Ultimi commenti

articolo molto piacevole da leggere. complimenti da Artecreo
Inviato da: minarossi82
il 11/11/2016 alle 17:04
 
Grazie!
Inviato da: Chiens en peluche
il 10/01/2014 alle 15:54
 
a Roma
Inviato da: puzzle bubble
il 29/04/2012 alle 11:18
 
tutti a chiedersi se Bin Laden fosse 'il male' o...
Inviato da: sandro
il 09/05/2011 alle 17:08
 
sono d'accordo con te. quando sono davanti ad un...
Inviato da: sandro
il 09/05/2011 alle 17:04
 
 

Ultime visite al Blog

minarossi82habralcomelunadinonsolopolmariorocca1951cile54christie_malryDisoccupandaestremalatitudineWIDE_REDpaolo_teresanavighetortempopetalinudidas.silviaborotRe
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Creato da: habral il 09/08/2006
stretta la foglia, larga la via, dite la vostra, che ho detto la mia.

 

 

unastoria di Gipi

Post n°807 pubblicato il 06 Luglio 2014 da habral
 

Leggo quelli che una volta si sarebbero detti fumetti (e che oggi forse è meglio definire storie illustrate) raramente.

Ne avevo comprato e letto uno americano qualche anno fa perché intrigato dalla quarta di copertina e per curiosità rispetto ad un mondo che ritenevo giovanile. Il titolo era Blankets e l’autore il signor Craig Thompson. Era la storia di una iniziazione sentimentale da parte di un adolescente innamorato del disegno di vago sapore autobiografico. Ben scritto, ben disegnato, con tratti morbidi in bianco e nero. Mi aveva colpito, allora, l’evidente passaggio dal romanzo classico a questo che non poteva che definirsi che romanzo illustrato. Ma niente di che. Peraltro mi ero detto col mondo giovanile tutto questo c’entra poco o punto. E qui temo di essere nel giusto.

Poi qualche giorno fa una amica mi ha regalato Unastoria di Gipi.

continua

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Carlo Mattioli in mostra a Roma

Post n°806 pubblicato il 16 Settembre 2011 da habral
 

Sul Corrierone nazionale, così come su un’altra mezza dozzina di giornali e informatori vari, si dava notizia ieri mattina dell’apertura a Roma il 16 settembre presso il Vaticano, Braccio di Carlo Magno (e dove è? risposta: praticamente in San Pietro, ovvero alla fine di Via della Conciliazione quando si sta per arrivare in piazza) di una mostra antologica del pittore parmense Carlo Mattioli (1911 – 1984).

Mattioli fu tutta la vita un artista appartato, tutto casa, famiglia e studio.

Nelle foto sul suo...

per continuare clicca qui

sandro

www.wripainter.wordpress.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

mostra di pittura

Post n°805 pubblicato il 23 Maggio 2011 da habral
 

Sabato a Milano in via S.Vittore 49 alle ore 18.30 inaugurazione della mia nuova mostra di pittura dal titolo: Oltre il Colore, diario di un anno.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Oltre il colore

Post n°804 pubblicato il 13 Maggio 2011 da habral
 

Oltre il colore è il tema della mia prossima mostra di pittura

vi aspetto tutti a Milano, in via San Vittore 49 alle ore 18.30 Sabato 28 maggio.

 

ciao

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La Moratti ha perso la testa

Post n°803 pubblicato il 12 Maggio 2011 da habral
 

Durante un dibattito televisivo, attendendo d'avere l'ultima parola senza possibilità di replica da parte dello sfidante Pisapia, la Moratti lo accusa di essere stato condannato e quindi amnistiato per il furto di un auto a scopo sequestro di persona. Successivamente Pisapia convoca i giornalisti e mette a disposizione la sentenza che al tempo lo ha assolto con formula piena da quella accusa.

Ora, detto che mentire non è un buon metodo per garantirsi la fiducia altrui, detto anche che rievocare fatti di 35 anni fa non si capisce cosa c'entri con il problema attuale del governo di una città come Milano, detto tutto questo, l'ignaro cittadino elettore si chiede:

e già chissà cosa faceva 35 anni fa la cara Moratti? Forse che stava educando per benino il suo adorato figliolo, quello che compra gli immobili industriali e poi viene accusato di distribuire mazzette per trasformarli nella sua nuova reggia?

Magari verrà assolto anche lui (sinceramente lo spero), ma per l'intanto del giovane (sigh) Moratti, educato non badando a spese e col supporto morale di cotanta madre, non è dato altro sapere? come ha messo a frutto i quattrini spesi per la sua educazione plurimilionaria?

rievocare il passato, spinge la gente a farsi domande....

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »

immagineimmagine

 
 
 
 

Pubblicità occulta

Ho stampato due librini di una ventina di pagine l'uno: il primo con alcune mie poesie, illustrate da i miei quadri, e il secondo con il poemetto su Gaugin, illustrato dalle riproduzioni dei suoi quadri.

Chi ne vuole una copia gratis, mi scriva (habral@libero.it)

grazie