E se Meloni rinunciasse al ruolo di premier?

Myrta Merlino, anche oggi al timone del suo programma su La7, forte di un sorriso che le congiungeva i lobi delle orecchie, ha buttato lì una provocazione che grosso modo recitava così: e se Giorgia rinunciasse ad essere premier e lasciasse che a ricoprire il ruolo fosse Letizia Moratti? Gelo degli ospiti in studio, ma pure di quelli in collegamento, i quali ritrovatisi all’improvviso nei panni di convitati di pietra per via dello sconcerto suscitato dalla boutade della spumeggiante conduttrice, sopravvissuti infine agli attimi di frastornamento, hanno liquidato il tutto con un “è impossibile”. (Prima di spararla grossa, Merlino aveva introdotto l’azzardo sottolineando, anima caritatevole, l’impasse che attanaglia in questi giorni Giorgia Meloni per via della formazione del governo). Ora mi chiedo: ma fino a che punto è lecito arrampicarsi sugli specchi pur di non riconoscere a chi ha vinto il ruolo che le spetta? Diventa francamente imbarazzante giustificare esternazioni che sono sì figlie di un altro modo di guardare alle faccende politiche, ma non sufficienti a controbilanciare il fatto che, almeno per ora, alternative credibili non ce ne sono o perlomeno è questo il sentire del popolo sovrano. Ad avvitarsi sul vuoto di senso, cara Myrta, non si fa mai una bella figura.

Giorgia Meloni verso il Ministero dei Beni Culturali? “Tremano” i direttori dei musei... - ArtsLife

E se Meloni rinunciasse al ruolo di premier?ultima modifica: 2022-09-29T16:51:32+02:00da VIOLA_DIMARZO

6 pensieri riguardo “E se Meloni rinunciasse al ruolo di premier?”

  1. L’Italia non ha più statisti. Questa è per il momento la classe politica che abbiamo. Meloni ha vinto le elezioni ed è giusto che governi. Vediamo cosa sarà capace di fare. Ma, se il buongiorno si vede dal mattino, il suo compito non sarà per nulla facile. Meloni non è Craxi, non Andreotti, non è Fanfani. E’ una che sta lì perché gli italiani cercano sempre l’uomo della provvidenza capace di risolvere i loro problemi, restandone, puntualmente, delusi.

      1. dei sedicenti prof. da tartina, se permetti, ne abbiamo piene le taniche: Monti ci ha dissanguato, Conte ci ha messo agli arresti domiciliari per svariati mesi, ecc… Il tutto giustificato con l’emergenza! E stiamo parlando di premier non eletti….

  2. beh, dai, se per questo non è nemmeno la Le Pen, la Truss, la May, o addirittura la Thatcher! Ad ogni modo, come per la Marin, diamole un’opportunità: in fondo se l’è guadagnata.

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).