L’eterna giovinezza è la credenza in un sogno …

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr
xx

xx

Sembro il vecchio edificio

Danneggiato, senza porte o finestre

Nel sogno mi sono costruito

Come arriva nella roccia …

E mentre sale in cielo

Guardando per le strade, l’abbronzò.

È arrogante, terra-terra, sembra incrollabile

Come una vecchia signora del mondo buono

Lo trovo un po ‘pazzo …

Lei non sa quanti anni ha?

Non è più quello di una volta

Come un muro pieno di crepe?

Che l’intonaco sta per cadere?

Come il parabrezza

E la finestra è la finestra?

Ma a loro non importava. Semina la testa dritta

E il suo panino al corpo. Stai in piedi, in posizione verticale, in posizione verticale

E non puoi ignorarlo. Non puoi guardare indietro,

Non rispettare il suo silenzio, la sua ira e il suo dolore,

Determinare la mossa per essere come era.

Se il mondo ha ragione, il corpo è scosso,

Finché cade, la sua anima è la stessa.

Diresti più carino, perché lo porto nel profondo

E sogna e brama il ricordo di coloro che amava,

Sono ancora vivi in lei, perché sono entrati nella sua anima

E non sono mai usciti. Il suo cuore è sulle ali e il suo scheletro

Ci sono fiori da sogno che la dolce vittoria della canzone della vittoria

Perché qui, hanno sconfitto! Ruggirono, ma erano così piccoli

Attraverso la pietra spietata, riempiendola di colore, come vita senza paura …

Penso che ora sia più orgoglioso, dato che è vecchio …

La vecchia signora indossa gli occhi miopi nei suoi occhi

Migliaia di onde che attraversavano la loro faccia verso l’infinito

Ad altri mondi portandolo, nel cuore portandolo …

Migliaia di barche, migliaia di navi che la salutano con emozione

E nel suo momento di gloria, come fa oggi

Quanti muli, stoffe, migliaia di sogni rispecchiavano la sua vecchia guancia …

Lasciando la porta, la testa si abbassa

Chiedere con il suo mantello bagnato il suo gesto

Orgoglio sulla strada, con benedizione

E quando tornano dal mondo con panni stranieri

Le chiedo un abbraccio. Non appena lo dà a loro, come madre di alcuni bambini,

Felice di vederli, qui, di nuovo a casa, e qui sei ancora vivo

Quante partenze, ritorni, desideri e aspettative

Nel cuore c’è il battito, negli occhi e nelle lacrime …

La vecchia signora sta portando la sua mano ossuta

Anelli antichi e segreti, il tesoro nascosto

Di vecchi e famosi pirati, quanto più la corteggiavano

Indossa una canzone al collo e testi tra i capelli,

L’amore dai tempi antichi è una margherita

Brilla nei tunnel che cerchi con un’anima chiara

Una lacrima sembra accendersi nel muro

Quando il sole tramonta, ha ancora una ruga

Ma la nuova alba sul suo viso li pone segretamente

Per ammorbidire il raggio un altro sorriso sagalnico

E di notte … quando è alla luce delle stelle

Sulla volta passa lentamente il cielo della regina

La vecchia signora esultava, il viso ancora splendente

Ed è come una torta. Brilla e balla

All’improvviso ringiovanisce, sembra che il cielo lo stia battendo

Con un sogno ciò che brilla … La città lo illumina …

E il porto, il mare, tutto, più che il faro povero

Che battito di ciglia, una fiamma accesa persa, una luce pallida

Con tutta l’ombra di questo pazzo fuoco …

Un fuoco folle, grande, selvaggio, vecchio sogno

Infipt in profondità nella roccia. Vecchio, cara signora

Improvvisamente-ntinereste. Come nei suoi bei tempi,

Che orgoglio splende … E che bello!

Mi avvicino timidamente e mi inchino

Illustre lascia la testa e mi dà un segreto

Con un sorriso enigmatico, tutta la sua convinzione per tutta la vita …

Il suo grande segreto, la sua bella storia, il suo eterno sorriso:

“L’eterna giovinezza è la credenza in un sogno …”

L’eterna giovinezza è la credenza in un sogno …ultima modifica: 2020-01-08T13:58:16+01:00da SensoAstratto

Un pensiero su “L’eterna giovinezza è la credenza in un sogno …

Lascia un commento