Mercati, ecco la reazione dopo il declassamento della Cina

Arriva una brutta botta per la Cina. Per la prima volta dopo 25 anni l’agenzia di rating Moody’s ha deciso di tagliare la valutazione del paese. L’ha infatti passata a “A1” dal precedente “Aa3”. La motivazione è da ricercare nei crescenti timori riguardo alla crescita troppo flebile dell’economia. Ma anche l’enorme aumento del debito governativo, che si prevede possa salire fino al 40% del Pil per il 2018. Adesso bisognerà vedere se S&P’s oppure Fitch decideranno di seguire l’esempio e declassare anche loro la Cina. Moody’ s ha parallelamente migliorato l’outlook della Cina da negativo a stabile (lo aveva peggiorato da stabile a negativo nel marzo 2016).

mercati cinaSecondo Moody’s anche se il programma di riforme va avanti, probabilmente questo non scongiurerà la salita del debito cinese, che invece dovrebbe aumentare nei prossimi anni. Per sostenere la crescita, le autorità dovranno adottare delle politiche di stimolo, che a causa degli impedimenti strutturali contribuiranno ad innalzare il debito nell’economia nel suo insieme.

La reazione dei mercati

Dal punto di vista valutario, non c’è stata una grande scossa per il remibi cinese. Esaminando i dati su una delle migliori broker opzioni binarie Consob, vediamo che il cross UsdCny infatti quota 6.8935, pressoché invariato rispetto a ieri.

Dal punto di vista tecnico siamo in una fase laterale, di consolidamento, che dura da diverse settimane. Durante il mese di aprile invece questo cross si era molto sensibilmente al rialzo, come conferma il grafico con il Parabolic SAR (Cos’è Parabolic SAR indicatore lo trovi qui). Ricordiamo che la People’s Bank of China ha ritoccato il tasso l’ultima volta nel 2105, tagliandolo fino al 4,35%.

L’inatteso taglio del rating cinese ha invece avuto effetti sulle borse. Quelle europee hanno infatti registrato tutte un calo in apertura. Milano perde lo 0,39%, Francoforte lo 0,25%, mentre Londra è poco sotto la parità. Bene invece Tokyo, che nella notte ha viaggiato al rialzo dello 0,66% sulla spinta del deprezzamento dello yen e della chiusura positiva di Wall Street.

Mercati, ecco la reazione dopo il declassamento della Cinaultima modifica: 2017-05-24T09:47:31+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.