Creato da lontradelbosc il 09/06/2011

ALABURIAN

la parola inventata

 

 

« il maggio dei semiSpaventarsi dei bambù »

PERCHE' NON BALLATE?

Post n°143 pubblicato il 22 Giugno 2013 da lontradelbosc
 

 

 
Foto di lontradelbosc

                                                    Renato Guttuso, Donna alla finestra, 1942

 

Sto riordinando, e non è che mi piaccia particolarmente farlo.

Per fortuna siamo in estate e l'arietta entra dalla finestra spalancata.

Là fuori c'è un'orda di grilli, li sento.

Ogni tanto mi fermo a dare un'occhiata alla stanza.

Sul davanzale è posato il libro dei racconti di Carver che sto leggendo.

Un racconto, su tutti quelli che ho letto finora, mi ha dato la botta,

riportandomi al tempo in cui sentivo le cose in una certa maniera.

Troppo complicato spiegare quale maniera.

Basta leggere il racconto e chiunque può capirla da sè.

S'intitola "Perchè non ballate?" 

Non ci si può sbagliare, il senso di ciò che esprime risulta chiaro.

E intriga parecchio, ma con eleganza, e una vena di malinconia.

Il racconto inizia con l'uomo che guarda i mobili della camera da letto

sistemati in giardino, disposti come lo erano stati nella stanza.

Penso che anche a me piacerebbe vedere la mia stanza da letto in giardino,

così potrei riordinare a piedi nudi nell'erba rasata di fresco.

L'uomo del racconto stava svendendo i suoi mobili.

Forse la sua vita si trovava ad un bivio.

La mia non so.

Però penso che non vorrei vendere in quel modo i miei mobili,

anche se continuo a pensare che mi piacerebbe vederli nel prato.

 

Mi sa che sto perdendo un bel po' di tempo a fantasticare.

Con questo mio vizio di fare i sogni ad occhi aperti,

sento che sto scivolando nel



Dolce far nulla      (di Raymond Carver)


Un attimo fa ho dato un'occhiata nella stanza

ed ecco quel che ho visto:

la mia sedia al suo posto, accanto alla finestra,

il libro appoggiato faccia in giù sul tavolo.

E sul davanzale, la sigaretta

lasciata accesa nel posacenere.

Lavativo! mi urlava sempre dietro mio zio,

tanto tempo fa. Aveva proprio ragione.

Anche oggi, come ogni giorno,

ho messo da parte un po' di tempo

per fare un bel niente. 

 



 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Festa Mobile

da una copertina mi fissava

Hemingway,

come fosse l'unico a capire

 

 

" - Dobbiamo andare e non fermarci finchè non siamo arrivati.

- Dove andiamo?

- Non lo so, ma dobbiamo andare. "

 


 

GangStarrWallpaper

 

    

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

trampolinotonantelontradelboscpescipiccolifrabonviPerturbabileTiIngoioclaudia.sognofata.noirsfreccraffaella_TOsatiro78bobby44fleurs10eridanias
 

Harvest

 

 

Il bambino gridò: - ALABURIAN! -

La mamma gli chiese: - Che cosa vuol dire? -

- Tutto quello che invento per sentirmi felice -

rispose il bambino.

 

 


 

13 Maggio 13 7_lontradelbosc



 

 


 

 


 

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

Stelle

 

Care stelle, siete molto belle

quando luccicate nel cielo.

Spero che un giorno veniate sulla terra,

cosi' potrò vedervi meglio

e prendervi per mano.

Care stelle, vi voglio tanto bene,

gli uomini non vi scrivono nessuna lettera

perchè hanno troppi impegni.

Voi stelle servite molto ai marinai:

quando vi vedono sanno dove andare.

Matteo



 

 

I miei links preferiti:

http://giardinodeipoeti.wordpress.com/2013/07/18/amina-narimi/

 

 

Sto leggendo:

Orwelll: La fattoria degli animali

Orwell: 1984


 

Da dove ti sto chiamando, Carv


I miei libri sono qui:

www.anobii.com/theanguana/books

 

 


 

 

 





"...Io volerò a te...sulle ali invisibili

della Poesia...Tenera è la notte e

felicemente la Luna Regina è sul suo

trono...ma qui non c'è luce..."

(dall' Ode all'usignolo di John Keats)

 


 

 


 


 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova