ASSURDO! DIFFONDETE ANCHE VOI!

Post n°31 pubblicato il 24 Maggio 2008 da gocciadiluna_1964
 

Come al solito guardate il video
 
 
Educativo vero ?
 
Il cartone animato in questione si chiama DRAGON BALL
 
La bambina in questione, si chiama Bulma Briefs, che traducendo diventa: SLIP FEMMINILI.
 
Questo stralcio di cartone animato trasmette:
“Che per avere quello che si vuole, basta mostrare le mutandine ?”
 
Tranquilli, la scena in questione è stata censurata (NELLA MESSA IN ONDA SULLE NOSTRE TV), perchè ovviamente non adatta ai bambini, ma la si può trovare tranquillamente su Youtube e circola in DVD, doppiato e venduto da strutture MOLTO CONOSCIUTE…
 
Quanti genitori piazzano i loro figli davanti alla tv, a guardare gli “innocenti” cartoni animati ?
Quanti genitori li guardano con loro ? Tu credi di comprargli un innocente cartone animato e tuo figlio si vede invece un PORNO ANIMATO ?
 
I genitori sono troppo impegnati, magari c’è la tata, che troppo impegnata non controlla, e i nostri bambini crescono, pensando, che è normale, mostrare le mutandine ad un vecchio bavoso, in cambio “della sfera magica” o di altro…
 
Il business del sesso, lo inculcano sin da piccoli, e i ragazzini crescono, con “l’ormone impazzito”…
 
Basta semplicemente, navigare su google, e di fatti del genere se ne trovano a volontà:
 
PERUGIA - Nuovo caso di bullismo a Perugia, per un video pedopornografico realizzato da quattro studenti di una scuola media. Protagonisti del filmato tre ragazzi di tredici anni e una bambina di appena dodici. In seguito alle segnalazione di un preside dell’istituto del capoluogo umbro, sono al vaglio del tribunale dei Minori e della Polizia Postale le posizioni e i ruoli di quattro minori che avrebbero girato e diffuso video sessuali con loro protagonisti. Una bravata del branco o dietro il video si celano pedofili che invitano i minorenni a raccogliere immagini hard tra compagni di scuola dietro compensi in denaro o ricariche telefoniche? Entrambe le ipotesi sono al vaglio delgli agenti delle foze dell’ordine. Fonte
 
PADOVA - Secondo quanto riferito da “Il Mattino di Padova”, ragazzini tra i 10 e i 14 anni convincevano le loro coetanee a prestarsi per fugaci incontri sessuali che avvenivano nelle ultime file di sedili dello scuolabus.
Niente di grave, a quanto sembra, solo palpeggiamenti e poco altro, in cambio di ricariche telefoniche di 10, al massimo 15 euro. Tutti consenzienti, tutti d’accordo, ma la faccenda e’ arrivata alle orecchie degli adulti e fino al sindaco, che ora ha deciso di munire i 300 circa ragazzini delle medie del paese di una tesserina con le proprie generalita’ e di destinare a ogni alunno a un posto fisso nello scuolabus, per evitare promiscuita’ imbarazzanti…
 
VICENZA - Quindicenne si prostituisce “Voglio fare la vita” “Polizia? Mia nipote, che e’ albanese e ha 15 anni, si sta prostituendo in viale Cassala”. E’ questa - a grandi linee - la telefonata giunta l’altra sera al centralino del “113″. All’apparecchio la zia della ragazzina, anch’essa albanese, che chiedeva aiuto. La richiesta e’ giunta attorno alle 22. Una signora albanese di 32 anni, regolarmente residente in Italia, ha chiamato la polizia per segnalare un episodio alquanto singolare. “Sono sicura - ha raccontato la donna in modo piuttosto trafelato - che mia nipote stia prostituendosi in questo momento in viale Cassala”. Poi ha fornito la descrizione della ragazzina, dicendo esattamente dove i poliziotti avrebbero potuto trovarla. Dalla centrale operativa di via Fatebefratelli e’ stato impartito l’ordine a una “pantera” di recarsi sul posto. Non e’ stato difficile per i poliziotti individuare una ragazza che forse sembrava piu’ una bambina in attesa di clienti. Gli agenti l’hanno bloccata, caricata sulla loro auto e portata in questura. In questura e’ venuta alla luce la verita’ raccontata dalla zia e dalla stessa baby - prostituta. La zia ha spiegato che mesi fa la bambina (compira’ 16 anni in ottobre) era gia’ stata implicata in una vicenda di prostituzione. La polizia allora aveva arrestato il suo sfruttatore, un connazionale di 23 anni. Un storia squallida sfociata sullo sfondo di Vicenza. La ragazzina era stata tolta dalla strada e le era stata affidata. Ma nel marzo di quest’anno l’irrequieta ragazzina era sparita all’improvviso. La zia allora si era messa a cercarla e, l’altra sera, l’ha trovata in viale Cassala. La baby - lucciola ha raccontato alla polizia di aver scelto di fare “la vita”, che nessuno l’ha obbligata a prostituirsi e di non voler stare a casa della zia. Fonte
 
PARMA - Sfruttate e filmate. Alcune di loro avevano appena 14 anni e accettavano di prostituirsi in cambio di una ricarica per il telefono cellulare: ma gradualmente sono cadute in una rete fatta di giochi erotici, violenze sessuali ed orge scoperta dalla polizia di Parma. La questura ha infatti stroncato un caso clamoroso di prostituzione: le ragazzine venivano sfruttate da un idraulico 61enne, incensurato e sposato con tre figli, che poi filmava i loro incontri con i clienti negli appartamenti di sua proprietà. (…) Fonte
 
I bambini crescono, “senza pudori”, in qualsiasi pubblicità, vi è sesso, sempre e comunque, dove ti giri, trovi solo donne nude e uomini pure…
 
Persino per le innocenti PATATINE PAI, avevano scelto ROCCO SIFFREDI: “Perchè la patatina … tira…” (poi censurata… molto poi però…)
 
Tv, Rex, Dragon Ball e Domenica in
non adatti al pubblico dei più piccoli
 
ROMA - Bollino rosso sul cane lupo Rex e su Dragon Ball da parte del Comitato di applicazione del Codice Tv e minori. Il pastore tedesco, infatti, viene giudicato troppo violento, mentre il cartone animato è finito sotto accusa per i troppi omicidi e le scene di compiacimento per atti di violenza. Per loro, e non solo, sono scattate le sanzioni previste dalla legge. E’ quanto è stato riferito questa mattina nel corso della presentazione del consuntivo del 2007 dal presidente del Comitato di applicazione codice di autoregolamentazione tv e minori Emilio Rossi.
 
Durante lo scorso anno il Comitato ha accertato un calo dell’emergenza dovuta ai reality show, ma contemporaneamente è aumentata la preoccupazione per quanto riguarda il tema della violenza in televisione. Nella casistica delle sanzioni del comitato presieduto da Emilio Rossi, appaiono moltissimi programmi delle reti pubbliche e private: trailers di film dell’orrore, wrestling, scene di violenza sadica, sessuale o di gruppo in film come Apocalyto, Hannibal lecter, Lo sguardo di Satana, linee hard sui canali privati.
 
“Abbiamo verificato che c’è stato un calo naturale di interesse rispetto ai reality show - ha detto Emilio Rossi - ma guardiamo con preoccupazione il tema della violenza nella televisione, in particolare c’è un’abbondanza di cronaca nera anche nei talk-show e nelle fiction”. Il presidente Rossi ha puntato il dito in particolare sui telefilm di genere criminal-poliziesco di produzione statunitense. “Siamo arrivati ad avere tre prime serate con questo tipo di fiction - ha aggiunto Rossi - e addirittura tre telefilm consecutivi di tipo analogo nella stessa sera. Questo genere di fiction non basta mai ai palati e quindi si accrescono le dosi e questo ci preoccupa. La violenza è stato il tema prevalente nella nostra attività del 2007″.
 
Ma, a sorpresa, fra i programmi nel mirino dal comitato ci sono anche telefilm e format pensati per la famiglia. A finire nel mirino sanzionatorio del ministero c’è per esempio l’arena di Domenica in che, il 18 febbraio del 2007, ha “ripetutamente riproposto in primo piano immagini di palpeggiamento di un’insegnante da parte dei suoi allievi e di altri momenti trasgressivi”.

Sotto accusa anche i telegiornali, che secondo il Comitato mandano in onda troppi fatti di cronaca nera, con dovizia di particolari e immagini raccapriccianti: nel 2007, infatti, sono stati sanzionati tutti i Tg delle principali televisioni private e pubbliche.

“Si pensi - ha aggiunto Emilio Rossi - che in televisione, nei notiziari e programmi di approfondimento, si è verificato che in una edizione, su 20 servizi 14 erano di cronaca nera. E’ come se un quotidiano di 88 pagine ne dedicasse 64 alla cronaca nera. Questo non può essere perché in televisione le immagini hanno un impatto superiore rispetto alle notizie sulla carta stampata”.

Migliora invece il sistema di avvertenze rivolto a informare le famiglie sull’idoneità o meno dei programmi ai minori, i “bollini” colorati (tra l’altro, obblighi più precisi sono contenuti nel nuovo contratto di servizio tra lo Stato e la Rai). La cosiddetta fascia protetta dalle ore 16 alle 19 (per la Rai, ora tra le 16 e le 20) va ulteriormente promossa per assicurare alle famiglie un’oasi a tutela dei ragazzi veramente garantita.

Per rendere ancora più accessibili, agli addetti ai lavori ma anche ad ogni cittadino, tutte le informazioni su norme, strumenti, studi e ricerche sulle problematiche del rapporto media/minori sono consultabili on line sul sito del comitato.

Dal 2003 (quando è stato insediato) il Comitato ha preso in esame, su segnalazione o d’ufficio, 1881 casi di possibile violazione del Codice, instaurando 565 procedimenti in contraddittorio con le emittenti.

Nel quinquennio sono state 200 le risoluzioni che hanno rilevato violazioni degli impegni assunti dalle stesse emittenti a
tutela dei minori.
 
I programmi più sanzionati risultano in ordine decrescente: film e telefilm; informazione; talk show; pubblicità; varietà. Le emittenti più sanzionate sono quelle del gruppo Mediaset, seguite, sempre in ordine decrescente, dal gruppo Rai, da La7 e dalle emittenti locali.

Nel 2007 per la prima volta appaiono, tra le emittenti oggetto di risoluzione, quelle satellitari: ad esempio per la diffusione di film vietati ai minori di anni 14 in orario di “televisione per tutti”. L’assoggettabilità al Codice e al Comitato è contrastata da Sky Italia sui cui ricorsi dovrà pronunciarsi il Tar del Lazio. In materia, da parte del Comitato si insiste sulla necessaria effettività del “parental control” e anche sul rispetto delle regole di concorrenza.

(19 febbraio 2008)

 
Fortunatamente la Tv si è inventata le fasce protette, con i vari bollini: VERDI - GIALLI - ROSSI, che se però vengono “inframmezzati” con “culi” “tette” e altro, a cosa serviranno ?
D’altronde, a volte, non abbiamo molta scelta: o lavorare o stare con i nostri bambini, perchè con gli attuali stipendi, arriviamo (quando va bene) alle terza settimana…
Quindi adesso scriveremo tutti assieme al MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI, perchè vi sia più attenzione sulla problematica:
 
SESSO E VIOLENZA IN TV
 
Il Ministro delle Comunicazioni è l’On. Claudio Scajola, lui ha due figli e forse anche dei nipotini, chissà se lui (per esempio) gli farebbe vedere DRAGON BALL ? :(
 
Magari anche lui non lo sa, che esistono CARTONI ANIMATI, in versione originale, senza tagli e doppiati in Italiano per i nostri bambini …
 
Caro Ministro delle Comunicazioni Claudio Scajola cosa ne pensa
delle mutandine di Bulma ?
 
 
Se non hai outlook questi gli indirizzi a cui mandare una mail:
urpcom@comunicazioni.it; info@troviamoibambini.it
 
Diffondete a tappeto !
 
Grazie.
 
IL COMITATO TROVIAMO I BAMBINI

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Un sorriso per Alessandro e tutti insieme per la lotta al neuroblastoma

Post n°30 pubblicato il 19 Maggio 2008 da gocciadiluna_1964

UN SORRISO PER L'ANGIOLETTO ALESSANDRO

Nominata da gemini1970 continuo questa catena, (pur odiando le nominations che mi sanno di Grande Fratello!)anche perché possiamo in qualche modo aiutare un piccolo angelo regalandogli  un sorriso.

"Le 6 cose che mi regalano un sorriso." 

Gli occhi dei miei figli che scrutano i miei

quando sono alla ricerca di una risposta e aspettano di trovarla in me;

l'abbraccio di un amico che si é sentito risollevato

dopo avermi messa al corrente di un suo problema

ed aver trovato la soluzione automaticamente da solo;

la chitarra suonata sulla spiaggia, d'estate, di notte,

in riva al mare;

il telefono che mi porta la voce di una persona cara

subito dopo averla pensata;

il sollievo di un gelato al limone

in una giornata torrida;

il sorriso riconoscente della signora Maria

a cui dò spesso un passaggio.

Non nomino nessuno ma chiedo a chiunque passi da qui di continuare quest'opera: non costa nulla, solo un po' del nostro tempo!

Copiate ed incollate questo regolamento:

Raccontate nella forma che preferite (scritto, audio, video, grafica...)     6 "cose" che vi fanno sorridere.

Allegate al vostro post l'immagine di Alessandro dopo aver pubblicato il post, corredato di regolamento, segnalatelo a alex@comicomix.com
Regala un sorriso è un'iniziativa nata per ricordare Alessandro, un bambino scomparso all'età di 6 anni, nel giugno del 2005.
Niente tristezze, come a tutti i bambini a lui piaceva sorridere e giocare.
Per tutti i sorrisi che lui ha regalato, noi vogliamo regalare un sorriso a quei bambini e quelle famiglie che, come lui, possono soffrire e devono avere la speranza di guarire.

Regalare un sorriso è facile.Basta inviare a Comicomix un disegno (o fumetto su una sola tavola).Per ogni disegno o fumetto ricevuto, Comicomix donerà 2 euro alla Fondazione per la lotta al neuroblastoma.
Un sorriso lungo un anno è invece rivolta a tutti i bloggers e in generale agli amici del web.Si tratta di fare un post dedicato al tema del sorriso. Non il sorriso da cartolina, quello falso o di cortesia, ma come forma di relazione, il sorriso che è sostenere senza odio le proprie idee, ma con la disponibilità ad ascoltare (e, se possibile) capire le ragioni degli altri. 
Aderire è facile e non costa assolutamente nulla. Basta scrivere il post, segnalarlo a questa mail, e semplicemente specificare che si aderisce a questa iniziativa, che vuole sostenere la lotta al Neuroblastoma, il tumore dell'infanzia che rappresenta la prima causa di morte in età prescolare. Anche in questo caso, Comicomix donerà 2 euro alla Fondazione per la lotta al neuroblastoma

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

30 ANNI OR SONO... PEPPINO IMPASTATO

Post n°29 pubblicato il 09 Maggio 2008 da gocciadiluna_1964

No, non sto commemorando Aldo Moro, anche se voglio comunque ricordarlo perché vittima delle Brigate Rosse (e dello Stato?)... voglio commemorare un altro grande, grande ma attorno a cui, da sempre, è calato il silenzio... personaggio scomodo, troppo scomodo...

Peppino Impastato nasce a Cinisi, piccolo centro a pochi Km da Palermo, ed è un giovane ribelle, un giovane che ama mescolarsi con i giovani come lui, che ama la libertà, che no cede ai soprusi e ai ricatti tipici di un sistema mafioso... la storia di tanti, sì, ma lui ha una marcia in più: ha il coraggio di parlarne, di prendersi beffa di tale sistema e di denunciare attraverso una radio privata, radio Aut, le malefatte di don Tano Badalamenti, boss di Cinisi e amico di suo padre!

Peppino quindi lotta contro la famiglia mafiosa ma anche contro la sua famiglia, è un "fuori di testa", un anticonformista, uno che non sa cosa sia la paura o, almeno, uno che non si lascia sopraffare dalla paura di uomini potenti della mafia.

E' deciso, intraprendente, determinato, rimane solo, solo con i suoi amici e' una notte di 30 anni fa, viene ucciso orribilmente poi il suo corpo viene trascinato sui binari per inscenare un suicidio... e tutti ci credono perché tutti vogliono crederci o meglio... è più conveniente credere che si sia trattato di un suicidio!

Nemmeno la dignità di morire come un eroe, qual era stato, perfino la sfortuna di morire in un giorno tristemente importante: quello del ritrovamento del cadavere del grande stagista Moro, così che non rimanesse di lui neanche il ricordo.

Soltanto 23 anni dopo la sua morte viene considerata "morte per opera della mafia" ma a livello nazionale pochi parlano di lui...

Peppino Impastato, grande uomo... grazie a te siamo fieri di esser siciliani!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

MARCELLETTI: COLPEVOLE O INNOCENTE?

Post n°28 pubblicato il 09 Maggio 2008 da gocciadiluna_1964

Ho sempre avuto ammirazione per questo grande chirurgo siciliano che ha ridato la speranza a tanti genitori affranti, che ha riportato il sorriso su tanti piccoli visi di bimbi innocenti con la sola colpa di nascere "imperfetti"!

E oggi? Non so che pensare... la valutazione sulla professionalità non è intaccata, assolutamente ma... che uomo è Marcelletti?

Un uomo che approfitta del dolore altrui per far più soldi? Un uomo che non disdegna di donare "attenzioni" virtual-erotiche a una bambina di 13 anni?

Come può pensare di giustificarsi uscendosene con "é stata solo una cazzata virtuale"?

Può essere definito una "cazzata" lo scambio di centinaia di SMS ed MMS a contenuto erotico con una tredicenne?

Ci si può fidare ancora di un uomo che mostra, in questo modo, di essere un perverso, un pedofilo seppur virtualmente? Ok la virtualità ma... i tuoi pensieri, le immagini della tua mente erano tese a costruire qualcosa con una bambina di 13 anni, cazzarola!

Non so se questo cambierà la sua immagine vista la reazione di solidarietà di tanti genitori che si sono raccolti sotto la sua abitazione: è naturale che chi ha ottenuto il "miracolo" da parte di Marcelletti si rifiuta di credere che possa essere accusato d tali nefandezze!

Io stessa, ieri sera, commentavo con amici e mostravo incredulità, mi chiedevo come possa un uomo di quello stampo cadere in simili trappole (pensavo a una trappola, sì...), ma qualcuno ha detto "Le peggiori perversini si nascondono negli ambienti più alti" e, in un certo senso, non ha torto, anche se non bisogna mai fare di tutta l'erba un fascio!

Non voglio esprimere giudizi anzitempo, però che peccato! Se quest'uomo dovesse davvero essere responsabile di atti simili mi chiedo di chi mai potremo fidarci!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ULTIMISSIME DAL RIFUGIO DI MARANO (NA)

Post n°27 pubblicato il 03 Maggio 2008 da gocciadiluna_1964

Dal Blog "Adotta Un Angelo"...


RESTANO 45 CANI DA SALVARE!

OGGI SCADE UFFICIALMENTE L'ULTIMATUM CHE CI ERA STATO IMPOSTO PER LO SGOMBERO DEL RIFUGIO DI MARANO (NA).

NEL PASSATO FINE SETTIMANA CIRCA 20 CANI SONO STATI TRASFERITI AL CENTRO E NORD ITALIA. ALCUNI (BALDO, NINETTA E RED) HANNO INCONTRATO LE LORO NUOVE FAMIGLIE, ALTRI PURTROPPO SONO SOLO STATI TRASFERITI IN ALTRI RIFUGI O PRESSO ABITAZIONI DI VOLONTARI IN ATTESA DI ADOZIONE.

AL RIFUGIO CI SONO ANCORA 45 CANI IN PERICOLO DI VITA!

SE ENTRO POCHI GIORNI NON TROVERANNO ADOZIONE O PERSONE DISPOSTE AD OSPITARLI ANCHE SOLO TEMPORANEAMENTE, PER LORO SI SPALANCHERANNO LE PORTE DEI CANILI COMUNALI, DA CUI SI SA, UNA VOLTA ENTRATI NON SI ESCE PIU'.

ABBIAMO ANCORA BISOGNO DELL'AIUTO DI TUTTI.

DIFFONDETE IL NOSTRO ULTIMO APPELLO SU BLOG E SITI CHE SI OCCUPANO DI ANIMALI. FATE PASSAPAROLA. AIUTATECI A FARLI ADOTTARE.

NON LI ABBANDONIAMO PROPRIO ORA!

(Il mio blog non si occupa di animali ma... credo che, talvolta gli uomini siano più animali degli animali! Chiedo scusa agli animali veri...)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

DISCLAIMER

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001. Le immagini inserite in questo blog sono tratte in massima parte da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo, e saranno subito rimosse.
 
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

cloudless80sicros4gfiorbellinieric65vpsicologiaforensebimrbaparisi.pasquale58biagini_davidekarin.bsunrisetransportBESSY7shirleysurano2010miticamartina15ciuciu.74annita.solari
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom