Community
 
lunanera73
   
 

Labyrinthe

l' enigma - il circolo - il folle

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

...VIVO...

Vivo il mio giorno

come fosse l'ultimo,

le mie emozioni

come non esistesse

nient'altro.

Io....

in un universo vuoto,

di un lampo accecante,

l'attesa,

che nel reale

mi riporti

ad assorbir la luce,

per ritornare poi

nell'oblio.

Non amo ricordare

e come rapace

afferro avida

un pensiero,

per nutrire

la mia isaziabile curiosità,

per poi svanir

nel nulla.

Sono vanesia

e sono umile,

sono io

e sono tante,

gioco eppur son seria

....vivo...

   Silvana A.

          GRAZIE

     Il_gatto_soriano

 

....ROSSO CUPO COME L'ARDORE...

....Qui...

Qui nel tempo

e nello spazio

sono falena che appare

...al calar delle ombre

dalla luce attratta....

Silvana A.

 

...STRAORDINARIO...

Ci sono Arcani che hanno

significati particolari e che

preannunciano sempre dei

grandi cambiamenti interiori,

od esteriori.

Così come l'Appeso anche la

Morte (che non è mai quella fisica,

se non in casi eccezionali).

La Morte allude a radicali

cambiamenti esteriori.

Le vecchie relazioni richiedono

una soluzione. Questo processo

può senz'altro essere collegato

ad esperienze dolorose,

tuttavia è già presente la

disponibilità ad affrontarle.

Il lasciarsi andare porta in sè

la soluzione. La Morte mostra

le sue diverse facce: distruzione

e lacerazione da un lato e

liberazione delle opprimenti

catene del passato, dall'altro.

Dipende principalmente

dall'atteggiamento dell'

interessato se verrà privilegiato

l'uno o l'altro aspetto. Ogni

tentativo di rimanere attaccato,

di aggrapparsi ai vecchi legami,

fa apparire la Morte ancora più

atroce.

"Lasciarsi andare! Se si fosse

fatto almeno una volta, se si

fosse rinunciato per una volta

ad ogni appoggio e perfino alla

terra sotto i piedi, se si fosse

prestato ascolto soltanto alla

guida del proprio cuore, allora

si sarebbe conquistato tutto,

sarebbe andato tutto bene,

niente più paura, niente più

pericoli." (da: H. Hesse:

- Klein e Wagner-).

Concludendo, la Fenice può

sollevarsi solo quando il fuoco

della trasformazione ha

consumato ogni cosa, riducendo

tutto in cenere. Questo indica

la necessità di seppellire vecchie

idee e concezioni. Corde e

legacci devono essere recisi,

le anime imprigionate devono

essere liberate dal loro groviglio.

 

 

 

NATALE A PARIGI

Post n°115 pubblicato il 13 Gennaio 2010 da lunanera73

Siamo giunti finalmente alle soglie del Natale, avrò

tre giorni festivi, che per me, o meglio per quello che

mi permette il mio lavoro, sono rarissimi...

Mi pongo la domanda "Come posso sfruttarli? Stando

a casa a crogiolarmi nel dolce far niente? Andare in

giro? Ma dove?"

Coinvolgo uno dei miei amici...forse quello che mi è

più simile (magari anche più caro) e già collaudato

compagno di viaggi e di avventure...

"Che dici se andiamo a goderci il mare d'inverno?"

butto lì, una sera, a casaccio "Perchè no?" mi viene

risposto, ma poi viene la proposta "...E se andassimo

a Londra?" Mi trova subito daccordo e cominciamo la

ricerca su Expedia, ma i voli non coincidono con i

miei tempi e allora scartiamo e...poi l'idea!!!

Natale a Parigi, Champs-Elysées illuminati e poi

Chartres, la cattedrale (e da molto tempo che

desidero visitarla e fotografarla), bene, aggiudicato...

...ed eccomi qui...ma quale spettacolo, la notte di

Natale fra questo splendore...

...stupendo e sicuramente memorabile....

Place de la Concorde, chissà perchè non la

ricordavo così, di notte è tutta un'altra cosa

...e oltre i rami illuminati degli alberi dei

Champs, ci sono bianche casette di legno che

srtabiliano per i loro contenuti, che vanno dai

dolci ai giochi, dalle creperie a botti di vino

caldo, da mercanti russi a quelli cinesi, da

affumicatori di salmone a mercanti di mobili

antichi e altro ancora che sinceramente non

avrei mai immaginato.

 
 
 

GRAZIE A GRETA E LA NUVOLA

Post n°114 pubblicato il 24 Dicembre 2009 da lunanera73

Grazie  a Greta e la Nuvola per avermi

dato l'opportunità di essere solidale

e grazie per avermi assegnato

l'Award

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

1000 Km. di curve e strapiombi vertiginosi, in un giorno...pura pazzia!!!

Post n°112 pubblicato il 18 Maggio 2009 da lunanera73

Bene è deciso, domenica 3 maggio ultimo scorso, si parte...

noi tre viaggiatori pazzi, alla ricerca di posti da fotografare...

destinazione ignota, almeno per due di noi (io e Luigi) Cico

il giramondo instancabile...ha già scelto...sarà una

sorpresa per me...

...Domanda...cosa mi porto dietro? Il mio motto è

"intanto porta la macchina" ...per cui comincio a caricare:

2 paia di scarpe, per ogni evenienza...un paio di pantaloni

di ricambio, non si sa mai...mi vesto a cipolla, l'incognita

è il tempo e non da ultimo il luogo, montagna? pianura?

per ogni evenienza finisco con il caricare un vecchio ed

avvolgente cardigan...

Siamo finalmente pronti per partire, ore 7 puntuali sulla

tabella di marcia.

DSCI0501

                Moustier- Ste.-Marie

Ci avviamo verso il passo del Monginevro, il mistero è

presto svelato...Francia, Provenza...

Dopo Km. di curve e burroni (se qualcuno di voi ha

percorso il Monginevro ne sa qualcosa) arriviamo a

Briançon, paesaggi alpini straordinari....

DSCI0496

                  Moustier-Ste.-Marie

Sul percorso costeggiamo il lago artificiale di Gap,

ci fermiamo a scattare qualche foto alla chiesetta

in mezzo al lago...sembra un miraggio...

DSCI0483

                                Moustier-Ste.-Marie

Si riparte, e sarà una tirata unica fino a Moustier, ma

il paesaggio provenzale merita ogni km. percorso,

ad ogni curva una sorpresa...anche quelle strane

distese di palle grigio-verdi (mai viste, ma come

sono ignorante)....

DSCI0509

                   Lago di Saint-Croix

...Ad un certo punto il Cico sbotta spiegando che questi

U.F.O non sono niente altro che cespi di lavanda, e che

quando sarà fiorita sarà un paesaggio particolare e

soprattutto profumatissimo...

DSCI0506

                   Lago di Saint-Croi

       Oltre quel ponte che vedete ci sono le gole

            del Verdon, noi andremo là...

DSCI0526

        Gola del Verdon...strada (per darvene un'idea)

Ci fermiamo a visitare Moustier costruita su di un profondo

burrone e con su in alto una chiesa rupestre: Notre Dame

de Beauvoir, bella da mozzare il fiato....

DSCI0523

                 Gole del Verdon

Facciamo sosta in un ristorante con una splendida

terrazza che ha per sfondo una stupenda cascatella, il

cibo sarà ancor più buono con un tale panorama...

DSCI0531

                   Gole del Verdon

Ci alziamo, un pò dispiaciuti, ma è ora di riprendere il

cammino, ancora qualche foto, qualche souvenir....

sacchettini di lavanda??? banale forse, ma siamo in

Provenza...sapone di Marsiglia...qui ha un altro profumo.

Ci coglie il temporale e c'inzuppiamo, ma ci sta pure

questo...

DSCI0535

                    Gole del Verdon

Ripartiamo, la tappa successiva sarà il lago di Saint-Croix

e poi entreremo nei meandri delle gole del Verdon

DSCI0546

                  Gole del Verdon

Le acque verde smeraldo del fiume Verdon ci

accompagneranno per tutto il tragitto...scorre laggiù

nelle profonde gole....

DSCI0550

                         Gole del Verdon

Dalla sorgente delle Alpi, il Verdon serpeggia in direzione

sud per 64 Km. prima di addentrarsi per 24 Km. in un

canyon, profondo 700 m. scavato nella roccia calcarea.

DSCI0555

                    Gole del Verdon

Credo che non siano necessarie altre spiegazioni, per

percepire le sensazioni che ho vissuto...bastano le

foto...

La follia è stato il viaggio che abbiamo fatto in un solo

giorno...ho fatto indigestione di curve ma meritava...

voi che ne pensate???

Altre fotografie sono nei miei album, buona visione.

Ah, dimenticavo, siamo ritornati alle 2 di notte...era

lunedì mattina e si tornava a lavorare......

 
 
 

AMOR CORTESE

Post n°111 pubblicato il 12 Aprile 2009 da lunanera73

Sull' "amor cortese" ci sarebbe molto da dire, ma girando

per il Web ho trovato su Wikipedia e su Encarta, due

articoletti che possono servire per chiarire e idee....

Attingendo al patrimonio immaginario e retorico della

poesia erotica latina, ed in particolare delle opere di

Ovidio (l'Ars amandi e i Remedia amoris), la poesia

cortese di argomento amoroso, sembra riflettere in

senso idealizzante, condizioni socioculturali ben

determinate. La struttura piramidale tipica della società

feudale prevedeva che, attorno ad un nucleo di potere

forte che, a seconda dei diversi livelli lungo la scale delle

autorità, poteva essere rappresentato dal sovrano, dal

barone, dal piccolo feudatario, si raccolgiesse una

aristocrazia di cavalieri e dame. Valori come il servizio

e la fedeltà, che legano la corte al signore e si

concretizzano in obblighi e prestazioni materiali, subiscono

una sorta di trasposizione ideale nel codice letterario

cortese.

La fin'amor, il concetto di amor cortese così come viene

espresso dall'elaborazione poetica dei trovatori provenzali,

vuole che un cavalire veng preso da passione per una

dama di nobile stirpe, generalmente di grado nobiliare

più alto, spesso identificata con la donna del signore.

Il codice, dal formalismo rigorosissimo, obbliga il cavaliere

a esercitare virtù come la pazienza, l'assoluta

discrezione, la lealtà, la fedeltà esclusiva, la generosità,

il coraggio eroico per potersi meritare l'attenzione

dell'amata e una speranza di vedere ricambiati i propri

sentimenti.

L'attrazione sensuale, pur esplicitamente presente

nell'immaginario poetico e talvolta fonte in se stessa

di sofferenze fisiche, viene tuttavia sublimata in una

sfera di superiorità spirituale. Ecco quindi che

l'esercizio dell'amor cortese diviene di fatto un

itinerario di perfezionamento dell'anima, giocato tra

prove di raffinato intellettualismo e di ambiguità

erotica.

L'amor cotese è un terminecreato dal critico francese

Gaston Paris nel 1883 per indicare la filosofia, la

letteratura, i sentimenti, centrati sul concetto

dell'amore, all'epoca del trobear dei poeti nelle corti

provenzali.

L'amor cortese del trobador è un sentimento capace

di nobilitare e affinare l'uomo.

Nasce come un'esperienza ambivalente fondata sulla

compresenza di desiderio erotico e tensione spirituale.

Tale "ambivalenza" è detta mezura, cioè la "misura",

la giusta distanza tra sofferenza e piacere, tra

angoscia ed esaltazione.

Per questa ragione, anche, esso non può realizzarsi

dentro il matrimonio, e l'amor cortese è quindi

adultero per definizione. Esso è desiderio fisico, ma

soprattutto motivo di elevazione spirituale nell'uomo:

serve a nobilitarne l'animo e non può esistere in un

animo volgare (del popolo contadino), ma solo in in

animo cortese (della corte), dando modo così alla

amante vassallo (cioè senza feudo) di tener testa

ai propri signori, almeno spiritualmente.

Si instaura, quindi, fra la dama e l'amante un rapporto

d'amore esclusivo, così come il poeta deve rivolgersi

ad una sola dama, essa deve accettare al suo servizio

non più di un amante. Nel caso in cui una delle due

parti trasgredisse,allora il raporto può cessare.

 
 
 

EGITTO TESORI SOMMERSI - Reggia di Venaria, scuderie Juvarriane

Post n°109 pubblicato il 05 Aprile 2009 da lunanera73

L'unica tappa italiana della grande mostra internazionale

"Egitto. Tesori sommersi".

L'esposizione è ospitata presso la Scuderia e la Citroniera

del complesso della Reggia, progettate nel primo 700 

dall'estro dell'architetto regio Filippo Juvarra.

La stele di Tolomeo VIII Evergete II (Heracleion,

II secolo a.C.) granito rosa, altezza 610 cm.

larghezza 310 cm., profondità 40 cm.,

peso 15,7 t.

Tanto per darvi un'idea.

                Testa di Sfinge

Sono fotografie rubate (era proibito fotografare),

quindi senza flash, al volo in un ambientazione

nera, le luci riflettevano solo i reperti....

                     Testa di Serapide

                                   Testa di Sfinge

Le sale più belle dove si trovavano esposte statue

di faraoni e di regine erano sorvegliatissime...

Coreografia ad onde, con sottilissima rete di protezione

Reperti contenuti in strutture nere con degli

oblò, la sensazione era quella di vederli ancora

in fondo al mare....

...anche le musiche aiutavano molto a creare

l'atmosfera...

Musica ed ambientazione sonora Laurie Anderson...

           Stele di Nectanebo I (Heraclion XXX dinastia

                             368-361 a.C.)

Questa stele era una cosa assolutamente

splendida (sorvegliata a vista), all'uscita ho poi

comprato il volume che è stato pubblicato appositamente

e ne ho scannarizato la foto...

Questa mostra è stata curata da Franck Goddio e il

progetto dell'allestimento è di Robert Wilson.

Se abitate non troppo distante da Torino o se

vi interessa il genere...bene fateci una capatina...

merita....

Cappella di Sant'Uberto (nel complesso della Reggia

di Venaria).

Torre dell'orologio ed entrata per i giardini.

Altro scorcio della Reggia...

Torre del belvedere...

...accipicchia...anche qui proibito fotografare....ma

come potevo non cercare di rubare fotografie..

...Niente flash...ogni tanto venivo sorpresa da

qualche guardiano che mi diceva minaccioso...

niente foto!!!! mi scusavo e proseguivo con la mia

digitale nel tascone della giacca...per riprovarci

quando mi sembrava di non essere osservata...

...come si può mettere un ladro davanti ad un

forziere pieno di gioielli e dirgli di non rubare?!?!?!?

...guardate questi stucchi e questi affreschi e ditemi

se il mio paragone non è veritiero....

...personaggi realizzati interamente con la carta...

...e finalmente qui ci è stato concesso di fotografare,

galleria di Diana.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: lunanera73
Data di creazione: 24/02/2008
 

...L' AMORE È UN VORTICE..

...Arriva quando meno te lo

aspetti, ti ghermisce nel suo

vortice, ti lascia sopraffatto,

senza respiro, non puoi

combatterlo, non puoi far altro

che accettarlo...così com'è...

Silvana A.

z  z  z  z  z

Dopo un pensiero sull'amore

che c'è di meglio che parlare

della carta degli AMANTI?

La carta degli Amanti rivela

spesso la necessità di operare

una scelta, di prendere una

decisione, il delinearsi di

circostanze che spingono

l'individuo a esercitare il

proprio libero arbitrio.

Questa carta si rivolge alle

motivazioni profonde

dell'individuo, ai suoi

desideri, alle sue speranze,

alla sua capacità di optare per

una via.

Solo colui che sceglie non

soccombe alla tentazione.

Colui che è tentato è

inquieto, indeciso.

A volte la figura degli Amanti

riguarda davvero la vita

amorosa: annuncia allora

un'attrattiva, un desiderio,

uno slancio amoroso, una

attrazione incontenibile tra

due esseri, un'unione

possibile.

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lunanera73biagiotorresEgo_Shamalaelenaclara07via_dei_sognigatto220msgro57marty_87proro_1960un.sorriso1fuckmymindbogdan.kosrenato.deltorocamilla08sal99
 

ULTIMI COMMENTI

Grande Osho!
Inviato da: chiaracarboni90
il 14/06/2012 alle 09:50
 
Concordo in pieno con te!
Inviato da: chiaracarboni90
il 14/06/2012 alle 09:47
 
Non l'avevo mai sentita, questa è davvero stupenda!
Inviato da: chiaracarboni90
il 14/06/2012 alle 09:46
 
Grazie per l'articolo!
Inviato da: chiaracarboni90
il 14/06/2012 alle 09:46
 
Qualcosa di veramente favoloso!
Inviato da: chiaracarboni90
il 14/06/2012 alle 09:45
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

UNA VOCE....

Forse parlare di tutte le figure

dei tarocchi diventerebbe

troppo lungo, ma di qualche

figura in particolare, è possibile.

Voglio cominciare con una

figura emblematica:

l' APPESO

...questa carta ci dice che si è

raggiunto il punto in cui si deve

affrontare la nuda realtà. Non ci

resta nient'altro d fare che

prenderne coscienza e lasciarsi

andare. Questa forma di

capitolazione, di rinuncia all'ostinata

caparbietà e alle ideologie

irrigidite porta in sè delle

trasformazioni di vasta portata.

La rottura di rigidi modelli

comportamentali, il far tabula rasa

di ogni sorta di vecchiume, la

completa dedizione all'IO superiore

libera dalla meschineria e dalla

prepotenza. Una sottomissione

volontaria all'ordine cosmico rende

possibile l'unificazione con il flusso

del Tao: "Sia fatta la tua volontà,

non la mia, poichè la tua volontà

è anche la mia."

La ricompensa per questa

profonda dedizione al Tutto è una

svolta di centottanta gradi; ciò

che era in basso si dirige verso

l'alto e può osservare il mondo

da una nuova prospettiva.

Concludendo, solo prendendo

coscienza della nostra realtà, si

ha la possibilità di cambiare.

 

ROSSO...SEMPLICEMENTE ROSSO

 

RICORDI...

Nel lago immaginario

di lacrime espanse...

navigo...

ripensando a quel che fu

e mai più può ritornare...

Altri momenti, altre magie,

si...potrò vivere...

ma i ricordi

non possono che restar tali.

        Silvana A.

 

...GIALLO...AH...LA GELOSIA..

La gelosia spegne

l'amore, come le

ceneri spengono il

fuoco.

(Ninon de Lenclos)

Non l'amore è cieco,

ma la gelosia.

(Lawrence Durrel)

La mia vita comincia

con un divieto:

vietato vietare.

Io non sarò mai

nessuno, ma

nessuno sarà mai

come me.

Il mio migliore

amico è lo specchio,

quando io piango

lui non ride mai.

(Jim Morrison)

 

...EHHHH SI...PARLERÒ DELLA LUNA

La LUNA, questa carta

rappresenta tutto quello che

è nascosto, dissimulato,

sepolto in ognuno;

ovvero l'aspetto nascosto

della nostra personalità.

E' con questa parte di noi

che dobbiamo confrontarci,

quando la vita ci mette alla

prova. Perchè è proprio in

questi momenti che ci si

rimette in discussione, che

si cerca la luce e non

certamente quando tutto

va bene o quando si è

sereni.

Quest' arcano vuol dirci che

non dobbiamo aver timore

di volgerci verso l'ignoto,

di integrare in noi le nostre

angosce, le nostre debolezze,

i nostri errori e di guardare

in faccia l'ombra che è in

noi e della quale abbiamo

paura.