Creato da Lizzie.Bennet86 il 10/06/2010

Shop Of Wonders

La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le osserva

 

 

Post n°87 pubblicato il 18 Febbraio 2012 da Lizzie.Bennet86
 

Se prima di ogni nostro atto ci mettessimo a prevederne tutte le conseguenze, a considerarle seriamente, anzitutto quelle immediate, poi le probabili, poi le possibili, poi le immaginabili, non arriveremmo neanche a muoverci dal punto in cui ci avrebbe fatto fermare il primo pensiero.

[Leggendo "Cecità" di Josè Saramago]

 
 
 

 

Post n°86 pubblicato il 03 Gennaio 2012 da Lizzie.Bennet86
 




 

Non si fanno mai sbagli. Gli eventi che ci tiriamo addosso, per sgradevoli che siano, sono necessari al fine di apprendere quello che imparare dobbiamo.

[Tratto da "Un ponte sull'eternità" di Richard Bach]

 
 
 

AuGuRi...

Post n°85 pubblicato il 23 Dicembre 2011 da Lizzie.Bennet86



Buon Natale

e che tutti i vostri sogni
possano realizzarsi...

 
 
 

 

Post n°84 pubblicato il 21 Novembre 2011 da Lizzie.Bennet86
 


[Golconde di Magritte]

I teorici francesi parlano di précarité, quelli tedeschi di Unsicherheit, quelli italiani di incertezza e quelli inglesi di insecurity, ma tutti hanno in mente il medesimo aspetto della condizione umana, sperimentata in varie forme e sotto nomi diversi in tutto il globo, ma avvertita come particolarmente snervante e deprimente nella parte più sviluppata e ricca del pianeta.Il fenomeno che tutti questi concetti tentano di inglobare e articolare è l'esperienza congiunta di insicurezza (della propria posizione,diritti, qualità della vita), di incertezza (rispetto alla loro stabilità presente e futura) e di vulnerabilità (del proprio corpo, della propria persona). [...]In assenza di una sicurezza di lungo periodo, la "gratificazione immediata" appare a buon motivo una strategia quanto mai ragionevole. Qualunque cosa possa offrire la vita , che la offra hic et nunc, all'istante. Chissà cosa può accadere domani. La procrastinazione del soddisfacimento ha perso il suo fascino.

[Leggendo "Modernità liquida" di Zygmunt Bauman]

 
 
 

 

Post n°83 pubblicato il 14 Ottobre 2011 da Lizzie.Bennet86
 


Impiegheremmo quindici anni solamente a leggere un elenco di tutti i libri pubblicati nella storia (autore - titolo).

[Tratto da "Una vita da lettore" di Nick Hornby]

 
 
 

LeGGere...

Post n°82 pubblicato il 19 Settembre 2011 da Lizzie.Bennet86
 
Tag: Pennac

La lettura, atto di comunicazione?
Ecco un'altra simpatica frottola da commentatori!
Quel che noi leggiamo, lo taciamo. Il piacere del libro letto lo teniamo spesso gelosamente segreto. Sia perchè non vi vediamo materia di conversazione, sia perchè prima di poterne dire una parola dobbiamo lasciar fare al tempo la sua splendida opera di distillazione. Questo silenzio è il garante della nostra intimità. Il libro lo abbiamo letto, ma non ci siamo ancora dentro.


[Tratto da "Come un romanzo" di Daniel Pennac]

 
 
 

OMbre...

Post n°81 pubblicato il 06 Settembre 2011 da Lizzie.Bennet86
 
Tag: Pennac

Ci sono solo due razze sulla Terra: i molto belli e i molto brutti. Quanto alla pelle e alle storie di colore, sono capricci della geografia e nient'altro. E poi ci siamo noi altri, i comuni mortali. Nessuno osa guardare i molto brutti, per paura di ferirli, e i molto brutti muiono di solitudine, a causa della delicatezza universale. Quanto ai molto belli, tutti li guardano, ma loro non osano guardare nessuno, per paura che gli si salti addosso. E i molto belli muiono di solitudine, a causa dell'ammirazione universale.

[Tratto da "La prosivendola" di Daniel Pennac]

 
 
 

L'AltRo...

Post n°80 pubblicato il 31 Agosto 2011 da Lizzie.Bennet86
 

 

È bella di notte la città. C'è pericolo ma pure libertà. Ci girano quelli senza sonno, gli artisti, gli assassini, i giocatori, stanno aperte le osterie, le friggitorie, i caffè. Ci si saluta, ci si conosce, tra quelli che campano di notte. Le persone perdonano i vizi. La luce del giorno accusa, lo scuro della notte dà l'assoluzione. Escono i trasformati, uomini vestiti da donna, perché così gli dice la natura e nessuno li scoccia. Nessuno chiede il conto di notte. Escono gli storpi, i ciechi, gli zoppi, che di giorno vengono respinti. È una tasca rivoltata, la notte nella città. Escono pure i cani, quelli senza casa. Aspettano la notte per cercare gli avanzi, quanti cani riescono a campare senza nessuno. Di notte la città è un paese civile.

[Tratto da "Il giorno prima della felicità" di Erri de Luca]

 
 
 

IspIRazioNe...

Post n°79 pubblicato il 23 Maggio 2011 da Lizzie.Bennet86
 

«Perché non ti trovi un lavoro decente?»
 «Non ci sono lavori decenti. Se uno scrittore non riesce a campare creando, vuol dire che è morto»
 «Oh, smettila, Carl! Al mondo ci sono miliardi di persone che non campano creando. Vuol dire che sono morte?»
 «Sì»

[Tratto da "A sud di nessun nord" di Charles Bukowski]

 
 
 

GrAziE...

Post n°78 pubblicato il 03 Maggio 2011 da Lizzie.Bennet86
 
Tag: Pennac

E' vero, bisogna aspettare di aprire i regali di Natale per capire quanto i nostri cari ci abbiano perso di vista! Al momento della scelta, in negozio, non gli ricordate più nessuno. Non hanno la benchè minima idea dei vostri gusti, nemmeno il sentore dei vostri desideri nè la più piccola attenzione ai vostri bisogni reali...Non è neanche come se foste qualcun altro, è come se foste chiunque altro. Infatti a volte si sbagliano, mettono il nome di un cognato sul vostro regalo; nessuno se ne accorge.

[Tratto da "Grazie" di Daniel Pennac]

 
 
 

 FoRse...

Post n°77 pubblicato il 08 Aprile 2011 da Lizzie.Bennet86
 


Ci si innamora così,
cercando nella persona amata il punto
a nessuno rivelato,
che è dato in dono solo a chi scruta,
ascolta con amore.
Ci si innamora da vicino, ma non troppo,
ci si innamora da un angolo acuto
un poco in disparte in una stanza.

[Tratto da "Tu,mio" di Erri De Luca]

 
 
 

Nacque il primo giorno di primavera...

Post n°76 pubblicato il 21 Marzo 2011 da Lizzie.Bennet86
 

I poeti lavorano di notte

quando il tempo non urge su di loro,

quando tace il rumore della folla

e termina il linciaggio delle ore.

I poeti lavorano nel buio

come falchi notturni od usignoli

dal dolcissimo canto

e temono di offendere iddio

ma i poeti nel loro silenzio

fanno ben più rumore

di una dorata cupola di stelle.

[Alda Merini - Oggi avrebbe compiuto 80 anni]
 

 
 
 

LoNtaNanza...

Post n°75 pubblicato il 28 Febbraio 2011 da Lizzie.Bennet86
 


Anche se vai più lontano che puoi, non è detto che riuscirai davvero a fuggire di qui.
Secondo me è meglio non fare troppo affidamento sulla lontananza.

[Tratto da "Kafka sulla spiaggia" di Murakami Haruki]

 
 
 

FrateLLi...

Post n°74 pubblicato il 30 Gennaio 2011 da Lizzie.Bennet86
 


[Firenze]

Avevo la febbre molto alta e pensai che la mamma sarebbe stata contenta di possedere il tuo ritratto. Avrei potuto finalmente spalancarmi il petto come si apre una custodia e la mamma avrebbe visto il tuo ritratto che portavo inciso.

[Tratto da "Cronaca familiare" di Vasco Pratolini]

 
 
 

IstanTi...

Post n°73 pubblicato il 23 Gennaio 2011 da Lizzie.Bennet86
 


[Palazzo di Taj Mahal]

In India si dice che l'ora più bella è quella dell'alba, quando la notte aleggia ancora nell'aria e il giorno non è ancora pieno, quando la distinzione fra tenebra e luce non è ancora netta e per qualche momento l'uomo, se vuole, sa sa fare attenzione, può intuire che tutto ciò che nella vita gli appare in contrasto, il buio e la luce, il falso e il vero non sono che due aspetti della stessa cosa.
Sono diversi, ma non facilmente separabili, sono distinti, ma "non sono due".
Come un uomo e una donna, che sono sì meravigliosamente differenti, ma che nell'amore diventano Uno.

[Tratto da "Un altro giro di giostra" di Tiziano Terzani]

 
 
 
Successivi »
 

 

Il mondo non morirà mai di fame per mancanza di meraviglie,
quanto per la mancanza di meraviglia...
[Gilbert Keith Chesterton]

Fino al giorno in cui mi minacciarono di non lasciarmi più leggere,
non seppi di amare la lettura: si ama, forse, il proprio respiro?
[Harper Lee]

 

ULTIMI COMMENTI

Auguriiii
Inviato da: briccone2005
il 05/10/2012 alle 15:23
 
E' uno dei migliori romanzi di Saramago (scrittore che...
Inviato da: k.way
il 19/02/2012 alle 11:27
 
Proprio cosė! Anche se č difficile che lo si capisca...
Inviato da: Fifi_Lapin
il 05/02/2012 alle 19:51
 
sono d'accordo, ciao ^_____^
Inviato da: briccone2005
il 24/01/2012 alle 11:30
 
Buon anno di cuore a te :)
Inviato da: Lizzie.Bennet86
il 03/01/2012 alle 18:42
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

 


Jean Michel Folon

Ci sono quei libri che ti ispirano una curiosità improvvisa,
frenetica e non chiaramente giustificabile...
[Calvino]

Il tempo per leggere, come il tempo per amare,
dilata il tempo per vivere.
[Daniel Pennac]



Leggere significa trovare le parole giuste,
quelle perfette per esprimere ciò a cui non riusciresti a dare forma.
Trovare una descrizione a ciò che tu facevi fatica a riassumere.
Nei libri le parole degli altri risuonano come un'eco dentro di noi,
perché c'erano già.
[Fabio Volo]

Ci sono crimini peggiori di bruciare libri, uno di questi è non leggerli.
[Joseph Brodsky]

 

TAG