Tragedia Palinuro, nessuna traccia dei tre sub nella “bolla dʼaria”

C_2_articolo_3026665_upiImageppNella “bolla d’aria individuata nelle acque di Palinuro, frazione di Centola (Salerno), non vi è purtroppo traccia dei tre sub scomparsi; continuano quindi le ricerche per individuare e recuperare i corpi. Lo si apprende dai fonti dei responsabili delle operazioni di soccorso. Nell’area interessata cinque mezzi della Capitaneria di Porto di Palinuro, diretta dal tenente di vascello Andrea Palma, ed i paleosub dei Vigili del Fuoco.

Mauro Cammardella, Silvio Anzola e Mauro Tancredi, questi i nomi dei tre sfortunati ed esperti sub, si erano immersi venerdì mattina, durante un’escursione subacquea a parete, insieme ad altri, ma non erano più riemersi.

Chi conosceva i tre sub può giurare che non avrebbero mai commesso imprudenze e che erano profondi conoscitori di ogni angolo della costa di Palinuro. Per far luce su quanto è accaduto, la procura di Vallo della Lucania ha aperto un’inchiesta.

Purtroppo, le acque di Palinuro non sono nuove a episodi simili. Dal 1984 a oggi sono stati 14 i decessi a mare. Soltanto nel giugno 2012, furono tre i subacquei morti nel corso di un’immersione: tre uomini e una donna.

Tragedia Palinuro, nessuna traccia dei tre sub nella “bolla dʼaria”ultima modifica: 2016-08-20T10:46:01+02:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.