Creato da quelluomo il 19/03/2007
cultura gesuitico-colleoppiana

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 14
 

Ultime visite al Blog

ellenadgl3Mavvamadegauusmaxvcmac500barteliodibino777Salvatore_Fortefam.sassanellistefano.chiari88nicorayvaughanLibra.Mentedaunfiorebaminobellomariantonic
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« INTELLETTUALI ALLA RISCOSSAIL FILM SU PICASSO »

INTELLETTUALI ALLA RISCOSSA

Post n°698 pubblicato il 30 Settembre 2009 da quelluomo

"Chi invece agisce senza sentimentalismo e con spirito calcolatore sono soprattutto le scienze naturali. [...] Il concetto di "science conquérant", scienza conquistatrice, fu coniato soltanto all'epoca del Direttorio, ma la visione del mondo che si cela dietro esso risale già alla preistoria delle moderne scienze naturali, sia di quelle volte all'osservazione, sia di quelle più legate alla sperimentazione. Tale visione del mondo è caratterizzata dalla coscienza tranquilla, o addirittura dallo spirito di missione che accompagna la conquista e lo sfruttamento della natura, dallo sganciamento precoce delle problematiche noirmative dalla prassi scientifica, da un profondo astoricismo della sua riflessione e, in stretto collegamento con tutto ciò, dalla peculiare ambiguità della posizione assunta dall'uomo all'interno del sistema natura. [...] La rinuncia della scienza a esprimere giudizi orientativi sulle questioni politiche e morali è diventato il presupposto fondamentale della ricerca."

Wolf Lepenies, Ascesa e declino degli intellettuali in Europa, Bari 1992

E ancora:

"La cosidetta scienza pura si rivelò molto adatta a contrastare avversari politici e filosofici, come è il caso di Boyle, che pretese di confutare la filosofia politica di Hobbes dimostrando l'inesattezza dei suoi assunti di filosofia naturale."

Pag 23-24-25.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog