto

 

Per S. Agostino il Tempo così come lo si concepisce: passato, presente, futuro, non esiste. Il passato è qualcosa che non c'è più, il presente dura lo spazio di un attimo e diventa subito passato (altrimenti si dovrebbe definire eternità), il futuro è qualcosa che ancora non c'è. Si potrebbe tutt'al più concepire un presente del passato, un presente del presente e un presente del futuro. Il presente del passato è la memoria, il presente del presente è la visione e il presente del futuro è l'attesa. 

In effetti il passato senza memoria potrebbe anche non essere mai esistito. Se una vicenda della mia vita non la ricordo e non ci sono testimonianze scritte o verbali, o non ci sono tracce è come se non fosse mai esistita. Il presente si può chiamare anche adesso, in questo momento. Il futuro è attesa consapevole o inconsapevole. Di sicuro sappiamo che dopo la notte c'è il giorno e viceversa. L'attesa è anche una condizione dell'anima. Incertezza, ma anche speranza. Curiosamente in spagnolo aspettare si dice "esperar" , sperare. 

 
 
 

Come Conoscere le Persone

Post n°459 pubblicato il 20 Settembre 2020 da Cherrysl

Una cosa però l’ho imparata: per conoscere bene la gente bisogna averci litigato seriamente almeno una volta. Solo allora puoi giudicarne il carattere.
(Anna Frank, Diario)

Ho imparato che puoi capire molto di una persona dal modo in cui gestisce queste tre situazioni: un giorno di pioggia, il bagaglio smarrito o le luci di Natale ingarbugliate.Maya Angelou

Con la frase di Anna Frank mi trovo abbastanza d accordo facendo però un'ulteriore valutazione. Teniamo da parte la categoria dei "fumantini", quelli che scattano per un nonnulla e li riconosci subito. Negli altri può venire fuori un aspetto nascosto del proprio carattere. Saperlo, aiuterebbe a regolarsi sulla gestione dei rapporti interpersonali

Nella seconda frase effettivamente le persone sottoposte a stress possono reagire con autocontrollo, oppure innervosirsi, diventare aggressive, perdere lucidità,  diventare lamentose, prendersela magari con le persone meno indicate e scaricare sugli altri la colpa di ciò che sta succedendo.

 


 

 
 
 

L 'Ex

Post n°458 pubblicato il 15 Settembre 2020 da Cherrysl

In passato, la ricerca dell'anima gemella mi ha giocato un tiro mancino. Reduce da una storia non facile per via della distanza e per diverse incompatibilità, finita con strascichi di sofferenza, faccio un nuovo incontro. Ma non è stato lasciato al caso. Avevo messo un'inserzione per la ricerca dell'anima gemella alla quale risposero in tanti. Quelli più interessanti almeno dalla presentazione via SMS,  contavo di conoscerli per appuntamenti di breve durata, giusto per conoscerci . Chissà che mi aspettavo da questi incontri, forse il colpo di fulmine? Che non c'è stato ovviamente. In uno di questi incontri si presenta un lui che non mi ha colpito particolarmente. Era una sera di dicembre in una strada cittadina non ben illuminata, non avevo badato troppo ai suoi occhi. 

Abbiamo parlato e  camminato poi ho detto:" Ora devo proprio andare. Accompagnami fin dove ho parcheggiato la macchina"

"No, dai resta  ancora un poco. Magari stiamo dentro l auto "

"Ok. Un pochino poi vado."  Ci siamo seduti, avevamo una luce di fronte. In quello stretto spazio con lui che mi guardava, ho visto i suoi occhi... 

" Ma che scherzo è questo? " Pensavo. Anzi è proprio una magia!Ma è lui! ( l altro) Stessi occhi , stessa espressione. Se   immaginavo di coprire metà del suo viso lasciando liberi solo gli occhi, potevo pensare di essere di fronte al mio ex il quale  con quegli occhi un giorno mi aveva detto:" È meglio non vederci più"e  ora quegli stessi occhi mi dicevano": "Voglio rivederti".   Ma la "magia" non poteva durare a lungo. Negli altri due successivi incontri continuavo a cercare altri validi motivi per farmi piacere questo individuo. Sembrava un bravo ragazzo, avevamo anche qualche affinità, ma io continuavo a desiderare di non sentire la sua voce per cullarmi nel pensiero di quegli occhi che mostravano interesse per me.

Così arriva il giorno del quarto appuntamento. Prendo come pretesto un equivoco tra noi e al telefono gli dico che non me la sento di vederlo. Lui non ci sta e insiste. Gli dichiaro che ho molti dubbi su noi  e voglio stare sola. Non la prende bene e mi mostra un altro lato di sé: aggressivo e volgare. Mi ha disgustato. Fine

Non e' inconsueto che molti cerchino un nuovo lui o una nuova lei che possa somigliare ad un ex, ma non funziona...

 

 
 
 

I Figli, Mondi diversi

Post n°457 pubblicato il 09 Settembre 2020 da Cherrysl

I miei quattro figli sono quattro mondi diversi. Da alcuni anni vivono da soli nella stessa casa. Non mancano di originalità. Il più grande è un video maker e la sua aspirazione è poterlo fare come professione. Sta per andare a vivere da solo. Non vede l ora. La convivenza con i fratelli non è sempre facile.

È un ragazzo tecnologico, socievole, ma anche selettivo, concreto. 

È anche ipocondriaco. Ha paura delle malattie e fa spesso controlli medici. Non mi assomiglia in questo. Io non vado quasi mai dai medici e infatti mi rimprovera ogni tanto. Io non lo assecondo. Sono sempre ottimista. Minimizzo sui suoi sintomi. Lui un po' ci si arrabbia, ma poi finisce che ho ragione io.Ogni tanto mi prende un po' in giro. Da ragazzino mi chiamava Mummy, che ha una pronuncia uguale a mammy,  ma che in inglese significa mummia.

Il secondogenito e'  sempre stato stravagante fin da piccolo.   Carattere contraddittorio e un po' provocatore. Polemico. Insomma di non facile gestione : ) Anticonformista.  Veste in modo eccentrico.Sensibile, ansioso, insicuro,  ribelle . Suona il piano. Compone musiche... Ma ha un lato particolare: è sensitivo. Vede l 'aura delle persone, riceve messaggi dall'aldilà e legge le carte. E' vegetariano e questa sua scelta la approvo e mi piacerebbe imitarlo. Ci tiene a mangiare sano. 

 Il terzogenito è diverso dai primi due, totalmente. Amante della palestra e della forza fisica. Ci tiene molto a dimostrarsi forte e questa sua forza purtroppo la usa quando non è necessario. La sua delicatezza da elefante applicata agli oggetti non permette loro di mantenersi integri a lungo :) Ha un ottima memoria. Ricorda precisamente giorno, mese, anno degli avvenimenti della famiglia. Purtroppo è molto testardo. E questo fa perdere la pazienza a genitori e fratelli.

Il quartogenito è una natura sensibile, creativa e artistica. E' vegetariano anche lui. Ama gli animali, la natura. In passato lo portavo spesso in campagna, vicino a ruscelli. Mi mostrava gli insetti e piccoli animaletti che trovava e ne conosceva nomi e caratteristiche. Cercava serpenti comuni come bisce, biacchi e natrici sotto le grandi pietre e li teneva in mano per  osservarli. Ama il mare e sapeva fin da piccolo trovava gli anfratti dove si nascondono  i  polpi, per i quali nutre una vera passione. Li teneva un po'con sè poi li lasciava liberi. E' portato per il disegno e la musica. È un cantautore. Ha uno stile originale. Non teme di esibirsi su un palco, anzi, dà il suo meglio davanti a un pubblico.

Quattro ragazzi ormai grandi , ognuno con i propri talenti e diversi interessi. Si sono tutti diplomati, ma come molti giovani ,allo stato attuale delle cose, hanno in comune  poche certezze per il futuro e molta precarietà...

 

 

 

 
 
 

Freddie

Post n°456 pubblicato il 05 Settembre 2020 da Cherrysl

Freddie Mercury nacque il 5 Settembre 1946 a Zanzibar, Tanzania

Fu fondatore nel 1970 dei Queen,  e ne fece parte fino alla morte nel 1991. Autore e coautore di molti testi dei brani che tutti noi conosciamo e amiamo. 

Non si conosce molto della sua vita privata ma qualcuno di lui ha detto: " Freddie era molto caro, ponderato e nobile. Nella sua vita privata era l'opposto di quella star provocante. Era premuroso. La sua nobiltà d'animo non era diretta solo verso gli amici e i collaboratori, anche sconosciuti ne hanno beneficiato. Amava la gente comune, normale. Sul palco era abbagliante, arrogante, provocatorio, ma era molto, molto umano nella vita privata -Dave Clark, amico di Freddie"

Questo brano, il cui testo è stato creato da Freddie,  risulta in particolar modo connesso con l'influenza gospel e crea una canzone sulla fede, la disperazione e la ricerca dell'anima...

 

 

 
 
 

Messaggi ingannevoli

Post n°455 pubblicato il 02 Settembre 2020 da Cherrysl

Penso che molti abbiano visto la nuova pubblicità di Amazon. Nella pubblicità parlano i dipendenti e ne decantano l ambiente come fosse un'isola felice. E a riprova di questo si vedono immagini di lavoratori sorridenti che si muovono quasi con lentezza e con gesti tranquilli e pacati. Ma perché Amazon ci vuole prendere in giro? È risaputo che le modalità di lavoro per i dipendenti sono molto più simili a delle catene di montaggio con ritmi velocissimi che, tuttavia, richiedono anche  massima  attenzione, pochissime possibilità di  pausa.  Stress, ansia, fatica e non solo. Problemi fisici: ernie, problemi alla schiena, al collo, tendiniti, problemi alle ginocchia alle caviglie e altri disturbi....

Stesso ritmo frenetico, ossessivo per chi consegna a domicilio i pacchi. Un alto numero di consegne da fare in un tot di ore. Vietato sgarrare. Mi chiedo: dato che i lavoratori è da tempo che chiedono condizioni migliori di lavoro, quando arriverà in segnale che vada in questa direzione da parte di Amazon?

 

 

 
 
 

Rapporti interpersonali

Post n°454 pubblicato il 28 Agosto 2020 da Cherrysl

Mai porsi troppe domande sui rapporti interpersonali.Mai chiedere agli altri cosa pensano di noi. Come ci vedono. A ccontentarsi degli slanci sinceri quando ci sono. I limiti, i difetti di ciascuno,i malumori, possono far dire cose che è meglio non sapere. Tanto le affinità sono evidenti, non hanno bisogno di essere indagate: o ci sono o non ci sono. Nei rapporti famigliari anche quelli non idilliaci deve prevalere il rispetto se non l affetto. Quello che io contrasto proprio per il mio modo di essere è la cattiveria, il dolo, dispetti e vendette. Nei rapporti sentimentali mai chiedere : mi ami?  Io penso che abbiamo bisogno di essere accettati, accolti  ancor  prima di essere am ati.L amore ha tante sfumature. Il voler bene può bastare

 
 
 

Leggerezze

Post n°453 pubblicato il 27 Agosto 2020 da Cherrysl

Oggi ho commesso una gaffe. Ho fatto gli Auguri di Compleanno in anticipo ad una mia amica su Wathsapp. Non è da me. Basterà come giustificazione il fatto che sono fusa?Mi ha fuorviato un suo messaggio vocale di un paio di giorni fa in cui mi invitava ad una pizzata per  il 28. Avrei dovuto, per motivi organizzativi , confermare, entro giovedì pomeriggio ( oggi) la mia presenza o meno. E pensare che avevo preso un appunto per ricordarmi che il 28 è venerdì. Ma oggi all'improvviso ho pensato : "È giovedì ,  devo  fare gli auguri a M.L. " e così ho fatto.Lei e' stata molto carina e mi ha ringraziato ricordandomi però che il suo compleanno è domani.  Insomma non me l ha fatto pesare. Io non sono molto superstiziosa. Forse lo ero di più una volta,  ora ci  bado di meno e speriamo non lo sia neppure lei. Per rimediare le ho proposto di cancellare il messaggio da Wathsapp da entrambe le parti. Insomma di resettare tutto. Mi  auguro lei non resetti anche me :(

 
 
 

Madre Teresa di Calcutta

Post n°452 pubblicato il 26 Agosto 2020 da Cherrysl

Madre Teresa di Calcutta nacque il 26 Agosto 1910.  Una Santa dei nostri tempi. Così vicina all'animo umano e anche così inarrivabile...

Non aspettare di finire l'università,
di innamorarti,
di trovare lavoro,
di sposarti,
di avere figli,
di vederli sistemati,
di perdere quei dieci chili,
che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina,
la primavera,
l'estate,
l'autunno o l'inverno.
Non c'è momento migliore di questo per essere felice.
La felicità è un percorso, non una destinazione.
Lavora come se non avessi bisogno di denaro,
ama come se non ti avessero mai ferito e balla, come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce,
i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni.
Ma l'importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela.
Dietro ogni traguardo c'è una nuova partenza.
Dietro ogni risultato c'è un'altra sfida. Finché sei vivo, sentiti vivo.
Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.

            Madre Teresa Di Calcutta

 
 
 

Di Sole, D'Amore, D'Addio

Post n°451 pubblicato il 19 Agosto 2020 da Cherrysl

 
 
 

Paralisi del Sonno

Post n°450 pubblicato il 12 Agosto 2020 da Cherrysl

paralisi-del-sonno-allucinazioni-notturne

Ne parlo per esperienza. Negli ultimi quindici anni ho avuto 4-5 episodi di quello che poi avrei scoperto essere un fenomeno chiamato appunto Paralisi del sonno. E non è un fenomeno raro.

Chi l’ha provata non la dimentica: durante il sonno, ci si ritrova all’improvviso svegli ma come paralizzati, con la sensazione di una minacciosa presenza estranea che incombe su di noi o addirittura tenta di farci del male. 

 Si è completamente paralizzati. Il terrore diventa assoluto perchè si sente una presenza e una oppressione sulla schiena o  sul collo. Ed è quello  che ho provato io.  E sottolineo che questa pressione sul corpo la si percepisce proveniente da un'entità minacciosa. Alcuni avvertono un peso sul petto.  C è anche chi ha allucinazioni visive e dice di vedere ombre e sagome scure. La scienza ha un nome e una spiegazione per questa esperienza, è un disturbo che appartiene alla categoria delle "parasonnie".

Può capitare che il risveglio avvenga prima che il cervello riprenda il controllo dei muscoli, per cui si ha la sensazione di essere svegli ma non ci si può muovere e nemmeno parlare, anche se si è tentati di urlare.   Per fortuna  ha una durata molto breve:pochi secondi o al massimo pochi minuti.

La scienza dice: È un “malfunzionamento” che si può verificare mentre dormiamo. Nella fase cosiddetta REM del sonno, quella in cui prevalentemente avvengono i sogni vividi, i nostri occhi si muovono, ma il corpo è immobile, con i muscoli “paralizzati” per un meccanismo fisiologico. A volte succede però che il risveglio non coincida esattamente con la fase in cui i muscoli hanno ripreso il loro tono, per cui ci si ritrova coscienti ma incapaci di muoversi.

La combinazione di attività mentale onirica e stato di veglia provoca delle allucinazioni, quasi sempre avvertite come visioni o sensazioni paurose. Il terrore, infatti, è un elemento centrale di questa esperienza, probabilmente causato da una iper-attivazione dell’amigdala, la parte del cervello responsabile dei meccanismi di ansia e paura".

 Ora le neuroscienze hanno spiegato, almeno in parte, di che cosa si tratta. Ma il fenomeno è noto fin dai tempi antichi, e per spiegare queste terrorizzanti esperienze notturni si credeva  nell’intervento di streghe, demoni, forze oscure. In comune nei racconti delle varie culture c’è il senso di una presenza estranea nella stanza, e della sensazione sgradevole di essere toccati o schiacciati.

 I Greci chiamavano infatti questa esperienza pnigalion, mentre in Giappone kanashiba.In Italia ci sono addiritura varianti regionali .Nella tradizione sarda per esempio, tale fenomenologia si associava a un demone, a S'Ammutadori. E venivano insegnati anche ai bambini degli scongiuri ( Brebus ) per scacciarlo. In Campania era chiamato Munacieddu,Pandafeche nelle Marche-Abruzzo-Umbria. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Bruno Lauzi

Post n°449 pubblicato il 08 Agosto 2020 da Cherrysl

 

 

Bruno Lauzi nasce l'8 agosto 1937 ad Asmara (scomparso il 24 ottobre 2006),  ma cresciuto a Genova. Cantautore, collabora con i più famosi cantautori genovesi tra i quali Gino Paoli , Giorgio Gaber e Luigi Tenco, compagno di banco al ginnasio e suo amico.

Collabora anche con Mogol e Lucio Battisti e con il giovane cantautore napoletano Edoardo Bennato.

Questi due brani li ho sempre amati. Ritornerai è del 1963 e Amore caro, amore bello del 1971

 

 
 
 

Sting - Nek - Message In A Battle

Post n°448 pubblicato il 03 Agosto 2020 da Cherrysl

 

 

 

 

 

Gordon Matthew Sumner, in arte Sting

Filippo Neviani, in arte Nek

 Ho sempre pensato che il nostro cantante  Nek sia una specie di sosia di Sting. Non solo fisicamente. C'è anche una evidente  affinità vocale . Nek stesso si è sempre sentito legato al cantante inglese, tanto da aver fatto diverse cover, in particolare dei brani del periodo della band The Police di cui Sting faceva parte negli anni 70-80

 
 
 

Memoria

Post n°447 pubblicato il 01 Agosto 2020 da Cherrysl

A come apprendimento. Alleniamo la nostra mente | Ecoseven

 

 

Si sa, la memoria non è affidabile. Ci fa strani scherzi.   Ci fa  ricordare cose che non  pensavamo importanti e altre alle quali potremmo tenere di più, no. Un giorno mi sono chiesta:   Ma se volessi scrivere la mia  autobiografia cosa ricorderei della mia vita? Ammesso e non concesso che io volessi far riemergere parti importanti e meno importanti della mia vita,  ricorderei la successione temporale degli avvenimenti? le date? i nomi delle persone che hanno avuto un certo peso? Sicuramente no. Ho capito che se non c'è un ripasso mnemonico queste cose sono destinate a sparire o a confondersi nella mente. E per certe cose non ci possono aiutare nemmeno quei magici cassettini che possono contenere di tutto, ma in ordine sparso e che si aprono solo se ricevono un input. La nostra memoria non sempre archivia correttamente . In linea di massima il nostrio inconscio nel tentativo di proteggere la nostra integrità psichica, rimuove ricordi , ma questo varia da soggetto a soggetto.  Infatti il mio "viaggio" nel passato non vuole essere di tipo emozionale. E'  più un guardarmi da fuori, un esercizio razionale. Così ,come un ripasso, analizzo tutti gli avvenimenti che ricordo, li metto in successione aggiungendo se posso date, nomi.  E questo esercizio non si può fare una sola volta. Occorre ripeterlo nel tempo perchè sia efficace. Mi sono anche chiesta : ma gli scrittori che tattica usano per ricordare così bene i dettagli della loro vita? Forse gli scrittori oltre al talento del saper scrivere, sono, prima di tutto delle persone ad alta sensibilità. Sono delle spugne che assorbono tutto ciò che li circonda e difficilmente dimenticano. Forse fin da giovanissimi si sentono spinti a mettere sulla carta avvenimenti, emozioni come si fa con un diario. 

 
 
 

Desert Rose - Sting

Post n°446 pubblicato il 30 Luglio 2020 da Cherrysl

 

 

 Con questo caldo torrido, con temperature che superano i 40 gradi e una corrente di aria calda proveniente dal Sahara non ho potuto fare a meno di pensare a questo brano di Sting con le sue sonorità arabeggianti

 

 
 
 

Non l 'avevo considerata...

Post n°445 pubblicato il 29 Luglio 2020 da Cherrysl

Quanto si deve preoccupare il governo al senato - Openpolis

 

La Casellati non l'avevo considerata fino ad oggi. Pur  ricoprendo un ruolo di rilievo, nella mia personale opinione, non ha mai lasciato tracce di stima e ammirazione. Ma oggi, al suo discorso al Senato, ha posto incisive critiche nei confronti del Governo Conte su diversi punti. Il punto che mi preme sottolineare è quello che lei stessa ha definito un uso eccessivo dei Dcpm, i decreti del presidente del consiglio durante il periodo di emergenza per covid. " E' una questione di metodo democratico. I dcpm sono stati emanati senza preventiva e dovuta consultazione con voto in Parlamento. Ora le sfide poste dal covid sono ambiziose e il Paese può vincerle solo se governo e Parlamento sapranno fare la loro parte. Ma è necessario che ciò avvenga nel rispetto delle reciproche prerogative e dei ruoli che la Costituzione affida a ciascuno".

Certo mi verrebbe da chiederle" Perchè Lei in rappresentanza del Senato non ha parlato prima? Così come avrebbe dovuto fare il Presidente della Repubblica. Se non altro, l'  averlo rimarcato ci fa sperare che  in futuro non si dovrà più assistere a nessuna prevaricazione, giustificata da una situazione di emergenza, da parte di nessun partito politico si trovi al Governo in un dato momento, ovviamente.

 
 
 

Wuthering Heights

Post n°444 pubblicato il 22 Luglio 2020 da Cherrysl

 

 

In questo periodo di desolante programmazione televisiva in cui sarebbero gradite repliche di film o fiction  di qualità ( gli anni scorsi andava meglio), sono andata alla ricerca su YouTube di film completi. Ho visto in questi ultimi giorni Compagni di scuola di Verdone che è stato citato nell'ultimo post "ritorno al passato" tra i commenti ; la commedia di Eduardo de Filippo Questi fantasmi, e il film per la TV Cime Tempestose del 2004, tutti ricorderanno, tratto dal romanzo di Emily Bronte.Narra la storia di amore tra Heathcliff e Cathy. Una storia di passione, vendetta di solitudine selvaggia come la Brughiera dello Yorkshire. Romanzo che ha ispirato numerosi film più o meno riadattati e un brano famosissimo di Kate Bush, un altro capolavoro di musica e voce inimitabile. E inimitabile non per dire, ma proprio perché non ho trovato nessuna cover degna di nota. Qualcuno ci ha provato, anche in Italia. Mia Martini in Italiano e Elisa in versione originale

 Nessuna secondo me riesce ad eguagliare questa meravigliosa voce

 

 

 

 

 
 
 

Ritorno al Passato

Post n°443 pubblicato il 19 Luglio 2020 da Cherrysl

La scuola dei nostri nonni | Nonno Nanni

 

È una curiosità che abbiamo tutti ,penso, quella di sapere che fine hanno fatto i nostri vecchi compagni di scuola. C è chi è stato particolarmente bravo e ha mantenuto vivi i rapporti almeno con qualcuno. C è chi come me si è completamente allontana da tutti, salvo ricordarli di tanto in tanto chiedendosi cosa stiano facendo e dove vivono. Grazie a Facebook ( credo di essermi iscritta solo per curiosità e per cercare vecchie conoscenze) ho avuto la fortuna di trovare un solo nome tra il ristretto numero di  compagne del vecchio gruppo di classe  L ho trovato l anno scorso, ma non ho avuto il coraggio di farmi avanti. M.G. dopo il diploma era andata a lavorare in Inghilterra. Ma la storia è più complessa. Avevamo deciso di partire insieme lavorando presso famiglie ,alla pari. Io avevo mio padre contro, non ero riuscita ad organizzarmi per partire con lei, un   tipo tosto e molto più motivata di me e più in gamba di me.

 Partì da sola e in seguito ci scrivemmo delle lettere. Mi chiedeva di raggiungerla, ma nel frattempo la mia vita si era complicata ulteriormente e non partii mai. I suoi inizi non furono facili, ma tenne duro. Proprio ieri ho ritrovato le lettere che mi scriveva.

..A parte le cose che mi scriveva sulla stranezza degli inglesi, mi ha scritto questa cosa qui. È dicembre 1980 . Yorkshire

" Non starei molto male qui, solo che abito in un posto un po' isolato e buio.

 Colette e Don molto spesso escono la notte e io ho una paura matta di restare da sola. La mia paura è aumentata da quando ho incominciato a capire un po' di più l inglese e sai perché? Perché nella civile terra d Inghilterra esiste ancora Jack lo squartatore, solo che adesso si chiama Yorkshire ripper. Quest' uomo circola nella contea da 2 anni e ha ucciso 13 ragazze...e prima di compiere il delitto invia alla polizia una lettera nella quale  dichiara l'intenzione di uccidere senza specificare in che zona agirà". Non so cosa le risposi allora, ma di sicuro non potevo avere l'ausilio di internet per verificare tale notizia! Ieri invece l ho fatto. Sono andata a leggermi la cronaca di quegli anni e l ho trovato!

"Con i suoi tredici omicidi certi, Peter Sutcliffe, lo squartatore delle Yorkshire, entra a far parte della triste classifica dei più famosi serial killer della storia. Questo infelice primato lo ha conquistato soprattutto per il modo con il quale infieriva sulle sue vittime. Tutte giovani e avvenenti donne rinvenute con i corpi martirizzati in modo tale da far soprannominare Peter Sutcliffe lo squartatore delle Yorkshire.
L'appellativo squartatore, in Inghilterra, è associato al più famoso serial killer londinese che agì, senza mai essere identificato, nella capitale britannica verso la fine del 1800. Le attinenze fra i due "colleghi" lasciano intuire che Peter agì emulando il suo predecessore" 

Oltre alle tredici vittime aggredì altre 7 ragazze che riuscirono a fuggire. Finché nel 1981 venne arrestato e condannato all'ergastolo.

In un'altra lettera mi scrive che la casa dove si trova è frequentata da gente importante, musicisti e attori di teatro. La settimana prima che arrivasse era stato lì David Bowie con moglie e figlio. 

Poche lettere ancora, poi abbiamo smesso di scriverci...

Mi sono spesso chiesta come sarebbe stata la mia vita se fossi partita con lei. La sua è notevolmente cambiata e indubbiamente  molto più vivace e interessante. 

Ieri ho cercato di nuovo la sua pagina e finalmente ho trovato il coraggio di mandarle un messaggio e mi ha risposto subito ed è stata felice di questo nostro ritrovarci. Lei vive sempre in Inghilterra, ma si è spostata nell' Essex .Ci siamo scambiate le prime  notizie e curiosità su di noi. Tutto il resto ce lo racconteremo pian piano. Avrei mille domande da farle, ma avremo modo di parlare con calma. Abbiamo un silenzio di 40 anni da colmare

 

 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIMI COMMENTI

ANDREA GIGA - SEI TUTTO

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 54
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

VasilissaskunkQuartoProvvisoriomaresogno67Cherryslla.cozzaelyravITALIANOinATTESAormaliberaalf.cosmosjigendaisukela.luna.piena1Signorina_Golightlysurfinia60cassetta2kristel.kri