Banca Centrale del Giappone, dal meeting di politica monetaria nessuna novità

Anche se il vero fulcro della settimana dei mercati finanziari è la riunione della FED, un’altra banca centrale oggi ha vissuto il suo meeting. Si tratta della Banca del Giappone, che ha deciso di confermare i tassi di interesse al livello negativo di -0,1%.

Il meeting della Banca centrale del Giappone

yen giapponeseL’istituto nipponico guidato da Haruhiko Kuroda non ha quindi sorpreso i mercati. Anche riguardo al rendimento dei titoli di Stato giapponesi a 10 anni, è stato confermato il target attorno allo 0%. Rimane altresì invariato anche l’ammontare di acquisti di ETF, il cui tetto massimo è a quota 12 trilioni di yen.
La BoJ ha inoltre ribadito anche stavolta, che ove mai si rendesse necessario, non esiterebbe ad adottare ulteriori misure di allentamento, se necessario.
Ricordiamo che nel corso del 2020, l’istituto centrale è intervenuto due volte per dare sostegno all’economia, attraverso l’espansione degli acquisti di asset.

Il problema inflazione

La notizia più importante riguardo al meeting della Banca centrale del Giappone, riguarda però le previsioni sull’inflazione. La BoJ infatti ha rivisto al ribasso quelle relative al 2021, che nel rapporto trimestrale vengono indicate allo 0,1%, rispetto allo 0,5% visto a gennaio. Secondo la BoJ, la crisi sanitaria continuerà a esercitare pressioni al ribasso sui consumi, e quindi sui prezzi.
Per gli anni successivi invece, la banca centrale del Giappone prevede un’inflazione core allo 0,8% nel 2022 e all’1% nell’anno fiscale 2023.

Suggerimento: uno dei modi più interessanti per negoziare coppie di valute, è sfruttare l’Ichimoku Kinko Hyo trading.

Crescita e pandemia

Riguardo alla crescita economica invece, la Bank of Japan continua a vedere dei forti rischi legati alla persistenza della pandemia. A tal proposito va rimarcato che diverse aree metropolitane del Giappone sono nuovamente soggette a nuove misure di restrizione. Questo finisce inevitabilmente per rallentare la ripresa.
Nonostante questo, la BoJ ha rivisto la crescita del PIL 2021 in leggero rialzo: 4% contro il 3,9% a gennaio. Negli anni successivi invece è stata rivista al 2,4% (contro +1,8% precedente) e +1,3%.

La decisione della banca centrale non ha avuto grandi effetti sulla valuta. Lo Yen giapponese infatti è stabile contro il dollaro, dopo aver disegnato una candela inverted hammer trading. Di recente ha toccato i massimi di un mese e mezzo, infatti il cambio UsdJpy era sceso a 107,50, ben lontano dai livelli di oltre 110 toccati un mesetto fa. Adesso i mercati hanno i fari puntati sulla riunione di politica monetaria della Federal Reserve, prevista questa settimana.

Banca Centrale del Giappone, dal meeting di politica monetaria nessuna novitàultima modifica: 2021-04-27T09:29:37+02:00da nonsparei

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.