ME STESSA

I MIEI PENSIERI

 

.

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: venerev.s
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 96
Prov: EE
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

 

.

Post n°484 pubblicato il 31 Luglio 2015 da venerev.s

 

Vai! Porta con te ogni tuo oggetto e anche le ultime tue parole: me ne vado.

 

E non dimenticarti di lasciare il mio cuore, uscendo.

 

un taglio di capelli basteranno.

 

 

Al ricordo, ci penserà il tempo, arriverà il suo autunno, e si staccherà dal mio cuore.

 

 

 

 

 

Come foglia dal suo albero.

 

Foglia che raccoglierò con mani fredde, e conserverò nel libro mai finito, nell'ultimo capitolo.

 

E sarà dura leggerti ancora, frantumato.

 

 

 

 

 
 
 

.

Post n°483 pubblicato il 23 Giugno 2015 da venerev.s

La vita è questa
gente che va gente che viene
gente che ti stancherà, gente che nonostante tutto ti mancherà, gente che ricorderai, che rimpiangerai, gente che occuperà una piccola parte del tuo cuore sempre, gente che si prenderà il tuo cuore e che te lo restituirà distrutto, ma gente che lascerà un segno comunque vada.

 

 
 
 

.

Post n°482 pubblicato il 02 Giugno 2015 da venerev.s

La più grande prigione in cui le persone vivono è la paura di ciò

che pensano gli altri.

 
 
 

Se stai attraversando l' inferno..non ti fermare

Post n°481 pubblicato il 02 Giugno 2015 da venerev.s

 

 

 
 
 

Per una cara amica..CIAO SIMO

Post n°480 pubblicato il 22 Marzo 2015 da venerev.s

Ciao Simo...

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: venerev.s
Data di creazione: 30/11/2011
 

 bisogna saper ascoltare le persone. cercare di capire perchè si lamentano: se il loro è un disagio reale, più dell'anima che degli eventi o solo un modo per trovare attenzione e consensi che non hanno.
Non lasciamo mai solo chi ci chiede aiuto, anche se lo fa nel modo descritto, poco piacevole. Un giorno potremmo essere noi quelli che si guardano intorno alla ricerca di una mano tesa.
Non usiamo la nostra mente come cestino per i rifiuti altrui, sono d'accordo, ma aiutiamo sempre le persone a liberarsi delle loro angosce anche semplicemente ascoltandoli.

 

Non è che non ci provi a mettermi nei panni altrui,
ma a volte l'arroganza mi veste troppo larga,
la superficialità ha il cavallo troppo basso
e per quanto mi sforzi,
non riesco davvero a camminarci con l'ipocrisia tacco 14...

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

patrizia2007_1968allegragioia78london_passionCoro56_retiredvenerev.ssurfinia60cardiavincenzomarco111115comelunadinonsolopolforestales1958virgola_dfdominjusehellahvenere.HeidiHalloween.venereleoncinobianco1
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

.

Se pure parlo ancora di te, tu taci
se vomito tutto il veleno che
tu con il tuo rancore mi hai dato, tu taci
se chiudo gli occhi e ancora
rivedo il tuo sguardo su di me, tu taci...
nessuna tua parola di rabbia, di risentimento
di commiserazione o di pietà riuscirà mai
a scacciarti dalla mia mente
ma non temere sei già uscito dal mio cuore!

 

 

 

.

Vorrei tanto poterti dire che un giorno mi troverai
sulla soglia della mia porta ad aspettare il tuo ritorno,
vorrei poterti dire che sarò tua sempre e comunque tua
ma la vita scorre in fretta portando con sè i giorni migliori
ed io non voglio perderne neanche uno per questo
non ti farò nessuna promessa che poi non potrò mantenere

 

.

A ridere c’è il rischio di apparire sciocchi;
A piangere c’è il rischio di essere chiamati sentimentali;
A stabilire un contatto con un altro c’è il rischio di farsi coinvolgere;
A mostrare i propri sentimenti c’è il rischio di mostrare il vostro vero io;
A esporre le vostre idee e i vostri sogni c’è il rischio d’essere chiamati ingenui;...
Ad amare c’è il rischio di non essere corrisposti;
A vivere c’è il rischio di morire;
A sperare c’è il rischio della disperazione e
a tentare c’è il rischio del fallimento.
Ma bisogna correre i rischi,
perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
La persona che non rischia nulla,non è nulla e non diviene nulla.
Può evitare la sofferenza e l’angoscia,
ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere.
Incatenata alle sue certezze, è schiava.
Ha rinunciato alla libertà
Solo la persona che rischia è veramente libera.