Community
 
anna0772
   
Creato da anna0772 il 06/01/2008
un`italiana in Polonia- anno quindicesimo
 

 

« fastidianno quindicesimo »

l`orecchio amico

Post n°547 pubblicato il 19 Aprile 2012 da anna0772

Sfogo. Perche` a questo serve fondamentalmente l`orecchio amico: ad ascoltare lo sfogo e a dare una visione dei fatti  diversa,  per permettere all` amico di  vedere le cose  da un altro punto di vista.

 L`orecchio amico e` per definizione altro da se`, non coinvolto emozionalmente e se coinvolto ha la giusta dose di freddezza per poter essere almeno un po` oggettivo. Poi, quando ha ascoltato, interviene. Perche` un orecchio muto a che serve?

E che ci vuoi fare se i momenti in cui c`e` bisogno dell` ascolto dell` orecchio amico sono piu` di quelli in cui l`orecchio amico si trasforma in cuore con cui gioire? e` cosi. Dopotutto anche i tuoi momenti, in cui  tu hai bisogno di un orecchio amico, sono di piu` di quelli in cui vuoi condividere con me una tua gioia, non e`forse cosi?

Oggi sei tu, il mio orecchio amico, domani saro` io il tuo.

Poi ci sono le giornate come queste in cui se bussi, non trovi nessuno. O forse non trovi nessuno perche` non e` chiaro che stai cercando. Sara` il grigiore o la sensazione di non vedere piu` cosi bene o quei capelli bianchi che sempre piu` numerosi spuntano sulle tempie, oppure il raggiunto livello di saturazione nell` assorbimento dei problemi altrui sul lavoro. Fatto sta che e` cosi.

 Allora invece che farsi chiudere la gola da questa angoscia  che rende pesanti e apatici, sul filo della depressione, si reagisce. Si telefona  ad un` amica, poi ad un altra, poi ad un` altra ancora.  Sono sicura che se mi lamentassi un po`, l`angoscia mi passerebbe. Ma , chissa` come mai, tutti anno altro di piu` urgente da fare. Sono cordiali e gentili ma visibilmente impegnati a fare altro.

Il senso di solitudine allora prende e  sbatacchia.

Il pensiero scorre velocemente il notes dei legami, passando da quelli che si pensano essere importanti a quelli che di solito disprezziamo, e arriva alla fine li, all` ultimo legame che a questa eta` si considera amico : la mamma.

Ma non ero io stessa, non molto tempo fa, a sentirmi soffocare solo all` idea che lei mi chiamasse piu` di una volta la settimana? Non mi pesava con i suoi commenti? Non mi infastidivano le sue osservazioni e i suoi desideri?

 Ecco oggi avrei voglia di sentire proprio lei: a chi altro potrei raccontare di stupidaggini e di cose importanti con la stessa sottile leggerezza? chi ha desiderio di darmi veramente un consiglio spassionato solo per il "mio" bene, perche` mi ama di un amore disinteressato?

 Ed e` cosi che a 40 anni  chiamo mamma. E non mi sento inferiore per questo, ne` mammona, ne` infantile. 

Ecco il suo bel viso dietro lo schermo, il sorriso, gli occhiali e quelle rughe che son solo sue. Il tibro della voce porta con se` gia` calore. Che poi non ho da dire nulla di speciale, tranne che, si, mi sento depressa in questa primavera polacca, che nemmeno so io perche`. E lei mi sta ad ascoltare.

 E basta.

Grazie mamma.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
http://gold.libero.it/quaderni/trackback.php?msg=11245369

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
MARIONeDAMIEL
MARIONeDAMIEL il 19/04/12 alle 21:32 via WEB
Temevo che finisse in altro modo , questo post.. meno male! Per me mia mamma è sempre stata un punto di riferimento quando tutto crollava, la sua calma determinazione , la sua vita fatta di lavoro e impegno , il suo amarmi nonostante fosse a volte insofferente , come te , anche se lo maschero bene, il suo esserci ogni giorno nelle cose più semplici.... perchè vergognarsi? E' amore disinteressato, godiamone. Ciao Anna p.s. tirati su!
 
anna0772
anna0772 il 20/04/12 alle 10:16 via WEB
Ciao Marion, grazie :-) da quando il figlio mi e` entrato nell` adolescenza e anche lui inizia ad essere a volte un po` insofferente alla mia presenza capisco cosa deve aver provato lei. Il fatto e` che tutti abbiamo dei difetti, lei ma anche io ... e l`amore e` quando si riesce a guardare in faccia ai difetti degli altri e a voler bene comunque.
 
lontradelbosc
lontradelbosc il 22/05/12 alle 23:29 via WEB
Io continuo a parlarle, a volte ci litigo un po', poi ci rido su, poi penso che sono stata così fortunata ad averla avuta per tanto di quel tempo. Mi pare, ora, che lei stesse lì ad aspettare che io fossi pronta a lasciarla andare, e così è stato. Buona sera, Sottozero.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 

A new soul

 

Gli amanti di Roma

 

Ultimi commenti

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom