Criptovalute, il nome nuovo che piace ai trader è Cardano

Mentre il mondo dei crypto-trader continua a chiedersi se dare retta o meno alle previsioni funeste di molti analisti (gli ultimi sono quelli di Barclays, secondo i quali la grande bolla delle criptovalute è già scoppiata), c’è però una ventata di ottimismo che spira sui mercato. Dopo aver vissuto un periodo shock da dicembre in poi – ovvero dopo aver centrato il picco massimo storico – le criptovalute hanno ripreso un po’ del loro vigore. Bitcoin è tornato a oscillare verso i 7 dollari. Tuttavia il focus di molti operatori si sta spostando su Cardano, oggi una delle criptovalute più capitalizzate.

Cardano è il futuro delle criptovalute?

criptovalute cardanoCardano (ADA) è stata la valuta digitale più costante degli ultimi giorni, con una capitalizzazione che ha superato i 4 miliardi di dollari. Secondo molti rappresenta una nuova svolta per il settore, altri addirittura ci vedono la blockchain 3.0. Di sicuro se vediamo l’andamento della sua quotazione è evidente un segnale di forte ripresa a partire da fine marzo (con gli opportuni parametri indicatore Supertrend trading system è ancora più chiaro il trend). Alcuni prevedono che entro fine anno possa raggiungere quota $ 2,50, mentre il prossimo l’aumento potrebbe portarlo a ridotto dei 5-6 dollari.

Sono soprattutto alcune notizie a spingere la crescita di questo asset. Cardano infatti è sbarcato sulla piattaforma di scambio Huobi.Pro, il secondo exchange al mondo dopo Binance. La notizia era stata segnalata nei giorni scorsi dallo stesso fondatore di Cardano – Charles Hoskinson (già cofondatore di Ethereum) – con un messaggio via Twitter. Per la critpovaluta significa avere maggiore visibilità ed un maggior potenziale di rivalutazione dei prezzi. Certo, è ancora presto per aprire un conto sulle piattaforme trading bonus senza deposito e gettarsi a capofitto in questo settore, ma è comunque un aspetto da tenere a mente.

Criptovalute, il nome nuovo che piace ai trader è Cardanoultima modifica: 2018-04-17T11:01:54+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.