Creato da privato_pp il 15/07/2008
riflessioni, spunti, polemiche... tutto quello che mi passa per la testa

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

COLOPHON


Questo blog
non rappresenta una testata  giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.


Il materiale inserito nel blog è generalmente originale ma, in alcuni casi, è reperito nel Web e quindi ritenuto di pubblico dominio. Tale materiale verrà comunque rimosso o integrato dietro semplice richiesta degli aventi diritto; il modo più semplice per comunicare con l'autore del blog è di commentare il post di cui si chiede la rettifica.

Messaggi e commenti: Questo blog NON è una democrazia, è anzi soggetto al più assoluto e dispotico potere dell'autore. La pubblicazione di messaggi e commenti è quindi soggetta alla discrezionalità del medesimo, il quale deciderà usando il suo personale metro di giudizio (che potrebbe non coincidere con il vostro). Si assicura solo che la pubblicazione, qualora avvenga, sarà sempre integrale. In particolare verranno sicuramente respinti i commenti giudicati offensivi, osceni, illeciti, o anche semplicemente fuori tema o stupidi. Se questa semplice regola, per un qualsiasi motivo, non vi piace, evitate di inviare commenti.
Grazie lo stesso.

 

 

Area personale

 

 

MANIFESTAZIONE A ROMA, 12 MARZO 2011, IN DIFESA DELLA COSTITUZIONE

Post n°47 pubblicato il 15 Marzo 2011 da privato_pp
 
Foto di privato_pp

Un centinaio di foto prese durante la manifestazione in difesa della Costituzione, svoltasi a Roma il 12 marzo 2011. Come al solito, ed ormai ci stiamo abituando, tantissima bella gente, dal palco discorsi seri e responsabili che hanno chiaramente detto perché nessun imperatorucolo da operetta può stravolgere la nostra carta fondamentale in moda da instaurare una dittatura strisciante, e questo nonostante il suo potere mediatico e i suoi soldi. Sempre come al solito, il tutto condito da variopinti e fantasiosi cartelli che sintetizzavano efficacemente lo stato d'animo dei partecipanti (in tutta Italia circa un milione di persone e, sempre scome al solito, secondo il governo circa quarantamila).

Un grazie a tutti per la partecipazione, e arrivederci alla prossima volta che, se il dittatorucolo non se ne va, non portà mancare.

Una nota tecnica: per vari motivi non avevo modo di inserire nel blog la consueta galleria fotografica, che è stata posta QUI.

Chiunque si riconosca in una foto e non desideri comparire, me lo può segnalare semplicemente commentando questo post. Sarà mia cura provvedere quanto prima alla opportuna correzione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Finalmente un primato italiano!

Post n°46 pubblicato il 16 Febbraio 2011 da privato_pp
 
Foto di privato_pp

Berlusconi, primo premier al mondo rinviato a giudizio per reato di prostituzione.

Un primato italiano, che ci contraddistingue nel mondo. Questo sì che è il vero Made in Italy! Mica la mafia, che ormai è internazionale! La colpa è ovviamente dei soliti comunisti e di Saviano, rei i primi di fare la bella addormentata nel bosco e il secondo di raccontare il mondo che ci circonda. Tutti reati gravissimi, che hanno squalificato la nostra bella nazione nei confronti delle altre.

Quale capo di stato straniero si farà fotografare mentre stringe la mano al nostro "premier", capo del "partito dell'amore"?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MANIFESTAZIONE A ROMA, 13 FEBBRAIO 2011

Post n°45 pubblicato il 14 Febbraio 2011 da privato_pp
 
Foto di privato_pp

Parecchie decine di foto prese durante la manifestazione in difesa della dignità delle donne, svoltasi a Roma il 13 febbraio 2011. Tantissima bella gente, dal palco discorsi seri e responsabili sul futuro che vogliamo, infiniti, variopinti e fantasiosi cartelli che sintetizzavano efficacemente lo stato d'animo dei partecipanti.

Un grazie a tutti per la partecipazione, e arrivederci alla prossima volta.

Una nota tecnica: per vari motivi non avevo modo di inserire nel blog la consueta galleria fotografica, che è stata posta QUI.

Chiunque si riconosca in una foto e non desideri comparire, me lo può segnalare semplicemente commentando questo post. Sarà mia cura provvedere quanto prima alla opportuna correzione.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Cosa deve fare ancora?

Post n°44 pubblicato il 09 Febbraio 2011 da privato_pp
 

Più invecchio più mi si indebolisce lo stomaco.
Non riesco più a digerire l'attività del diversamente onesto (d'ora in poi D.O. per brevità). Lascio ancora una volta i commenti a qualche cartellone pubblicitario.

















Mi domando spesso cosa deve ancora fare il D.O. per convincere gli italiani a cacciarlo a calci in culo, per indegnità e per aver violato la maggior parte degli articoli di qualsiasi codice vigente nei paesi civilizzati. Anche perché, e mi ripeto, il D.O. e i suoi accoliti blaterano che Saviano, con i suoi libri, fa fare una brutta figura internazionale all'Italia.
Il che, alla luce degli ultimi (e dei penultimi, se è per questo) avvenimenti appare quantomeno ridicolmente falso. Almeno agli occhi di quei cittadini che li tengono aperti e la cui testa non è solo un distanziatore per le orecchie.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

IL REFERENDUM FIAT

Post n°43 pubblicato il 15 Gennaio 2011 da privato_pp
 

Bella domanda. O votate così o sarete licenziati. Una volta, fino a qualche anno or sono, si sarebbe chiamato ricatto. Adesso lo chiamano referendum.

Ebbene, il referendum alla FIAT c'è stato. Hanno vinto i sì. Adesso tutti gli "organi di informazione" giù a strombazzare che si tratta di una grande svolta per le relazioni fra lavoratori ed industriali, una grande svolta per tutto il sindacalismo italiano... Dimenticandosi che stiamo parlando di tremila voti su meno di seimila votanti. Praticamente nessuno, se rapportati alla massa dei lavoratori italiani.

Buffonata per buffonata, gli industriali e i politici potevano regalare qualche migliaio di euro -o ricattarli, è lo stesso- a due operai e poi aggiungerne un terzo, magari di estrema sinistra. Poi facevano il referendum fra i tre, ed i sì avrebbero vinto con il 75% dei voti. Sarebbe stato anche democratico ed imparziale, c'era pure uno di sinistra.

Mi sembra una considerazione elementare, ma nessuno la esplicita. O sono orbo io, oppure moltissimi giornalisti della carta stampata, radio, tv, sono volutamente guerci. Anche in politica, specialmente nel pd, volano tutti alto e nessuno denuncia questa buffonata di referendum. Qualcuno lo farà pure, ma la sua voce scompare nella bagarre scatenata da tutti i grandi mezzi d'informazione (di cui una grandissima e preponderante parte è di proprietà o controllata da una sola persona, e lascio indovinare chi sia).

Credo di essere un facile profeta, ma penso che cercheranno di farlo diventare un modello anche per future consultazioni elettorali... Se potessero farebbero in modo che a votare siano qualche migliaio di persone, facilmente comprabili con i soldi dello stato (come al solito, non pagano neppure di tasca loro) e poi sbandierando ai quattro venti il voto come "maggioranza del popolo".

Questo è quanto collettivamente ci meritiamo. Buon Bunga Bunga a tutti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Eppure dovremmo conoscerlo

Post n°42 pubblicato il 02 Novembre 2010 da privato_pp
 

Dicono che un'immagine vale più di cento parole. Credo sia vero.
Infatti il commento odierno sull'attiviatà del diversamente onesto (d'ora in poi D.O. per brevità) lo lascio a qualche cartellone pubblicitario.











Se non bastassero i cartelloni pubblicitari, mi permetto di consigliare chi avesse lo stomaco resistente di guardare un breve filmato QUI.
E' illuminante. Anche perché il D.O. blatera che Saviano, con i suoi libri, fa fare una brutta figura internazionale all'Italia.
Il filmato mostra una verità un pochino diversa, che invita a riflettere sulla figura del nostro rappresentante.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Appello per difendere Annozero

Post n°41 pubblicato il 15 Ottobre 2010 da privato_pp
 

Mi scuso per la sinteticità ma ho poco tempo a disposizione, ne approfitto per rilanciare le modalità indicate da Santoro per rendere più efficace l'appello in difesa di Annozero:

Chi volesse scrivere in difesa della trasmissione Annozero dovrebbe inviare contemporaneamente due e-mail a questi indirizzi:

annozerodevecontinuare@yahoo.it; segreteriapresidenza@rai.it

Il primo indirizzo è molto importante per avere il quadro completo delle adesioni raccolte.

Si può usare la formula seguente o un'altra con le stesse caratteristiche:
"Gentile presidente Paolo Garimberti, i sottoscritti abbonati Rai chiedono di non essere puniti al posto di Santoro e che Annozero continui ad andare in onda regolarmente."

A titolo di esempio, Enrico Mentana ha scritto:
"Sono un telespettatore di Annozero e non voglio essere punito al posto di Santoro, è ingiusto ed insensato sospendere il programma."

Per chi volesse ulteriori dettagli, il sito di Annozero è raggiungibile cliccando QUI.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Oggi parliamo di lirica!

Post n°40 pubblicato il 05 Settembre 2010 da privato_pp
 

Mi riferisco all'opera "Rigoletto", trasmessa ieri ed oggi dalla RAI. I più sentiti complimenti all'azienda per aver, finalmente, trasmesso una fra le più belle opere liriche. Grazie.

Dato a Cesare quel che gli spetta, adesso le critiche: nei sottotitoli c'è una costante presenza di un diffuso errore di ortografia: il separare con uno spazio i punti esclamativi ed interrogativi dalla parola precedente.
Errore di poco conto? Dipende dai punti di vista. Se i sottotitoli li avesse scritti un extracomunitario che si trova presso di noi da un annetto sarebbero meravigliosamente corretti. Se fossero solo scritte sui barattoli di marmellata l'errore non avrebbe alcuna importanza. Ma qui si tratta di testi diffusi dall'emittente pubblica italiana, durante un programma reclamizzato come fosse l'ottava meraviglia del mondo e costato, presumo, una notevole quantità di denaro. Il minimo che si poteva fare era far scrivere (o far controllare) i sottotitoli ad una persona che conoscesse la lingua italiana.

Parlando più propriamente del programma segnalo anche che poco fa, al termine del secondo atto del Rigoletto, durante gli ultimi secondi del finale si sono distintamente uditi gli applausi e i "bravi!", probabilmente generati dalle maestranze presenti. Nessuno ha pensato di revisionare il programma prima della diffusione? In fondo sono solo tre ore di un lavoro gradevole e riposante. Oppure si tratta di sciatteria dirigenziale?

Inoltre, sia ieri sera sia oggi pomeriggio si è visto il povero Domingo infagottato nei panni del gobbo che sudava come una bestia. Nonostante i tentativi di asciugarsi la fronte con la manica (frequenti e ben visibili) ogni tanto gocciolava dal naso come se avesse fatto la doccia. Poveretto! I potenti mezzi della RAI non consentivano un sistema di raffrescamento dell'ambiente, almeno per diminuire i disagi?

Infine, e qui termino, mi pare suicida la decisione aziendale di spezzettare l'opera in tre momenti diversi, usandone le parti come riempitivo per gli orari morti. Avete fatto una operazione culturale di un certo rilievo, l'avete pubblicizzata in tutto il mondo (magari ne avete anche un pochino trascurato i dettagli) e poi la buttate via così! Inspiegabile.

Scusate la prolissità, ma mi dovevo sfogare

Con i migliori auguri per tutta l'azienda RAI. Auguro e spero che, come  l'araba fenice, sappia rinascere dalle sue minzoliniane ceneri.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Finalmente i REFERENDUM!

Post n°39 pubblicato il 08 Maggio 2010 da privato_pp
 

Finalmente l'Italia Dei Valori ha iniziato la raccolta firma per i tre referendum annunciati:

  • Bloccare le centrali nucleari;
  • Cancellare le norme sul legittimo impedimento;
  • Difendere la proprietà pubblica dell'acqua.

Come si può vedere questi tre referendum non hanno un colore politico, ad eccezione del colore che vuole dare loro una cricca che intende imporrei la costruzione di centrali nucleari pericolose, costosissime e del tutto inutili, impedire alla magistratura di processare e financo di indagare su plateali episodi di delinquenza ed infine schiavizzare l'intero popolo italiano, dando in mano ai privati un bene indispensabile per la vita. Senza il prezioso liquido un essere umano muore dopo una decina di giorni, prima ancora che per mancanza di cibo. Vi immaginate il potere di chi controlla l'acqua? Un potere superiore lo avrebbe solo chi controllasse l'aria, ma ancora è presto, lo vedremo fra una decina d'anni.

Detto in parole povere, si tratta solo di usare buon senso e intelligenza per difendere la vita di tutti noi e, ancor più, dei nostri figli, nipoti e pronipoti.


QUI il sito con tutti i dettagli sui referendum, le motivazioni estese e tutti i punti ed orari dei banchetti per la raccolta delle firme.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Più trota per tutti!

Post n°38 pubblicato il 09 Aprile 2010 da privato_pp
 
Foto di privato_pp

Adesso il popolo leghista sarà felicemente beato. Le grandi riforme promesse loro dal grande celtico chiamato Bossi sono alla porta e, finalmente, Roma ladrona sarà sconfitta. Ormai da anni i leghisti sono governati da loro pari e, alle ultime elezioni regionali, hanno addirittura eletto il delfino -pardon, la trota- del suddetto celtico. Fin qui, tutto bene, o almeno così pensano i più sprovveduti.

Vengono in mente alcune considerazioni elementari (visto il livello culturale medio delle trote, più che elementari non si poteva):
-Per i più smemorati, il celtico in questione, attualmente ministro, ha giurato fedeltà alla Costituzione Italiana, ma dichiara pubblicamente "quando io vedo il tricolore, mi incazzo; il tricolore lo uso soltanto per pulirmi il culo" e ancora, parlando delle norme circa l'esposizione del Tricolore, "con il tricolore, ci si possono pulire il culo". Si prega di notare il forbito linguaggio, evidente espressione di un'ampia cultura e di quotidiane frequentazioni con i testi dei nostri maggiori poeti. Per inciso, ed è una riflessione amara, pare che il Presidente della Repubblica non abbia nulla da dire in proposito. Invito chi desiderasse approfondire l'argomento "porcate" a visitare QUESTO bel sito.


-Uno dei peggiori e più catastrofici vizi dei nobili romani, spesso anche dei papi, era il nepotismo sfrenato. Pare ovvio e perfino banale pensare che la direzione della cosa pubblica, in qualsiasi epoca, dovrebbe essere affidata ai più capaci e non a chi, magari inetto ed incapace, discende da lombi più o meno nobili (e cosa sia la nobiltà è difficile a dire, in genere significa "i più ricchi e prepotenti"). Per fortuna dei celtici il nord è la culla di tutte le virtù, e certamente in quelle terre il nepotismo è aborrito da tutti gli onesti cittadini. Per l'appunto.

-Vado a memoria, ma mi sembra di ricordare che tutti gli scandali economici (leggi ruberie) che hanno causato l'indagine definita "Mani Pulite" e quasi tutti i maggiori intrallazzi (=sempre ruberie) scoperti fino ad oggi sono accaduti nella capitale morale, ovvero Milano. Forse l'inveire contro "Roma ladrona" serve a distrarre i meno attenti dal guardare in casa loro?

Infine un amichevole spunto di riflessione per i celtici incalliti: quando l'Italia andrà economicamente a rotoli, e non credo manchi molto, pensate che i silvi, le noemi e le varie trote e pascitori di maiali andranno a rotoli con voi?
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Contatta l'autore

Nickname: privato_pp
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 121
Prov: RM
 

Ultimi commenti

Ultime visite al Blog

tay.tay1bartx89Maxximo_MMjohnny.bluestark78ciro.bettettimaia2011Hasta.la.VictoriaEug3niocherrydgl11privato_ppbertolienricaangie_07adoro_il_kenya
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom