FRAGILE| SMACH 2021 la biennale di Land Art

Share on Twitter

SMACH 2021

SMACH 2021. Deadline del 28 marzo 2021 con il tema FRAGILE. Gli artisti Julia Bornefeld e Gehard Demetz,  il curatore al THE MET di New York Guus van den Hout, Giacinto Di Pietrantonio direttore di  GAMeC “Galleria Arti Moderne e contemporanee di Bergamo e  Giulia Ferracci, curatrice MAXXI Roma valuteranno le opere presentate alla 5°edizione del concorso artistico internazionale SMACH 2021.

SMACH è  una mostra biennale di Land Art  che sostiene il connubio arte – natura nel cuore delle Dolomiti dove trovano spazio, per ogni edizione, 10 creazioni artistiche di arte contemporanea, progettate e adattate specificamente a diversi siti naturali. Le opere hanno lo scopo di innescare l’interesse dei visitatori per l’arte e valorizzare varie location della Val Badia in cui sono immerse, attraverso un dialogo costante tra arte e natura. Gli artisti selezionati  verranno esposti  durante la mostra biennale SMACH 2021 nei mesi di luglio, agosto e settembre 2021.

I lavori artistici selezionati avranno lo scopo di far crescere nelle persone l’interesse per l’arte, non solo come forma di linguaggio autonomo, ma anche come mezzo di promozione per il territorio. È richiesto un confronto ampio e profondo con la storia, la tradizione, l’architettura e anche con la natura dei luoghi proposti  – tutte fra i 1.100 e i 2.300 m – dove le opere artistiche verranno installate ed esposte, raggiungibili a piedi, passeggiando sui sentieri.

Il tema dell’edizione FRAGILE consente – in primis – di riflettere sui lati chiari e oscuri dell’esistenza umana e perché rappresenta l’inequivocabile prova della fugacità stessa del mondo contemporaneo, di noi stessi e di tutto ciò che gravita attorno a noi. Inoltre Evanescenza, debolezza e delicatezza dietro i quali si nascondono dei valori: sensibilità e delicatezza, amicizia e dignità, grazie ai quali ci sappiamo calare in stati d’animo, umori e momenti dell’esistenza.

Un ulteriore obiettivo è quello di rinforzare l’interesse delle persone locali e dei visitatori per le meraviglie naturali che ci circondano e in generale per la Val Badia tramite le opere che saranno esposte; i visitatori saranno poi invitati, attraverso la mostra, a confrontarsi con l’evoluzione del luogo, prendendo in considerazione la natura e la storia che va a intrecciarsi con l’opera.

Infine nella Val dl’Ert*, dal ladino Valle dell’Arte, alcune  installazioni acquisite durante le ultime edizioni del concorso d’arte SMACH restano in mostra permanente nel  parco di sculture, uno concept-space aperto situato nella località di San Martino in Badia BZ Bolzano. Adagiate in un bosco alpino, in un tratto intatto e appartato, si possono scorgere opere realizzate da artisti provenienti da tutto il mondo, dove i visitatori possono trascorrere alcune ore in serena tranquillità nel mezzo di una natura incontaminata. Arte e contesto naturale instaurano tra loro un rapporto complementare arricchendosi vicendevolmente attraverso un dialogo continuo.

Il giudizio della giuria  verrà comunicato sul sito entro la data 16.04.2021.

10/07/2021 Vernissage

Lé de Munt da Rina,
Chi Jus,
Pra de Pütia,
Forcela de Furcia,
Val dl’Ert,
Tru di Lêc,
La Crusc,
Armentara,
Fanes,
Pederü

AINT

FRAGILE| SMACH 2021 la biennale di Land Artultima modifica: 2021-04-05T12:02:18+02:00da Dizzly

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. In una armonia di contrasti il viandante può riflettere il suo transito (ma anche il destino comune nella misura provvisoria) nell’installazione “LIVING VIBRATIONS” della serie MEMORY DRESS di Carlo Marchetti , presentata al concorso SMACH 2021 con Artisti in Transito .In attesa della selezione del 16 aprile buona visione di #SMACH2021

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.