Creato da cinemagora il 26/04/2006

non solo parole

ma anche foto, film, poesie e storie d'altri tempi

 

 

« Un Posto Nel MondoSILLABARIO DI CONVIVENZA »

25° Festival Cinema Latino Americano

Post n°293 pubblicato il 21 Ottobre 2010 da cinemagora
 

 

locandina del 25° Festival del Cinema Latino Americano di Trieste

XXV Festival del Cinema Latino Americano:
dal 23 al 31 ottobre, a Trieste 160 opere in programma, film in concorso, rassegne e documentari
Inaugurazione sabato 23 (ore 20.30, ingresso libero), al Centro Internazionale di Fisica Teorica di Miramare con “La balena di Rossellini”, di Claudio Bondì

Da domenica 24 proiezioni al Teatro Miela, dal mattino a mezzanotte, e in altre sedi

 

Si avvia sabato a Trieste il XXV Festival del Cinema Latino Americano: al Teatro Miela e in altre sedi, dal 23 al 31 ottobre, verranno presentati più di 160 fra film, video e documentari sulla realtà artistica e sociale dell’America Latina. Il Festival è promosso dall’APCLAI (Associazione per la Promozione della Cultura Latino Americana in Italia), con il supporto di vari enti e istituzioni italiane e latino americane.

L’inaugurazione del Festival si terrà sabato 23 alle ore 20.30, ad ingresso libero, presso l’Aula Magna del Centro Internazionale di Fisica Teorica di Miramare (Strada Costiera 11).

Dopo i saluti delle autorità e la presentazione del programma da parte del direttore del Festival, Rodrigo Diaz, seguirà la proiezione dell’evento speciale “La balena di Rossellini”, di Claudio Bondì, presentato in sala dal regista. Il documentario narra di un film immaginato nel 1971 da Roberto Rossellini dopo una visita in Cile, e poi non realizzato, inteso come metafora sulle grandi ma non sfruttate ricchezze dell’America Latina. Nel film appaiono le testimonianze di Roberto e Renzo Rossellini, Emidio Greco, Adriano Aprà, Enrico Ghezzi, Roberto Herlitzka, Franco Ferrarotti, e uno spezzone dell’intervista realizzata da Roberto Rossellini all’allora Presidente cileno Salvador Allende.

Da domenica 24 al 31 ottobre il Festival si terrà al Teatro Miela, dal mattino a mezzanotte, mentre alcune sezioni sono in programma all’Università di Trieste, al Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda per i Servizi Sanitari e al Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico di Duino.

Quindici i film nella Sezione ufficiale a Concorso, più varie sezioni tematiche, parte delle quali anch’esse a concorso. In programma anche una retrospettiva sull’attore Damián Alcázar, uno fra i maggiori del nuovo cinema messicano, presente per l’occasione a Trieste, una Sezione sul Bicentenario dell’Indipendenza dell’America Latina dalla Spagna, il “Premio Malvinas” per la convivenza fra i popoli e il Diritto Internazionale, e un Premio per la migliore opera a carattere storico, curato dall’organizzazione internazionale dell’Unión Latina.

La Giuria della Sezione Ufficiale è presieduta dal popolare cantautore argentino León Gieco (attivo da quarant’anni sulle scene internazionali, con artisti quali Mercedes Sosa, Sting, Peter Gabriel, Bob Dylan, Joan Manuel Serrat, Pablo Milanés...). Gli altri giurati sono la nota attrice messicana Arcelia Ramírez, più volte premiata per le sue interpretazioni; il creativo, regista, produttore e sceneggiatore italo-cileno Johnny Dell’Orto; e il parlamentare, ex Sottosegretario agli Esteri ed Ambasciatore di Slovenia per la Spagna e Cuba, Franco Juri, esponente della minoranza italiana in Istria e profondo conoscitore dell’America Latina.

E’ previsto anche un Premio del Pubblico in Rete, indetto da Arcoiris TV, che trasmetterà man mano un’ottantina di opere del Festival sul proprio sito web www.arcoiris.tv.

Proiezioni al Teatro Miela, fino al 31 ottobre, dal mattino a mezzanotte. Tutte le principali opere nella sala cinema saranno con traduzione simultanea, mentre quelle in sala video in versione originale o sottotitolata. Tessere APCLAI, per l’ingresso libero all’intera rassegna, a 25 Euro (con riduzioni a 15 Euro), e tessere giornaliere a 5 Euro.

Altre informazioni sul Festival di Trieste sul sito web www.cinelatinotrieste.org, su Facebook alla pagina www.facebook.com/cinelatinotrieste, e dal 24 ottobre alla cassa del Teatro Miela, al tel. 040.3477672.- . -

 Il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste è patrocinato dall’Unione Latina, l’Istituto Italo-Latino Americano, i Ministeri degli Affari Esteri e per i Beni e le Attività Culturali, la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori e dall’Università degli Studi di Trieste, ed è realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, della Provincia, del Comune e della Camera di Commercio di Trieste e di Promotrieste. Collaborano inoltre vari altri enti pubblici e realtà private, italiane e latinoamericane.

 

INFORMAZIONI: 

Direzione: Rodrigo Diaz – cell. (+39) 347.2364535 - e-mail: apclai@yahoo.it 

Organizzazione: APCLAI - via Massari n. 3/14, 30175 Venezia - tel. 041.5382371 – tel/fax: 041.932286 - cell. 347.236 45 35 – e.mail: latinotrieste@yahoo.com - web: www.cinelatinotrieste.org 

Facebook: www.facebook.com/cinelatinotrieste

Ufficio stampa: Maurizio Bekar – www.bekar.net, via Pauliana n. 10, 34134 Trieste

tel. 040.421591; fax 02.700.406.766; cell. 340.60.23.063; e-mail:info.bekar.net@gmail.com

-------------------------------------------------------------------------

La Balena di Rossellini di Claudio BondiLa Balena di Rossellini-Regia di Claudio Bondi

Sinossi: La Balena di Rossellini nasce da uno dei più suggestivi sogni di Roberto Rossellini, un progetto esemplare nel suo percorso d’autore.
Il film ideato, e mai realizzato, da Rossellini prese forma nei suoi appunti dopo un viaggio in Cile effettuato nel maggio del 1971, viaggio intrapreso per realizzare un’intervista-ritratto di Salvador Allende, poi effettivamente compiuta dal regista di “Roma città aperta”.
E’ il 28 ottobre 1971, Rossellini, tornato da Santiago del Cile, legge su un quotidiano la notizia di una balena arenata sulla costa del Pacifico nei pressi di un villaggio poverissimo abitato da pescatori. Da questo semplice fatto di cronaca, nasce un soggetto cinematografico per un apologo sulla ricchezza e sulla povertà. Un film le cui riprese Rossellini avrebbe voluto affidare al giovanissimo allievo Claudio Bondì, appena diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia..
Nel documentario Bondì ripercorre, a 39 anni di distanza, questo episodio attraverso le testimonianze e i ricordi di Renzo Rossellini, Emidio Greco, Adriano Aprà, Enrico Ghezzi, Franco Ferrarotti e la voce di Salvador Allende. Il racconto del soggetto ideato da Rossellini, è messo in scena con l’interpretazione di Roberto Herlitzka.
Con questo documentario si è voluto aprire un panorama sconosciuto in cui però si rintraccia ancora il pensiero dell’utopia rosselliniana, quella che lo avrebbe guidato con cocciuta determinazione ad abbandonare il cinema per dedicarsi esclusivamente al grande progetto di educazione permanente attraverso la didattica della storia riproposta in televisione.

A cura di Cinemagora

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 
ENGLISH VERSION
 

Español

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

150° UNITA' D'ITALIA

150° UNITA' D'ITALIA

 

SITO CINEMAGORA

Sito CINEMAGORA, selezione film latino americani

 

BLOG CINEMAGORA

Blog di Cinemagora

 

NO ALLA GUERRA

immagine
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cinemagoramassimocoppatopina_dispettosasicula31ciliottaobidgl7my_way70strong_passioncassetta2domenicoludoviciWhatYourSoulSings2asc1965lo_snorkimauro.balbinotsasacineman
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
 
 

MAP