Jim Carrey si difende: “La mia ex fidanzata non è morta per colpa mia, io lʼamavo”

C_2_articolo_3032061_upiFoto1FOmissione di soccorso e violazione delle leggi sullo spaccio di droga. Le accuse contro Jim Carrey, dopo la morte dell’ex fidanzata Cathriona White che si è tolta la vita un anno fa a Los Angeles, sono gravi. A puntare il dito sull’attore è l’ex marito della modella, ma la star di Hollywood non ci sta e passa al contrattacco: “Difenderò il mio onore”.

“Non tollererò questo tentativo senza cuore di sfruttare me o la donna che amavo – spiega l’attore in un comunicato stampa – Spero davvero che un giorno, presto, la gente smetterà di cercare di trarre profitto da questo e lasciarla riposare in pace. Sarebbe facile per me arrivare in una stanza sul retro con l’avvocato di questo uomo e fare chiarezza, ma ci sono dei momenti nella vita in cui bisogna alzarsi in piedi e difendere il tuo onore contro il male in questo mondo”.

Per Mark Burton, infatti, Jim avrebbe utilizzato la sua ricchezza e celebrità per procurarsi i farmaci che poi avrebbero procurato la morte della donna, deceduta proprio da un mix di farmaci: Ambien, Propranolol e Percocet. Non solo. Sempre seconda l’accusa l’attore avrebbe avuto un controllo ossessivo nei confronti di Cathriona: la sorvegliava continuamente, usando addirittura le telecamere di sorveglianza per monitorare i suoi movimenti. Per questo è stato chiesto un risarcimento danni e il rimborso per le spese funerarie e le spese legale. La somma, però, non è stata ancora specificata.

Jim Carrey si difende: “La mia ex fidanzata non è morta per colpa mia, io lʼamavo”ultima modifica: 2016-09-21T09:25:36+02:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.