Creato da: meninasallospecchio il 28/04/2012
un concept blog (non so che voglia dire, ma mi sembra figo)

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

cuorevagabondo_1962cassetta2prefazione09monellaccio19surfinia60sassanofmangimi7bellomarabertowgiuseppe_minunnoorchideapois0luci600suarez65sparusolavittoriormarinovincenzo1958
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 44
 

 

 
« I gambalettiLa sauna »

Evernote

Post n°387 pubblicato il 18 Dicembre 2014 da meninasallospecchio

Ogni tanto scopro qualcosa che mi cambia la vita, come il filmatino che ho visto su Facebook e che insegna a piegare le lenzuola con gli angoli: veramente strepitoso. O Evernote.

Evernote è un'app gratuita che gira sul PC e sul cellulare Android (forse anche sugli altri). Una volta devo essere capitata per caso su un sito con una classifica delle app più usate o più apprezzate e ricordo che ai primi posti c'era proprio Evernote. Detto fatto, l'ho installata. Dopo di che, come il 70% delle app che ho sul cellulare, è rimasta a lungo inutilizzata. Finché non ho avuto l'illuminazione.

Avete presente la lista della spesa? Il foglietto giace in qualche angolo della cucina o del soggiorno. Ogni volta che ti accorgi che manca qualcosa, appena possibile, lo scrivi sul foglietto: spaghetti, sale grosso, dentifricio. La lista si allunga. Finché, dopo qualche giorno, esci per fare la spesa. E naturalmente dimentichi il foglietto a casa. Al supermercato tiri giù due madonne e poi chiami a raccolta i neuroni residui nel tentativo di ricordarti quello che avevi scritto. Ti sembra di avercela fatta. Ma quando arrivi a casa l'infido foglietto è lì pronto a ricordarti che hai dimenticato proprio la cosa più essenziale.
Un po' come se avessi mandato il marito a fare la spesa. Con il foglietto, s'intende.

E quindi, che cosa faccio con Evernote? Tenete presente che ho il PC sempre acceso, per lavoro o cazzeggio. Ma nel caso fosse spento c'è sempre il cellulare. Dico il PC perché io sono antica e a digitare sullo smartphone mi viene l'artrite. Comunque sul PC ho Evernote aperto. Ci sono diverse note, ma non manca mai quella dal titolo "Lista spesa". Ogni volta che finisco il parmigiano o lo scottex vado al PC e scrivo. Non c'è bisogno di salvare, si salva da solo ogni pochi minuti: si chiama sincronizzazione. La mia lista della spesa finisce lassù nel cloud, fra i cherubini e i serafini.

Ora, inutile dire che tutti noi usciamo di casa piuttosto senza mutande ma mai senza cellulare. Quindi il rischio foglietto è scongiurato. Al supermercato, sotto gli sguardi perplessi delle commesse del banco, sfodero il mio smartphone e apro Evernote. Ed ecco lì la mia lista della spesa, direttamente dal regno dei cieli, aggiornata all'ultima release. Oltretutto, considerate che io sono single e quindi mi aggiorno tutto da sola. Ma pensate al vantaggio di poter condividere la lista della spesa con tutta la famiglia. Avete detto al marito di andare al supermercato prima di rincasare? Per tutto il giorno potete aggiungere item alla lista e lui se la troverà automaticamente aggiornata sul suo smartphone. Non è meraviglioso?

Mai più senza. Dopo la spesa, ho trovato altri impieghi di Evernote. Ormai lo uso per ogni tipo di appunti, anche di lavoro, così sta tutto in un posto ed è sempre reperibile anche quando sono in giro. L'ultimo impiego che ho individuato è una nota, anche questa perpetua come Lista spesa, con le cose da dire al mio ex. Io e lui abbiamo ancora un'ingestibile quantità di interessi insieme: il principale è il figlio, ovviamente, ma ci sono un sacco di altre grane. Del 98% di queste grane, figlio incluso, mi occupo io. Per il rimanente 2% devo ricordare a lui di occuparsene, altrimenti non ci pensa. Questo lo faccio con ogni mezzo: SMS, mail, Skype, Whatsapp, Dropbox. Detto così sembro una cagacazzi, ma vi prego di ricordare la proporzione 2 – 98. Comunque alla fine la vecchia sana conversazione telefonica è sempre il metodo più efficace. Perciò mi segno su Evernote tutte le cose di cui devo parlargli, così quando ci sentiamo gliele dico tutte insieme. E' un esperimento che ho iniziato oggi.

E subito mi è balzata agli occhi una peculiarità. Quando faccio la spesa, tornata a casa, a meno che non ci sia qualcosa che non ho trovato, svuoto completamente la nota dal titolo Lista spesa. Oggi, dopo aver parlato al telefono con il mio ex, mi accingevo a fare lo stesso con la lista a lui dedicata. Ma subito mi sono resa conto che nella nostra prossima conversazione dovrò nuovamente ricordargli le cose di cui abbiamo parlato oggi, l'80% delle quali lui non avrà fatto. 80% è una stima ottimistica. Quindi quella nota non verrà mai svuotata. Si potrebbe chiamare Forevernote.

Evernote

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Rispondi al commento:
woodenship
woodenship il 21/12/14 alle 17:28 via WEB
Bello però il nome:mi fa pensare agli evergreen...
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963