Arte tra noi: inscatolato il Mito delle Danaidi

Sabatino4_AINT

 

Il limite ultimo, l’arrivo del Cammino per Santiago di Compostela è l’Oceano a capo Fisterra Finis terrae, cioè “confine della terra” .  E FINESTERRAE – DERIVE è il nome della Rassegna a Castellabate, giunta alla 4Edizione, cui partecipa l’artista Stefania Sabatino.

Risvegli salernitani. Penso tra le altre a Storyriders a Torchiara in Cilento, o ART PROGRESSIVE a Cava de’ Tirreni che si apre oggi  15 dicembre al Complesso monumentale di San Giovanni o la nuova mostra “Pandora- il cratere dell’arte –  con Stefania Sabatino ancora protagonista.

A Finesterrae, Castello Dell’abate – Sede di arte contemporanea – espone Stefania Sabatino con le sue derive Essere non essere. Un’installazione con la tela “Essere“,  groviglio cromatico di membra, corpi senza volto sul fondo a corpi destrutturati collocati in cubi trasparenti, 15x15x15, dove possiamo osservare un processo, quasi un meccanismo. Quale.

Nei cubi razionali, si svolgono particolari enigma: alla presenza di un salterello, si realizza una storia a dir poco epica. Il Trascinamento  Mitologico esercitato dal fluido in movimento e colloso,  una gelatina che mantiene il mito delle Danaidi,  punite a versare acqua in un pozzo senza fine per disobbedienza.

L’idea rappresentata sembra a prima vista una tavola con ospiti rovesciati e pertanto momento in cui pensieri e convenzioni si  ribaltano. O seguono la via del pozzo. Una caduta dell’angelo senza fine.

Nella trasparenza la prima cosa che si nota, dopo il rosso vivo delle gambe  a rovescio,  è il “salterello”, quello che potrebbe  otturare il foro, arrestare il processo,  e il liquido al contempo che cola e che non colmerà mai interamente il pozzo delle Danaidi. Il contenitore dunque in realtà resta aperto. Forse, e proprio, per interrogarci se non fosse sapienza quella versata di continuo dalla Danaide, e se per questo possiamo, e vogliamo, indicare il valore di trasmissione di un sapere dopo una civile disobbedienza. Per l’eternità e questo concetto sta ad Arte in Transito come il vaso di coccio della Danaide sta al setaccio di Tuccia. e pertanto alla verità.

AinT

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso
Arte tra noi: inscatolato il Mito delle Danaidiultima modifica: 2019-12-15T08:55:21+01:00da Dizzly
Share on TwitterShare via email

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.