Creato da IndianaOglala il 04/08/2013

FUOCO CHE BRUCIA

LO SPIRITO DI UN LAKOTA NON SI ARRENDE MAI

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

 

Nel tempo
le tradizioni si spengono,
i miti si sbriciolano,
e gli uomini, inesorabilmente, dimenticano.
Ma gli Spiriti non dimenticano

Vittorio Zucconi

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 42
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ioosvaldotujanemitakuye.oyasin67LUCREZIA.LASPOSAkarma580IndianaOglalaSono44gattinfilax6.2Hunkpapa.SiouxKahirbattiti.per_il.cuorecristinamedBloggernick10lyonking79hallochenleoncinobianco1donatella.cosentino
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Dove trovarmi

Post n°711 pubblicato il 08 Agosto 2016 da IndianaOglala

Ciao a tutti! State bene ? Vedo che in molti mi chiedono l'amicizia: io non sono più su libero ma potete trovarmi qui se vi va: Vento nei capelli.wordpress di Indiana Lakota

 
 
 

CIAOOOOO

Post n°710 pubblicato il 29 Maggio 2015 da IndianaOglala

 

Un saluto a tutti gli amici
Mi sono trasferita su un'altra
piattaforma.
Ho aperto un nuovo blog in cui
scrivere tutto quello che mi pare
con gli amici di sempre Vanessa e David.
Ognuno avrà il suo argomento.
Troppa cacca qui,
troppi troll bugiardi e
diffamatori,
troppo poca libertà di espressione.
Ogni tanto passerò ancora di qui
a trovare che è rimasto.
Agli amici più cari che ne faranno
richiesta dirò dove ritrovarmi
in ptv.
Ciaoooooooooo

 

 

 
 
 

GIUSTIZIA

Post n°709 pubblicato il 24 Maggio 2015 da IndianaOglala

Poco tempo fa a Kabul è stata uccisa una ragazza di 27 anni afghana,Farkhunda.
La sua colpa? Secondo alcuni l'aver bruciato una copia
del Corano.
La carta vale più di una vita. Perchè tutti arrivano a capire
che le parole di un eventuale divinità si portano nel cuore
non sulla carta.
A quanto pare qualcuno no,non ci arriva, e la vita di una donna,
che ricordo a tutti è colei da cui nasce la vita e quindi
dovrebe essere considerata sacra e come tale rispettata,
per questi vale meno di una copia di un libro.
Però quelli della loro religione non esitano a uccidere persone
e distruggere siti storici archeologici in cui è incisa la storia
culturale della civiltà umana! Che coerenza!
Adesso è stata detta la verità: Farkhunda era innocente!
Non ha bruciato nessun libro, anzi: lei era una ragazza
religiosissima che seguiva alla lettera i precetti del Corano.
Ma in quei luoghi basta la parola di un uomo  che una donna
muore. Come durante l'inquisizione medioevale...
Farkhunda è stata fustigata e lapidata dalla folla con una
ferocia inaudita. Una ragazza sola e indifesa in balìa di
mostri sadici senz'anima.Invece di fermare quest'atrocità
qualche genio ha pensato bene di filmare il tutto col
telefonino: un video agghiacciante che la dice lunga sulla
vigliaccheria di questi mostri e sulla considerazione che
hanno delle donne! Farkhunda ha sofferto le pene dell'inferno.
Dopo essere stata malvagiamente picchiata e presa
a sassate il suo corpo è stato dato alle fiamme, mentre ancora
respirava, e gettato nel fiume.
Ed era INNOCENTE!
Per questo i cittadini hanno protestato per le strade.
Soprattutto le donne, da sempre considerate oggetti in quelle pseudosottoculture e usate perfino come merce di scambio.
Proprio l'Afghanistan vanta un innumerevole numero di femminicidi
senza senso: donne massacrate e uccise nell'assoluta indifferenza
di tutti.
Ma la visione della violenza inaudita con cui è stata assassinata
l'innocente Farkhunda ha finalmente smosso per la prima volta
la coscienza di qualche uomo che per solidarietà ha deciso
di indossare il burqua. Era meglio se lo avessero tolto alle
proprie mogli ma è già qualcosa.....
 Ma adesso il governo afghano vuole ucciderla due volte:
Secondo l’agenzia di stampa Reuter, l’ulema Enayatullah Baligh
ha chiesto al governo afghano di fermare i cittadini che
manifestano per il rispetto dei diritti civili.E ha avvertito
che altrimenti lo farà lui, mettendo sottosopra Kabul con
7.000 seguaci pronti ad obbedire ai suoi ordini.

Spero che queste minacce non fermino le proteste!
Gli orrori di certe sottoculture vanno sradicati per sempre,
estirpati dalle teste!
Mi auguro che le donne di questi luoghi non si arrendano e
lottino come abbiamo lottato noi quando per secoli siamo state considerate
creature del diavolo, esseri inferiori senz'anima da assoggettare
agli uomini, da bruciare sui roghi in caso osassimo alzare la testa.
Qualche centinaio di anni fa nemmeno qui era reato uccidere
la propria moglie.
Noi ce l'abbiamo fatta! Abbiamo lottato, siamo state torturate,
uccise, bruciate vive ma alla fine sono rimasti pochi quelli a cui
farebbe comodo considerarci oggetti da sottomettere! Sottospecie
di uomini senza coglioni con il complesso del pene minuscolo
che non sono in grado di confrontarsi con una donna!
Nè tantomeno soddisfarla fuori e dentro dal letto.
Esseri indegni che non meritano di stare al mondo.
Noi adesso lavoriamo, votiamo, facciamo carriera, nonostante cerchino
in tutti i modi di rimetterci dentro casa!
Tutte le donne del mondo sono sorelle. Tutte devono lottare
per riavere finalmente l'antico rispetto, quello della mia religione
in cui la Creatrice è Femmina e la Donna è Sacra e intoccabile.
E la mia religione è la più antica di tutte.....



Adnkronos






 
 
 

COLLINE

Post n°708 pubblicato il 22 Maggio 2015 da IndianaOglala



Le colline sono sempre più belle
delle case di pietra.
In una grande città la vita si riduce
ad una esistenza artificiale.
Molti uomini sentono ancora a stento la vera
Terra sotto i piedi,
vedono ancora appena crescere le piante,
eccetto che in vasi da fiori,
e solo di rado lasciano dietro di sé le luci delle
strade, per lasciar agire
su di loro la magia di un cielo notturno
cosparso di stelle.
Quando gli uomini vivono così
lontano da tutto quello che il Grande
Spirito ha creato,
allora dimenticano facilmente le sue leggi.

Tatanga Mani - Bisonte che Cammina


 
 
 

I CAVALLI PARLANO

Post n°707 pubblicato il 20 Maggio 2015 da IndianaOglala

Anche i cavalli parlano.
Chi come me ha la fortuna di viverci da sempre lo
sa già: infatti uno dei miei lavori come etologa con
i cavalli consiste non tanto nell'addestrare e domare i cavalli,
ma nell'insegnare alle persone come avvicinarsi a loro
e interagire  imparando il loro linguaggio ( per questo mi dicono
che addestro le persone e non gli animali). Adesso c'è anche
una conferma che viene dall'alto mondo scientifico svizzero,
dall'Istituto Federale di Tecnologia Svizzero (ETH),
ovviamente per merito di una donna, la dottoressa Elodie Briefeder.
I ricercatori hanno confermato che, come la voce degli umani
esprime emozioni e sentimenti diversi, anche la voce, il nitrito,
dei cavalli esprime emozioni diverse come gioia o dispiacere.
Ogni nitrito è infatti  composto da due frequenze fondamentali
indipendenti: una indica se l'emozione è positiva o negativa,
l'altra ne rivela l'intensità. Queste frequenza, rare nei mammiferi, deriverebbero da un modello di vibrazione asincrono delle
corde vocali.
Più il cavallo è emozionato più nitrisce.
Quando il nistrito è più breve e con toni più bassi vuol dire che
il cavallo sta vivendo un'emozione positiva; quando è più lungo
e dal tono più acuto l'esperienza è negativa. Tutto questo
va visto, ovviamente nell'insieme, osservando l'espressione
e la mimica facciale del cavallo, la sua postura, la temperatura
corporea e la respirazione.
Come dico sempre l'osservazione e l'ascolto sono essenziali
per poter capire gli animali, tutti,  e anche le persone.
Personalmente posso aggiungere anche i vocalizzi di richiamo,
di richiesta, di stimolo per noi umani a fare coccole, di paura, di
corteggiamento, accompagnati agli sbuffi, anche quelli con diverse
tonalità.
Oltre alla personalità ed alla voce diversa per ogni cavallo.
Ad esempio una delle mie cavalle è molto nevrile e focosa:
tiene sempre la coda e le orecchie alzate e nitrisce molto spesso.
E' un chiaccherona! Ha una voce molto profonda e musicale, come
una campana di bronzo. Ho notato che usa sempre lo stesso
vocalizzo quando mi vede o mi chiama e quindi quella sequenza
di suoni è il nome che lei mi ha dato.Che è diverso quando chiama
sua sorella, mio marito o il resto del branco umano e peloso,
oppure quando vuole qualcosa.
L'altra mia cavalla, la sorellastra appunto, è invece molto più
tranquilla ma molto più testarda. Nitrisce molto meno, ma la
sua voce è più acuta nonostante la sua mole sia gigantesca!
Anche lei mi ha dato un nome, un po' più breve dell'altro,
con uno sbuffo finale. 
Così io so sempre se stanno chiamando me o qualcun altro della
famiglia/branco, se si chiamano tra di loro, se è ora del
mangime e del fieno, se sono stanche di pascolare e vogliono
rientrare in stalla, quando vogliono giocare o se vogliono le carote
o le mele: per queste hanno due suoni diversi e addirittura
  indicano con lo sguardo di quale hanno voglia ( si, sono molto
viziate come tutto il resto della ciurma!).
Gli animali ci parlano: sta a noi imparare a capirli!
Quello che insisto sempre a dire è che dobbiamo essere noi a
imparare il loro linguaggio. Loro hanno fatto fin troppo e da
troppi non sono ancora stati capiti.
A molti fa comodo crederli inferiori e trattarli come cose.
Questione di ignoranza e mancanza totale di sensibilità, ascolto
ed emaptia.
E' ora che si superi lo stupido concetto di specie: non esistono
le specie!
Siamo tutti animali, tutti con gli stessi diritti
Anche se continuo a pensare che gli altri animali siano mooolto
meglio dell'animale umano.......






 
 
 
Successivi »
 

Avviso:

Questo blog è come chi lo ha creato: amante degli animali e senza colori politici.
Pertanto è pregato di astenersi da visite chi non ama e rispetta gli animali e chi cerca di imporre le sue idee politiche.
Visto che mi hanno già censurato un blog perchè ho osato esprimere la mia opinione su un certo personaggio di una certa aerea politica, mentre sugli altri si possono scrivere anche i peggiori insulti, per coerenza e correttezza non scriverò mai più niente su nessun politico di nessun partito e non commenterò nemmeno i post sulla politica o i politici degli altri blog ( che tanto tendono a criticare e offendere solamente certe persone e mai le altre!).

 

 

Su questo blog compaiono notizie tratte da internet o dal sito del giornale della mia città, la Gazetta di Parma; i racconti, le poesie e le leggende sui Nativi Americani e altri sono tratte dai miei libri personali.
E' vietato usare e copiare tutto quello creato dal mio libero pensiero e fantasia e le mie eventuali foto personali.