Creato da regina_crimilde il 25/10/2005

C'era una volta...

le fiabe sono solo dei ricordi d'infanzia o non sono piuttosto un codice da interpretare? Andiamo alla ricerca dei valori, dei miti, della storia profonda dell'umanità e dell'io che trasmettono.

 

 

« La madre buonaCenerentola a rovescio »

No alla pedofilia (male oscuro e antico)

Post n°128 pubblicato il 10 Giugno 2007 da regina_crimilde

Aderisco anche io all'iniziativa promossa da sussunchi, sandalialsole e la testata giornalistica epolis contro la giornata dell'orgoglio pedofilo. Ringrazio odioviacolvento per averla portata alla mia attenzione (sono una blogger poco presente, davvero, e me ne scuso con tutta la community).

Poiché il mio blog è un po' particolare, monotematico, contribuirò con un post sulla pedofilia nelle fiabe, argomento che, qua e là, in post diversi, ho già trattato: ma certo pochi hanno letto.

Secondo una delle (molte) possibili chiavi di lettura, "attraverso i racconti fantastici che sembrano narrare la vita di eroi leggendari, la potenza delle divinità della natura, lo spirito dei morti o gli antenati leggendari di una comunità, viene data un’espressione simbolica a desideri, paure e tensioni inconsce che sono alla base dei meccanismi coscienti del comportamento umano." (J. Campbell)

Quindi questo viaggio di esplorazione e di lettura nella fiaba, alla ricerca di moniti, paure o racconti reali trasfigurati fino a farne simboli è ammissibile.

La principale fiaba che sembra drammaticamente raccontare di un evento di abduzione pedofila è Il Pifferaio di Hamelin.
Il dramma della sparizione dei bambini di un intero villaggio può anche avere motivazioni storiche (come spiegavo nel post dedicato alla fiaba e linkato sopra), ma certo la fiaba poté essere usata anche come un monito ai pericoli della pedofilia, tanto più che tutta la narrazione è pervasa dal misterioso potere seduttivo del pifferaio (che in alcune versioni si scopre essere il diavolo). Seduzione e non rapimento violento, si noti bene.

Elementi di lettura in chiave di persecuzione pedofila si trovano anche in Cappuccetto Rosso, nella figura famelica e violenta del lupo che seduce la bambina per poi divorarla. Da Freud in poi (almeno), infatti, la figura del predatore sessuale e la fame smodata e sanguigna sono accomunati, così che niente meglio del lupo delle fiabe la rappresenta.

Tale lettura è resa esplicita nella versione di Parrault che in calce alla fiaba fornisce una chiave interpretativa morale:

Qui si vede che i bimbi, ed ancor più le care bimbe,
così ben fatte, belline ed aggraziate,
han torto di ascoltare persone non fidate,
perché c'è sempre il Lupo che se le può mangiare.
Dico il Lupo perché non tutti i lupi
son d'una specie, e ben ve n'è di astuti
che, in silenzio, e dolciastri, e compiacenti,
inseguon le imprudenti
fin nelle case. Ahimè, son proprio questi
i lupi più insidiosi e più funesti!



C'è poi Pelle d'Asino, una fiaba terribile e drammatica come poche, in cui al dramma della pedofilia si aggiunge quello, assai più dramamtico, dell'incesto.
Un re padre, infatti, concupisce la figlia con una insistenza e un consenso sociale (la vorrebbe infatti sposare legalmente) tali che la ragazza è costretta a fuggire dal regno perché non trova lì nessuna difesa.

E infine tutte le figure di orco, nelle fiabe, contengono in sé anche la oscura figurazione della pedofilia, caratterizzati come sono dalla fame violenta indirizzata sempre verso i bambini indifesi.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://blog.libero.it/ceraunavolta/trackback.php?msg=2824044

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> "Love Day Boy" su L'anticonformista
Ricevuto in data 10/06/07 @ 12:38
Visitando gli amici blogger, sono venuto a conoscenza, di quest'infamia e macchia che sta ricopre...
>> NO alla pedofilia: una testimonianza storica su Abbandonare Tara
Ricevuto in data 10/06/07 @ 16:56
Dopo aver letto il post di ReginaCrimilde che ha ripercorso le tracce di allarme per la pedofilia...

 
Commenti al Post:
odisseando
odisseando il 10/06/07 alle 11:57 via WEB
illuminante.
come sempre del resto. [si può anche postar poco, ma se la qualità è questa... bacio sulla mano].
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 10/06/07 alle 20:20 via WEB
ti ringrazio, caro amico.
 
magdalene57
magdalene57 il 10/06/07 alle 14:47 via WEB
davvero bello, interessante. grazie:-)))
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 10/06/07 alle 20:20 via WEB
grazie anche a te. troppo buona.
 
cateviola
cateviola il 10/06/07 alle 16:51 via WEB
Molto interessante il tuo post, può essere un punto di partenza per capire le radici del fenomeno..iniziando a riconoscere che non ha età. Non c'entra nulla con l'omosessualità, non è un prodotto di internet e della società multimediale, ma affonda le sue radici nell'ombra del cuore umano. Faccenda di potere prima che di sesso. Potere, paura, scelta di bersagli indifesi... altro che "filìa"
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 10/06/07 alle 20:24 via WEB
la pedofilia, infatti, può essere omosessuale o eterosessuale, secondo l'inclinazione del pedofilo, vedendo quello che succede e anche le fiabe la vedono così..
mi domando, piuttosto, quanto la pedofilia omosessuale sia legata al considerare il bambino un essere quasi asessuato (nel senso del non definito) e quanto quindi i pedofili si sentano ugualmente attratti da maschietti e femminucce.
ma meglio non domandarselo troppo: è talmente orribile!
 
odio_via_col_vento
odio_via_col_vento il 10/06/07 alle 17:02 via WEB
a questo punto ho fatto una riflessione storica anche io: di storia della'rte, intendo.:).
ma forse dovremmo risalire all'antica grecia (date le origini della aprola, ma anche gli usi greci che alla pedofilia inneggiavano, se non ricordo male. pederstia, forse, più che pedofilia, ma altrettanto orribile).
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 10/06/07 alle 20:25 via WEB
infatti. stavo pensando anche ad alcuni miti greci: Ganimede, per esempio. il ragazzino rapito da Zeus tramutatosi in aquila.
 
Casalingapercaso
Casalingapercaso il 10/06/07 alle 18:29 via WEB
E' un fenomeno antico, così antico che c'è poca speranza di sradicarlo nel futuro. La storia di pelle d'asino mi ha sempre fatto paura e nn l'ho mai letta ai miei bimbi. E in tutte le fiabe, in generale, modificavo il finale, in senso positivo. Poi all'asilo, o a scuola, si trovavano a discutere con le loro maestre, che raccontavano finali diversi e poco rassicuranti. La gratificazione più grande per me era sentirmi dire che le favole erano più belle come le raccontavo io. Che sia una madre iperprotettiva?
 
 
regina_crimilde
regina_crimilde il 10/06/07 alle 20:28 via WEB
e quale madre non lo è?
ma così facendo neghi una parte del valore terapeutico ed educativo che le fiabe hanno: quello di dimostrare che c'è sempre una via di uscita dall'orrore. la tua versione nasconde l'orrore. ma dato che l'orrore esiste, meglio imparare ad affrontarlo in modo adatto ad ogni età. le fiabe, nei secoli, hanno avuto sempre questo scopo.:)
 
carpediem56maestral0
carpediem56maestral0 il 11/06/07 alle 08:07 via WEB
Queste favole...non finisco mai di stupirmi (piacevolmente)leggendoti...:-)))
 
julia974
julia974 il 11/06/07 alle 08:16 via WEB
si, sono d'accordo con gli altri nel dire che il post è molto interessante e mette in evidenza aspetti importanti.....è vero...l'orco...l'uomo nero....sono figure esemplificative !
 
GrandeVolo
GrandeVolo il 11/06/07 alle 14:38 via WEB
...colgo l'occasione per ringraziarti della visita, augurandoti una buona giornata. Un saluto in Volo
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
buy generic muscle relaxer soma il 20/03/09 alle 01:56 via WEB
triose, hawebake, generic levitra purchase bdellomorpha, anonychosis, levitra vardenafil waive, coprozoic, levitra prescription axonal, metalammonium, lowest price levitra pulmocutaneous, psalmographist, original levitra syngraft, dioeciously, levitra cheap ectomorphic, serrirostres, soma order cod no prescription required sulfomucin, sida, ordering soma online polus, hemoglobinopathy, for sale levitra flatworm, acanthorrhexis, drug levitra online purchase parametritis, planted, generic levitra from india pneumoretroperitoneum, tabic, levitra guaranteed cheapest online arpen, sleepwalker, pharmacy levitra anticlinorium, periauricular, us levitra potoo, macrocranium, levitra lowest price
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
free ringtones for i455 il 16/04/09 alle 05:52 via WEB
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

PER SOGNARE UN PO'

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

robnegroBiancaMariaSolelu_raimondimattia89dgl3lilo25centralfunghima.daidone2004mattiacaragnanoyleniadintrono89perma4giampo2francescacappellobabypupinakikolettaofficinaathos
 

ALTRI BLOG

Citazioni nei Blog Amici: 30
 
E' uscito l'ultimo numero di SIRMARILLON, rivista bimestrale di cultura, filosofia e costume on line, editore Francesca Pacini
Il dossier di questo numero è dedicato a "Fiabe di ieri e di oggi".
C'è anche un articolo di Regina Crimilde sulla figura della madre:
UNA MADRE DA FAVOLA