Community
 
arcenciel13
   
 
Un blog creato da arcenciel13 il 02/09/2006

Vivere... perché....

perché... un bimbo ti regala un sorriso.

 
 
 
 
 
 

********

 

 

 
 
 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 
 
 
 
 
 
 

PERSA NEI PENSIERI

 
 
 
 
 
 
 

TAG

 
 
 
 
 
 
 

ULTIMI COMMENTI

Il mio augurio è che tutti ci impegnamo per la...
Inviato da: belmoro_45
il 19/04/2014 alle 19:35
 
Piove... L'universo s'espande, in attesa di...
Inviato da: Hanid
il 07/04/2014 alle 21:59
 
Rimane sordo e muto a volte, in particolari circostanze, il...
Inviato da: Hanid
il 25/03/2014 alle 20:57
 
grazie Pat... anche TU lo sei... ti voglio bene... un...
Inviato da: arcenciel13
il 12/03/2014 alle 18:18
 
un abbraccio caro Hanid...
Inviato da: arcenciel13
il 12/03/2014 alle 18:17
 
 
 
 
 
 
 
 

BACIO

la dolcezza di un bacio

immagine

 
 
 
 
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 65
 
 
 
 
 
 
 

A VOLTE MANCA...

solo un tenero abbraccio
per sentire che vivi.

 
 
 
 
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
 
 
 
 
 
 

ARC EN CIEL

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FIBROSI CISTICA

 
 
 
 
 
 
 

AMORE

A-UTENTICO
M-OMENTO
O-PPURE
R-EALTA’
E-FFIMERA

 
 
 
 
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 
 
 

ALFRED CAPUS

Dans la vie on fait ce qu’on peut. Le malheur, c’est qu’on peut faire beaucoup de bêtises.

 
 
 
 
 
 
 

STENDHAL

fleur

L`amore é un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull`orlo di un precipizio.

coeur

 
 
 
 
 
 
 

RABINDRANATH TAGORE

La vita non è che la continua meraviglia di esistere.

 
 
 
 
 
 
 

L'ALTALENA...

tra alti e bassi come nella vita.

 
 
 
 
 
 
 

Ultimi Commenti

 
belmoro_45
belmoro_45 il 19/04/14 alle 19:35 via WEB
 
Hanid
Hanid il 07/04/14 alle 21:59 via WEB
Piove... L'universo s'espande, in attesa di ripiegarsi su se stesso e collassare in una nuova esplosione galattica. Il sole corre incontro alla sua nemesi, e noi giriamo attorno al suo rincorrere la fine. Eroi e ladri s'inseguono, rubandosi i ruoli reciprocamente. Profeti di sventura acclamano la nuova era di là da venire. Ciascuno rincorre la fama come può: chi si contenta di spettegolare ha vita facile. Giudici di porta e giudici di linea, giudicare è vivere; potere dell'illusione. Basta affermare una qualsiasi banalità o malignità, critica o giudizio su terzi e già ci si sente padroni della propria vita se non dell'universo stesso. La parola, evocatrice di paradisi e inferni, invece di servire la verità, serve l'ombra che c'insegue e ci condanna a fuggire noi stessi, incapaci di sopportarne l'idea, figuriamoci il peso. Evocare col verbo un mondo, in cui crogiolarsi nel nulla di noi stessi. E in mezzo a un tale guazzabuglio insignificante e imperdibile, rincorrere un sorriso, una carezza... un bacio? Il tocco umano di un cuore... Abbi cura di te.
 
Hanid
Hanid il 25/03/14 alle 20:57 via WEB
Rimane sordo e muto a volte, in particolari circostanze, il cuore. Si ritira richiudendosi in un impenetrabile silenzio o se ne va lontano. Lasciando in tal caso interamente il campo alle operazioni della mente che si svolgono così senza alcun sostegno, abbandonate a se stesse. E almeno fra di noi, gli occidentali, così restii a tacere, le percezioni si trasformano subito in giudizio all'interno di un atteggiamento imperativo; quell'atteggiamento che precede il contenuto del giudizio, il "giudicato". E il giudicato non sempre lo sarebbe qualora il cuore fosse leggero o qualora prosegua semplicemente la sua ritmica marcia, quel giudicato apparirebbe allora in un altro modo, senza né uno sgravarsi, né un gravare. Giacché è il peso di certi contenuti che si presentano nella coscienza ciò che in alcune occasioni determina, in altre rinforza, il giudizio che su di esse ricade. Tanto che il peso della condanna che su certi fatti o esseri ricade potrebbe forse stabilirsi in base al peso da essi suscitato nella coscienza che, senza far caso al cuore, li giudica. C'è una linea impercettibile, un livello a partire dal quale il cuore comincia a sentirsi sommerso. A non incontrare resistenza intorno per mancanza di risposta alla sua incessante chiamata, dato che il suo battere è allo stesso tempo un chiamare. Di qui l'invocazione silenziosa, l'indicibile, che parte in una direzione indefinita, non di per sé, ma perché va oltre tutte le direzioni conosciute. Giacché è la mente abituale quella che fissa le direzioni, quella che stabilisce i punti cardinali lasciandoli senza significato. La mente discorsiva, la grande ordinatrice che tutto occulta. E nessuna direzione che le venga offerta dalla mente consueta può aprire la strada a questa chiamata indicibile del cuore sommerso. E se la chiamata è indicibile è perché nessuna parola di quelle già dette fa' al caso suo. Il che non significa che tra le parole che conosce non se ne trovi qualcuna o una sola che sia quella che indicibilmente cerca. Cerca un ascolto; ascoltare e che lo ascoltino senza rendersi conto, senza distinzione. E che la sua chiamata si perda nell'immensità dell'unica risposta. (Maria Zambrano) Perdonami, ma non potevo non esprimere un pensiero per dirti quanto ti sono vicino. Un abbraccio è poco. ti lascio il mio cuore. Abbi cura di te.
 
arcenciel13
arcenciel13 il 12/03/14 alle 18:18 via WEB
grazie Pat... anche TU lo sei... ti voglio bene... un tenero e dolce abbraccio
 
arcenciel13
arcenciel13 il 12/03/14 alle 18:17 via WEB
un abbraccio caro Hanid...
 
Hanid
Hanid il 08/03/14 alle 22:03 via WEB
Sempre caro mi fu quest'ermo colle, / E questa siepe, che da tanta parte / Dell'ultimo orizzonte il guardo esclude. / Ma sedendo e mirando, interminati / Spazi di là da quella, e sovrumani / Silenzi, e profondissima quiete / Io nel pensier mi fingo; ove per poco / Il cor mio non si spaura. E come il vento / Odo stormir tra queste piante, io quello / Infinito silenzio a questa voce / Vo comparando: e mi sovvien l'eterno, / E le morte stagioni, e la presente / E viva, e il suon di lei. Così tra questa / Immensità s'annega il pensier mio: / E il naufragar m'è dolce in questo mare. (L'infinito - Giacomo Leopardi) Abbi cura di te.
 
patty.riddes
patty.riddes il 05/03/14 alle 12:20 via WEB
Ma tu sei una VERA AMICA e questo lo so bene..è per quello che ti vogliooo un gran bene baci baci ...Pat
 
Hanid
Hanid il 04/03/14 alle 21:57 via WEB
Mi vedo costretto a ricordarti come non tutti siano come te; tu "vedi" le persone, riconosci la loro umanità e questo ti porta a essere loro vicina. La maggioranza non vede che se stessa, indi perché dovrebbe stare vicina a una persona sofferente, con quel che ne consegue in termini di responsabilità, impegno e affetto? Troppa fatica per quelli come loro; per loro "amicizia" è tale solo finché c'è da divertirsi e/o guadagnarci. In tal senso, ancora una volta dimostri che quando ti dico che sei una persona speciale, non è solo un complimento gratuito ma la verità. Tu sei speciale. E mi spiace sempre sentire di questo tuo sentirti malinconica e non poter fare nulla per alleviare almeno un poco il tuo sentire. Non posso che esortarti ad aver cura di te.
 
arcenciel13
arcenciel13 il 04/03/14 alle 18:46 via WEB
ciao Diana... oggi qui pioveva... anche la grandine abbiamo avuto.. buona serata
 
daniela19712011
daniela19712011 il 03/03/14 alle 14:21 via WEB
Oggi anche c'è un sole stupendo.... ciao buon pomeriggio
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 

IN QUANTI SIAMO

 

 
 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: arcenciel13
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 54
Prov: RA
 
 
 
 
 
 
 

LA MIA VITA

  erano piccoli...

un pochino più grandicelli...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

UN BELLISSIMO ABBRACCIO

 


 un altro abbraccio
un pò più sensuale

 
 
 
 
 
 
 

GRAZIE

Premio D eci e lode

grazie a gioe.rita
http://blog.libero.it/GioeRita


Premio D eci e lode
grazie a piccoloprincipe.pp
http://blog.libero.it/piccoloprincipe/

 

  premio amicizia
da nitras

  http://blog.libero.it/kriss/

grazie a Marziabel
http://blog.libero.it/marziabel

 
 
 
 
 
 
 

MUSICA

 

marco mengoni

 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 
 
 
 
 
 
 

TOMMASEO

Chi non intende i silenzi,
non intende neanche
le parole.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

arcenciel13belmoro_45mizar_aossimoraHD_Man_79PerturbabiIeHanidinterfree04piterx0occhiverdi_1955_tb0gryllo73mv55Genndybeside_me
 
 
 
 
 
 
 

IL ÉTAIT UNE FOIS

Mon coeur,
Il était triste et il pleurait,
Un jour il t’a rencontré,
Il a commencé à sourire
Et il t’a aimé pour ta douceur.

 
 
 
 
 
 
 

ANNA GEDDES

 
 
 
 
 
 
 
 

Voglio solo dormire, per sognare un mondo tutto mio.
Voglio solo piangere, per scacciare la sofferenza che c'è in me.
Voglio solo affetto, per vivere... almeno per un po'.

Luisa Fée

 
 
 
 
 
 
 

MUGUET

immagine
 
 
 
 
 
 
 

PREGHIERA CHEROKEE

Concedimi la serenità di accettare le cose che non posso cambiare,
il coraggio di cambiare le cose che posso cambiare,
e la saggezza di capirne la differenza.

 
 
 
 
 
 
 

FORSE

un momento di tristezza può succedere
però non ti lasciare avvolgere...
riprendi fiato ed inizia a sorridere...