Community
 
garden8
   

revenge of music

revenge,tv,cinema,fashion,

 

BANNER VIPPANDO

vip

 

VIADEO NETWORK DI PROFESSIONISTI

anche su Viadeo sono conosciuto e stimato 

 

 

 


 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

ELFA PROMOTIONS PARTNER

promozione artisti

 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Ricci e FerriBusiness esorcismi »

Se te chiami Cappellaro ?

Post n°940 pubblicato il 15 Settembre 2012 da garden8
 

La Cappellaro  arriva dai Parioli, quartiere bene della Capitale. A 19 anni viene eletta con Forza Italia in consiglio municipale, dove resta per due mandati, fino al 2008. Dicono che i voti glieli abbia trovati il padre, conosciutissimo nella zona.

Il video del fiatone è l'emblema di che fattezza!


Veronica Cappellaro è consigliere regionale del Lazio e presidente della commissione Cultura. Tredici mila euro netti al mese.


secondo le fatture che circolano negli uffici del Pdl romano, le siano serviti 1.080 euro per una "ripresa fotografica", 17 mila euro per le cene da "Pasqualino al Colosseo", altri 8.800 euro per una "cena sociale" al Bar Martini.

Lei conosce  "il coordinatore Nazionale l'On. Sandro Bondi". Ma la sua casa è ancora ai Parioli: difficile non notarla, raccontano gli uomini della strada, quando passa per le vie, giubbetto  di jeans  e polsini in pelliccia di visone a corredo, accompagnata dalla baby sitter che porta la carrozzina. Veronica dei Parioli di figli ne ha due: uno, che di secondo nome fa Silvio, lo ha avuto dal Luca Pompei, primo marito nonché nipote di Giorgio Almirante.


Il secondo, di dinastia più al passo con i tempi, è figlio del nuovo compagno, il finiano Francesco Pasquali, consigliere regionale anche lui, già capo dei giovani di An transitato nel Fli dopo l'elezione nel listino blindato di Renata Polverini. Anche Veronica aveva un seggio sicuro. Scampata ai guai della lista Pdl (che nel Lazio non è mai stata presentata a causa del celebre panino che avrebbe distratto Alfredo Milione, incaricato di depositare i nomi dei candidati), la Cappellaro è finita dritta tra i 14 nomi del listino della presidente, quelli di sicura elezione.


Lei non va  alla Camera per un soffio: 25esima in lista, mentre al 23esimo posto c'era Anna Grazia Calabria, novizia come lei ma più fortunata. Lei un seggio a Montecitorio lo ha conquistato, il suo successore, Potito Salatto, è stato spedito in Europa e lei, Veronica, è rimasta prima dei non eletti. A futura memoria, ha scritto anche questo nel suo curriculum. Berlusconi per lei è uno di famiglia: ha tenuto a battesimo suo figlio e in molti lo hanno visto partecipare alle feste di compleanno della Cappellaro.





La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/gardenrevenge/trackback.php?msg=11577619

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

INFO


Un blog di: garden8
Data di creazione: 28/10/2006
 

ULTIME VISITE AL BLOG

daep.rosy73ecomarioluigi_bonatiRicamiAmoaxel.rosepaolo1974latina.camfrancesco_bonottogianni_ippomichele_ginestragiuliano.orlandipassarella.vitoisolamia42deboradjcandrea.dada74P.PAOLOPAOLETTI
 

SEX CRIMES

la visione della trasmissione di stasera di Anno Zero, la fatidica puntata con la trasmissione dell'inchiesta choc della BBC.

Personalmente sono molto soddisfatto, il programma è stato equilibrato, non ha avuto paura di mostrare i casi scabrosi di pedofilia che riguardano il clero, non ha evitato di mostrare integralmente Sex Crimes and Vatican, ha usato la giusta sensibilità e prudenza nel mandare in onda il filmato solo dopo la prima interruzione pubblicitaria avvertendo più volte che si trattava di argomenti che potevano urtare la sensibilità dei minori lasciando ai genitori la scelta di far vedere o meno ai loro figli questo documento.

Sono reduce dalla visione della trasmissione di stasera di Anno Zero, la fatidica puntata con la trasmissione dell'inchiesta choc della BBC.

Gli interventi di Don Di Noto e Monsignor Fisichella sono stati garantiti nel pieno rispetto di un equo contradditorio. La presenza in studio di Colm O'Gorman, autore dell'inchiesta è stata preziosa, soprattutto per chiarire il punto più controverso e meno sostanziale della vicenda, quello riguardante il famoso documento segreto, il Crimen Sollicitationis. Non sta certo a me dire chi è risultato più credibile fra i contendenti, ma certamente il fatto che il confronto non si sia svolto essenzialmente su un'interpretazione giuridica, formale degli articoli del documento redatti in latino, bensì sul problema delle vittime, delle mancanze della Chiesa nella collaborazione con la giustizia ordinaria, sulla prassi di trasferire in altre parrocchie preti già accusati dalla polizia di abusi su minori, è innegabilmente positivo.

Credo, e resto convinto, che la bagarre politica generata prima della trasmissione di questa puntata, il fatto che politici si siano addirittura sbilanciati sostenendo in diretta tv che "il documentario non andrà in onda", che il consiglio d'amministrazione abbia tentato in ogni modo di limitare la libertà d'espressione e di censurare preventivamente Santoro e la sua redazione, resti un fatto grave. Un precedente pericoloso ed inquietante che lascia un interrogativo piuttosto deprimente: quanti giornalisti, in Rai come in Mediaset, che non hanno la "forza" e il seguito di Santoro, si sentiranno liberi di trattare argomenti tanto delicati in futuro?

Questa è la mia opinione, la parola va ora ai lettori, ovviamente sperando che coloro che votano siano anche stati spettatori della trasmissione e che il risultato - seppur dal valore relativo- non venga inquinato da quanti possono votare guidati da un semplice pregiudizio ideologico.
Cosa ne pensate?

 

TOP 100

 

 

 


T

 

TWITTER BUTTON

 

SEGUMI...