...

Post n°422 pubblicato il 01 Febbraio 2008 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

 

Stranieri nella propria città. Nella propria cultura. Nella propria quotidianità.
Stranieri in sé stessi.
Quante volte ti sei sentito straniero?
Quante volte hai pensato di non essere nel tuo mondo?
Uno straniero nella propria casa...

uno straniero estraneo alla propria famiglia,
uno straniero estraneo alla propria scrivania,
uno straniero estraneo alla propria estraneità.


Quando ti capita di sentirti estraneo della tua stessa vita. Quando ti guardi nel mondo che ti circonda, che ti avvolge, e che a volte ti stringe facendoti girare la testa, ti vedi opaco e sfocato?
Come una parola pronunciata male o un gesto frainteso.
Quando non comprendi il linguaggio di chi ti sta accanto ma nemmeno quello di te stesso...!


Quando non ami con amore


prova a sdraiarti al confine
sentirai la vita che ti appartiene

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

.

Post n°421 pubblicato il 31 Dicembre 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD

ieri sera ho scoperto ke oggi finisce il 2007.
kazzo mi piaceva così tanto questo e7. sarà per il numero dispari, sarà per il 7 di per sè così magico, sarà xkè quest'anno posso dire di essermi mossa abbastanza, 5 traslochi internazionali in 12 mesi... riuscirò a fare di più?! e invece da domani mi dicono ke siamo nel 2008... vabbè anke l'8 è un numero simpatico... in fondo non mi dispiace così tanto.
e poi ho notato un altra cosa... il mio blog intanto ha compiuto 3 anni. un altro numero interessante... tra poco vado a giocarmeli, non si sa mai vinca qualcosa... sto sparando troppi numeri!
come sto? alterno momenti di contentezza allucinante a momenti di vuotismo spaventoso preoccupante.
vorrei un posto mio, mio.
vorrei un posto dentro di me dove far decollare un razzo.
vorrei essere più sveglia, più attiva, più viva.
vorrei desiderare di meno e cogliere di più.
vorrei essere consapevole di me ma nello stesso tempo ho paura di scoprirmi.
potrei accorgermi ke sono una noia mortale e allora sarebbe peggio.

devo scappare.
bacio tutti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 420

Post n°420 pubblicato il 10 Dicembre 2007 da viralastrega
 
Tag: video

But I'm a CrEEp, I'm a Weirdo... what the hell am I doing here? I don't belong here...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 419

Post n°419 pubblicato il 07 Dicembre 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD

aaaaaaaaaaaaaaaaa

quanto mi manca il mi angolino!
sono a Bologna, l'unico posto al mondo dove riesca a ritrovare quel pò di me ke non si è ancora sbriciolato. mi muovo, vado in giro, conosco gente... e quante briciole lascio lungo la strada? le ritroverò? ovvio ke no. e io? dove mi ritroverò io?
mi sono appena svegliata e non posso farmi troppe domande.
posso fare un resoconto dell'ultimo mese xò.

LAVORO_ ke noia le persone ke parlano sempre di lavoro. ecco sto diventando una di quelle. è la mia prima esperienza in un mondo ke può avere qualcosa in comune col mio e mi ci sono tuffata dentro con tutte le scarpe. ho perso il controllo del tempo, del tempo libero, e del tempo ke mi resta. passo le mie giornate lì o con loro lì, 12, 15 18 ore al giorno volano. il bello di questo posto è ke è tutto nuovo, una televisione sperimentale, fatta da ki la guarda, quindi non faccio una cosa sola, ma di tutto di più. cerco, più o meno... a modo mio, contenuti per il programma sportivo, vado in giro a fare servizi con la videocamera e col computer per poter fare anche una diretta, poi torno in studio e dopo aver trovato un pc libero, un cavetto per scaricare il video, il movie maker ke funziona, il caricabatterie, mi metto a montare, poi intanto mi chiamano dalla regia, e mi ritrovo a fare la regista. sì, senza sapere usare molto bene le macchine non importa la regista mi vuole lo stesso.
dovevo fare 2 mesi di stage, mi hanno assunta dopo 20 giorni. il direttore mi ha detto ke decido io il tipo di contratto. ma nn abbiamo ancora avuto un momento libero per parlarne.
sento ke mi vogliono già bene, mi fanno tanti complimenti, dal direttore al collega, sono l'ultima arrivata ma sembra stia lì da sempre, tutti ke mi kiamano e mi kiedono aiuto, mi dicono addirittura ke sono fondamentale lì dentro. però kazzo si lavora 7 giorni su 7 dalla mattina alla notte inoltrata... io riskio di crollare. oggi per la prima volta dal 10 novembre ho preteso un giorno libero. ieri sera mi hanno chiamata per chiedermi di stare alla regia stasera-notte. mi è dispiaciuto dire di no. ma è troppo!!
la cosa terribile è ke io mi devo occupare principalmente di sport, io ke non ho mai visto una partita, io ke penso ke il gioco di squadra, la competizione, la forza fisica siano cose ke stanno da una parte ferme lì, mentre io sono dall'altra. mi ritrovo ad occuparmi e parlare di una cosa ke non solo non mi piace, mentre lì tutti fanno piu' o meno ciò ke vogliono fare, ma ke per quanto mi sforzi non ci capisco proprio niente. l'amOr dice ke si vede ke quando intervisto la gente mi sforzo.
a me vengono tante idee... vorrei stare tra la gente, sto conoscendo tutti gli autisti dei tram e mi raccontano tante storie, delle vite ke vorrei uscissero da quella cabina di guida, ma per ora non posso occuparmene. come nn posso occuparmi di tante altre idee... ma questo tra qualke mese finirà. io adesso stringo i denti e cerco di farmi apprezzare lo stesso. poi un giorno dirò adesso basta, se mi volete ancora con voi allora, x piacere, toglietemi dallo sport.
kazzo la regia! nn avrei mai pensato di trovarmi a fare "la regista" dopo 10 giorni. mi sento dio lì dietro. anke se devi pensare a tremila cose, le luci, il suono, i microfoni ke hanno sempre le batterie scariche e gli rvm e i collegamenti da mandare in diretta. xkè lì sì è sempre in diretta, non esistono pause, a parte la notte ke tra un programma e le musiche ci prendiamo la pausa sigaretta, e poi l'attrezzatura per comunicare con lo studio non c'è quasi mai, xkè quasi sempre scarica rende tutte le cose più incasinate... ma in fondo mi diverto...!
anche se a volte ho l'impressione di far parte di un gruppo di amici ke si autogestisce una cantina come se fosse una radio libera, solo ke noi abbiamo il video! e l'idea è ke kiunque possa comunicare, interagire con noi quando vuole e parlare di ciò ke vuole. lo dicevo pure nella mia tesi: l'interattività è l'imperativo categorico dei nuovi mezzi di comunicazione. e ki se l'aspettava di trovarmi in questo mondo. io ke dovevo tornare a londra... ke mi è pure rimasta "ngann". la prossima settimana vado a riprendere le mie valigie sparse tra nottingham e londra.
la persona ke mi ha portata in questo mondo è molto orgogliosa di me, mi ha detto ke sono tutti molto entusiasti di me, ke sono tra i più bravi lì dentro. ma lei dice anke ke sono sua e siccome lei fa lo sport, io devo occuparmi di lei e quindi dello sport... xò siccome sa ke a me piace la regia allora mi ha concesso di fare anke 3 ore al giorno di regia. e meno male. se mi dovessi occupare solo ed esclusivamente di sport sai ke palle!

c'è una bella atmosfera, certo gli skazzi capitano, i problemi tecnici sono infiniti, ma è un bel gruppo. poi c'è ki ha delle idee, ki ne ha di completamente diverse, fatto sta ke l'idea di base del direttore è fantastica. lui vorrebbe dare voce a tutto e a tutti.

è ke io vorrei fare tremila cose... 

AmOr_ tanti problemi tra di noi. troppi. io nn voglio sclerare con lui, mai. ma le circostanze mi costringono a mettere in discussione il nostro rapporto. quando stiamo insieme stiamo da dio. ma quando stiamo lontani... viene fuori tutta la nostra distanza, non quella fisica... quella mentale. non so, non so. so solo ke non voglio perderlo. ma non voglio neanke continuare così. qualcosa deve cambiare.

Lavoro... Amore... e poi?! salute?!
continuo a pensare di partire ancora. quasi quasi non voglio prendere casa, voglio resistere qualke mese da mia zia, che per fortuna mi può ospitare, conservare soldi e poi ripartire e questa volta senza meta. un anno vissuto sulla strada. se non lo faccio ora, quando? poi entra in gioco il lavoro, la casa da pagare,... forse lo dovevo fare giusto ieri. no non posso pensare di essere in ritardo. "libero come un uomo appena nato ke ha di fronte solamente la natura... incosciente come un uomo compiaciuto dalla propria libertà..." penso di lavorare in un circo, senza animali, oppure di seguire il living theatre, oppure di camminare, camminare, semplicemente camminare...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 418

Post n°418 pubblicato il 18 Novembre 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD

riuscirò questa volta a scrivere uno SFACCIMMO di post?

ogni volta arriva qcuno, io mi vergogno e chiudo tutto!

vi scrivo dal mio nuovo lavoro! essì x la prima volta qualcosa mi è sceso da cielo, e non parlo della cacca di piccione o di un topolino di città, parlo di una bella occasione ke mi ha stravolto le idee...
mi sono reinventata video giornalista per una tv via web, ke poi forse vi farò sapere dove potete vederla, ed è bello xkè è un covo di pazzi e c'è una certa libertà, ke per me abituata a regimi totalitari mi fa un certo effetto!
mi devo occupare di sport, ma trovo cmq il tempo per fare ciò ke mi piace! faccio video interviste alla gente e vado alle prime aggratizz in quanto giornalista!
se ci penso ancora non mi capacito.
scappo a prendere un caffè forse ritorno dopo!

un abbraccio forte forte a tutti voi ke passate di qua! 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

^_^

Post n°417 pubblicato il 25 Ottobre 2007 da viralastrega
 
Tag: video

e facciamoci una risata va, che magari ne esce fuori una bella giornata!!

 


Anacleto, La Spada nella Roccia, Disney 1963

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 416

Post n°416 pubblicato il 24 Ottobre 2007 da viralastrega
 

 

 


mark & diane, Trainspotting, Boyle 1996

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

:=.=:

Post n°415 pubblicato il 23 Ottobre 2007 da viralastrega
 


 

 


Jean Seberg in Fino all'ultimo respiro, Godard 1960

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

=.=

Post n°414 pubblicato il 23 Ottobre 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

dalle viscere del lettonzo riemergo.
sono a Bologna da 10 giorni e i sintomi di una patologia immaginaria cominciano a farsi notare. mi annoio. mi infastidisco. il lettonzo mi risucchia. mi avvolge. mi stringe. mi soffoca. ma come posso, io, lasciare che tutto vada così come deve andare? con quale coraggio mi separo dalla mia coperta viola preferita? vorrei ke il tempo si fermasse, ke tutto il mondo si fermasse, vorrei ke ci fossimo solo noi.



siamo come gli amanti di Magritte che si sfiorano il viso ricoperto da un panno... senza quel velo, ci ameremo lo stesso? e se nn ci piacessimo più? fin quando c'era il velo, i nostri amanti guardavano nella stessa direzione...
basta basta basta. bisogna essere ottimisti ke magari, prima ke ce ne accorgiamo, questo periodo finirà e ci ritroveremo di nuovo a vivere insieme.
è ke adesso sono qui, in questa casa. la casa ke era nostra! tutta nostra!! in fondo è stato sempre bellissimo. eppure a me non è bastato. io devo assolutamente essere onesta con me stessa, anke se ci soffro da morire. anke se sono piena di dubbi.ma come è possibile?
fottutissimi principi ke non condivido. è sempre colpa vostra.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Post N° 413

Post n°413 pubblicato il 12 Ottobre 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

etciùùùùùùùù
mi faccio largo a fatica in mezzo a tutta questa polvere...
nn sono più sola! ci sono tante ragnatele ora nella mia tana...
è dall'ultimo post ke sono senza connessione ed è dura fare a meno di quel momento tutto mio in cui mi sedevo, mi creavo un'angolino, e stringendo forte la tastiera liberavo, e mi liberavo, da quei tormenti, più o meno grandi o più o meno piccoli, io se nn mi sfogo qui, dove lo faccio? poi sono acida e insofferente. vabbè, provo a ricordare cosa è successo negli ultimi 3 mesi...
lasciai Nottingham con una felicità x quella scelta enorme, sapevo cosa lasciavo e ho pianto anke di gioia x tutti i bei ricordi di quei 3 mesi, ma correre incontro a londra era ciò ke desideravo veramente, da sempre. così a cuor leggero e a spalle pesanti ( io sola soletta con 2 trolley, un valigione senza rotelle, uno zaino, il laptop di 8 kg, e un borsone... ispirata dalle formiche, che riescono a portare dei pesi enormi, avevo architettato un sistema per portare via tutte quelle cose... e cmq ho lasciato a fabio un'altra valigia) cmq, io e 6 borse, sbarchiamo in terra londinese in una bellissima mattina d'estate. la gente è gentile, mi aiuta mossa da pietà, xkè il mio sistema di incastro valigie ke con una mano ne porto due fallisce miseramente dopo neanke 3 metri, cmq mi aiutano a prendere un taxi ke mi porta all'ostello ke avevo prenotato. l'holland house ad eccleston square. dove ad accogliermi c'è la signorina Rottermaier, identica e acida uguale, sto quasi x litigarci e andarmene, ma ci calmiamo e tutto prosegue bene. Le mie compagne di stanza sono molto... come dire... impegnate x me, e a parte con l'iraniana che, anke a detta sua, sembrava mia madre (però a sto punto mia madre sembra mia sorella). si alzavano tutte le mattine alle 6 e tornavano per cena. dopo cena l'iraniana continuava a studiare e alle 8 si coricava, alle 9 dormiva profondamente. la francese invece dopo cena stava al computer con gli amici e il ragazzo, poi si guardava un film oppure leggeva herry potter, e per le 10 max dormiva... praticamente con lei dialogo zero. neanke il fine settimana usciva, proprio nn le interessava. mah! l'iraniana, morge, mi vedeva sempre in condizioni pessime, ai minimi storici, per i problemi che sono sorti con l'amOr... cercava di farmi ridere e mi consolava dicendomi ke lui mi amava xkè lei lo sapeva e pregava per me! di quello ke diceva purtroppo capivo poco xkè aveva un accento terribile, ma cmq, x quel ke poteva, mi stava davvero vicina. in stanza stavo pokissimo xkè il mio computer nn funzionava e xkè londra era lì e io in camera mi sentivo soffocare. così appena sveglia andavo al caffè nero più vicino a fare colazione e poi mi avventuravo per i tanti quartieri diversi della città... ma sola soletta nn era facile... così un giorno nel parco, mi sono fatta coraggio e mi sono avvicinata ad una ragazza ke era come me, sola soletta con la cartina di londra in mano a prendere il sole e così ho conosciuto Mirella, una ragazza italo-canadese, che mi ha portato per la prima volta nella mitica metropolitana ke x me era come un altro mondo! sia sù ke giù mi sentivo come totò e peppino a milano, ogni passo un'esplorazione!
c'ho messo qualke giorno a capire come funzionava la metro, poi all'improvviso ho capito tutto e un giorno mi sono divertita ad andare ovunque, anke un pò con la scusa di cercare casa, e saltavo da una linea all'altra (ce ne sono 12!) e mi piaceva un casino immergermi in quel mare di gente che corre verso tutte le direzioni... i primi giorni londra mi ubriacava... era tutto così grande! troppo grande per una ke viene da un paesino... era strano xkè mi sentivo piccola piccola, ma nello stesso tempo GRANDE! tutte le sere uscivo a bere qualcosa... e x la prima volta mi sono ritrovata ad entrare in un pub da sola. a sorseggiare birra seduta ad un tavolino in un angolo... al bancone mi sentivo troppo sfigata, mi portavo un libro x compagnia... ma poi alla fine conoscevo sempre qualcuno... anke se, diciamoci la verità, è davvero triste andare a bere da soli. ma nn avevo scelta! restare in stanza era x me impossibile. poi dopo poke cene ho cominciato a conoscere gli abitanti dell'ostello, gli italiani, le francesi, gli spagnoli, e tutte le sere me ne andavo in giro con loro... avevo un'amica tedesca, Karin, ke era davvero forte, poi l'amica spagnola Alia, una pazzona, e la francese Ombelì... niente, ho l'impressione che con i francesi non sia tanto facile socializzare! poi c'era Alessia, la vera compagna di sbronze di Londra, ke vive con suo figlio James, un bambino di una dolcezza unica, e la ragazza alla pari di napoli Emiliana a Camden Town, e si stava bene insieme... abbiamo proprio pariato... sembra ke ci conoscessimo da una vita!
cmq, dopo la prima settimana ho avuto il classico colpo londinese... così come quando vai in africa dicono ke ti viene il mal d'africa, io arrivata a londra ho deciso ke non sarei più tornata. avevo la certezza sotto mano ke quello era il posto per me. puzza di soldi e successo dietro ogni angolo. sfatiamo il mito ke londra sia cara xkè nn è così. anzi, la vita costa un terzo del tuo stipendio e ti puoi divertire come ti pare. così prendo sul serio coscienza del fatto ke io in italia non ci voglio proprio ritornare e ke anzi, mi sembra una perdita di tempo starci anke se trovassi un lavoro ke mi piace cmq, nn sarebbe il massimo. e il massimo è londra. come quando ho lasciato il mio paese per fare l'università a bologna, sapevo ke, ai tempi almeno, era il massimo per me esattamente come oggi so ke il massimo è londra. e poi perlomeno posso realizzare il sogno che ho fin da bambina, di conoscere l'inglese come conosco l'italiano, per me è sempre stato importante. m'iscrissi pure al linguistico alle superiori... ma peccato ke alla classe preferivo l'auditorium... cmq, presa questa "coscienza" decido di mollare tutto, nn cercare ancora lavoro, ma tornare in italia e sistemare le cose lasciate in sospeso... così ho traslocato da bologna, ho cambiato di nuovo residenza, sono tornata alla base, e mi sono inscritta a scuola guida. essì, un altro pericolo al volante, un'altra donna ke per parkeggiare bloccherà il traffico di una intera città e ke andrà piano xkè sta chiacchierando. la patente serve ed è arrivato il momento di prenderla.
tutto ciò diciamo ke rappresenta il lato sfavillante della vicenda... xkè sotto sotto, sono stati i mesi peggiori della mia vita xkè mi hanno costretta a mettere in discussione il rapporto con l'amOr. ci siamo perfino lasciati per un mesetto... continuando però a sentirci tutti i giorni, xkè l'amore nn è mai mancato ma il nostro rapporto sì... nel senso ke ho visto per la prima volta il nostro rapporto da un punto di vista... obiettivo, in un certo senso. cioè ci siamo accorti ke nn riuscivamo a vederci insieme. io con i miei bisogni e lui con i suoi. io con le mie idee e lui con le sue. io con i miei desideri e lui con i suoi. tutto in direzioni opposte. e allora nn possiamo prenderci per culo, nn possiamo far finta ke tutto vada bene xkè quando stiamo insieme siamo semplicemente felici. è come se ci fosse stato un vaso di pandora nascosto sotto al letto ke ha cominciato a puzzare ricordandoci ke nn si può sfuggire a se stessi per molto. io sono fatta come sono fatta e sono stanca di pensare ke sia sbagliato solo xkè sono diversa. diversa. diversa. ho quasi creduto ke il guaio, il mio guaio, era di essere talmente vuota da avere bisogno di stimoli esterni per riempirmi di qualcosa... ecco xkè sogno di vivere in giro per il mondo fin da quando dormivo con hermann hesse sotto al cuscino, 10 anni fa, o quando a 16 scrissi in un tema una lettera ai miei genitori, in cui raccontavo che ero andata via x vivere con una compagnia tipo living theatre, anke se ignoravo l'esistenza di un qualcosa del genere. è una cosa ke ho sempre sentito dentro, questo bisogno di conoscere culture diverse, di confrontarmi con vite e idee diverse dalla mia... sarà ke bologna, così come il mio paesino, per me era diventata scontata, nessuna emozione. era finita, certo ke le vorrò sempre bene ma sono più felice adesso, quando vengo qui qualke giorno, piuttosto ke pensare di viverci x kissà ancora x quanto... nooo!!!
cmq per un periodo pensavo sul serio ke fosse finita tra me e l'amOr... finita no, mai!, xò il nostro rapporto doveva cambiare e se x qualcuno l'evoluzione di una storia d'amore è rappresentata dal matrimonio per me era la separazione. xkè mi ero convinta ke io nn potessi permettermi un legame. nn era giusto x ki stava con me, l'avrei fatto soffrire in ogni caso. l'amOr sta bene qua, nel suo quartiere, e lascerebbe l'italia solo se nn avesse scelta, solo se starebbe nella merda come soluzione estrema. io no. io considero l'esperienza all'estero come un arricchimento, sia culturale, londra è un pò ombelico del mondo, sia materiale xkè sono scioccata dai soldi ke si guadagnano e dalle opportunità ke ti lanciano dietro... x esempio in un mese ho ricevuto 3 proposte di lavoro dalla british library una più allettante dell'altra.come catalogare libri per 4,500 euri al mese full time(3,000 £ di guadagno, ne paghi esagerando per un monolocale 600£ al mese spese incluse in centro(ostello 450£ singola e cena inclusa), vuoi spendere esagerando 100£ a settimana in spesa e beveraggio, te ne conservi 2,000 al mese! ke sono 3,500 euri! e in un anno sono 20,000£ cioè 35,000euri come te li fai sti soldi in italia?! purtroppo i soldi sono importanti. poi dopo gli anni da fame dell'università ne ho proprio bisogno! voglio comprare casa! voglio permettermi di scegliere!
poi però l'idea di separarmi dall'amOr era un incubo ad occhi aperti. mi svegliavo e dovevo ficcarmi col naso da qualke parte, un libro, uno stupido programma televisivo, qualsiasi cosa x non pensare x non sentire quella vocina ke mi diceva ke l'amOr era la cosa più preziosa ke ho, e ke non potevo pensare di farne a meno, sarebbe stato un rimorso per sempre. e allora il tormentone era: me e le mie ambi/convin_zioni, o l'amOr? alla fine ho scelto l'amOr e l'idea di tornare a bologna e cercare fortuna qua. mi dicevo ke in fondo nn serve andare lontano per trovare ciò ke mi serviva, e ke appena avrei cominciato a lavorare nel mio ramo (quale ramo poi di questo albero ingarbugliato, nn ne parliamo) le cose sarebbero migliorate piano piano e, con qualke sacrificio, mi sarei accontentata di una vacanza all'anno. sarei tornata a vivere nella nostra casa e il massimo sarebbe stato svegliarmi ogni mattina accanto a lui, l'altra metà della mela, l'uomo della mia vita... ecco... quale vita? di quale vita sto parlando? purtroppo non della mia. ma di quella ke forse, mi sarebbe piaciuto avere. mi sono accorta ke continuavo a prenderemi per culo. alla fine ho cambiato di nuovo idea. devo concludere quello ke ho iniziato. sono partita e siamo stati lontani x mesi, xkè dovevo e volevo imparare l'inglese, ma sono stata solo meno di 4 mesi e non ho raggiunto l'obiettivo ke volevo, certo sono migliorata, considerando ke sono sbarcata in uk senza capire una parola di inglese, ma ancora nn ci siamo. i livelli a cui punto sono ancora lontani. così ho deciso, poki giorni fa tra l'altro, di tornare a londra appena presa la patente. e l'amOr, proprio xkè è l'amOr mio, addirittura si sente quasi sollevato, xkè mi conosce e sa di cosa ho bisogno. aveva paura ke se fossi tornata a bo, prima o poi avrei sclerato, xkè sarebbe stato come uccidere una parte di me... e lui mi ama x come sono! come fa? nn lo so.
proveremo a stare insieme senza pretendere nulla, certo ke è normale pensare a quando ritorneremo a vivere insieme... ma per ora dobbiamo pensare alla nostra formazione, io sopratutto xkè sono in alto mare... poi può darsi ke trovo un lavoro ke posso fare anke in italia o ke lui si faccia trasferire all'estero, visto ke lavora per una multinazionale e può, e so ke lo farebbe se nn gli raddoppiano lo stipendio l'anno prossimo. alla fine tutto andrà bene, e saremo protagonisti non di una tragedia ma di una romantica commedia d'amore a lieto fine, di quei film ke in genere non mi piacciono, i due amanti dopo varie peripezie vissero per sempre felici e contenti. xkè no?!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

...e tutta sola verso un cielo nero s'incamminò...

Post n°412 pubblicato il 30 Luglio 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

e me ne vado da Nottingham...!

la Nottingham del Piccolino e del caffè Nero,
dei polacchi e degli spagnoli,
la Nottingham del finalmente mi posso permettere un film al cinema
e addirittura un taxi ke fa tanto chic,
che poi chissà perchè l'autista conosce la strada solo nei film...

e me ne vado da Nottingham
che mi ha accolta dal primo giorno con affetto e senza pretendere nulla in cambio
me ne vado da questa città che offre benessere e familiarità
come in ogni paese non mancano i frustrati e i bastardi ma ho imparato che con un sorriso in più loro schiattano ancora di più.
all'invidia il sorriso brucia come il sale sulle ferite!

e me ne vado da Nottingham
la città in cui bastano due giorni per averla in tasca
una città che mi è stata vicina e non mi ha fatta sentire sola mai
potesse bastare lei a riempire questo vuoto qua
a ingoiare questo magone che mi sale proprio... doh oplà!

e me ne vado da Nottingham
dove ho incontrato persone spontanee e sincere
che hanno apprezzato la mia speciale semplicità ed emotività
persone che mi hanno adottata come parte della famiglia
e si sono prese cura di me andando oltre l'immagine della ragazza con le palle che corre da sola.

e me ne vado da Nottingham
dove il boss ti ringrazia del lavoro che fai
e tu ringrazi l'autista dell'autobus prima di scendere
la città che mi ha fatto provare tristezza e felicità nello stesso momento
e che mi ha aperto gli occhi 
sul fatto che posso vivere dove mi pare ma ad una condizione:
scordati di essere felice!
potrò essere al massimo contenta
ma mai per più di un attimo
xkè poi sarà troppo tardi xkè mi accorgerò che non mi basta
non mi basta mai.

e allora quasi mi sono rassegnata. ho deciso che voglio essere triste. forse un giorno mi piacerà questa tristezza. la verità è che io voglio l'amOre mio accanto a me. ho anche pensato di starmi ferma accanto a lui fino a quando finisce sta maledetta università ma cmq non avrebbe senso xkè non si tratterebbe di aspettarlo dato che lui non ha voglia di colonizzare il mondo come me. a lui piace viaggiare ma da turista, a me non proprio. io non ho bisogno di vacanze, beh...! diciamo che ho imparato a farne a meno, io ho bisogno di scoprire nuovi mondi ogni giorno, io voglio conoscere un posto da abitante non da turista, a costo di fare la cameriera non m'importa. voglio sentirmi libera di scegliere ogni giorno il mio futuro. non voglio mettere radici da nessuna parte, non ancora!

e domattina parto per Londra.
e sono sempre triste. mi sputerei in faccia se potessi. sto per andare nella città dei miei sogni da 12enne, la città più grande d'europa, la città delle opportunità, dove potrei cominciare a lavorare nel mio campo se lo volessi.
e invece ieri che faccio? cerco un volo per New York. ne ho trovato uno a 300 euro, solo andata naturalmente. xkè? xkè sono a 2 ore di volo da roma e l'amOr mi fa sentire lontana e se fossi veramente lontana? come si farebbe? adesso divento strega e comincio a dirgli che ho intenzione di andare in america, oltreoceano. così apprezzerebbe di più il fatto che in fondo sono vicina. quanto sono cretina. ma quanto sono cretina?!
a volte mi assale la paura che mi lasci. che s'innamori di una ragazza tranquilla, che sogni matrimonio e famiglia in italia, magari al paese nostro. una persona che sarebbe felice con un lavoro tranquillo e che si accontenterebbe di poco. una persona insomma diversa da me, che non gli dia preoccupazioni e non abbia tanti grilli per la testa e tutte le rotelline al proprio posto. e con le tette grandi che io non ho più!!!!! me ne sono resa conto solo quando l'ha notato l'amOr. all'improvviso mi sono vista i 15 kg in meno. e ovviamente le prime a rimetterci sono state le tette. io mi sento meglio così, in fondo le odiavo ed era quello che volevo. sono ritornata com'ero prima che lo stress me le facesse esplodere. ma lui dice che fisicamente sono cambiata tanto... ecco che faccio pensieri stupidi... xkè già ho paura che mi dica che non mi sopporta più poi ci manca solo che non gli piaccio più. si ok sono proprio cretina.

voglio l'amOre mioooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!

nel frattempo vediamo questo periodo come se stessi facendo il militare, visto che tra i due "l'uomo" sembro io.

a Londra ho trovato un posto letto in tripla in un ostello in centro. dovrò dividere la camera con una francese e un'iraniana. interessante... sono molto curiosa ma nello stesso tempo in ansia xkè in ostello non credo che potrò ospitare l'amOr anche se stessi in singola. e le case costano così tanto che una camera non posso permettermela almeno per ora. e non posso pensare che quando viene l'amOr deve pagarsi una stanza... uffa. nel frattempo posso scendere io anche solo per una notte... ma io voglio che condivida le mie piccole scoperte! uff voglio voglio voglio... come sono fatta male come sono fatta male!

ho paura, ho tanta paura di far del male a noi. questo mio desiderio di viaggiare e di rincorrere nuovi mondi, questa mia dannata ambizione può farci male. lui non è come me, lui non ha fantasie da inseguire, lui starebbe bene pure nel paesino dove siamo nati, e a me il pensiero mi nausea. ho davvero paura del futuro. lui vuole ke io stia giù con lui e io voglio ke lui stia su con me. poco ma sicuro vogliamo stare insieme, ma il dove è così importante? vorrei ke fossimo già morti, vorrei lasciare il mio corpo, vivere su una stella e guardare il mondo dall'alto insieme a lui... ci siamo appena sentiti e sto malissimo. mi dice che la devo smettere di cercare i biglietti per lui, devo essere io a scendere. continuo a pensare ke sia tutta colpa mia... sento la sua voce, immagino che mi parli e intanto piango ininterrottamente ascoltando per la centesima volta questo strazio di La donna cannone di De Gregori 

... e con le mani amore per le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò bella come vuoi tu
ma voleremo in cielo in carne ed ossa
non torneremo piùùùùùù
e senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete
voleremo via...

butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno, giuro che lo farò.

ma ho così tanto bisogno di lui che a volte vorrei morire pur di non soffrirci così. continuo a piangere tutti i giorni, anke prima di partire lo facevo ma almeno soffrivo sola, adesso invece faccio soffrire anke l'amOr e quindi sto peggio ancora. sembra ke sia venuta qui per soffrire. piango e affogo nelle mie contraddizioni. vorrei farle con lui queste esperienze, vorrei che fosse qui accanto a me, vorrei che fossimo fisicamente inseparabili, vorrei vorrei vorrei... ma xkè nn la smetto di desiderare?! 

è tutta colpa mia!!!!!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ç.ç

Post n°410 pubblicato il 26 Giugno 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

ambition makes me feel really ugly... so much ugly

le ambizioni mi fanno sentire veramente brutta... tanto brutta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

^__^

Post n°409 pubblicato il 22 Giugno 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

xkè gli inglesi non usano il bidet?!
come diavolo fanno?
ma in generale per la pulizia intima non capisco xkè non si trovano detergenti e nemmeno salviette! ma non siamo tutte, più o meno, uguali lì sotto?! come si fa? come si fa?! non ti si irrita la patatina se non usi prodotti specifici?
ok, immagino le nostre nonne che senza detergenti approvati da ginecologi aogoi, saranno state bene lo stesso... avranno goduto cmq della propria femminilità... mmm... mmm... ho qualke dubbio a proposito! anzi ne ho molti di dubbi!
vabbè lasciando stare il secolo scorso, quanto mi sento futuristica a dire "il secolo scorso", oggi esiste il bidet e xkè in questo kazzo di paese non c'è?!!! è troppo utile!

come i portici. qui piove sempre, ma xkè non li hanno costruiti?!
xkè tanto l'importante è ke non si bagna la regina...

VOGLIO IL BIDEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEET!
ho letto su wiki ke solo noi italiani, gli spagnoli, i portoghesi e i greci usiamo il bidet.

ieri ho aperto un conto corrente con Lloyd. quanto mi sono sentita fica. da sola ho girato per diverse banche e alla fine sono riuscita a trovare un conto senza spese, con carta di credito, bancomat, controllo da internet e conto in più tipo salvadanaio. non ho dovuto metterci nemmeno un pound, basta solo presentare un documento e la lettera del boss. all'inizio avevo paura xkè ancora non capisco quando gli inglesi mi parlano, ma poi mi sono fatta coraggio e mi sono lanciata. e sono davvero soddisfatta di questa piccola, ma x me grande, cosa.
...se non provi a spostare l'orizzonte un pò più in là i sogni non coincideranno mai con la realtà... cantava ultimamente la new entry del fashion ed ex 99possina MEG

e... un'altra novità è ke ho trovato una stanza in centro, ma proprio isola pedonale, centro centro ad un minuto dal lavoro!!! e a soli... 226£ al mese tutto incluso, tutto tutto bollette, tasse internet...! yahuuu! alla faccia di Beeston che mi costa il doppio ed è così maledettamente lontana ke mi sembra di vivere in un altra città.
questa non è proprio una casa, ma una residenza per studenti, gestita da privati. sembra di stare in un albergo o in una scuola, è un intero palazzo tutto abitato da studenti. giù a tutto c'è la cucina e sembra la cucina di un grande ristorante, ci sono una mezza dozzina di frigoriferi e diversi fornelli, ma non ho trovato un bicchiere fuori posto o un piatto sporco, benissimo! poi c'è una living room che sembra una sala studio xkè è piena di tavoli e sedie e poi ci sono le stanza tipo albergo. piccoline ma accoglienti. cmq x me è l'ideale! addio autobus di merda ke in questa ultima settimana mi hanno fatta prendere il taxi tre volte xkè non passavano ggrrrrr!!! a proposito devo andare a lamentarmi, questa sì ke sarà una bella prova, protestare in inglese mi manca!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

eccì

Post n°408 pubblicato il 19 Giugno 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

e finalmente sono qui...
un bicchiere di vino e il silenzio della notte. che pace!
la scorsa settimana non la dimenticherò più. quasi 50 ore di lavoro, 20 ore di viaggio per arrivare a Bologna e giusto 28 ore per starci. penserei che fosse solo un sogno il ricordo della notte a Bologna se non fosse per la carta d'identità che magicamente è ricomparsa,  tra le mille cose, nella mia borsa o forse sarebbe ora di chiamarla valigia. sì il peso è lo stesso.
che bello tornare a Bologna, anche se solo per un giorno, anche se, come capita anche quando torno al paese dove sono cresciuta, mi dispiace di non esser riuscita a vedere alcune care persone. il mio viaggio è iniziato giovedì mattina. alle 8:45 ero alla fermata dell'autobus che decide di non passare e lì comincia l'odissea, neanke a farlo apposta, per tutta la giornata sarà tutto in ritardo... arriva l'autobus della 9:10 e da Beeston raggiungo il centro di Nottingham nei soliti 30 minuti, corro alla fermata della navetta per arrivare all'areoporto e me la vedo passare davanti... doh! aspetto un'altra mezz'ora e finalmente arriva. ma... qcosa non funziona e ci fanno cambiare mezzo così facciamo un'altra mezz'ora di ritardo! arrivo finalmente all'areoporto e sorpresa l'aereo è in ritardo di 45 minuti. da Nottingham volo a Pisa. da Pisa prendo l'autobus per la stazione di Pisa. dalla stazione di Pisa il treno per la stazione di Firenze, che figurati se non faceva i suoi 20 minuti di ritardo, finalmente arrivo alla stazione di Firenze e mi trovo nel bel mezzo di una manifestazione di un centinaio di persone... mi ha colpito uno striscione che diceva più o meno SBIRRI E GIORNALISTI SIETE VOI I TERRORISTI concordo. mi sembrava quasi un film, una situazione surrealista... cmq arrivo alla stazione di Bologna dopo le nove di sera. andiamo a cena dai soci ed ero troppo felice di vederli... mi hanno cucinato una pasta e lenticchie special! vino, ceres e fumo e alle 4 di mattina ho fatto pure la fototessera per la carta d'identità... ho delle occhiaie pazzesche! la mattina dopo al comune, a pranzo l'amOr mi ha cucinato il pesciolino e... quanto mi mancano le nostre cenette, i nostri pranzetti... anche un panino mangiato insieme diventa romantico. ebbè le cene, i pranzi mi mancano anke nel vero senso della parola... ho fatto una scoperta allucinante... non ci potevo credere e ancora adesso non mi capacito... in un mese ho perso 8 kg. ripeto 8 kg in un mese. vabbè che tutti i pantaloni non mi vanno più e persino i leggins, ma io pensavo di aver perso 3-4 kg diciamo una taglia, e invece il doppio. però mi vedo sempre gonfia. ok ho meno pancia e la ciccia intorno alle braccia è diminuita... però ne voglio perdere altri 5, così arrivo a 50 kg e cercherò di mantenerli. e spero di tornare come prima, meno tette soprattutto! 8 kg in 4 settimane... e c'è gente che impazzisce con diete miracolose per dimagrire un kg a settimana e io, con un pò di duro lavoro (sono runner to run significa correre, praticamente corro per lavoro) sono dimagrita così tanto. come quando mi sono cresciute le tette... c'è gente che se le fa col silicone invece a me è bastato semplicemente essere stressata per produrre una sostanza che mi facesse crescere le tette del doppio della mia taglia. assurdo. vabbè alla fine so contenta, of course. 8 kg in meno... quando ho visto l'ago della bilancia sui 55 stavo per smontarla per vedere dove era rotta... quando ho realizzato che non era rotta ma ero io che ero dimagrita ho urlato di gioia. ma xkè non li vedo io questi 8 kg in meno? solo in fotografia devo ammettere che mi vedo il viso più sgonfio, ma quando mi guardo allo specchio mi sembro sempre lontana dall'idea che ho di me stessa.
stasera sono stata al cinema con Andy a vedere un film messicano di Jodorowsky intitolato El Topo. un western surrealista del 1970. stacchi alla novelle vague e un'alternarsi di inquadrature crudeli ma anche dolcissime. se cerchi la luce, la verità, la libertà sei destinato a fallire, a morire. penso che Andy non verrà mai più al cinema con me, non solo non ha capito niente del film, ke in effetti va visto più volte e approfondito, ma è andato anche in depressione. io ero troppo felice, non solo per il film in sè, ma anche xkè era un mese che non vedevo un film!
oggi ho anche cercato di aprire un conto corrente, qui si trovano conti senza spese ma devo avere intestata almeno una bolletta e mo mi tocca fare un casino per un mese... altrimenti aspetto agosto... ma non mi va di tenere tutti sti soldi in casa... uff. I don't know!
ho trovato il baretto di fiducia, quello dove andare a prendere il caffè. Caffè nero si kiama, mi ha colpito anche x i camerieri, c'è Eva, la polacca che dalla seconda volta che mi vede non mi fa aprire bocca, sa già cosa prendo. è fantastico la mattina quando non riesco a parlare. poi c'è un altro che mi fa il cappuccino col cuore e mi fa felice!
cmq, io pensavo che qui in inghilterra ci fosse stile, originalità, personalità nel vestirsi... invece forse è solo Londra xkè qui a Nottingham stanno messi male. in genere nessuno ti guarda per strada, però diverse volte mi è capitato che, ragazze/i e signore, mi facessero i complimenti per la maglietta, piuttosto che la spilletta sul trench, i calzini... le scarpe... così senza mica voler attaccare discorso, mi hanno detto semplicemente: ke fica la maglietta, troppo bella la spilletta, ke simpatici i tuoi calzini... ecc ecc. e un sorriso di corsa e già sono spariti. mah! io a volte mi domando se non siano, in fondo, così freddi come sembrano... magari li disegnano così!
al lavoro mi sto un pò scoraggiando xkè i turni stanno diventando sempre più massacranti e spesso sono sola a correre... in più ci sono tutte le posate da lucidare con l'acqua bollente e l'aceto e poi asciugare una per una e metterle a posto. sono migliaia e migliaia e sta settimana le ho dovute pulire da sola per 4 giorni di seguito... ero disgustata dalle posate. all'inizio eravamo 3 runner, adesso siamo 2, e se Maria la spagnola non c'è sono sola... e lei tra due settimane si licenzia!!!! aiuto! panico. meglio non pensarci. però effettivamente sto lavoro non mi da l'opportunità di migliorare l'inglese perchè non parlo con nessuno! certo ci sono i colleghi ma non è ke ci possiamo fare le grandi discussioni... poi c'è il gruppo dei polacchi e il gruppo degli spagnoli... e io ho cominciato a bestemmiare in polacco. una volta anzikè dire kazzo tra me e me, ho detto CURVA!!!! doh!
di notte sento il rumore della macchinetta che mi da le ordinazioni. e ho già sognato di non riuscire ad arrivare in tempo al lavoro. come mi capitava spesso al plenty e poi H&M e adesso qui. in fondo in fondo io al lavoro non ci vorrei proprio andare! vorrei semplicemente avere la possibilità di tentare di realizzare le mie aspirazioni. ma papino non è un professionista ed è inutile che penso alle cose che non posso avere, fankulo. curva.
stanno per arrivare in casa altri due ragazzi, non so di dove sono, so solo ke non sono italiani e che sono maschi. cioè mi ritroverò il mese di luglio da sola con tre ragazzi. oddio, ma xkè un'altra femmina no?! speriamo solo che sono puliti come Stefano, che è davvero un gran bravo ragazzo. e poi tutte ragazze in casa mai più.
ho pensato di entrare in un gruppo di teatro, così da farmi qualke amica, parlare inglese e fare teatro ke è la mia terapia!!! ma il gruppo ke ho visto fuori l'ars theatre si vedono il giovedì sera, e io lavoro. devo kiedere al capo se mi da il giovedì fisso libero. prima miglioro la lingua e prima posso rendermi più utile, dovrebbe convenire anke a loro. speriamo!
vorrei scrivere un sacco di cose, tutte le cose che penso quando sono in giro... ma sono così stanca che la mia testolina si è addormentata prima di me.
spero di tornare presto. ma già so che sarà difficile. sta settimana pure è tosta. mannaggiaALLAmiseria!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

;P

Post n°407 pubblicato il 04 Giugno 2007 da viralastrega
 
Tag: BLOOD
Foto di viralastrega

finalmente ritorno qui!
sono più di due settimane ke sono latitante...!
i vostri messaggi mi squagliano e non trovo le parole per dirvi semplicemente GRAZIE! se chiudo gli occhi mi sembra di vedervi tutti... ma poi quando li riapro...doh! mi date forza e coraggio e tanto affetto e mai come ora ne ho bisogno...  vi abbraccio forte forte forte!

buone notizie: è venuto l'amOr, solo per 4 giorni (interi) i primi due li ho passati a piangere per la gioia, gli ultimi due piangevo al pensiero ke sarebbe partito... è stato magnifico
passeggiare per Nottingham con lui, bere insieme, osservare l'uk insieme... mi commuovo ancora al solo pensiero... quanto vorrei ke lui fosse qui con me... ma sono io ke ho deciso di partire da sola! ke poi a lui manco gli interessa l'idea di vivere qui, quindi... e poi la storia è sempre la stessa... lui la sua strada l'ha trovata, sono io ke affogo nell'oceano delle mie speranze, delle mie fantasie e dei miei contorti progetti...
quando mi kiedono ke cosa vuoi fare da grande, a parte ke l'idea di diventare grande mi mette un ansia pazzesca... in fondo già penso ke a 24 anni si è abbastanza grandi per fare i grandi, soprattutto se vivi da sola da 6 anni... le mie fottute fantasie infantili vanno a rotoli... mi piace tutto e vorrei ficcare il naso ovunque
e invece cosa faccio di tutto ciò che vorrei fare da grande? niente. mi costruisco ancora le ossa, essì questo è il mio dannato alibi. mi iscrivo all'università xkè voglio avere una cultura prima di ..., mi trasferisco in inghilterra xkè voglio parlare inglese prima di ...., ma intanto? intanto mi faccio un culo così <.............................> e spesso m'immagino vecchietta bombarola xkè odio il mondo. ora passo il mio tempo a fare la runner, ovvero quella che corre a destra e a sinistra e porta i piatti a tavola e dice: do u want a parmesan cheese? buonappetito! e me lo faccio bastare... ma sotto sotto, mi sento così sfigata! me la prendo col governo ladro e con i miei genitori che non guadagnano abbastanza per darmi la possibilità di avere le possibilità. xkè spesso mi avvilisco e comincio a pensare ke aveva ragione quel cazzuto di verga, se nasci povero muori povero, è inutile ke ci provi, dovrai fare sempre il triplo della fatica degli altri. ma porcodio xkè non sono diversa? xkè non sono mai contenta di quello ke faccio? xkè non mi sento mai soddisfatta? xkè?

è passato ormai più di un mese da quando sono qui. i giorni volano da quando ho iniziato a lavorare cioè dal 12 maggio, lavoro 5 giorni a settimana dalla mattina alla sera, spesso 10 ore senza pausa... e ki se l'aspettava ke nella civile inghilterra la pausa non fosse considerata?! ci fanno mangiare alle 5, e qui caliamo un velo pietoso sul cibo... quanto sono tirchi! a parte il piatto unico, e vabbè a quello ci sono abituata, mo non sto a desiderare il primo e il secondo, però... oggi, come non mai, stavo per scoppiare a piangere... è domenica e speravo in un pranzo migliore... immaginavo le orecchiette con la ricotta e le polpette di mammà... e invece una specie di minestrone pure piccante, ma siccome quasi tutti l'hanno boicottato è saltata fuori la pasta col pomodoro. rigorosamente scotta. non so più come dirlo ke la pasta va scolata al dente. poi quando cucinano piccante è la morte mia. se ne escono con dei pranzi ke sono davvero pietosi, vedi i manager coi piatti fighi, quelli ke mangiano anke i clienti, i baristi, quasi di nascosto, ordinano a volte una pizza, e io e gli altri ke zitti e muti ci mangiamo quello ke lo chef ha deciso. ke tristezza sembra di stare in colleggio. ke poi mangiare è una parola grossa per me. xkè mica mi siedo a tavola e mangio?! makkè!!! faccio un boccone e mentre mastico già sono in piedi a skizzare per portare i piatti ai clienti. praticamente il pranzo ke dovrebbe essere un attimo di relax invece mi stressa più delle 10 ore di lavoro. e quanto mi fanno male i piedi...! però il lato positivo è ke sto dimagrendo finalmente! i pantaloni mi cadono e la pancia e le braccia sono più sgonfie! yahuu! vabbè penso ke al massimo sarò dimagrita 2-3 kg ma mi sento meglio. in questi ultimi giorni però sto sgarrando... quando torno a casa mi faccio un panino... è piccolino ma... so tutte calorie ke non brucio. uff quante pippe. ke poi tanto mi alcolizzo appena posso e quindi sti kazzi. a proposito di alcool... finalmente mi sono sbronzata, e di brutto pure. era una sera ke c'era l'amOr mio, non ho bevuto tanto, solo una mezza dozzina di pinte (ovviamente a stomaco vuoto), ma abbiamo beccato un tipo al rock city pub ke mi ha regalato una canna d'erba, quando siamo tornati a casa ne abbiamo fumata mezza e io ho cominciato a ridere come una iena ma appena mi stendo a letto... oddio l'amOr mi ha raccontato ke sono stata più di due ore a vomitare l'anima in bagno, in vita mia non ero mai stata così male. con tutto ke l'amOr mi ha buttato sotto la doccia, non riuscivo a riprendermi avevo dei capatoni allucinanti tipo salvia divinorum forza 20. quest'erba qui è troppo forte. ma secondo me sono stata male xkè per un mese ho bevuto tanto, più del mio solito, ma senza mai ubriacarmi, forse xkè, dice l'amOr, non mi sono mai rilassata davvero, non so perchè ma con 4 vodka lemon e diverse pinte ero ancora lucida... e invece quella notte mi è salito in testa tutto l'alcool ke mi era rimasto bloccato dentro. ricordo ke l'amOr voleva kiamare l'ambulanza e io bestemmiavo xkè dicevo ke era semplicemente una sbronza colossale... io ricordo solo ke quella notte volevo dormire col cesso e non con lui! trovavo pace solo accanto alla tazza, per fortuna candidamente pulita. come avrei fatto senza di lui? vabbè ma magari senza di lui non mi sarei proprio ridotta così. cmq, sono cose ke capitano. ho inaugurato l'uk! da allora ho avuto solo un'altra mezza sbronza, un giorno ke non ho mangiato nulla e alle 6 del pomeriggio avevo appuntamento con Andy, ke è diventato il mio primo amico inglese, a proposito di una casa fichissima nel centro centro di Nottingham e allora ci siamo bevuti 3 pinte... da suicidio. all'inizio mi era pure passata la fame ma poi sono dovuta scappare a casa e alle 9 e mezza già dormivo collassata. e vabbè sono un'irresponsabile con la fissazione di dimagrire e siccome mi sento in colpa a bere, decido, come un'idiota, di non mangiare così compenso... ma non si fa! ho imparato la lezione. non lo faccio più... speriamo!

ho un problema al lavoro. siccome non ho la carta d'identità (e nemmeno il passaporto) non posso avere lo stipendo. e sono molto inkazzata x questo. xkè mi avevano detto ke era tranquillo, avrei avuto i miei cash il primo giugno. e invece se ne escono dicendomi ke non possono pagarmi. però porcamiseria posso lavorare, posso firmare il contratto ma non posso avere i miei soldi??!!!!! devo pagare l'affitto, le bollette, le tasse... ho un sacco di spese e se prelevo i miei ultimi risparmi poi mi chiudono il conto, xkè la mia cazzutissima banca super economica virtuale, se finisco i soldi poi ho bisogno di mille euri per riaprirlo e di un mese di tempo. oggi Leonardo il manager, l'unico italiano, non c'era, ma domani ci devo assolutamente parlare. sono loro ke mi hanno messo in questo casino. se mi avessero detto subito ke non potevo avere lo stipendio avrei preso il primo volo per risolvere quanto prima la situazione. Leonardo mi ha detto ke me li può prestare lui, ma io non voglio prestiti, voglio il mio stipendio! è mai possibile ke senza documenti posso firmare un contratto e lavorare ma non posso avere il mio stipendio??!!! sono furiosa! ke poi a proposito di stipendio... le tasse qua sono peggio ke da noi... quasi mezzo stipendio va in fumo per le tasse! e se lavori troppe ore ci vai a perdere ancora di più! ke skifo... e se penso ke con il mio lavoro finanzio le guerre della regina quanto mi girano! e vabbuò, sono qui per imparare l'inglese così posso parlare con tutto il mondo! questo è il mio pensiero felice. il pensiero ke mi fa sorridere per 10 ore al lavoro mentre i miei piedi bruciano e il mio stomaco brontola, non per la fame, ma per la qualità del cibo. ke tristezza.

i clienti poi... la maggior parte vorrei prenderla a skiaffi. è possibile ke due persone ordinano e dopo nemmeno 15 minuti hanno già dimenticato ke cosa hanno ordinato?! io arrivo lì col piatto di pasta e loro mi guardano come se avessero ordinato pizza, per la serie e ke è qua? ma ke mi hai portato?! poi dopo qualke minuto i neuroni gli ritornano e dicono: a sì forse è per me. =.= . poi fanno delle skifezze... tipo la pizza marinara con i frutti di mare, le acciughe e il limone mi kiedono di metterci il parmiggiano grattuggiato sopra. e azzuppano il pane nell'aceto come se fosse un bscotto nel caffelatte. bleah. e quando mangiano gli spaghetti gli farei un video. li tagliano con forchetta e coltello e poi non li mangiano usando il cucchiaio ma la forchetta, tipo riso. sono pietosi. mi viene voglia di insegnargli come si fa. e quelli ke stanno tre ore per decidere se vogliono o no il fottuto parmiggiano?! mentre ho i piatti ke mi aspettano e mi devo muovere quelli stanno a pensarci manco gli stessi kiedendo se kissàkè... poi se uno di loro dice no, tutti quanti dicono no. gggrrrr idioti.

vabbè non tutti sono così insopportabili. ci sono alcuni ke dicono sempre lovely and thank you.
io me la cavo, xkè come sorrido io non sorride nessuno lì dentro. anke se mi sento una frana. una volta portavo il super vassoio gigante e mi cade la coppa gelato al cioccolato ad altezza collo... vi lascio immaginare... poi l'altra sera volevo fare la sborona, xkè sono l'unica incapace a portare più di due piatti, e volevo portare due piattini di olive e due cestini di pane e focaccia... ero ad un passo dal tavolo e mi crolla tutto... le olive con i peperoni, il pane e la focaccia schizzano su tutti i fronti addosso ai clienti, orario di punta ristorante pieno, i piatti cadono e si spaccano... Dave il manager con meno potere e più antipatico dei tre, mi fulmina con lo sguardo, io volevo scomparire... e vabbè... x fortuna ho dei colleghi davvero carini... siamo usciti insieme un paio di volte sono troppo simpatici... anke se mi fa sentire idiota non riuscire a seguire un discorso, tipo quando siamo a tavola non capisco mai niente... in cucina sono quasi tutti polacchi quindi parlano polacco... maria e antonio con cui sono uscita una sera sono spagnoli quindi parlano spagnolo... vabbè con loro si parla un misto di italiano, xkè maria tra un mese si trasferisce a roma e vuole ke le parli in italiano, spagnolo e inglese... un manicomio! siamo tanti a lavoro ed è normale ke ci sia qualkuno meno simpatico o più stronzo, qualke ipocrita... ma fin'ora ho un'idea più che positiva. ho visto delle situazioni un pò tese ma... sarà ke non capisco una parola tra il polacco e lo spagnolo ma... don't mind!

sono stata a Lincoln con gli amici italiani, ho visto la chiesa dove hanno girato il codice da vinci, x fortuna avevo il giorno libero ed era bank holiday (festa) così mi sono potuta aggregare e ho fatto la mia prima gita fuori porta! finalmente... Nottingham è così piccola!

non capisco perchè quando piove gli inglesi non mettono il cappuccio. ce l'hanno, x la felpa o x il cappotto, ma è come se non si accorgessero ke piove. mah!
a parte ke non mi spiegherò mai come fanno con 5 gradi di notte ad andare in giro, le donne soprattutto, tutte ignude! vestitini da mare! e poi sfoggiano dei coscioni pieni di cellulite sotto a vestitini ke andrebbero coi leggins ma loro se ne infischiano. in effetti non so se le invidio xkè non si fanno i problemi ke mi faccio io, ke non ho manco la cellulite, o se mi fanno pena x il "cattivo gusto". non lo so... so solo ke mi sconvolgono. e perchè non si ammalano? io con cappotto invernale e sciarpa di lana ho freddo, e loro tranquille a pelle nuda come in un tramonto di mezz'estate.
poi ke begli accostamenti tipo vestitino tipo spiaggia con stivali di camoscio oppure quelli super imbottiti di lana... oppure piumino sopra e pantaloncino corto con infradito... un giorno troverò il coraggio di fermarli e chiedergli una foto ricordo.


quando è venuto l'amOr ci siamo fatti un tatuaggio, lo stesso nello stesso punto! per entrambi il primo! è una piccola stellina vicino al tallone, all'interno, lui a sinistra e io a destra... ai piedi xkè rappresentano le nostre radici, è come se cammineremo sempre insieme qualsiasi cosa succeda tra di noi. stellina ke x lui ha un significato e x me un altro (solite pippe dei sogni) ma non avevamo dubbi! ke vergogna per farlo... ci sono voluti 3 secondi ma dopo 1 sec e mezzo ho già kiesto di fermarsi... sembra come se ti aprono la pelle... mi ricordava dei miei tristi periodi adolescenziali... volevo farla tutta nera ma non avevo il coraggio, era il giorno dopo la colossale sbronza e non sono riuscita a bere per sopportare meglio il dolore. se penso alla mia amica ke c'è l'ha in testa mi sento male solo al pensiero! sono una fifona io!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Contatta l'autore

Nickname: viralastrega
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 38
Prov: MI
 

"...feci il mio ingresso nel mondo con una radicale abitudine alla verità che ha automaticamente eliminato dalla mia vita quella piatta monotonia che devono provare i bugiardi ... e così sono rimasta, in una crudele ricerca di verità e perfezione, come il carnefice inumano di ogni ipocrisia , evitata da tutti, tranne da quei pochi che hanno vinto la propria avversione alla verità per poter liberare quanto di buono c'è in loro."immagine


LOUISE BROOKS

 

IO AMO

IO_AMO: l'amOr mio, la mia gatta nera fetente e la nostra splendida routine, la mia piccola famiglia di amici e mia cugina ke passa sempre a trovarmi, svegliarmi al tramonto con la voglia di bere, aspettare l'alba per darle il buongiorno, le canzoni ke hanno dato una svolta alla mia vita, i film di Nanni Moretti, la mia determinazione, correre in scooter, conoscere gente, le citazioni, ki mi fa ridere, ki mi fa piangere, il bisogno di aiutare gli altri, i temporali estivi, ki non ha peli sulla lingua, il viola e il nero, il cielo grigio piombo, giocare, il vino e la birra, sperimentare sostanze che alterano i livelli di percezione, mangiare, dormire a culo aperto, la considerazione di cose o persone, immaginare la fine del mondo, la schiettezza, l'autoironia, le fate e i folletti, la fotografia e le mie fotografie, il gelato cioccolato e fragola e mi raccomando prima il cioccolato, ki nn è mai stanco, i concerti e il pogo, ki sorride agli sconosciuti, accettare caramelle dagli sconosciuti, chiacchierare con gli autisti dell'autobus, dare significato a quello ke indosso, le cenette a casa con l'amOr, l'umiltà, andare al parchetto, i falò sulla spiaggia, andare a zonzo, l'idea di viaggiare senza una meta, il living theatre, le cianfrusaglie ai mercatini, conservare le mie scarpe rotte, inkazzarmi di prima mattina leggendo i giornali, i cuscini, le stelle, far ridere senza averne la consapevolezza, il mio blog, i gatti, immaginare, sapere tutto della gente, l'mp3, le imperfezioni, le voci fuori dal coro, i cartoni di Matt Groening, le bolle, ... 
 


 

IO ODIO

IO_ODIO: la maggior parte delle persone, svegliarmi a mezzogiorno con tremila cose da fare, gli studenti fankazzisti ke vengono a fare la spesa un quarto d'ora prima della kiusura, gli ipocriti, quelli ke ti aggrediscono quando sanno di avere torto, credere nelle mie emozioni, a volte me stessa, dire sìmammahairagione, quando piove solo in quei 5 minuti in cui io mi sposto in motorino, le farse, ki fa finta di niente, ki fa finta in tutto, dio, i punkabbestia miliardari, le donne in macchina che mi fanno fare il semaforo rosso, il mio istinto di fuggire, fare ciò ke non vorrei fare, il tempo, le previsioni e i discorsi sul tempo, la fretta, i rapporti di comodo, il mio lavoro e i galoppini, ki se ne frega di tutto, le mie tette giganti, fare le pulizie, dire ti kiamo e poi nn kiamare mai, le soluzioni temporanee, i miei capelli e il mio colore naturale, il processo di femminilizzazione ke mi aspetta, il culo pesante, l'arroganza dell'ignoranza, l'indifferenza, gli egocentrici e gli egoisti, freud, la competizione e la fatica, la malinconia, gli skieramenti, ki nn vede oltre il proprio naso, ki se ne lava le mani, ki segue la moda, le spazzole, tutti i poteri del mondo a cominciare dal soldo ovvero il potere d'acquisto, la tecnologia ke anzikè aiutarci ci complica, il mio compleanno, fare la fila, le discoteche, il sabato sera, quelli ke fanno tanto gli alternativi e poi scopri ke sono le prime pecore, gli americani, avere sempre qualcosa da fare, i sacrifici e ki non sa cosa siano, i miei incubi, i primi 3 minuti della giornata, le feste comandate, gli ereditieri, i figli Di, la democrazia, piergiorgio il vicino, gli amici lontani, le religioni ke si basano sulla favola di adamo ed eva, i frisbee, la sveglia, i programmi, il bianco, le scadenze, la legge della giungla, quando ho bisogno di un abbraccio, commuovermi tutti i giorni, le tradizioni senza radici, i giornalisti in generale, il gossip, i programmi televisivi che vogliono fare... ma ke alla fine..., i sensi di colpa, l'impotenza, la paura di essere violentata, i miei complessi, l'idea del sesso debole e del sesso forte, preferire il silenzio alla guerra cioè evitare risse x il bene di ki mi sta vicino, dare per scontato ke siamo tutti buoni, l'educazione maschilista, le gerarchie, i benpensanti, la morale borghese, le diete, l'estate e il caldo, rispondere agli squilli, rispondere Pronto al telefono, andare al cinema da sola, il mio essere troppo polemica, la sindrome del foglio bianco, le visite mediche, gli aghi, fare le cose sempre all'ultimo minuto, ...
 
"Quando me metto 'n testa 'na cosa io, deve da esse quella! O il mondo ammazza a me, o io ammazzo a lui."

immagine
DA ACCATTONE

 

Yes, there were times, I'm sure you knew When I bit off more than I could chew. But through it all, when there was doubt, I ate it up and spit it out. I faced it all and I stood tall; And did it my way.

MY WAY_SID VICIOUS

 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

veronicaconti8vittorio.sabatiellocappabianca.paolagiuliettasolmipasquale.novaragiuseppe.caliparilegantalice.senesakin790salvatore.granato90fulvio.loreficebimbayokostrong_passionmarta20091965Famiglia_Cento
 


viralastrega consiglia

immagine


 



"Tu hai paura di morire?
-Molta...
Ho una gran paura, ma soltanto
se fossi solo. Vorrei che tutti
si morisse insieme"

Guimaraes Rosa
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

FACEBOOK

 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 




Just a perfect day
You make me forget myself
I thought I was someone else
Someone good

immagine



immagine











 

Ultimi commenti

Grazzie!
Inviato da: Amour du goût
il 11/08/2013 alle 10:11
 
Thanks for your posting; Hope you can keep going. ugg boots...
Inviato da: ugg boots
il 20/09/2010 alle 08:44
 
ero io la cassiera.
Inviato da: Anonimo
il 07/10/2008 alle 13:40
 
Quando non c'è nessuno che ci capisce/conosce...
Inviato da: iofumodasolo
il 02/09/2008 alle 13:58
 
la vita è fatta di sofferenze ciro per poterne dire addio...
Inviato da: Anonimo
il 27/06/2008 alle 17:36
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom