BCE, ecco cosa si aspettano i mercati dal meeting di domani

Manca ormai un giorno soltanto al prossimo meeting della Bce, in calendario giovedì 11. Gli analisti si interrogano su cosa verrà deciso dall’istituto centrale europeo. La presidente Lagarde tempo fa preannunciò che la Eurotower avrebbe ricalibrato la propria politica, estendendo il sostegno all’economia. Si prepara quindi un nuovo bazooka anti-Covid. 

Le mosse che ci si aspetta dalla BCE

bce eurozonaSecondo il Financial Times, quando Christine Lagarde annuncerà la decisione della BCE, invierà ai governi il messaggio di non preoccuparsi dei debiti che salgono, perchè i tassi rimarranno bassi per un periodo di tempo molto lungo. Del resto l’aumento del debito è cruciale per sostenere l’economia straziata dalla pandemia.

PEPP rafforzato e TLTRO esteso

Ma quali saranno le misure di sostegno all’economia? di sicuro interesse molto a chi adotta strategie opzioni binarie 60 secondi, perché in prossimità dell’evento ci sarà un’alta volatilità.
Secondo molti, ci potrebbe essere un aumento significativo del PEPP, iI programma di acquisto di asset (QE pandemico, lanciato lo scorso marzo). La potenza di fuoco dispiegata finora è di 1,35 trilioni di euro fino al giugno del 2021. C’è chi parla di un aumento di almeno 400 miliardi di euro, estendendo peraltro il PEPP fino alla fine del 2021.
Inoltre potrebbe esserci un nuovo programma di supporto per le banche, il potenziamento del TLTRO con finanziamenti a tassi super agevolati. Il programma serve ad assicurare la liquidità al sistema bancario. Con il piano TLTRO, la Bce ha concesso quasi 1,5 trilioni di euro alle banche a tassi fino al -1%. Questo piano avrebbe scadenza a marzo, ma la Bce lo prorogherà.

Outolook economico

La BCE domani illustrerà anche le nuove previsioni sull’economia. Il quadro sarà senza dubbio più fosco, vista la forza della seconda ondata di Covid. Si prevede una revisione al ribasso dell’outlook per la crescita del Pil del 2021. Verrà però compensato da stime più ottimistiche sul 2022 e 2023. Rimane il dubbio che la Bce taglierà anche l’outlook sull’inflazione.

Nota: sul cambio euro-dollaro il broker migliore è +500. Guardate qui la tabella con spread plus500 costi.

Il problema euro troppo forte

E poi c’è l’euro. La forza della valuta unica penalizza ulteriormente i prezzi delle merci importate e di conseguenza esercita una pressione ribassista anche sull’inflazione. L’EurUsd viaggia ai massimi dal 2018, e poco consola il fatto che questo slancio sia dovuto soprattutto alla debolezza del dollaro. Un euro troppo forte cancella molti dei benefici creati dalle misure coordinate di politica fiscale da parte dei governi. Un bel problema.

BCE, ecco cosa si aspettano i mercati dal meeting di domaniultima modifica: 2020-12-09T11:19:46+01:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.