Community
 
dodici67
Sito
Foto
   
 
Creato da dodici67 il 17/12/2007
anticomunista
 
 
 

I miei link preferiti

Ultime visite al Blog

boscia.maraCoachFactorymassimopierleonifranca.formenti3toscanoinfriulifronteverdeGUARDIA.DEL.CORPO67ForzaNuovaPonenteSuperfragilisticgiovanedestra_leccopamperoldlagunari.rodolceshevapsicologiaforense
 

Ultimi commenti

Burberry Scarf Coach Outlet Online Store
Inviato da: CoachFactory
il 20/12/2011 alle 08:13
 
Burberry Scarf Coach Outlet Online Store
Inviato da: CoachFactory
il 20/12/2011 alle 08:02
 
Faccio un po’ l’intellettuale fazioso, me ne sbatto di...
Inviato da: yusuff_1982
il 27/03/2008 alle 14:54
 
A NOI! ciao
Inviato da: dodici67
il 06/03/2008 alle 16:00
 
contintinua così dodici67! saluto romano! stammi bene!
Inviato da: your_angelO
il 06/03/2008 alle 02:19
 
 

GIORGIO ALMIRANTE

 

L'ANGOLO DEI BUGIARDI

 

CONFRONTI


 
 
 




Contatore sito








 

Contatta l'autore

Nickname: dodici67
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 48
Prov: RO
 

FACEBOOK

 
 
 
 

 

« Messaggio #96Messaggio #98 »

TORNA L'INCUBO WOODCOCK. STAVOLTA NEL MIRINO IL FROCIO DI PECORARO SCANIO

Post n°97 pubblicato il 06 Aprile 2008 da dodici67

  Segnala

pecoraro scanio e jerolino.jpgPotenza - Ormai è l'incubo di ministri, politici, vip, starlette, veline, principi. E' lui, il pm di Potenza Henry John Woodcock. Stavolta a finire nel mirino sono dirigenti del ministero dell'Ambiente e lo stesso ministro Alfonso Pecoraro Scanio. Secondo il pm di Potenza avrebbero ottenuto biglietti aerei gratis. Dalle notizie che sono trapelate, fra le persone indagate vi sarebbe un consulente di Pecoraro Scanio, un magistrato campano attualmente fuori ruolo. Il ministro, attraverso il suo portavoce, fa sapere di  essere "allibito".

Come riporta l'agenzia Ansa, l'indagine coordinata dal pm di Potenza era nata per verificare se un imprenditore di Policoro (Matera) fosse responsabile di smaltimento illecito di rifiuti. Il suo telefono è stato posto sotto controllo e dalle intercettazioni è scaturito il sospetto che una agenzia di viaggi di Perugia abbia fornito i biglietti aerei gratuiti a dirigenti del dicastero e alla stesso ministro. Nell'inchiesta, avviata da tempo, sarebbe coinvolta anche un'altra azienda di viaggi, collegata a quella umbra, con sede negli Stati Uniti.

Immediata la reazione de portavoce del ministro Pecoraro Scanio, il quale si dichiara "allibito dalla gravità delle notizie che peraltro arrivano sulle pagine dei giornali a pochi giorni dal voto". Il ministro, ha detto il portavoce "offrirà tutta la sua collaborazione alla magistratura perche' emerga in modo chiaro e rapido la verità" Pecoraro, ha detto ancora il portavoce, "ha dato mandato ai propri legali di assumere ogni iniziativa per fare chiarezza sull'intera vicenda a tutela dei propri comportamenti che sono sempre stati improntati al totale rispetto della legge".

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog