LA COSTITUZIONE E IL LAVORO

IN: L’articolo 4 Costituzione e il principio lavorista – La Legge per Tutti

https://www.laleggepertutti.it/140216_larticolo-4-costituzione-e-il-principio-lavorista

ARTICOLO 4 – PRINCIPIO LAVORISTA

Questo articolo amplia l’articolo 1.

“Considera il lavoro sia un diritto che un dovere; è inteso come un diritto fondamentale che lo Stato deve riconoscere favorendo tutte le condizioni per realizzarlo attraverso le politiche occupazionali e limitando la disoccupazione, e come dovere morale che ogni individuo dovrebbe compiere perché il lavoro viene inteso anche come strumento per affermare le proprie capacità e la propria personalità. Il lavoro è posto a fondamento della nostra Repubblica come diritto-dovere. ..”

PERDERE IL LAVORO

Perdere il lavoro è una terribile separazione a meno che non si abbia un’alternativa. Il licenziamento provoca dolore e a volte disperazione! Dai lavori meno specialisti come badanti, colf, addetti al lavoro generico a quelli più specialistici. Ricorrere alla CONCILIAZIONE è a volte una misura lenitiva. Chiudere un rapporto di lavoro senza avere la percezione di essere stati sfruttati, malpagati, umiliati, poco tenuti in considerazione è altamente frustrante. Alcuni sentono il licenziamento come un attacco alla propria dignità; la stima di se stessi vacilla e a volte trascorrono periodi molto lunghi prima di cercare un nuovo lavoro. Alla CONCILIAZIONE dovrebbe sempre seguire il REWORK o ricollocazione, molto di più che andare in disoccupazione o usufruire di supporti al reddito. Il REWORK è uno step fondamentale per chi ha necessità di lavorare e vuole elaborare subito la frustrazione della separazione da licenziamento o dimissione. La dimissione se indotta da mobbing o altri comportamenti ostili risulta essere devastante psicologicamente e finanziariamente. Ricollocarsi non è solo fondamentale per guadagnare il salario o lo stipendio ma è indispensabile per accumulare periodi di lavoro continuativi che permetteranno nel futuro l’accumulo dei contributi, utili ad una pensione se mai ve ne sarà una! Nell’incertezza di cambiamenti per la pensione è bene prepararsi per ciò che la legge oggi consente. Si potrebbero evitare errori da esodati? Vale a dire senza lavoro e senza reddito? Il lavoro cambierà forma ma non si sa ora quando accadrà. Le previsioni non sempre si avverano. Il REWORK attuale allena i giovani, gli adulti e i diversamente giovani alle sorprese future; a quel futuro breve o lungo che comunque non sarà più stabile e convergente. Il REWORK quale formula di ristrutturazione di se stessi e delle proprie competenze allena a comportamenti duttili, flessibili che formano il pensare plastico. Le società mondiali in fermento con la tecnologia come compagna ma anche con sacche di gente poco professionalizzata devono trovare l’equilibrio tra umanità e condizioni sociali utili. La massa volenterosa non professionalizzata deve sopravvivere e gli illuminati dovrebbero illuminare chi la luce non la possiede; creare da una massa informe priva di lavoro e sussistenza una massa utile a se stessa e alla società. Salp

REWORKANDO-Il ‘Cercatore’ di Lavoro

Il “cercatore” di lavoro cammina, si ferma, chiede, vuole presentare il curriculum ma la risposta frequentemente è la stessa: “lo lasci.. e le faremo sapere”; “no, non abbiamo bisogno”. Giorno dopo giorno il “cercatore di lavoro”  percorre le vie della città e vorrebbe fermarsi solo quando avrà trovato ciò che cerca! Il cammina,  cammina, cammina a volte dura settimane o anche mesi e nei casi più ostici anni. Si inneggia al lavoro come elemento essenziale della vita personale, della società e del vivere insieme. Vi sono moltitudini di persone che si adattano a condizioni disumane pur di avere il denaro sufficiente per la sopravvivenza quotidiana; persone  disposte ad ogni forma di umiliazioni pur di dire: “ho un lavoro”. Lo slogan “pensare positivo” si addice come non mai alla circostanza della condizione del cerca lavoro! Mai bisogna farsi prendere dal pessimismo, dallo sconforto perché, per fortuna,  molte altre moltitudini lavorano ed alcuni sono riusciti a realizzare i propri obiettivi, sono come si dice: felici e realizzati! Il problema sociale riguarda quindi chi vorrebbe il lavoro e non lo trova o lo trova disagiato e con poco salario che è, come dire, senza lavoro pur avendolo! Allontaniamo dalla mente i cattivi pensieri e  diciamo a gran voce “salpiamoreworkando” cioè.. re-inventiamoci giorno dopo giorno un nuovo modo di lavorare; acquistare istruzioni e professionalità non è una garanzia ma rappresentano quella possibilità che prima o poi restituirà la dignità a chi ne è stato privato perdendo il lavoro o non avendolo mai trovato. Salp

Millenials questi sconosciuti!

Brano DAL WEB.. Millenials

Chi sono i millenials
“Millennials o Echo Boomers, sono le persone nate tra i primi anni ottanta e i primi anni duemila. Una generazione caratterizzata da familiarità con media e tecnologie digitali. Sono il target e la gallina dalle uova d’oro di tutti i social, da Facebook a Twitter passando per Instagram e Snapchat (i cui fondatori, per altro, fanno parte della stessa generazione). Quelli che daranno una svolta alle regole dei posti di lavoro.”

Solo proposte o anche fatti? sr

Rework Reworkando per sopravvivere.

REWORK diventa un efficace supporto alla ricerca di lavoro solo se la persona ha ben chiare le proprie necessità e gli obiettivi per soddisfarle. “a ciascuno il suo” ma a volte non si ha neanche il poco di cui ci si accontenta. La ricerca del lavoro è in molti casi spasmodica e lo diventa ancora di più quando il lavoro lo si è perso in età avanzata. L’aspettativa di vita è una bellissima speranza ma da vecchi vivere nello stato di povertà rappresenta l’umiliazione più profonda. Si assiste sempre più frequentemente alla ricerca di lavoro di persone anziane: perché non basta la pensione, perché licenziati, perché hanno figli e coniuge da mantenere; ma se il problema del lavoro riguardasse solo gli anziani si sarebbe già a “metà dell’opera” e invece anche i giovani faticano e non poco a collocarsi in un sistema selettivo e molto dinamico. Esistono però dei lavori che possono essere un punto di partenza per inserirsi nel mondo del lavoro o trovarlo in età avanzata. Il mondo dei servizi per la cura alla persona, il lavoro domestico, il babysitteraggio, le attività emergenti come la cura degli animali domestici. REWORK nasce come termine moderno per indicare nient’altro che la possibilità di ricollocarsi nel mondo del lavoro o “inventarsi” in una nuova formula tecnica e creativa. salpiamoreworkando