Lavoro nella pubblica amministrazione, l’età media supera i 50 anni

Il mondo del lavoro nella pubblica amministrazione per la prima volta supera l’età media di 50 anni. Per la precisione, nel corso del 2016 è stata rilevata al livello di 50,34 anni. Un ano prima invece l’età media era di un paio d’anno più giovane, ovvero 49,88 anni. A riferirlo sono le tabelle contenuto nel Conto annuale che è stato da poco pubblicato dalla Ragioneria dello Stato. Se analizziamo il report vediamo che nel 2006, ovvero una decina di anni prima, l’età media dei dipendenti del pubblico impiego era di 46,74 anni. In sostanza ogni 2 anni e mezzo essa  è cresciuta di un anno, come a sottolineare uno scarso ricambio.

I dati sul lavoro nella pubblica amministrazione

pubblica amministrazioneSe continuiamo lo studio dei valori contenuti nella tabella sul lavoro nella pubblica amministrazione, notiamo che l’anzianità maggiore spetta ai ministeri (dove arriva a 54,46 anni) e alla carriera prefettizia (54,54). Di contro, l’età media più giovanile è registrata nell’ambito delle Forze armate, dove è di 38,10 anni.

A livello numerico, la Ragioneria evidenzia che nel 2016 i lavoratori della pubblica amministrazione sono scesi di circa 10mila unità. Il dato aggregato è frutto del forte calo che ha riguardato i dipendenti (-30mila unità, da 3,054 milioni a 3,024 milioni) e dell’incremento dei lavoratori precari (+20mila, da 203.096 nel 2015 a 223.406 nel 2016). Va detto però che rispetto alla situazione che c’era nel 2010, il numero dei precari complessivamente è calato di circa 80mila unità (per lo più nella scuola).

Ma quanto costa il lavoro nella pubblica amministrazione? Circa 160 miliardi, che servono a pagare 3.247.764 lavoratori. Il costo è aumentato sia pure in misura lieve. Secondo il Conto annuale pubblicato dalla Ragioneria dello Stato, per stipendi e contributi il conto da pagare è 159,6 miliardi, in crescita dello 0,079% (ovvero di 126 milioni annui).

Lavoro nella pubblica amministrazione, l’età media supera i 50 anniultima modifica: 2018-02-01T09:45:45+01:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.