Creato da Cherrysl il 26/01/2014

Il Salotto

Conversazioni -Opinioni su temi vari

 

 

Blog in Pausa

Post n°515 pubblicato il 26 Settembre 2021 da Cherrysl

 

 

                    BLOG IN PAUSA

 
 
 

Menzogne e Verità

Post n°514 pubblicato il 19 Settembre 2021 da Cherrysl

" Viviamo in un periodo strano in cui la menzogna viene creduta sulla parola, mentre per la verità non bastano i fatti"

Cit.

Mi sto molto concentrando sulla tendenza anticostituzionale di questo governo e sulla pericolosità dei suoi intenti.

Eppure tanti come me sono partiti con la sola perplessità su questi vaccini. Poi abbiamo continuato ad approfondire, a leggere, a sentire il parere di tanti illustri ricercatori, biologi, esperti anche di fama mondiale. Testimonianze di cittadini, avvocati, medici. A quel punto, niente corrispondeva con la narrazione ufficiale della necessità di provvedimenti estorsivi e ormai neppure le voci ufficiali possono negare che ogni  alternativa al vaccino è stata boicottata. Spaventare, togliere diritti è l unico modo per indurre a vaccinarsi. Non dico altro. Chi sta dormendo, non capirà la gravità di questo e di molto altro che non ho detto. 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Dell'Arte di Perdere

Post n°513 pubblicato il 25 Agosto 2021 da Cherrysl



ELIZABETH BISHOP

UN'ARTE

Dell'arte di perdere si è facili maestri;ogni cosa pare così colma dell'intento d'andar persa, che perderla non è un disastro.

Perdi qualcosa ogni giorno. Accetta l'estro delle chiavi perse, dell'ora senza sentimento.Dell'arte di perdere si è facili maestri.
Poi allenati a un perdere ulteriore, un perdere più lesto:luoghi, nomi, e ogni dove che la mente voleva visitare. Nulla di ciò sarà un disastro.
Ho perso l'orologio della mamma. Impiastro!E di tre amate case non ho salvato niente.Dell'arte di perdere si è facili maestri.
Ho perso due città stupende. E in quel contesto,diversi regni miei, due fiumi, un continente.Mi mancano, ma non è stato un disastro.
Perfino nel perderti (il riso nella voce, un gesto che amo) non avrò mentito. È evidente,dell'arte di perdere non si è difficili maestri anche se può sembrare (e scrivilo!) un disastro.


(da Geografie III)


.
Khalil Gibran diceva che "l'oblio è una forma di libertà". Per la poetessa statunitense Elizabeth Bishop è addirittura un'arte: perdere per distrazione, dimenticare involontariamente, scordare le cose per il naturale scorrere del tempo viene addirittura facile, spontaneo; l'importante è che ci sia la nostra accettazione, che l'oblio, la dimenticanza, la perdita, il distacco contribuiscano alla nostra saggezza. 

Da: Il Canto delle Sirene. (Blog)

 
 
 

Canzoni a Confronto - Cercami

Post n°512 pubblicato il 21 Agosto 2021 da Cherrysl

 

 

Canzone di Renato Zero del 1998. Indubbiamente molto bella. Non vorrei sbagliarmi, ma Mina è l 'unica cantante famosa ad aver fatto la cover di questo brano. E l ha fatto egregiamente

 
 
 

Canicola

Post n°511 pubblicato il 15 Agosto 2021 da Cherrysl

Sirius | Flaska

 

Canicola ( dal latino "piccolo cane") . Così viene chiamato il periodo più torrido dell'estate. Canicola o canicula, deriva dall' antico nome di Sirio, la stella più luminosa della Costellazione del Cane Maggiore.

 

Nell'antico Egitto, questa Stella aveva un grande significato sia simbolico che religioso, poiché il suo arrivo anticipava l'inondazione annuali del Nilo

Gli antichi Egizi che avevano la necessità di prevedere le piene dei Nilo, sulle quali era basata la loro stessa sopravvivenza , avevano notato che in un certo periodo dell'anno, verso metà luglio, la stella Sirio sorgeva appena prima del Sole, e poche settimane dopo tale data arrivava la piena.

Così, poichè Sirio sorge e tramonta con il sole nel periodo tra il 24 luglio e il 26 agosto,  i giorni  col caldo più intenso dell'estate sono anche detti “giorni di canicola”o “giorni di caldo cane”.

 

 

 

 

 

 
 
 

Momenti Discretamente Buoni

Post n°510 pubblicato il 11 Agosto 2021 da Cherrysl

“Ci sono un sacco di modi per sentirti depressi,ma c'è solo un modo per essere a proprio agio ed è smettere di correre in cerca della felicità Se ti metti in mente di non essere felice non c'è ragione perché tu non debba avere dei momenti discretamente buoni.”

Edith Wharton . Scrittrice statunitense.

 


Ecco, alla mia età i momenti discretamente buoni sono tutto quello che desidero...

 
 
 

Io non ci sto

Post n°509 pubblicato il 06 Agosto 2021 da Cherrysl

Qui lo dico e non lo nego.  Sono contro il green pass e contro il vaccino obbligatorio.  Quando dico contro non intendo essere contro chi, al contrario, decide di aderire in tutto e per tutto. La libertà di scelta va rispettata in entrambi i casi. Se mi si obbliga a fare il vaccino, perchè devo firmare un consenso che fa cadere su di me ogni responsabilità di eventuale complicanze in seguito alla somministrazione? Ma soprattuto, perchè dovrei fidarmi di un vaccino sperimentale? Sono milioni gli italiani che la pensano così. Cittadini, medici, avvocati. E gruppi di avvocati con azioni legali mirate, stanno lavorando per impugnare questo ultimo DL( insieme ai suoi cugini DPCM, ennesimo incostituzionale)

Tra l altro nonostante sia in vigore oggi l obbligo di fornirsi di green pass per accedere ad attività e servizi in luoghi chiusi, non è stato ancora approvato un protocollo per le modalità di verifica  da parte dei gestori delle attività . Pertanto, nessuno può chiederci il green pass. Nessun gestore o titolare delle strutture  può  accedere a dati sensibil se non autorizzato. E nessuno delle forze dell'ordine all'interno di un locale può obbligarci a dichiarare se siamo in possesso o no del green pass, perchè questo, secondo il dl , sarà compito esclusivo dei proprietari quando verrà emanato  il decreto attuativo delle modalità di controllo . Ma anche allora, il green pass italiano, dovrà rispondere di illegittimità perché contrario a quanto disposto dal Consiglio Europeo che non contempla le restrizioni introdotte dal governo italiano. 


--

 
 
 

Il Finestrino del Treno

Post n°508 pubblicato il 30 Luglio 2021 da Cherrysl

Per fortuna c'è chi ci fa ridere sui nostri stessi difetti

 

 

 
 
 

Biglia Blu

Post n°507 pubblicato il 24 Luglio 2021 da Cherrysl

 

Full Disk Earth, Apollo 17,

Era il 7 dicembre 1972, gli astronauti dell’Apollo 17 vennero lanciati verso la Luna. Poche ore dopo il lancio Cernan, Evans e Schmitt immortalarono la faccia della Terra completamente illuminata dal Sole. La Blue Marble  Biglia Blu, resta una delle foto più riprodotte nella storia e una delle rarissime in cui vediamo tutto il disco terrestre illuminato.

 

 

Apollo 17 è stata l'undicesima missione Apollo della Nasa e la sesta e ultima missione che prevedeva l'allunaggio con equipaggio umano  Il lancio del razzo Saturno V avvenne il 7 dicembre 1972  e l'unico lancio notturno di tutto il programma Apollo. Schmitt rimane l'ultimo uomo ad aver messo piede sul suolo lunare, mentre Cernan l'ultimo ad averne lasciato la superficie.

Non se ne parla molto, ma l ultima missione di allunaggio Apollo 17 è considerata la più importante fra tutte . Fu  caratterzzata da un'intensa serie di studi scientifici e dall'utilizzo del terzo rover lunare per gli spostamenti degli astronauti sulla superficie. Nonostante la somiglianza con le due precedenti missioni, Apollo 15 e 16, gli obiettivi raggiunti e gli esperimenti effettuati, nonché la presenza di un geologo a bordo, hanno reso questa missione unica rispetto alle altre. Dopo questa, l'uomo non è più tornato sulla Luna. Furono cancellate le altre tre missioni previste Apollo 18, 19, 20

Apollo 17 superò anche diversi record stabiliti dalle missioni precedenti, tra cui il più lungo soggiorno sulla superficie sulla Luna la durata complessivamente più lunga delle attività extraveicolari lunari, la più alta quantità di campioni raccolti e la più lunga permanenza in orbita lunare. Si aggiunga la più bella foto mai scattata dallo spazio del nostro Pianeta Terra. Biglia Blu, per indicarne la luminosa bellezza, ma anche la fragilità


 

 
 
 

Storia di una Bella Canzone. Drops of Iupiter

Post n°506 pubblicato il 14 Luglio 2021 da Cherrysl

 

«Credo che sarà molto difficile per me scrivere un testo più bello di quello di Drops of Jupiter» ha confessato il cantante dei Train in un’intervista del 2015 «Ci sto provando da circa 15 anni, senza successo. Nel 1996 , la band di San Francisco sta preparando il secondo album. Purtroppo in quel periodo Patrick deve fronteggiare una perdita enorme: sua madre, da qualche tempo gravemente malata. L’elaborazione del lutto passa anche attraverso un episodio in cui la signora Monahan appare in sogno al figlio, che in quell’occasione si sveglia di soprassalto farfugliando qualcosa a riguardo di un “ritorno nell’atmosfera”. Determinato a non lasciarsi scappare la fugace ispirazione, il cantautore registra immediatamente parole e musica nel tipico stato semi-confusionale del risveglio.

 

E dire che tra la mezz’ora in trance post-risveglio e i venti minuti dedicati al ritocco a mente lucida, Patrick Monahan ha scritto l’intero brano in un'ora scarsa. Come se qualcuno, nascosto nelle particelle dell’atmosfera, gli avesse dettato parole e musica. Un’anima gentile, che sospinta dal vento coglie l’occasione per esibirsi in una suggestiva danza in controluce e raggiunge Venere, senza però rimanerne impressionata Una presenza incorporea che riscopre presto la sua umanità, decidendo di tornare a casa in preda alla nostalgia. E poi, scrollandosi le gocce di Giove dai capelli, si intrufola nei sogni del figlio per rispondere a una domanda commovente:  “Ti sono mancato mentre stavi cercando te stessa la fuori?”.

La canzone è infatti una sorta di dialogo con la madre, in cui il cantante continua a porle delle domande e in cui è certo che lei sia ancora lì vicino a lui e che lo stia aspettando

( Dal Web)

 

 

 


Gocce Di Giove

Ora che è rientrata nell'atmosfera
Con le gocce di Giove tra i capelli, hey, hey
Si comporta come l'estate e cammina come la pioggia
Mi ricorda che esiste il momento per cambiare, hey, hey
Dal ritorno del suo soggiorno sulla luna
Ascolta come la primavera e parla come giugno, hey, hey

Dimmi, hai viaggiato attraverso il sole?
Sei arrivata fino alla Via Lattea per vedere tutte le luci svanite
E che il paradiso è sopravvalutato

Dimmi, sei caduta per colpa di una stella cadente?
Una di quelle senza cicatrici permanenti
E ti sono mancato mentre stavi cercando te stessa là fuori

Ora che è tornata da quella vacanza dell'anima
Ripercorrendo il proprio cammino attraverso la costellazione, hey, hey
dà un ascolto a Mozart mentre fa tae-bo
Mi ricorda che c'è spazio per crescere, hey, hey

Ora che è tornata nell'atmosfera
Temo che potrebbe pensare che sono come
la cara vecchia Jane che raccontava la storia di un uomo
che ha così paura di volare da non essere mai atterrato

Dimmi il vento ti ha fatto perdere l'equilibrio?
Sei finalmente riuscita a ballare con la luce del giorno
E ritornare verso la Via Lattea?
E dimmi Venere ti ha fatto perdere la testa?
Era tutto quello che volevi trovare?
E ti sono mancato mentre là fuori stavi cercando te stessa fuori là


Riesci a immaginare nessun amore, orgoglio, pollo fritto
Il tuo migliore amico che ti dà sempre ragione
anche quando so che hai torto
Riesci a immaginare nessun primo ballo, romanticismo liofilizzato, 5 ore di conversazione al telefono
Il miglior latte di soia che tu abbia mai bevuto... e me

Dimmi il vento ti ha fatto perdere l'equilibrio?
Sei finalmente riuscita a ballare con la luce del giorno
E ritornare verso la Via Lattea?

Dimmi, hai viaggiato attraverso il sole?
Sei arrivata fino alla Via Lattea per vedere tutte le luci svanite
E che il paradiso è sopravvalutato

Dimmi, sei caduta per colpa di una stella cadente?
Una di quelle senza cicatrici permanenti
E ti sono mancato mentre stavi cercando te stessa là fuori

Na na na...

Sei finalmente riuscita a ballare con la luce del giorno

E sei caduta per colpa di una stella cadente?
caduta per colpa di una stella cadente?
e sei sola a cercare te stessa là fuori?

 


 

 
 
 

Geni

Post n°504 pubblicato il 12 Luglio 2021 da Cherrysl

 

A Treviso una mostra multimediale dedicata a Leonardo Da Vinci

 

 

 

L'interesse degli studiosi per il genio italiano indiscusso, Leonardo Da Vinci , sembra non spegnersi mai.

Nato il 15 aprile 1452, Leonardo da Vinci è stato scienziato, filosofo, architetto, pittore, scultore, disegnatore, trattatista, scenografo, matematico, anatomista, botanico, musicista, ingegnere e progettista. In ognuno di questi campi, il suo contributo è stato determinante.

Ora alcuni scienziati, a livello internazionale, hanno deciso di ricostruire il suo profilo genetico. Un progetto ambizioso che li ha portati ad individuare  14 discendenti  dell'età tra 1 e gli 85 anni, ancora in vita, mappando ben 21 generazioni, dal 1331 a oggi. Era fondamentale che la discendenza fosse in linea maschile a partire  dal fratellastro Domenico e dal padre Ser Piero, 

Questi 14 discendenti vivono nei dintorni di Vinci, vicino a Firenze, e potranno dare informazioni utili sul DNA di Leonardo e in particolare sul cromosoma Y, che viene trasmesso ai discendenti maschi e rimane quasi invariato per 25 generazioni.

C'è curiosità di sapere quali risultati  nel concreto darà questo studio...


 
 
 

Ci vuole calma

Post n°503 pubblicato il 12 Luglio 2021 da Cherrysl

 

Ci vuole calma. L agitarsi non porta a niente e la pazienza premia. La nostra vita è in continuo cambiamento. E anche quando sembra che non accada niente di nuovo, o niente di bello, ci stiamo solo preparando, Senza saperlo stiamo preparando il terreno per nuovi germogli di consapevolezza.

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Piante e Fiori. Riconoscimento

Post n°502 pubblicato il 07 Luglio 2021 da Cherrysl

Locandina
Plantnet  - App di Riconoscimento di piante e fiori , grazie a un confronto tra una   foto scattata e le immagini di un ricco database botanico,

Sarà che io mi entusiasmo facilmente... Questa nuova ( per me) scoperta, bella e utilissima. Amate piante e fiori o avete curiosità di sapere i nomi delle tantissime varietà esistenti, nei giardini, parchi o in natura? Un'App gratuita facile da installare anche sui cellulari. Plantnet. Identificazione Piante. Basta fotografare la pianta o il fiore di cui ci interessa avere informazioni e immediatamente la foto viene identificata. Riconosce ogni tipo di pianta anche da  una piccola foglia o fiore.
Sono stata giorni e giorni a cercare su internet che pianta potesse essere un bel rampicante che arriva nel nostro giardino attraverso la  rete di separazione del giardino confinante. Inoltre ,mio figlio ha scoperto che sia le foglie che i fiori sono molto graditi alle nostre tartarughe terrestri.  Io purtroppo non sono un'esperta e comunque questa pianta dalla foglia trilobata e bellissimi fiori a campanula color viola che si aprono durante il giorno e si chiudono la sera , con la mia ricerca, non sono riuscita a capire cosa fosse. Oggi, con questa app e con una fotografia ,in pochi secondi , sono arrivata al nome e alle caratteristiche. Niente meno che l ' Ipomoea indica. Mai sentita! un'altra buona notizia è che la possiamo dare tranquillamente alle tartarughe

I fiori blu ipomoea indica sbocciano. - Foto stock royalty-free di Arredamento

 
 
 

Canzoni a Confronto - Solitary Man

Post n°501 pubblicato il 02 Luglio 2021 da Cherrysl

Solitary Man è una canzone scritta da Neil Diamond pubblicata come singolo il 4 aprile 1966 ed inclusa nel primo album del cantautore The Feel of Neil Diamond.La canzone è autobiografica 

 

 

 

Il brano fu ripreso da Johnny Cash che lo incluse nell'album American III: SolitaryMan del 2000 che gli valse il Grammy Award per la miglior interpretazione vocale maschile in ambito country

 

 

 

Nel 1966 Gianni Morandi pubblicò una versione tradotta in italiano ed avente il titolo di Se perdo anche te con il testo di Franco Migliacci  e le musiche arrangiate da Ennio Morricone

 

 
 
 

Elisabeth Barrett e Robert Browing

Post n°500 pubblicato il 27 Giugno 2021 da Cherrysl

Elisabeth Barrett nacque nel 1806 a Durham.Robert Browing nacque a Canberwell, 7 Maggio 1812. Entrambi poeti famosi britannici

Storia d’amore

Browing scrive ad Elizabeth senza conoscerla  per complimentarsi dei due  libri  di poesie  “ poems” del 1844. La poetessa nel 1938 (32 anni) aveva già pubblicato la raccolta “The Seraphim and Other Poems”. Robert, senza conoscerla come donna, ma come semplice  ammiratore  invia  una  lettera  ad Elizabeth  con una dichiarazione d’amore, alquanto sfrontata e un po’ spregiudicata, dicendo “ amo questi versi con tutto il cuore e amo anche voi”. (I love your verses with all my heart, dear Miss Barrett…..and I love you too)    E non solo, fu spinto anche a volerla incontrare presto. Da lì inizia un epistolario di grande interesse che si prolunga per  un anno e mezzo tra il gennaio 1845 e il settembre 1846.e i due si innamorano pazzamente.

La storia di Elizabeth e di Robert a quel punto diviene romanticamente vera. Si sposano di nascosto, contro il volere del padre di lei, e fuggono a Firenze.

Elizabeth e Robert vissero il loro idillio a Firenze in Casa Guidi divenuto poi museo situato tra piazza San Felice e via Maggio. Qui nacque il figlio Pen   1849

Anche se i Browning si spostavano spesso in Inghilterra, a Parigi a Roma, a Siena la loro dimora principale fu questa fino alla scomparsa di Elizabeth nel 1861, anno in cui Robert lasciò la casa e si trasferì a Venezia, dove morì nel 1889

 

Una curiosità letteraria. La scrittrice Virginia Wolf dedicò un libro alla biografia di Elisabeth Barrett però dal punto di vista dell'amato cane della poetessa ,Flush. 

( Flush. Biografia di un cane. Del 1933)

Flush è infatti il nome del cocker spaniel di razza purissima che la sua prima proprietaria donò a una giovane Elisabeth in un periodo particolare della sua vita in cui la scrittrice  vive in condizioni di semi-infermità per una malattia sconosciuta di natura psicosomatica che la costringe a letto per la maggior parte del tempo. E fu amore a prima vista.

Al quale si aggiunse poi quello per il suo adorato Robert

 

La prima volta che lui mi baciò,
baciò solamente le dita della mano che scrive,
che si fece così più delicata e bianca,
restia al mondo ma non coi suoi.  ” Senti?”,
al brusio degli angeli. Ora io non vorrei
un anello di ametista alla vista più puro
di quel bacio. Fu più in alto il secondo
e, cercando la fronte, si perse una metà sopra i capelli.
O dono supremo! Crisma
d’amore che con benefiche dolcezze
precede la vera ghirlanda d’amore. Il terzo fu
deposto, perfetto, sulla mia bocca, e fin d’allor
superba, io ripeto:”mio unico, mio amato!

da “Sonetti dal Portoghese”

 


 

 
 
 

Sole

Post n°499 pubblicato il 21 Giugno 2021 da Cherrysl

 

 

 

Per salutare l'Estate che inizia

Umberto Saba

Meriggio d 'Estate

 

Silenzio! Hanno chiuso le verdi
persiane delle case.
Non vogliono essere invase.
Troppe le fiamme
della tua gloria, o sole!

Bisbigliano appena
gli uccelli, poi tacciono, vinti
dal sonno. Sembrano estinti
gli uomini, tanto è ora pace
e silenzio… Quand'ecco da tutti
gli alberi un suono s'accorda,
un sibilo lungo che assorda,
che solo è così: le cicale.

 

Anche se l'Estate non è la mia stagione, tuttavia è al Sole, la nostra Stella, che dobbiamo la vita

La mamma del Sole

Nei tempi passati, in Sardegna,veniva raccontato ai bambini  che Sa mamma 'e su sole ( la mamma del sole) usciva nelle ore più calde del pomeriggio e girando per le strade rapiva e si portava via tutti i bambini che  incontrava. Si cercava di impaurirli per riuscire a tenerli dentro  casa nelle ore più assolate della giornata.  Non sempre bastava a frenare la loro esuberanza e la voglia di giocare

 
 
 

Pensare

Post n°498 pubblicato il 19 Giugno 2021 da Cherrysl

 

LA PAURA DEL VUOTO | Giorgio del Sole

 

Si sa che se ci sforziamo di pensare e pensare, più che risposte e soluzioni, crescono  domande  e dubbi.  Più il problema è grande, maggiore è la mia esigenza del vuoto, nel senso  positivo del termine. Togliere e non aggiungere ...

 
 
 

Pallina e Gatto

Post n°497 pubblicato il 17 Giugno 2021 da Cherrysl

La vita è fatta di sorrisi e di tristezze. Stamattina è il momento della tristezza. Alcuni amici di blog ci parlano nei loro post anche dei loro  animali domestici. Rapporti speciali, di grande amore reciproco. Ci colpiscono e ci sentiamo coinvolti. Poi capita che ci debbano comunicare che questi esserini  così importanti nella loro vita, non ci siano più. Nei giorni scorsi è successo a Alf (Cosmos) di aver perso la sua gatta Pallina di una sensibilità straordinaria e oggi Dani (Signorina Golightly) perde il suo amato coniglietto di nome Gatto. Un coniglietto molto simpatico e intelligente, diventato anche lui di famiglia in questo nostro piccolo mondo di Libero. 

 

 
 
 

Curiosità Musicali - Aserejè

Post n°496 pubblicato il 16 Giugno 2021 da Cherrysl

Non sono un'appassionata di tormentoni estivi. Degli ultimi trent'anni solo due mi sono particolarmente piaciuti. Uno è la Lambada del 1989, l'altro è questo: Aserejè del 2002

 

 

Aserejè , anche nota come The Ketchup Song, è una celebre canzone del gruppo musicale spagnolo Las Ketchup. Questo loro  primo singolo  ebbe un successo mondiale nell'estate del 2002

Il ritornello di Asereje è apparentemente insensato. In realtà si ispira al  brano Rapper's  Delight dei Sugar Hill Gang

E' cantata dal punto di vista di chi, non capendo la lingua inglese, tenta di improvvisare usando parole a caso e senza senso. 

Nel testo  del brano,Aserejè si racconta di un gitano di nome Diego che arriva in una discoteca: il deejay vedendolo e conoscendolo, decide di mettere la canzone preferita del gitano, appunto Rapper's Delight. Ascoltando il brano, Diego, non conoscendo l'inglese, inizia a cantarlo a modo suo...

 

 

 

 

 
 
 

Whisky

Post n°495 pubblicato il 12 Giugno 2021 da Cherrysl
 

Non so se vi è sfuggita questa tenera e sorprendente storia raccontata in Tv.

A Carini, nota cittadina in provincia di Palermo, di circa 38 mila abitanti, avviene un fatto singolare. Perchè Carini è così conosciuta? Chi non ricorda la vicenda drammatica (del 1563 ) della baronessa di Carini uccisa  dal padre perché accusata di adulterio e di aver disonorato la famiglia? Ne è stato fatto anche uno sceneggiato Rai a puntate nel 1975 . " L amaro caso della baronessa di Carini". A Carini si può ancora visitare il castello, luogo storico di questa triste vicenda.

Ma da un po' di tempo Carini è diventata famosa a causa di un cane. 

Un cane di nome Whisky. È stato praticamente adottato dall 'intera cittadinanza. Amato e coccolato da tutti.  Cerca la compagnia degli umani dai quali riceve cibo, carezze e rifugio.  Ma Wisky non è solo un cane affettuoso, che si fa volere bene da tutti. È molto di più. È anzitutto uno spirito libero, ma molto educato e rispettoso. La staordinarietà è che non manca di presenziare a ogni evento cittadino. Partecipa a matrimoni, processioni, manifestazioni varie. Accompagna i ragazzi a scuola, accompagna i turisti durante la visita al castello. Entra in chiesa, dove è sempre ben accolto. Si fa trovare persino ai funerali e accompagna il corteo fino al cimitero. Sono comportamenti  sorprendenti ed è lui che decide dove andare e quando. E tutti lo accolgono sempre amorevolmente. E' la mascotte di Carini

 

La storia di Whisky, il cane di Carini: un «quattro zampe cattolico»

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 58
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

QuartoProvvisorioamici.futuroieriormaliberam0n0literossella1900.rCherryslalf.cosmosossimoraernestoandolinaILARY.85woodenshipCorpo_Di_Rosaanimasugcassetta2elyrav