Creato da MADE_IN_SICILIA il 27/04/2008

LA MIA SICILIA

IL MEGLIO DELLA SICILIA

 

 

Involtini di pesce spada

Post n°15 pubblicato il 16 Maggio 2008 da MADE_IN_SICILIA
Foto di MADE_IN_SICILIA

INGREDIENTI
Per 4 persone:
500 gr di pesce spada
(un tocco)
25 gr di uva passa
25 gr di pinoli sgusciati
2 acciughe deliscate
50 gr di pan grattato
25 gr di parmigiano
grattugiato
Olio d'oliva
extra vergine
Sale e pepe q.b.
1 mazzettodi prezzemolo
1 spicchio d'aglio
1 cipolla bianca
alcune foglie
di alloro

Tagliate il pesce spada a fette piccole e regolari

togliendo la pelle dei bordi e spianatele.

Conservate un po' di pesce spada (150 grammi circa)

per la farcia che preparerete come segue:

rosolate in un tegame con olio, I'aglio, il pesce spada rimasto tritato ed il prezzemolo, anch'esso finemente tritato.

A parte fate sciogliere, in poco olio le acciughe pulite e deliscate

ed unitele, insieme ai passolini, i pinoli, il pan grattato ed il parmigiano grattugiato, al soffritto che avete preparato.

Amalgamate il tutto, salate e pepate e togliete dal fuoco.

Sistemate una dose dell'impasto su ogni singola fettina di pesce spada che verrà arrotolata come un involtino.

Infilzatele insieme negli spiedini,

alternando con foglie di cipolla e alloro (con Ia stessa tecnica degli involtini di carne)

e sistematele sulla graticola dopo averle oliate ed impanate.

In mancanza della graticola potrete sistemarle in una pirofila che infornerete a fuoco caldissimo per 20 minuti.

Gli involtini di pesce spada vanno serviti ben caldi.

 
 
 

Coniglio all'agrodolce

Post n°14 pubblicato il 16 Maggio 2008 da MADE_IN_SICILIA
Foto di MADE_IN_SICILIA

INGREDIENTI
Per 6 persone:
1 coniglio1 cipolla
1 gambo di sedano
200 g. di olive verdi
1 cucchiaiodi capperi
30 gr di uva
sultanina e pinoli
1 tazza di brodo
Farina q.b.
1 bicchiere
di aceto
1 cucchiaio
di miele
Olio q.b.

Tagliate il coniglio a pezzi,

lavatelo, asciugatelo ed infarinatelo.

Mettete sul fuoco una padella con olio

e fate soffriggere i pezzi di coniglio lentamente,

affinchè anche l'interno sia ben cotto

ed all'esterno prenda un bel colore dorato.

Sbagnate con l'aceto nel quale precedentemente avevate diluito il miele e fate prendere sapore.

A parte preparate una caponata

facendo soffriggere per 15 minuti una cipolla tagliata finemente,

il sedano a pezzetti, le olive snocciolate

e precedentemente sbollentate, i capperi dissalati, I'uva sultanina, i pinoli, sale e pepe.

Aggiungete una tazza di brodo e portate ad ebollizione nello stesso tegame.

Adagiatevi a questo punto i pezzi di coniglio

ed il sugo ottenuto precedentemente

e fate cuocere per altri 15 minuti.

 
 
 

Post N° 13

Post n°13 pubblicato il 01 Maggio 2008 da MADE_IN_SICILIA
Foto di MADE_IN_SICILIA

INGREDIENTI
Per 4 persone:
Uno o più
polpi di circa
1 chilo,
uno spicchio
d'aglio,
2 limoni,
olio
extravergine
d'oliva,
sale e pepe
quanto basta,
2 mazzi di
prezzemolo
Preparazione:
Fate bollire dell'acqua salata in una grande pentola
e copritela con un coperchio
Non appena l'acqua bolle, gettate il polpo (o i polpi) 
e lasciatelo cuocere per circa un quarto d'ora. 
Spegnete il fuoco 
e fate riposare il polpo dentro l'acqua per altri 20 minuti. 
Scolate il polpo ed affettatelo. 
Sistemate i pezzettini su un piatto largo. 
In una tazza preparate una salsa con olio, 
sale, pepe ed aglio tagliato a tocchetti. 
Versate la salsa cosi preparata sul polpo tagliato 
ed aggiungete succo di limone. 
Spolverate con il prezzemolo tritato e servite a tavola. 

 
 
 

come arrivare

Post n°11 pubblicato il 30 Aprile 2008 da MADE_IN_SICILIA
Foto di MADE_IN_SICILIA

La VILLA ROMANA del CASALE si trova al centro della Sicilia, a 5km circa da Piazza Armerina, in provincia di Enna, in contrada Casale,  lungo la S161 che da Piazza Armerina porta a Barrafranca/Pietraperzia.

E' possibile raggiungere la Villa solo entrando nella città di Piazza Armerina.
Seguendo le indicazioni, in direzione SUD-OVEST, sulla strada S161 verso Barrafranca, si arriva alla Villa Romana del Casale dopo circa 5 Km dal centro abitato.

Gli aeroporti più vicini sono quelli di:
Fontanarossa - Catania a circa 100 Km e quello di
Punta Raisi - Palermo a circa 200 Km.

Per chi arriva in treno:
Stazione di Dittaino (35 km circa)

Per chi arriva a Piazza Armerina
senza mezzo di trasporto
:
è possibile usufruire della rete urbana di autobus
per arrivare alla Villa, servizio offerto dalla
CSA tours AUTOLINEE

partenza da piazza Sen. Marescalchi

alle 09.00 10.00 11.00 12.00 16.00 17.00 18.00

partenza dalla Villa Romana ogni mezz'ora

il servizio è attivo da maggio a settembrePer qualsiasi informazione sulla Villa Romana del Casale potete rivolgervi al 339 2657640

La Villa Romana del Casale è aperta tutti i giorni (anche festivi) dalle 10.00 alle 17.00

La visita della Villa dura circa un'ora. E' possibile prenotare una guida in qualsiasi lingua che vi accompagnerà all'interno.
Per informazioni:  339 2657640 e/o


vi metteremo in contatto con una delle guide autorizzate, le uniche a poter accedere alla Villa info@villaromanadelcasale.it Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
 
 

CUBICOLO CON SCENA EROTICA - cubiculum

Post n°10 pubblicato il 30 Aprile 2008 da MADE_IN_SICILIA
Foto di MADE_IN_SICILIA

Questo è una delle sale private della Domina. Nel vano letto con alcova rettangolare, un grande medaglione centrale con scena erotica, illustra due amanti, seminudi e abbracciati.
La figura maschile tiene nella mano sinistra un recipiente e regge una cesta di frutta. La donna è adorna di una pettinatura imperiale, e orecchini. Al braccio destro porta un braccialetto, un cerchietto al piede, una guaina per reggiseno.
La Domina romana non portava né sciarpe, né fazzoletti, ma si copriva con quanti gioielli vistosi poteva: collane, spille, orecchini, diademi, braccialetti d'oro e pietre preziose. Lollia Paolina andava in giro con quaranta milioni di sesterzi (2000000 di euro ) sparpagliate addosso sotto forma di pietre preziose, di cui Plinio annovera più di cento specie.
Era il modo di ostentare la ricchezza della famiglia, la floridezza dei suoi commerci. Per i romani esistevano due categorie di donne, da una parte quelle di nascita libera, madri o future spose; dall'altra, tutte le rimanenti.Il concetto di "condotta onorevole" aveva senso solo verso le prime.
Le quattro cornici esagonali che coronano il medaglione centrale figurato, sono decorate da busti femminili rappresentanti le stagioni. La testa cinta da una corona di spighe rappresenta l'estate, quella che tiene in mano un fiore è la primavera, quella che tiene un ramo l'inverno, quella cinta di un grappolo d'uva è l'autunno.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

jazzistaelettricoallancilujoeblack1963LIN_EAmiky_74_15sandro.fancellomartollogulp.alninograg1sbranaproviamodiversouga45ugafoStronzadivarsaviadestino590
 

ULTIMI COMMENTI

Ti faccio gli auguri di buon compleanno più amorevoli del...
Inviato da: joeblack1963
il 18/02/2017 alle 10:46
 
buon compleanno
Inviato da: ninograg1
il 18/02/2015 alle 07:38
 
Messaggeria piena, ti scrivo qui. Ho letto il messaggio...
Inviato da: f362514
il 25/10/2012 alle 21:03
 
prendo nota. Una volta ho provato pur io ma è venuta fuori...
Inviato da: dottore10
il 07/09/2012 alle 01:46
 
ah! ma qui se magna! ;)
Inviato da: denis_darija
il 26/05/2012 alle 23:44
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom