Creato da patty1_mah il 02/10/2007

Sottouncielodistelle

Ai confini dell’infinito, dove cielo e terra si prendono per mano

 

 

« .ULTIMO ARRIVO jOSEPH »

Mi mancate

Post n°11438 pubblicato il 27 Agosto 2022 da patty1_mah

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/pianto/trackback.php?msg=16415332

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
cassetta2
cassetta2 il 27/08/22 alle 17:16 via WEB
Mettere il cuore in tutto ciò che si fa anche a costo di graffiarselo un po’.
 
 
patty1_mah
patty1_mah il 02/09/22 alle 19:17 via WEB
Sempre...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 59
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cassetta2per_letterapatty1_mahRoccoFwilliamCars1marinovincenzo1958silvano.minolibonny.gmarabertowmetro.nomonatodallatempesta0diabolik6310saturno.leodivina541954joeblack1963
 

ULTIMI COMMENTI

La riconosci la persona giusta s'innamora dei tuoi...
Inviato da: cassetta2
il 03/12/2022 alle 18:50
 
invecchiare è un privilegio per nulla scontato, invecchiare...
Inviato da: marabertow
il 02/11/2022 alle 19:16
 
Coraggio.
Inviato da: cassetta2
il 21/10/2022 alle 18:55
 
Propio vero...
Inviato da: patty1_mah
il 11/10/2022 alle 19:21
 
Ti provi delle scarpe. Te le senti un po' strette....
Inviato da: cassetta2
il 08/10/2022 alle 16:10
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

ANCORA

 

IL CIELO IN UNA STANZA

 

GRAZIE PERCHÈ

 

STRINGIMI LE MANI

 

E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla,

per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te
senza guardare e

senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con domande, con carezze,
quella solitudine immensa
d'amarti solo io.

Pedro Salinas