Creato da: giampi1966 il 13/03/2006
Questo blog si propone di promuovere la politica come servizio e la coerenza dei politici con gli obbiettivi programmatici. Troppo spesso l'agire del politico è distante anni luce dal suo programma e da ciò che professa. Per poter rinascere la politica deve sapersi imporre alle varie pressioni e deve guardare lontano.

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Tag

 

Ultime visite al Blog

elyravmassimocoppagiampi1966paperino61tojigendaisukenina.monamourwoodenshipnike900desideria_io2009zoppeangeloaliasnoveTerzo_Blog.Giuslubopolunetta_08
 

OGM NO GRAZIE

 

SE TI PIACE QUESTO BLOG VOTALO CLICCANDO NELL'ICONA SOTTOSTANTE

classifica siti

 

vota il blog

vota blog

 

Area personale

 

Qui sotto alcuni dei messaggi del blog che a mio parere meritano di essere letti. Ringrazio i visitatori che usufruendo di questa funzione dimostrano un approccio non superficiale al blog.

Mi raccomando date un'occhiata anche ai Tags

 

I MITICI INDIANI

 

IL VALORE DELLA LAICITA'

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 86
 

EL PUEBLO UNIDO

 

Ultimi commenti

CARMELA

carmela

 
 

BLOG DI SINISTRA

 

 

 

LIBERO INEFFICIENTE

Post n°1092 pubblicato il 16 Maggio 2019 da giampi1966

HO APERTO UN TICKET PER LA DIFFICOLTÀ DI ACCESSO A QUESTO BLOG.

NATURALMENTE LIBERO NON HA RISOLTO IL PROBLEMA.

ORA CAPISCO PERCHÉ MOLTI HANNO ABBANDONATO LA PIATTAFORMA.

FORSE È LA VOLTA BUONA, DOPO ANNI DI CANCELLARE O ALMENO ABBANDONARE IL BLOG, ANCHE SE MI DISPIACE MOLTISSIMO PER GLI AMICI.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La vera piaga italiana

Post n°1091 pubblicato il 08 Maggio 2019 da giampi1966
Foto di giampi1966

Il vero problema della nostra Italia, anche dal punto di vista economico, è la corruzione.

La corruzione toglie direttamente alla collettività 50-60 miliardi all'anno, ma i danni che provoca indirettamente sono superiori, se pensiamo alle infiltrazioni mafiose, all'inquinamento della politica ma anche ambientale oltre che morale.

La corruzione è causa anche di altri problemi meno visibili ma ugualmente devastanti, come disse Cantone un dipendente pubblico onesto è difficile che faccia carriera, tramite i concorsi truccati non vengono assunti i più competenti ma i più conniventi. I sindacati conflittuali vengono penalizzati a favore di quelli "distratti", in primis i confederali.

Se l'Italia riuscisse a contenere questo deprecabile fenomeno diverrebbe un grande paese.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

I giovani vecchi italiani

Post n°1090 pubblicato il 05 Maggio 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

Sono sempre stato uno che ha cercato di favorire i giovani, è giusto, i giovani hanno più energia, capacità di adattamento, voglia di cambiamento....

Coerentemente alla mia  idealiuzazzahione sui giovani ho spesso ceduto il mio posto a giovani, in politica, nel sindacato, perfino nel lavoro, ogni volta però me ne sono pentito, purtroppo temo che i giovani italiani siano stati educati al moderatismo, sono degli yes man, sono convinti che l'ordine costituito non vada intaccato e che i rivoluzionari siano il male assoluto. Sono insomma l'ideale per le reazionarie ed arretrate elite italiche.

Sapevamo, noi di sinistra, di aver perso la battaglia culturale, personalmente però speravo nei giovani, purtroppo però temo che in Italia questa speranza sia mal risposta. Per fortuna qualche segnale positivo viene dall'estero.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

PRIMO MAGGIO W I LAVORATORI

Post n°1089 pubblicato il 01 Maggio 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

La strage di Portella della Ginestra fu un eccidio commesso in località Portella della Ginestra, in provincia di Palermo il 1° maggio 1947, l'esecutrice materiale fu la banda del criminale Salvatore Giuliano, che sparò contro la folla riunita  per celebrare la festa dei lavoratori èrovocando 11 morti e numerosi feriti, nei giorni successivi vennero assaltate sedi di partiti di sniistra e delle camere del lavoro della zona.

I mandanti della strage non sono certi, tutttavia sono state provate le infiltrazioni mafiose, dell'autonomismo siciliano, dei latifondisti e politici locali, con naturalmente la connivenza dei servizi segreti nazionali, in pratica la prima delle stragi di stato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Gramsci e la sua splendida coerenza

Post n°1088 pubblicato il 27 Aprile 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

Un mio amico: "Gianpiero a proposito di coerenza...."

"NON HO MAI VOLUTO MUTARE LE MIE OPINIONI, PER LE QUALI SAREI DISPOSTO A DARE LA VITA E NON SOLO A STARE IN PRIGIONE." 82 ANNI FA MORIVA ANTONIO GRAMSCI

Il 27 aprile del 1937 moriva Antonio Gramsci. Lo vogliamo ricordare con questa intensa lettera che scrisse alla madre. Una lettera di passione, di lotta, di resistenza, di amore.

"Carissima mamma,
sto per partire per Roma. Oramai è certo. Questa lettera mi è stata data appunto per annunziarti il trasloco. Perciò scrivimi a Roma d’ora innanzi e finché io non ti abbia avvertito di un altro trasloco. Ieri ho ricevuto un’assicurata di Carlo del 5 maggio. Mi scrive che mi manderà la tua fotografia: sarò molto contento. A quest’ora ti deve essere giunta la fotografia di Delio che ti ho spedito una decina di giorni fa, raccomandata.
Carissima mamma, non ti vorrei ripetere ciò che ti ho spesso scritto per rassicurarti sulle mie condizioni fisiche e morali. Vorrei, per essere proprio tranquillo, che tu non ti spaventassi o ti turbassi troppo qualunque condanna stiano per darmi.
Che tu comprendessi bene, anche col sentimento, che io sono un detenuto politico e sarò un condannato politico, che non ho e non avrò mai da vergognarmi di questa situazione.
Che, in fondo, la detenzione e la condanna le ho volute io stesso, in certo modo, perché non ho mai voluto mutare le mie opinioni, per le quali sarei disposto a dare la vita e non solo a stare in prigione. Che perciò io non posso che essere tranquillo e contento di me stesso. Cara mamma, vorrei proprio abbracciarti stretta stretta perché sentissi quanto ti voglio bene e come vorrei consolarti di questo dispiacere che ti ho dato: ma non potevo fare diversamente.
La vita è cosí, molto dura, e i figli qualche volta devono dare dei grandi dolori alle loro mamme, se vogliono conservare il loro onore e la loro dignità di uomini.
Ti abbraccio teneramente.
Nino
Ti scriverò subito da Roma. Di’ a Carlo che stia allegro e che lo ringrazio infinitamente.
Baci a tutti"

Cannibali e Re
Cronache Ribelli

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ora e sempre 25 APRILE

Post n°1087 pubblicato il 25 Aprile 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

Il 25 aprile per combattere il relativismo storico e morale.

I partigiani non sono uguali agli aguzzini.

La democrazia è tutt'altro rispetto alla dittatura nazi-fascista.

I morti non sono uguali, i civili e i partigiani morti per combattere la dittatura non possono paragonati ai collaborazionisti, alle SS, alle camicie nere, alla Gestapo, alle varie milizie fasciste.

Il patetico progetto di uniformare tutti, evidenziando i residuali e rari crimini di guerra commessi anche dai partigiani (ricordiamoci che era una guerra molto cruenta), cercando di fare passare la parola d'ordine tutti colpevoli quindi tutti uguali, è un clamoroso falso storico.

Le dittature nazi-fasciste oltre a togliere la libertà, a causare la guerra, hanno trucidato centinaia di migliaia di civili inermi oltre che partigiani combattenti per la libertà di tutti, compresi gli attuali revisionisti.

Quindi W IL 25 APRILE!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Notre dame pioggia di denari

Post n°1086 pubblicato il 17 Aprile 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

L'incendio della cattedrale di Notre dame è una tragedia per tutta l'umanità.

Inspiegabili per adesso le vere cause, mentre è sicuro che ci siano state delle gravi inadempienze.

Molte famiglie e aziende hanno promesso di versare centinaia di milioni di euro, si è superato il miliardo in poche ore a dimostrazione che i soldi ci sono ma, evidentemente, valgono più le cose che le persone per le quali si fa fatica a tirare fuori degli spiccioli.

La distribuzione della ricchezza è diventata una priorità imprescindibile.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Le menzogne del liberismo

Post n°1085 pubblicato il 02 Aprile 2019 da giampi1966
 

Oggi ho sentito delle valutazioni dell'OCSE che mi hanno fatto infuriare.

A loro parere la contrazione economica in Italia è dovuta alle due misure simbolo del governo, il reddito di cittadinanza e quota 100.... Ma come è possibile???? Queste misure sono state appena adottate e non possono aver dato luogo a nessun effetto ne positivo che negativo.

Il reddito di cittadinanza distribuendo risorse a persone povere, che quindi hanno un'alta propensione al consumo, probabilmente avrà un effetto positivo sull'economia, incentivando anche le imprese sane.

Quota 100 favorirà l'assunzione di giovani (anche se confindustria non condivide), inoltre gli anziani costano all'impresa molto di più rispetto ad un nuovo assunto.

Infine l'OCSE per completare la sua opera denigratoria, prevede un incremento del PIL negativo, perfino confindustria non si azzarda a tanto.

È incredibile come la realtà venga stravolta per difendere l'ideologia ultraliberista.

Ps. questo blog è stato inserito nei siti inaffidabili, visto quello che c'è in giro lo considero un grande onore perché significa che sto scrivendo la verità e soprattutto che do fastidio

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

emancipazione femminile nella storia

Post n°1084 pubblicato il 31 Marzo 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

 

Ogni tanto bisogna volare alto e ragionare di teoria.

Il libro di storia di mio nipote è fatto bene e per ogni civiltà riporta la condizione femminile.

Leggendolo ho capito che le mie idee sulla storia e sul progresso civile e sociale erano sbagliate.

Non esiste uno sviluppo progressivo dei diritti civili, come non esiste uno sviluppo mondiale, ogni civiltà è completamente diversa in questo senso.  Il progresso della civiltà egizia per quanto concerne i diritti delle donne è sconvolgente, ad esempio diverse donne divennero faraone, le moglie e le figlie dei funzionari e dei mercanti avevano eguali diritti legali rispetto agli uomini e in occasione del matrimonio la moglie stipulava con il marito dei contratti nei quali venivano elencati i beni che portava con sé nella nuova famiglia e gli alimenti che il marito le avrebbe dovuto versare in caso di divorzio, ma sembra che anche tra le classi meno ambienti la condizione femminile fosse discreta, mentre all’apposto l'arretratezza in questo campo della cultura ellenistica (tanto decantata da noi occidentali) è raccapricciante.

Un altro significativo esempio è rappresentato dalla sorprendente civiltà etrusca. Lo storico Teopompo descrisse inorridito il comportamento delle donne etrusche, che si presentavano nude in pubblico, sedevano e bevevano ai banchetti, mostrando un comportamento libero e disinibito con altri uomini. In Etruria, infatti, la donna rispettabile partecipava alla vita pubblica, frequentando le feste, i giochi e le gare atletiche. Nessuno criticava questi comportamenti, che anzi erano così apprezzati dagli Etruschi da venire rappresentati anche nelle statue e nei dipinti che decoravano le loro tombe. Anche la partecipazione delle donne nella vita pubblica era consueto in questa civiltà.

Il nostro egocentrismo ci porta a considerare solo il nostro modello di civiltà e la nostra epoca come la più evoluta, ma quest'ultimo aspetto riguarda solo il progresso scientifico, il realtà, purtroppo, lo sviluppo civile non è linearmente indirizzato al progresso,

Fonte: il passaggio di enea - Laterza

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Cari genitori proteggete i vostri figli

Post n°1083 pubblicato il 14 Marzo 2019 da giampi1966

Cari genitori, giustamente vi impegnate giornalmente nella difesa dei vostri figli.

Siete disposti a fare qualsiasi cosa per proteggerli.

Però non fate nulla per difenderli dal pericolo più grande.

La distruzione della terra.

Dobbiamo adottare ogni tipo di misura, ogni tipo di lotta per consentire ai nostri figli di vivere sulla terra.

Una terra devastata significa morte, guerre e malattie.

Non puoi permettere di far vivere tuo figlio all'INFERNO!!!

LOTTIAMO PER DIFENDERE LA TERRA!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Primarie del Partito Destra

Post n°1082 pubblicato il 01 Marzo 2019 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

Lo so, mi ripeto, ma ogni volta mi imbatto in qualcosa che ritengo, a mio parere, negativo, ma indubbiamente anti sinistra, approvata dal partito democratico.

L'ultima cosa, anche se non la più importante, che mi ha portato a fare certe riflessioni sul PD è la riforma Madia che trascura il fatto che nella pubblica amministrazione esistono dinamiche tali che, se dai alle amministrazioni il potere di agevolare qualche dipendente a discapito degli altri, adducendo fantomatici obiettivi di meritocrazia, in realtà dai solo la possibilità ai politici di dare prebende ai leccapiedi, ai dirigenti di lavorare meno e di dare regalie ai lecchini e a tutti di sfavorire i dipendenti scomodi che denunciano gli sprechi e fanno attività sindacale seria.

Ma questa "sindrome" mi succede spesso, infatti quando accendo la TV e sento il PD che è pro TAV e che non parla mai di difesa dell'ambiente.

Sempre il PD è contrario a quota 100, contrarissimo al superamento del jobs atc, contrario al reddito di cittadinanza, contrario alla difesa della vera scuola pubblica, contro cui si è inventato la "buona scuola" e ha incrementato i finanziamenti alla scuola privata. Non parliamo poi della sistematica distruzione della sanità pubblica.

Il PD partecipa alle manifestazioni anti razzismo, ma mi chiedo chi sia stato a creare i campi di concentramento in Libia...

Senza contare che il casino sulle autonomie è colpa del PD, che per fortuna non è riuscito a riformare ancora in peggio la costituzione.

Mi rendo conto che questo partito pro-banche, pro-burocrazia europea, pro-armamenti (renzi ha incrementato le spese militari), sia un vero partito di destra e mi meraviglio quando qualcuno di sinistra gli dia ancora credito.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

GIORNATA DELLA MEMORIA

Post n°1081 pubblicato il 31 Gennaio 2019 da giampi1966
 

Come ho già sostenuto in altri post la giornata della memoria non gode della mia simpatia.

Certo ritengo importante ricordare quei tragici eventi, quel folle genocidio, però mi sono sempre chiesto perché non viene ricordato il genocidio degli Armeni? Oppure quello dei cinesi sotto l'occupazione Giapponese? O quello perpetuato nei confronti degli indiani d'America?

E poi le stesse persone che commemorano il giorno della memoria sono le stesse che lasciano morire in mare centinaia di persone, che hanno creato i campi di concentramento in Libia, oppure sostengono il governo di Israele che da decenni massacra i palestinesi e come la mettiamo con i kurdi?.

Non sopporto l'ipocrisia e l'incoerenza, senza contare che per esperienza personale ho potuto appurare che trattasi ormai di un business milionario.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SI TAV NO TAV

Post n°1080 pubblicato il 13 Gennaio 2019 da giampi1966
 

I quattro gatti (15.000) borghesucci si tav hanno nuovamente sfilato a Torino, ricevendo un'attenzione spropositata da parte della stampa.

A questa manifestazione hanno partecipato anche molti sindaci, alcuni dei quali avevano aspramente criticato i sindaci che avevano partecipato alla molto più partecipata (80.000) manifestazione NO TAV.

Questi reazionari ritengono sia conveniente spendere 20 miliardi per far guadagnare 20 minuti alle merci, peraltro su una tratta che ha visto diminuire il traffico in questi anni.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BUON 2019

Post n°1079 pubblicato il 31 Dicembre 2018 da giampi1966

Buon anno, ma non a tutti.

Buon anno ai rari Don Chisciotte, a chi non si rassegna.

Buon anno a coloro che non badano al proprio orticello ma coltivano la terra di tutti.

Buon anno ai sognatori, a coloro che guardano oltre, che non pensano solo al contingente.

Buon anno a chi nel 2019 farà un passo di lato, uscirà dal proprio opportunismo per difendere degli ideali per i quali vale la pena di esistere.

BUON 2019! 🍾💥🌶🍾🗡🛡

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

È NATALE USCITE DALL'IPOCRISIA

Post n°1078 pubblicato il 15 Dicembre 2018 da giampi1966
 

È NATALE, siamo tutti più buoni, quindi mi è venuta voglia di scrivere questo messaggio.

Mi rivolgo soprattutto ai cosiddetti MODERATI, ai BACCHETTONI, ai RAZZISTI, a coloro che pensano solo al proprio orticello, ai CARRIERISTI e agli IMPRENDITORI SENZA SCRUPOLI.

A vostro parere GESÙ è un moderato?

A vostro parere GESÙ era dalla parte dei potenti?

A vostro parere GESÙ era un rivoluzionario o un difensore dello status quo?

A vostro parere GESÙ era tollerante verso i diversi?

Se rispondete positivamente alle prime due domande e negativamente alle altre due, o non avete letto una riga del Vangelo o preferite mentire a voi stessi perché vi conviene, ma almeno SMETTETELA DI FARE GLI IPOCRITI!!!!

Ps io non sono credente ma ho sempre ammirato la figura del compagno palestinese, capellone chiamato GESÙ.

   

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La rivoluzione gialla

Post n°1077 pubblicato il 08 Dicembre 2018 da giampi1966
 

I francesi per fortuna non si smentiscono, il loro spirito rivoluzionario a volte viene fuori e, grazie a loro, il mondo cambia, spesso in meglio.

I francesi sono in grado di provocare i famosi salti storici, strappi che cambiano il corso della storia. La cosa mi fa ben sperare.

Come spesso accade i governanti non riescono a prevedere e affrontare in modo intelligente le rivoluzioni, così ad esempio l'Europa invece di affrontare il disagio sociale pensa bene di osteggiare in tutti i modi le uniche misure che potrebbero alleviare tale disagio, sto parlando della quota 100 e del reddito di cittadinanza, per l'Europa dei burocrati sono più importanti i decimali o affermare la propria unidirezionale autorità, infatti la Germania, la Francia, la Spagna, l'Austria ecc.. non hanno rispettato le regole europee eppure hanno ricevuto un trattamento diverso.

W LA RIVOLUZIONE!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

TAV SI O NO?

Post n°1076 pubblicato il 11 Novembre 2018 da giampi1966
 
Foto di giampi1966

Circa 30.000 persone hanno partecipato alla manifestazione di Torino a favore della TAV.

Naturalmente la manifestazione è pienamente legittima, detto questo però mi ha sconvolto il risalto mediatico che gli si è dato, in passato manifestazioni NO TAV nettamente più partecipate, SONO STATE IGNORATE DAI MEDIA, a questa invece gli si sta dando un valore epocale.

È evidente la regia che ci sta dietro.

Comunque vi chiedo, posto che le risorse disponibili SONO LIMITATE, preferite spendere 10 - 20 miliardi per la Torino Lione o la stessa cifra in manutenzione di ferrovie, strade, ponti, fiumi, difesa del territorio???

È la base dell'economia e della politica, quando si fanno delle scelte bisogna valutare il costo opportunità, quindi non ragioniamo sul fatto se la TAV sia utile o meno, supponiamo che sia utile, ma se questa porta dei benefici pari ad esempio a 180, mentre, utilizzando le risorse a disposizione che sono sempre scarse, la somma degli interventi fattibili con le stesse risorse da un risultato di valore beneficio maggiore (supponiamo 270) è evidentemente che devo massimizzare i benefici.

Io naturalmente pertanto non ho dubbi, con gli stessi soldi è meglio fare altro! A parte per le motivazioni ambientali che naturalmente andrebbero considerate (a anche nell'analisi costi benefici), dobbiamo tener presente che trattasi di tratta ad alta capacità merci che negli anni ha subito un calo continuo, così come anche su gomma c'è stato un calo continuo di merci trasportate, insomma, come disse anche la Corte dei conti francese, non è un'opera fondamentale allo sviluppo.

Ma potrebbe esistere anche un'altra chiave di lettura, che nessuno ha preso in considerazione, l'Italia è un paese succube degli stranieri, quindi se è vero che il traffico merci verso la Francia è relativamente scarso, in prospettiva quello della Francia verso i Balcani potrebbe diventare estremamente fiorente, quindi per la Francia il tunnel potrebbe diventare strategico, anche perché favorirebbe il porto di Marsiglia, magari a discapito di Genova...

L'8 dicembre a Torino ci sarà una grande manifestazione dei NO TAV che è da 30 anni che lottano per questa casa, spesso ignorati o repressi brutalmente

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Le bugie sulle auto inquinanti

Post n°1075 pubblicato il 28 Ottobre 2018 da giampi1966
 

Premetto, sono uno a cui piace cambiare macchina spesso, perché faccio tanti kilometri, perché odio le manutenzioni frequenti e ammetto mi piace andare in giro per concessionari.

Sono anche un ambientalista ma non ho mai pensato che cambiando macchina spesso avrei favorito l'ambiente, è vero magari le macchine nuove inquinano meno, anche se ciò non è sempre vero, vi ricordate quando ci spingevano a comprare i diesel? Ho sempre pensato che il saldo dell'impatto inquinante vada calcolato per intero, ossia non considerando solo le emissioni del veicolo ma l'intero processo, va considerata tutta la catena dalla produzione allo smaltimento.

Un autoveicolo medio pesa circa 1,5 tonnellate, pensato quanta energia e materia prima serva per costruirlo, anche per smaltire un'auto del genere serve molta energia, senza contare i problemi ambientali causati dallo smaltimento. È ovvio che se rottamo un auto dopo solo 10 anni anziché dopo 15-20 produrrò un impatto ambientale notevolmente superiore che non sarà compensato dal fatto che le auto nuove inquinino meno.

Queste cose le ho sempre pensate e sono stato contentissimo quando qualche giorno fa i verdi tedeschi hanno sostenuto proprio questo concetto, senza contare che obbligare a cambiare macchina le persone è profondamente iniquo, infatti le classi sociali meno ricche vengono notevolmente penalizzate e in alcuni casi sono costrette a rinunciare alla macchina.

Quindi è ora evidentemente che queste campagne di finto ambientalismo favoriscano solo le aziende automobilistiche.

Forse è diversa la questione dell'auto elettrica, poiché in questo caso la riduzione delle emissioni è maggiore, ma anche in questo caso andrebbe fatto il calcolo riferito a tutta la filiera ed in ogni caso andrebbero costruite auto destinate a durare a lungo, purtroppo le auto elettriche hanno il problema della durata delle batterie e comunque l'energia necessaria per la ricarica andrebbe prodotta con fonti alternative (basterebbe il 3% della superficie del Sahara attrezzato con pannelli solari, per produrre l'energia necessaria a tutto il mondo).

Comunque stiamo attenti al falso ambientalismo, l'unica soluzione è consumare meno.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Perché non vogliono salvare il mondo???

Post n°1074 pubblicato il 18 Ottobre 2018 da giampi1966
 

Ieri una notizia appresa dalle iena mi ha sconvolto e fatto incazzare tantissimo.

Stavano parlando del riscaldamento globale e fin qui tutto male, ma quando hanno detto che basterebbe riempire il 3% del deserto del Sahara di pannelli solari, per produrre l'energia necessaria per tutto il mondo, mi è scattata la rabbia.

Ma come, la soluzione è così semplice e continuiamo su questa criminale strada di distruzione del pianeta???

ALLUCINANTE!!!!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

La democrazia prima di tutto

Post n°1073 pubblicato il 14 Ottobre 2018 da giampi1966
 

Non è un argomento nuovo ma è attuale, sto parlando dell'interferenza della finanza e dei burocrati nella democrazia, indipendentemente dal contenuto delle decisioni politiche un governo deve far fede al suo programma e al mandato degli elettori.

Se elementi esterni impediscono la realizzazione dei programmi dei vari governi, la democrazia è morta, conseguentemente è inutile andare a votare.

Purtroppo temo che siamo a questo punto, se un governo realmente di sinistra andasse al potere, gli scatenerebbero contro tutto; ricatti finanziari, fango mediatico, servizi segreti e se il governo non molla una bella guerra.

Quindi ragazzi cosa facciamo???

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »