Vita normale

...follia e normalità a volte si mescolano!

Creato da Scrittrice82 il 08/04/2014

 

       

 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

C'è UN UNICO ERRORE INNATO,

ED è QUELLO DI CREDERE

CHE NOI ESISTIAMO

PER ESSERE FELICI


A. Schopenhauer

 

    

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

Ultime visite al Blog

BleuDeFrancecassetta2FLORESDEUSTADnina.monamourpaneghessasilvana09slroxarpavariantelugana5paolopiazza.pgfotografandonoiNastri.di.Setakissthenightderrick35PatryRouge
 

Ultimi commenti

 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

 

...SENTI RACCONTATI QUELLO CHE VUOI

DOVEVA ESSERE UN VIAGGIO 

è DIVENTATO UN VIZIO

DI PURE CHE TU FAI QUELLO CHE VUOI

MA è DIVENTATO UN FINE

ED ERA SOLO UN INIZIO...

 

CHI è ANDATO 

è ANDATO,

E SPERO A FANCULO...

CIò CHE è STATO,

è STATO,

IL PASSATO LO RIMPIANGE

CHI NON HA FUTURO!!!

 

NON POSSO DIRTI CHE SARà SEMPLICE,

MA POSSO DIRTI CHE SARà MERAVIGLIOSO!

L'AMORE NON è UNA FAVOLA,

NON SEGUE ALCUNA REGOLA,

VA DRITTA AL CUORE 

TOGLIENDOTI IL RESPIRO,

MA DONANDOTI LA VITA!!!

 

...BABY

SO CHE NON TI PIACI,

E STAVI CHIUSA NELLA CAMERA.

PERò ADESSO PIACI AGLI ALTRI

E ORA DEVONO PAGARTELA!


SO CHE TI ODI QUANDO PIANGI,

DOPO TUTTI QUESTI ANNI,

QUESTI DRAMMI,

QUESTI GRAMMI, QUESTI DANNI.

CHE COS'HO IO DA INSEGNARTI?

CONTRO L'AMORE

SIAMO VACCINATI...

 

 

 

« Avventure....Delusione »

Spregiudicata

Post n°17 pubblicato il 13 Maggio 2014 da Scrittrice82

La lezione non mi era servita... non avevo capito, o per meglio dire non volevo capire, che la gente incontrata li voleva solo quello... Una sera arrivai fino a milano da sola per incontrare un tipo. Mi portò nella zona industriale del suo paese e lo facemmo in auto... due, tre ore circa, e poi mi rispedì a casa. Che incosciente che ero, avrebbe pure potuto capitarmi qualcosa... eppure non me ne rendevo conto. Per me, in quel periodo era puro divertimento: era qualcosa da raccontare alle amiche la mattina dopo, senza nemmeno preoccuparmi di come avrebbero potuto considerarmi. Sicuramente una puttana mancata... Io mi sentivo solo un po' spregiudicata e mi faceva stare bene. Quello che non riuscivo a mettermi in testa è che il giorno dopo tutti quei ragazzi nemmeno si ricordavano il mio nome, io ero solo una valvola per svuotare i propri testicoli. Io ero per loro come loro erano per me: una tacca da aggiungere nel libro nero delle conquiste sbagliate.... Però questo ragazzo a dire il vero un po' mi piaceva: aveva un non so che, che mi attirava. Peccato che la sua vita era ben distante da me e dai nostri incontri: non conoscevo i suoi amici, non uscivo con lui... nessuno a parte lui e la mia auto sapevano che io esistevo... Mi ha scritto e riscritto, ogni tanto si fa ancora vivo: e le due cose che mi chiede sono sempre le stesse: foto, o video, hard e un incontro di solo sesso....



 
 
 
Vai alla Home Page del blog