Ma la sanità...?

Post n°1081 pubblicato il 24 Aprile 2014 da indyveg

Poniamo il caso che X abbia bisogno di un certificato medico ma:
-è prefestivo e non c'è il medico di base, il quale dice che deve andare dalla guardia medica;
-chiamata la guardia medica che dice di andare in ospedale;
-in ospedale dicono che, ovviamente, la guardia medica è altrove e loro non possono prestarti attenzione e/o cure perché c'è sempre qualcuno più bisognoso di entrambe;
- si va altrove ma, stupore e meraviglia, il dottore di turno, quel dottore, COME SEMPRE non è in postazione;
-si richiama la guardia medica che si incazza perché l'idiota dottore è dove non si sa (come sempre);
-l'idiota alla fine raggiunge telefonicamente il "paziente" (si fa per dire, perché la pazienza...) e gli dice che deve tornare in ospedale... (col cavolo!)
Vabbe', poi fa la diagnosi via telefono e dice che manderà il certificato online.
Qualche ora più tardi ti richiama per: codice fiscale errato, cap errato, indirizzo di posta elettronica errato e numero dei giorni di malattia errato. (Che uno condannato a un tot di mesi patteggiati per molestie sessuali durante una visita ginecologica dovrebbe stare a spalare merda nei cessi pubblici otturati...)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Quanto tempo!

Post n°1080 pubblicato il 13 Aprile 2014 da indyveg

Quanto tempo è passato dal mio ultimo post nel blog... e soprattutto quanto ne è trascorso dal primo! Ogni tanto mi capita di riaprire un mese di un anno a caso (cavolo, Lbero, ma inventare un calendario più veloce per tornare indietro nel tempo, no, eh?) e ritrovo cose che la mia mente ha perso, altre riemergono appena sotto un leggero velo di oblio, altre ancora sono lì, belle vivide e presenti tuttora nel presente... Molto è cambiato da allora, poco è cambiato. Io sono cambiata. Un po' più forte, un po' più fragile. Un po' più insicura e un po' più decisa. A volte un po' più incupita, altre decisamente sorridente. Un po' delusa e un po' contenta di come sono "cresciuta" in tutti questi anni. Qualche certezza è caduta, qualcun'altra è rimasta bella solida così com'era già. Ah, c'è ancora Berlusconi sulle prime pagine. Alcune cose sono rimaste invariate, forma e sostanza...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

GladiaTTori...

Post n°1079 pubblicato il 11 Luglio 2013 da indyveg

Er gladiatore der terzo millennio se ne sta fermo lì, all'ombra dell'ulivo de fronte ar Colosseo. La plastica dell'armatura se scioje quasi sotto l'afa pomeridiana ma lui no, resiste, impavido e coraggioso, co' solo 'na goccia de sudore che j'emperla er viso. Gladio e scudo, tutto 'mpettito, se guarda 'ntorno circospetto, manco fossero leoni i turisti intorno a lui. "Uàn foto, miss? Roman gladietor? Uàn foto uid de suord?", ma a quelli nun je ne pò frega' de meno, non se curano de lui ma guardano e passano.

Oltre, ovviamente.

Offeso nella sua dignità de figura famosa nei libri de storia e ner cinema ollivuddiano, er gladiatore der terzo millennio li guarda allontanasse, poi se gira, appoggia er gladio alla ringhiera, se stira e esplode in un rutto de vesuviana memoria. E io sto lì a due passi che aspetto l'80, zozzone, ma nun te vergogni?


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Ventinove anni senza

Post n°1078 pubblicato il 11 Giugno 2013 da indyveg

Ricordo il pullman pieno di persone e io ero la più piccola.

Ricordo l'enorme piazza affollata sotto il sole inclemente di inizio estate.

Ricordo i canti, i pugni levati in alto, le bandiere rosse, le lacrime di molti.

Ricordo che mi mancò l'aria e svenni, facendo prendere un colpo a mia madre.

Ricordo, anzi, so, che sei stato un grande Uomo.

So, e purtroppo ricordo, che dopo di te non c'è stato più nessuno.

Ciao Enrico

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Sanità...

Post n°1077 pubblicato il 29 Maggio 2013 da indyveg
Foto di indianina67

Una mia amica, dializzata, in preda a febbre altissima da una settimana e con un'infezione ad una cisti al fegato, viene portata al pronto soccorso di un grande ospedale romano. E' un codice verde, ha bisogno di ricovero ma non ci sono posti letto. Caricata su una barella, dopo ore di attesa, viene portata in quella bolgia infernale che è lo spazio antistante quella che sarebbe dovuta essere la "reception" dell'ospedale, adibita ormai a ricovero "temporaneo" per i codici verdi, in attesa che si liberi un posto in reparto. La situazione è tragica: saranno 30 o 40 persone stipate, tutti sulle barelle che ti spezzano le ossa; tra una barella e l'altra c'è una distanza di meno di mezzo metro, credo; non c'è posto nemmeno per le aste delle flebo, tant'è che il muro è tappezzato di bottigliette attaccate con del nastro adesivo. I neon enormi al soffitto sono accesi 24 ore su 24. Il vocìo, i lamenti, i cellulari che squillano, il viavai degli infermieri che passano lì davanti con altre barelle con altri malati; mi pare 3 o 4 bagni a disposizione...
La privacy non esiste, devi subire gli umori, i dolori e gli odori di tutti. Se ti rode il culo, per dirla come si fa dalle mie parti, manco te lo puoi grattare, ecco...
Poi ti portano a fare una Tac e quando torni il tuo posto-barella è occupato e non sanno dove metterti. Alla fine capita che ti piazzano proprio in mezzo allo stanzone, chiunque passa deve schivarti, sei lì, in mezzo... Se in ospedale sei solo un numero, in questa condizione non hai nemmeno quello.
Nel Lazio la situazione è drammatica: hanno ridotto all'osso i posti letto, chiusi ospedali, ma i pazienti aumentano sempre di più.

Esci da quell'inferno e ti viene da piangere. Di rabbia.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Ciao

Post n°1076 pubblicato il 22 Maggio 2013 da indyveg

Ciao, angelo anarchico. Sei stato il prete della gente, degli ultimi, davvero.
Ho davanti agli occhi le immagini di te che canti Bella Ciao in chiesa, dopo la messa, con i fedeli. Sei stato un grande uomo che ha avuto SEMPRE il coraggio di manifestare le proprie idee al costo di mettersi contro i poteri, le gerarchie di Stato o Chiesa. Il Don Gallo dei lavoratori, di Carlo Giuliani, dell'impegno sociale, dell'ideale politico...
Mi mancherai, Don Ga'... io che ti vedo cantare e piango posso dirti qualcosa come...

                     iHASTA SIEMPRE, DON!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Dedicato a quelli che "ma perché non ti trasferisci?"

Post n°1075 pubblicato il 17 Maggio 2013 da indyveg

A te, automobilista cittadino che, come sempre, ti sei fermato a un centimetro dalle mie scarpe con il fiore giallo mentre ero sulle strisce, che poi t'ho guardato e hai mimato un grugnito... dico anche a te, signorina di Castroni, che quando ti ho chiesto gentilmente di spostarti perché volevo acquistare un prodotto, me l'hai passato con la grazia che contraddistingue gente da Cassano in giù e senza nemmeno guardarmi in viso... e anche te, giovin signore che ho trovato piazzato davanti alla porta del 175 quando sono salita a via del Corso e sei rimasto attaccato lì fino a una fermata dal capolinea (ventiminutidopo!!!), che t'ho dovuto toccare un braccio per chiederti di spostarti, visto che quei minchia di auricolari sparati nelle orecchie ti stavano proiettando come minimo ad un concerto di Gigi D'Alessio (dico così perché secondo me Lambroso non è tutto da butta'!)...
beh, io devo chiedervi scusa per aver visto in voi nient'altro che maleducazione... E vi chiedo scusa perché quando alle 6.45 di mattina sto aspettando il treno per andare a Roma e sento che già ci stanno tot km di coda sulla diramazione Roma sud e incolonnamenti sul tratto urbano della A24 Roma-L'Aquila, ce credo che come minimo ve rode il culo tutto il giorno. Comunque grazie lo stesso, eh...


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

SolitariaMente

Post n°1074 pubblicato il 15 Maggio 2013 da indyveg

Leggo da Gramellini di un signore campano che, in una lettera semplice e toccante, parla con tono disarmante della sua solitudine. Un po' portata dal destino, altra da scelte altrui, comunque sempre e solo solitudine.
Un uomo anziano che convive con i disagi e i malesseri della sua età, che vive con un citofono muto,  la tv sempre accesa, il giornale sulle ginocchia.
E a quel giornale affida tutta la pesantezza della sua anima e chiede un piccolo favore: che almeno nel giorno del suo onomastico, il 17 maggio, si possa sentire meno solo. Vorrebbe ricevere bigliettini d'auguri. Un piccolo gesto, compiuto da mani sconosciute, mani che fanno parte di questo meraviglioso mondo bastardo.

Buon onomastico, Pasquale...

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Divo

Post n°1073 pubblicato il 07 Maggio 2013 da indyveg

Roma centro, piazza vicinissima ai "palazzi" di potere, qualche estate fa.

Esco dal lavoro di corsa, mi soffermo sul portone perché c'è una lunga macchina nera, lucidissima, parcheggiata proprio lì davanti.
Indugio un attimo cercando di capire se stia ripartendo o se devo "circumnavigarla" e mi accordo che il finestrino posteriore si sta lentamente abbassando, facendo emergere dall'interno dell'auto una sagoma inconfondibile, vuoi per le orecchie e la famosa gobba.

Resto un attimo come paralizzata mentre osservo Andreotti tutto piegato su se stesso.

"Cavolo, ESISTE DAVVERO!", ecco cosa ho pensato in quel momento.
E' stata una sensazione incredibile, un po' la stessa che provai vedendo Paul McCartney suonare al Colosseo. Cioè delle figure che avevo anche sul manuale di storia contemporanea, persone che non "vivono" ma semplicemente "fanno parte" della storia.

E Giulio se n'è andato. Paradossalmente pochi giorni dopo Agnese, la moglie di Paolo Borsellino. E penso che, come lei, molti altri l'abbiano aspettato con ansia per fare tutti, più o meno, le stesse domande.

E, cosa strana, non riesco nemmeno a provare compassione, pietà, nulla, per l'uomo.
La notizie mi è arrivata ed è scivolata via, così. Comunque, pace (se l'avrà meritata) all'anima sua.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Passa il tempo e che fa...

Post n°1072 pubblicato il 04 Maggio 2013 da indyveg

... niente, esattamente niente.

Vedo il paese che va allo sfascio, serenamente, pacatamente, inciuciamente.

Vedo che da venti anni urliamo contro berlusconi e puntualmente ce lo ritroviamo più fresco che mai.

Vedo che la gente si impicca, si spara, si butta dalla finestra perché NON ha più un lavoro, e, come diceva qualcuno, "senza il diritto al lavoro la persona perde la sua dignità".

E questo era Rodotà.

Appunto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

Venezia - Rialto

 

Etna

 

Pinguini Polo Sud

 
 

Londra live - Piccadilly Circus

 

Loch Ness - waitin' for Nessie

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Sto leggendo:

Il nipote del negus

Andrea Camilleri

 

Ho letto:

La caccia al tesoro
Andrea Camilleri
Il mago del vento
Vauro Senesi
Il vento dell'Antola
Cristina Raddavero
Vedi alla voce amore
David Grossman
La rizzagliata
Andrea Camilleri
Il bambino con il pigiama a righe
John Boyne
La bastarda di Istanbul
Elif Shafak
Le  Petit Prince
Antoine de Saint-Exupèry
La danza del gabbiano
Andrea Camilleri 
Il re di Girgenti
Andrea Camilleri
Emma
Jane Austen
 

Il sonaglio
Andrea Camilleri
 
London
Edward Rutherfurd
Il cane di terracotta
Andrea Camilleri
Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
Luis Sepúlveda
Gli amori difficili 
Italo Calvino

 

Ultime visite al Blog

elektosuonoindianina67fosco6ciaolauramariani.luciano_1972demitri1976Andrews82martha76.mtciancarini.claudioorlandinomarchice1fralema1963lacilentananinograg1
 

Ultimi commenti

presentare una bella denuncia e farsi dire che medico...
Inviato da: comelunadinonsolopol
il 05/11/2014 alle 10:33
 
....e BUON ANNO....Ciao...CARLO!
Inviato da: fosco6
il 31/12/2013 alle 11:33
 
BUON NATALE ...Ciao...CARLO!
Inviato da: fosco6
il 24/12/2013 alle 14:48
 
E' proprio un italietta quella che ricorre ancora a...
Inviato da: fosco6
il 13/07/2013 alle 11:04
 
Cara Aug... sai che questa nuova modalità da te suggerita...
Inviato da: indyveg
il 11/06/2013 alle 17:16
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 56