Un blog creato da molinaro il 04/06/2007

Carlo Molinaro

Pensieri sparsi, poesie e qualsiasi cosa

 
 
 
 
 
 

ONE MAN TELENOVELA

Attenzione! Chi volesse vedere le puntate della mia ONE MAN TELENOVELA, tutte in bell'ordine, una per una, in fila, può cliccare qui sulla giocalista di YouTube. Se poi qualcuno ritenesse che tanto lavoro merita un compenso, come gli artisti di strada quando fanno passare il cappello, può mettere le banconote in una busta e mandarmele: via Pinelli 34, 10144 Torino. Grazie!

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
« Mario QuintanaIl valico »

Eccetto autorizzati

Post n°258 pubblicato il 28 Febbraio 2008 da molinaro
Foto di molinaro

Lo si legge spesso, sotto i segnali stradali di divieto d’accesso, o sui cancelli dei cantieri, o su misteriose porte proibite: «eccetto autorizzati». Solo gli autorizzati possono accedere, entrare, percorrere, superare la barriera, introdursi.

Ora, a me questa cosa sembra ambigua e discutibile. Prima di tutto, ci sono almeno due tipi di autorizzati, che mi paiono assai distanti fra loro. I primi sono quelli a cui si rizza da solo al minimo vedere, annusare, percepire una donna. I secondi sono quelli che provvedono da soli a farselo rizzare, mediante una sega o pratiche consimili. In entrambi i casi l’azione è rivolta «a sé» e quindi si può correttamente parlare di autorizzati, ma le due tipologie sono differenti e forse, sotto qualche aspetto, addirittura opposte, per la diversa facilità e immediatezza dell’autorizzazione.

In secondo luogo, e indipendentemente dalla distinzione precedente, non capisco perché si prenda in considerazione, nel selezionare l’accesso a una via pedonale o a un’area di lavoro, proprio questa specifica caratteristica e condizione, una caratteristica e condizione del cazzo. Misteri delle regole e della segnaletica.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Buona cosa...
Inviato da: anita_19
il 02/07/2020 alle 09:15
 
Bello!
Inviato da: lumachina85
il 22/03/2019 alle 09:19
 
Era quasi nove anni fa. Qualcosa è cambiato e qualcosa no.
Inviato da: molinaro
il 06/06/2017 alle 11:31
 
Queste tortuose specie di poesie, questo appigliarmi a...
Inviato da: molinaro
il 06/06/2017 alle 11:26
 
Grazie!
Inviato da: molinaro
il 09/08/2016 alle 11:41
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

frati79ange_nocturnemolinaroanita_19giovannirobecchibordin.robirerendsdfsdsdsNewkleuscasella27038alessandro.italialumachina85martinaporcu1983anig
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
web stats presenti in questo momento
 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 
 
 
 
 
 

AVVERTENZA

Questo blog è una specie di diario dove scrivo quello che mi pare quando mi pare (una libertà tutelata dalla Costituzione della Repubblica Italiana). Non ha alcuna periodicità, non assomiglia minimamente a una testata giornalistica! Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7 marzo 2001.

 
 
 
 
 
 
 

CARLO IN CASA PROPRIA NELLA PRIMAVERA 2008

 
 
 
 
 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom