Creato da romolor il 20/07/2005
gossip e altro
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

Ultime visite al Blog

SEMPLICE.E.DOLCEfl.degiovannimauriziocamagnamaurogiannoccaroromolorsartori.giorgio51artekreativamauromacchi1962Alcmena87nodopurpureolaura.f15obedience2008MegareseIbleomxdgl4
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Nicoletta Orsomando: perché fa sempre notizia

Post n°7649 pubblicato il 13 Gennaio 2019 da romolor
 
Foto di romolor

La tv che fa sempre notizia: compie 90 anni la decana delle annunciatrici, Nicoletta Orsomando.
E' sicuro che questa signora che ha accompagnato la vita quotidiana di milioni di telespettatori è diventata un'icona suo malgrado.
Non soltanto per la professionalità, ma per lo "stile", inedito e moderno, degli annunci.
Non si è fatta scrupolo, con l'età, di usare gli occhiali per la lettura, togliendoli poi per rivolgere uno sguardo ammiccante di intesa agli utenti, per poi rimetterli ancora.
Come se dicesse, in pratica : perdonate, ma le lenti ormai mi sono necessarie.
Con l'assenza del video, la popolarità non è scemata ma è rimasta invariata forse perché la Orsomando è stata più di altre colleghe di fama una testimone dei tempi .
ROMOLO RICAPITO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Elana Sofia Ricci: svelato il suo dramma

Post n°7648 pubblicato il 08 Gennaio 2019 da romolor
 
Foto di romolor

La drammatica confessione di Elena Sofia Ricci: violentata a 12 anni da un amico di famiglia.
La rivelazione, liberatoria, dopo la morte della madre che l'attrice non voleva coinvolgere, forse per non crearle sensi di colpa: l'aveva affidata inconsapevolmente a quella "persona di fiducia", perché l'accompagnasse in vacanza.
Adesso la Ricci si è in parte liberata di un segreto che voleva probabilmente condividere affinché serva a una presa di coscienza generale sulla violenza contro le donne e in particolare le minorenni.
Ma resta sempre il dubbio: era forse meglio tenere per sé questa drammatica esperienza?
Resta un episodio gravissimo, ma non tutti accettano queste confessioni quando si tratta di personaggi popolari, perché essi identificano la denuncia come una forma di promozione di se stessi o una forma di pubblicità.

Rr

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

"Buon anno Fabrizio Frizzi". Bufera su Caterina Balivo

Post n°7647 pubblicato il 05 Gennaio 2019 da romolor
 
Foto di romolor

Leggo dell'indignazione di molti telespettatori per il saluto di Caterina Balivo a Fabrizio Frizzi all'interno di un talk show di Rai Uno: "buon anno, Fabrizio".
Anche a me questa forzatura non è piaciuta. Assistevo al programma e durante l'intervista a Elisabetta Gregoraci, si è visto in un vecchio filmato che mostrava lo scomparso presentatore, durante la trasmissione di Miss Italia, l'anno che la Gregoraci partecipò come concorrente.
Da qui l'idea del saluto, come se Frizzi fosse in vita.
Ormai il compianto Fabrizio è diventato come un santino. Giusto commemorarlo, a un anno dalla dipartita, ma andrebbe fatto con attenzione e buon gusto, non lanciando slogan inadatti. ROMOLO RICAPITO

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SUSPIRIA di LUCA GUADAGNINO: FLOP AL CINEMA

Post n°7646 pubblicato il 03 Gennaio 2019 da romolor
 
Foto di romolor

Suspiria diretto da Luca Guadagnino sta registrando in Italia magri incassi, al contrario della pellicola "originale" diretta da Dario Argento del 1977 che fu un grande successo ed è considerata oggi un capolavoro.
Il risultato scarso dell'attuale remake era prevedibile: dura quasi il doppio quasi dell'originale e trasforma una storia di mistero e streghe in un trattato storico che coinvolge la Germania nazista fino ad arrivare al Muro di Berlino.
I ragazzotti attratti dalle atmosfere orrorifiche promessa abbandonano la sala, sconcertati dalla sconcertati dalle raffinatezze del regista di origine algerina.
Va detta però una cosa: Luca Guadagnino non è mai stato amato dalla critica italiana, fatta eccezione forse per Chiamami col Tuo Nome, che ha comunque diviso.
E' dunque, come da prassi, un talentuoso apprezzato soltanto all'estero.RR

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Roberto Bolle, basta col suo spot su Rai Uno

Post n°7645 pubblicato il 31 Dicembre 2018 da romolor
 
Foto di romolor

Personalmente provo ammirazione per Roberto Bolle ma mi chiedo quanto ancora saremo costretti a sopportare uno spot dove si pubblicizza un nuovo evento nel quale il ballerino è coinvolto e questo accade su Rai Uno.
Trovo lo spot orrendo, in esso Bolle non è valorizzato ma ridicolizzato e anche la giravolta col sorrisone finale è irritante.
Non so chi sia il regista di tale filmato, ma occorrerebbe rimuoverlo, anche perché, al di là del gradimento, che è cosa personale e soggettiva, non si può torturare i telespettatori sempre con gli stessi "prossimamente".

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »