Creato da romolor il 20/07/2005
gossip e altro
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

Ultime visite al Blog

romolorMARZOLINA4francescatostiMaAnkeNoXkeSiqualityflexvololowv.giampetruzzifugadallanimatimmario0rizzif0LaReginaDellEstasibonanza76cherrycocoin_quietudine
 

Ultimi commenti

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Barbara D'Urso: provved...Cambiamento epocale per ... »

GF Vip-Alfonso Signorini Ŕ troppo moralista?

Post n°7318 pubblicato il 04 Ottobre 2016 da romolor
 
Foto di romolor

Sono d''accordo con quanto ho sentito affermare dal critico televisivo Aldo Grasso a proposito di Alfonso Signorini.
A quest'ultimo sarebbe stato delegato il compito di farsi considerare come il tribuno della morale pubblica. Non c'è offesa, vera o presunta, espressa da chicchessia al Grande Fratello Vip che non veda Signorini come un esagitato "moralista", più di quei funzionari che un tempo coprivano con calze scure le gambe delle Kessler nella tv in bianco e nero.
Per Signorini sono da censurare i comportamenti omofobi, poi quelli sessisti, contro le donne.
Ma sono rimasto colpito dal fatto che il giornalista esperto di gossip abbia ripreso nell'ultima puntata del reality show del quale è il censore, pure Valeria Marini per il suo chiacchiericcio
In una parte del programma, Sifnorini, tra l'altro direttore di una nota testata di gossip, pareva addirittura piangesse, evocando rispetto e maggiore moralità.
Trovo l'atteggiamento di Alfonso Signorini eccessivo: mi sembra uno di quei predicatori americani che sferzano e inducono grandi folle, in tendoni da circo, a rispettare le Sacre Scritture evocando tempeste e punizioni, o eccedendo nel giudicare chi sono i buoni e chi i cattivi.
Lo stesso Alfonso, tempo fa, fu strigliato dalla stampa e da molte donne, parlamentari e non, perché aveva scherzato con certe didascalie allusive su un ministro donna che sorbiva nella sua automobile un cono gelato.
Per dirla tutta: Signorini nel ruolo dell'amministratore dei comportamenti politicamente corretti in vece e per conto della maggioranza è fuori parte, in quanto non rappresenta la morale degli italiani ma una sua morale, falsata anche dall'approccio voluto all'innalzamento degli indici d'ascolto
Mi ricorda l'attore premio Oscar Peter Finch in Quinto Potere di Sidney Lumet, una critica spietata al mondo degli studi televisivi, targata addirittura 1977.
Romolo Ricapito

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog