Creato da sole.cp il 12/07/2007

una mano tesa

Lasciami solo quel poco con cui possa chiamarti il mio tutto.Lasciami solo quel poco con cui possa sentirti in ogni luogo e venire a te in ogni cosa e offrirti il mio amore ogni momento.Lasciami solo quel poco con cui non possa mai nasconderti.Lasciami solo la catena con cui possa legarmi al tuo volere e il tuo fine sia realizzato nella mia vita e che è la catena del tuo amore.

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: sole.cp
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 58
Prov: MI
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 54
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

MARATONA MARIANA

 

  

    

    
     

 Fai click per unirti a maratonamariana   

 

 

La Maratona Mariana continua...

tutti i primi

Venerdi'  Sabato  e Domenica di ogni mese

Preghiamo insieme per cambiare il mondo

per dare la tua disponibilità lascia un commento..

 o iscriviti al gruppo.

Salve Regina

 

http://maratonamariana.altervista.org/

 

 

DON MICHELE DO

 

 

)

 

«Pensa sempre che Dio vede tutto», Padre Pio.

 

 

inviatami da :

Antonio_Vicentini

 

 


« Se miracoli tu brami,

fugge error, calamità,
lebbra, morte, spirti infami
e qualunque infermità.

Cede il mare e le catene
trova ognun ciò che smarrì
han conforto nelle pene
vecchi e giovani ogni dì.

I perigli avrai lontani,
la miseria sparirà;
ben lo sanno i Padovani,
preghi ognun e proverà!

Cede il mare e le catene…

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo…
 

 

 

PADRE NOSTRO.


glitter-graphics.com
glitter-graphics.com PADRE NOSTRO Padre nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo nome venga il Tuo regno sia fatta la Tua volontà come in cielo così in terra dacci oggi il nostro pane quotidiano e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male.amen
glitter-graphics.com PADRE NOSTRO IN ARAMAICO GALILEAN TRANSLITERATION Galilean transliteration of the Lord's Prayer Avvon d-bish-maiya, nith-qaddash shim-mukh. ?Tih-teh mal-chootukh. Nih-weh çiw-yanukh:?ei-chana d'bish-maiya: ap b'ar-ah.?Haw lan lakh-ma d'soonqa-nan yoo-mana.? O'shwooq lan kho-bein:? ei-chana d'ap kh'nan shwiq-qan l'khaya-ween.?Oo'la te-ellan l'niss-yoona:?il-la paç-çan min beesha.? Mid-til de-di-lukh hai mal-choota? oo khai-la oo tush-bookh-ta? l'alam al-mein. Aa-meen.

 

 

 

 

 

I VANGELI

 

 

 

 

I Santi Vangeli di Gesù Cristo

e gli Atti degli Apostoli

Commentati da padre Lino Pedron

 

 

Il Vangelo secondo Matteo

Il Vangelo secondo Marco

Il Vangelo secondo Luca

Il Vangelo secondo Giovanni

Gli Atti degli Apostoli

 

CORONA DEL DISCEPOLO

 

Questa Corona è formata da 33 grani divisi in tre gruppi di undici .

Dopo la crociera ci sono ancora tre grani e termina con un a Medaglia di tre Cuori.

 

Iniziando dalla Medaglia si preghi il Credo.

Sui tre grani si preghi poi ilPater, Ave e Gloria.

Infine nei tre gruppi di 11 grani si preghi in ordine le seguenti preghiere:

 

Cuore Santo di Padre, mio Creatore, accoglimi.

Ritorno a Te rinnovando le mie promesse battesimali:

rinuncio per sempre a satana e mi consegno interamente a Gesù Cristo mio Salvatore.

Abbi pietà di me! (x 11 volte)

 

Cuore Immacolato di Maria, Madre mia, accoglimi.

Ritorno a Te rinnovando le mie promesse della Confermazione:

voglio essere testimone della mia fede nelle parole e nelle opere.

Abbi pietà di me! ( x 11 volte)

 

Sacro Cuore di Gesù, mio Fratello  e Sposo, accoglimi.

Ritorno a Te rinnovando la mia consacrazione ad ogni Comunione Eucaristica: voglio essere associato alla tua Missione salvifica.

Abbi pietà di me! ( x 11 volte)

 

 

 

GESU' CONFIDO IN TE







Signore prendi me


Signore prendi questa fame che ho di Te e trasformala in pane per chi non ha da mangiare Signore prendi questa sete che ho di te e trasformala in acqua che purifica i peccati quella voglia di volare insieme a Te quella voglia di parlarti sempre…... ora c'è Signore non abbandonarmi ora a me basta una parola per tirare il meglio che c'è in me Signore prendi questi occhi che ho per Te e dà luce ai disperati che sian sempre meno soli Signore prendi queste mani, Tu lo puoi e raccogli i Nostri cuori dona loro un giorno nuovo dà speranza a chi sperare non sa più io volevo che arrivasse il giorno in cui, avrei detto di non poter più fare a meno di te tu che hai dato un senso alla mia vita questa strada non sarà mai in salita se al mio fianco ci sei tu ora che si credo io Signore……… Tu sarai per sempre il mio Dio.



IO SONO QUI.

TI STO ASPETTANDO.

MI SENTO TANTO SOLO.

VIENI A TENERMI

COMPAGNIA.

SferaB.jpgwidth: 185px; height: 288px;

 

ADORAZIONE ERUCARISTICA

 


 

AFFIDARSI


glitter-graphics.com Affidarsi Autore: Michel Quoist Il Signore non prenderà di forza il fardello delle tue preoccupazioni, i tuoi attrezzi per costruire, le tue armi per lottare, la tua opera da compiere. Egli è là, presente in tutta la tua vita, ma discreto, in attesa che gli dia tu stesso una preoccupazione, che gli affidi un impegno. Perchè serbare tutto il lavoro per te? Perchè non dargli tutto da portare, tutto da far, insieme al tuo cuore e alle tue mani perchè se ne serva Egli stesso? Prima di addormentarsi nella notte della morte, Cristo al calvario ha detto al Padre: 'Rimetto la mia anima nelle tue mani', anima colma di tutti i peccati, di tutte le sofferenze, di tutte le preoccupazioni del mondo; il Padre, tre giorni dopo, gli ha ridato una vita nuova, gloriosa, luminosa...Pasqua! Ogni sera, accetta di morire a tutte le tue preoccupazioni, atutti i tuoi problemi più o meno legittimi. Imilmente, rimetti tutto nella mani del Padre per risvegliarti ogni mattina svuotato da ogni inquietudine, nuovo, puro, di fronte alla vita che ti aspetta. 'Nelle tue mani, Signore, rimetto il mio spirito; tu mi liberi, Dio fedele'. 'In pace, appena mi sono sdraiato mi addormento, perchè solo tu, Signore, mi tieni al sicuro'. Se vuoi esser elibero, giovane, felice, in pace, forte e trionfante, ogni giorno, ogni munuto, 'Gettati senza problemi nei Signore, e Lui ti sosterrà'. CARI AMICI NON E' SIMPATICO QUESTO GATTINO?E' IDENTICO AL MIO ROMEO _____________________
 

GRUPPO DI GESU

INCONTRI DI PREGHIERA DI LIBERAZIONE E GUARIGIONE.GRUPPO DI GESU'


Per qualsiasi contatto utilizzare l'e-mail di don Antonio Niada ( a.niada@tin.it )



QUESTO VIDEO MI E' STATO DEDICATO DA GILES.












 

CANZONE INVIATAMI DA ORTA


glitter-graphics.comSo che sei qui in questo istanteSo che sei qui dentro di meAbiti qui in questo nienteed io lo so che vivi in me che mai dirò al mio Signoreche mai dirò...tutto Tu saiTI ASCOLTERO' NEL MIO SILENZIOe aspetterò che parli Tue mi dirai cose mai uditemi parlerai del Padremi colmerai d'amoree scoprirò chi sei... Io sento in me la tua pacela gioia che Tu solo daiattorno a me io sento il cieloun mondo di felicità Mio Dio sei qui...quale misteroVerbo di Dio e umanitànon conta più lo spazio e il tempoè scesa qui l'aternità Cosa sarà il ParadisoCosa sarà la vitasarai con noi per sempre....sempreTUTutto in noi...noi in te




http://www.pacepace.org/ clicca qui


aiutiamo questo centro



 

 

VIENI DI NOTTE

 
glitter-graphics.comTitolo: Vieni di notteAutore: David Maria TuroldoVieni di notte,ma nel nostro cuore è sempre notte:e dunque vieni sempre, Signore.Vieni in silenzio,noi non sappiamo più cosa dirci:e dunque vieni sempre, Signore.Vieni in solitudine,ma ognuno di noi è sempre più solo:e dunque vieni sempre, Signore.Vieni figlio della pace,noi ignoriamo cosa sia la pace:e dunque vieni sempre, Signore.Vieni a liberarci,noi siamo sempre più schiavi:e dunque vieni sempre Signore.Vieni a consolarci,noi siamo sempre più tristi:e dunque vieni sempre Signore.Vieni a cercarci,noi siamo sempre più perduti:e dunque vieni sempre Signore.Vieni, tu che ci ami,nessuno è in comunione col fratellose prima non è con te, o Signore.Noi siamo tutti lontani, smarriti,né sappiamo chi siamo, cosa vogliamo:vieni, Signore.


"Signore, Gesù Cristo, Figlio del Dio vivente, abbi pietà di me, peccatore".





 

AMAMI COME SEI.

AMAMI COME SEI (Gesù parla a un’anima) “Conosco la tua miseria, le lotte e le tribolazioni della tua anima, le deficienze e le infermità del tuo corpo: - so la tua viltà, i tuoi peccati, e ti dico lo stesso: “Dammi il tuo cuore, amami come sei...”. Se aspetti di essere un angelo per abbandonarti all'amore, non amerai mai. Anche se sei vile nella pratica del dovere e della virtù, se ricadi spesso in quelle colpe che vorresti non commettere più, non ti permetto di non amarmi. Amami come sei. In ogni istante e in qualunque situazione tu sia, nel fervore o nell'aridità, nella fedeltà o nella infedeltà, amami... come sei.., Voglio l'amore del tuo povero cuore; se aspetti di essere perfetto, non mi amerai mai. Non potrei forse fare di ogni granello di sabbia un serafino radioso di purezza, di nobiltà e di amore ? non sono io l'Onnipotente ?. E se ml piace lasciare nel nulla quegli esseri meravigliosi e preferire il povero amore del tuo cuore, non sono io padrone del mio amore? Figlio mio, lascia che Ti ami, voglio il tuo cuore. Certo voglio col tempo trasformarti ma per ora ti amo come sei... e desidero che tu faccia lo stesso; io voglio vedere dai bassifondi della miseria salire l'amore. Amo in te anche la tua debolezza, amo l'amore dei poveri e dei miserabili; voglio che dai cenci salga continuamente un gran grido: “Gesù ti amo”. Voglio unicamente il canto del tuo cuore, non ho bisogno né della tua scienza, né del tuo talento. Una cosa sola m'importa, di vederti lavorare con amore. Non sono le tue virtù che desidero; se te ne dessi, sei così debole che alimenterebbero il tuo amor proprio; non ti preoccupare di questo. Avrei potuto destinarti a grandi cose; no, sarai il servo inutile; ti prenderò persino il poco che hai ... perché ti ho creato soltanto per l'amore. Oggi sto alla porta del tuo cuore come un mendicante, io il Re dei Re! Busso e aspetto; affrettati ad aprirmi. Non allegare la tua miseria; se tu conoscessi perfettamente la tua indigenza, morresti di dolore. Ciò che mi ferirebbe il cuore sarebbe di vederti dubitare di me e mancare di fiducia. Voglio che tu pensi a me ogni ora del giorno e della notte; voglio che tu faccia anche l’azione più insignificante solo per amore. Conto su di te per darmi gioia… Non ti preoccupare di non possedere virtù: ti darò le mie. Quando dovrai soffrire, ti darò la forza. Mi hai dato l’amore, ti darò di saper amare al di là di quanto puoi sognare… Ma ricordati… amami come sei… Ti ho dato mia Madre; fa passare, fa passare tutto dal suo Cuore così puro. Qualunque cosa accada, non aspettare di essere santo per abbandonarti all’amore, non mi ameresti mai… Va…”





DONARE

Spesso dite:
"Voglio donare, ma solo a chi merita".
Non così dicono
gli alberi del vostro frutteto,
né gli animali che portate al pascolo.
Danno per vivere perché trattenere é perire.
Sicuramente l'uomo che è degno di ricevere
i suoi giorni e le sue notti
é degno di ricevere da voi qualsiasi altra cosa.


glitter-graphics.com QUANDO AL MATTINO TI SVEGLI preghiera indiana Quando al mattino ti svegli, ringrazia (il tuo Dio) per la luce dell'aurora, e la forza che ritrovi nel tuo corpo. Ringrazia (il tuo Dio) anche per il cibo che ti dà Se non trovi motivo di elevare una preghiera di ringraziamento, allora vuol dire che sei in errore. Tecumseh
 

PREGHIERA CONTRO IL MALEFICIO


glitter-graphics.comPreghiera contro il maleficio Signore Dio nostro, o sovrano dei secoli, onnipotente e onnipossente, tu che hai fatto tutto tu che a Babilonia hai trasformato in rugiada la fiamma della fornace, sette volte più ardente e che hai protetto e salvato i tuoi santi tre fanciulli; tu che sei dottore e medico delle nostre anime; tu che sei la salvezza di coloro che a te si rivolgono, ti chiediamo e ti invochiamo, vanifica, scaccia e metti in fuga ogni potenza diabolica, ogni presenza e macchinazione satanica e ogni influenza maligna e ogni maleficio o malocchio di persone malefiche e malvagie operati sul tuo servo.Fa' che in cambio dell'invidia e del maleficio ne consegua abbondanza di beni, forza, successo e carità. Tu, Signore, che ami gli uomini, stendi le tue mani possenti e le tue braccia altissime e potenti e vieni a soccorrere e visita questa immagine tua, mandando su di essa l'Angelo della pace, forte protettore dell'anima e del corpo, che terrà lontano e scaccerà qualunque forza malvagia ogni veneficio e malìa di persone corruttrici e invidiose; così che il tuo supplice protetto con gratitudine canti: "II Signore è mio soccorritore, non avrò timore di ciò che potrà farmi l'uomo".Sì, Signore Dio nostro, abbi compassione della tua immagine e salva il tuo servo per l'intercessione della Madre di Dio e sempre Vergine Maria, dei risplendenti Arcangeli e di tutti i tuoi Santi.Amen. 1 Padre Nostro, 1 Ave Maria, 1 Gloria. ... Amen.

 

 

GRAZIE DOLCE DEMETRIA.

your image

 

CONSACRAZIONE A GESU'


glitter-graphics.com Preghiera a Maria Santissima prima del riposo notturno “O Vergine, si fa tardi, tutto si addormenta sulla terra, è l’ora del riposo: non abbandonarmi ! Metti la tua mano sui miei occhi Come una buona madre. Chiudili dolcemente alle cose di quaggiù. L’anima mia è stanca di affanni e di tristezze, la fatica che mi attende è qui a me vicina. Metti la tua mano sulla mia fronte, arresta il mio pensiero. Dolce sarà il mio riposo, se benedetto da te. Perché domani il tuo povero figlio Si desti più forte E riprenda allegramente Il peso del nuovo giorno. Metti la tua mano sul mio cuore. Lui solo vegli sempre e Ridica al suo Dio Un amore eterno.” (P. Claude Wittock)
glitter-graphics.com Preghiera di Consacrazione al Sacro Cuore di Gesù (dettata a Jelena dalla Madonna) Gesù, sappiamo che tu sei misericordioso e che hai offerto il tuo cuore per noi. Esso è incoronato dalle spine e dai nostri peccati. Sappiamo che tu ci supplichi costantemente affinché noi non ci perdiamo. Gesù, ricordati di noi quando siamo nel peccato. Per mezzo del tuo cuore fa' che tutti gli uomini si amino. Sparisca l'odio tra gli uomini. Mostraci il tuo amore. Noi tutti ti amiamo e desideriamo che tu ci protegga col tuo cuore di pastore e ci liberi da ogni peccato. Gesù, entra in ogni cuore! Bussa, bussa alla porta del nostro cuore. Sii paziente e non desistere mai. Noi siamo ancora chiusi perché non abbiamo capito il tuo amore. Bussa continuamente. Fa', o buon Gesù, che ti apriamo i nostri cuori almeno nel momento in cui ci ricordiamo della tua Passione sofferta per noi. Amen.
glitter-graphics.com Titolo: Il tuo nome Autore: Don Tonino Bello Vocazione è la parola che dovresti amare di più perché è il segno di quanto tu sia importante agli occhi di Dio. E' l'indice di gradimento presso di Lui, della tua fragile vita. Si, perché se ti chiama vuol dire che ti ama. Gli stai a cuore, non c'è dubbio. In una turba sterminata di gente risuona un nome: il tuo! Stupore generale. A te non ci aveva pensato nessuno. Lui si! Davanti ai microfoni della storia, ti affida un compito su misura per Lui! Si, per Lui, non per te. Più che una 'missione' sembra una 'scommessa'. Una scommessa sulla tua povertà. Ha scritto 'ti amo' sulla roccia, non sulla sabbia come nelle vecchie canzoni. E accanto ci ha messo il tuo nome. Forse l'ha sognato di notte, nella tua notte. Alleluia! Puoi dire a tutti: non si è vergognato di me!
 

 

Parlami di Dio

Post n°726 pubblicato il 21 Agosto 2014 da sole.cp
 

1. Parlami di Dio   2

 

C'era una volta un uomo che voleva conoscere più cose possibili su Dio.
Un mattino, dunque, partì per chiedere a tutti gli uomini e a tutte le cose di

parlargli di Dio.

Disse al soldato: "Parlami di Dio!" E il soldato lasciò cadere le armi.
Disse al povero: "Parlami di Dio!' E il povero gli offrì il suo mantello.
Disse al ciliegio: "Parlami di Dio!". E il ciliegio fiorì.
Disse alla casa: "Parlami di Dio!". E la casa aprì la sua porta.
Disse all'albero: "Parlami di Dio!". E l'albero allargò i suoi rami per proteggerlo

dai raggi di sole.
Disse al bambino: "Parlami di Dio!". E il bambino si mise a sorridere.
Disse alla neve: "Parlami di Dio!". E la neve continuò a fioccare lieve, lieve.
Disse al pesce: "Parlami di Dio!". E il pesce guizzò via come una freccia.
Disse all'ippopotamo: "Parlami di Dio!". E l'ippopotamo si mise a ciondolare.
Disse al cielo: "Parlami di Dio!". E il cielo indicò la terra e il creato.

Arrivata la sera, l'uomo se ne tornò a casa, tutto contento: non aveva mai

imparato tante cose su Dio come in quel giorno! Allora, per non dimenticare

nulla, ripassò a memoria tutti gli incontri, e gli venne spontaneo ringraziare.

Grazie soldato: da te ho imparato che Dio è Pace.
Grazie, povero: da te ho imparato che Dio è generosità.
Grazie, ciliegio: da te ho imparato che Dio è bellezza.
Grazie casa: da te ho imparato che Dio accoglie tutti.
Grazie, albero: da te ho imparato che Dio è benigno.
Grazie, bambino: da te ho imparato che Dio è un sorriso.
Grazie, neve: da te ho imparato che Dio è silenzio.
Grazie, pesce: da te ho imparato che Dio è sempre giovane.
Grazie, ippopotamo: da te ho imparato che Dio è umorista.
Grazie, cielo: da te ho imparato che Dio è il grande Creatore di tutto!

 

 

 
 
 

Caro Gesù

Post n°725 pubblicato il 21 Agosto 2014 da sole.cp
 

 

 

Camminare nel mondo non è facile ,ci si imbatte in situazioni

difficili di ogni genere e ci vuole tanta forza di volontà per a

afrontare ogni cosa con serenità e pace del cuore...ma io so che Tu ci sei sempre

 vicino a me con la Tua santa mamma Maria ed ogni cosa diventa leggera perchè certa 

di non essere sola.Grazie Gesù per avermi fatta cristiana e di darmi tanta pace pur vivento in mezzo alla tempesta.....  Carolina

 

 
 
 

Gesù ti amo

Post n°724 pubblicato il 13 Giugno 2013 da sole.cp
 

 

 

Gesù anima dell'anima mia...soffio di vita da cui traggo ogni attimo

di respiro....nulla sono senza di Te...nulla posso fare nulla posso dire..

.ogni mio gesto ogni mio pensiero ogni mio attimo sono Tuoi ..

.grazie Gesù di avermi scelta di avermi amata cosi tanto....io ..

.indegna ....ma fedele solo a Te..ti amo Gesù--- 

 

Carolina

 
 
 

Le sette benedizioni

Post n°723 pubblicato il 03 Giugno 2013 da sole.cp
 

 

 

 

LE SETTE SANTE BENEDIZIONI PER NOI

1. Ci benedica la potenza del Padre Celeste + la sapienza del Figlio divino + l'amore dello Spirito + Santo. Amen. 

2. Ci benedica Gesù crocifisso, per mezzo del suo preziosissimo Sangue. 
Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen. 

3. Ci benedica Gesù dal tabernacolo, per mezzo dell'amore del suo Cuore divino. 
Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen. 

4. Ci benedica Maria dal Cielo, Madre celeste e Regina e riempia la nostra anima di un più grande amore a Gesù. 
Nel nome de Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen. 

5. Ci benedica il nostro angelo custode, e tutti i santi Angeli vengano in nostro aiuto per respingere gli attacchi degli spiriti maligni. Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen. 

6. Ci benedicano i nostri Santi patroni, il nostro santo patrono di battesimo e tutti i Santi del Cielo. Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen. 

7. Ci benedicano le anime del Purgatorio e quelle dei nostri defunti. Che siano i nostri intercessori presso il trono di Dio affinché noi possiamo raggiungere la patria eterna. Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito + Santo. Amen. 

Discenda su di noi la benedizione della santa Madre Chiesa, del nostro Santo Padre Papa Francesco, la benedizione dei nostri vescovi, la benedizione di tutti i vescovi e sacerdoti del Signore, e questa benedizione, così come viene diffusa da ogni Santo Sacrificio dell'altare, discenda su di noi tutti i giorni, ci preservi da ogni male e ci dia la grazia della perseveranza e di una santa morte. 
Nel nome del Padre + e del Figlio + e dello Spirito Santo. Amen. 

CORONCINA AL SACRO CUORE DI GESÚ.

1. O mio Gesù, che hai detto "in verità vi dico, chiedete ed otterrete, cercate e troverete, picchiate e vi sarà aperto!", ecco che io picchio, io cerco, io chiedo la grazia... 

Pater, Ave, Gloria. 

- S. Cuore di Gesù, confido e spero in Te. 

2. O mio Gesù, che hai detto "in verità vi dico, qualunque cosa chiederete al Padre mio nel mio nome, Egli ve la concederà!", ecco che al Padre Tuo, nel Tuo nome, io chiedo la grazia... 

Pater, Ave, Gloria. 

- S. Cuore di Gesù, confido e spero in Te. 

3. O mio Gesù, che hai detto "in verità vi dico, passeranno il cielo e la terra, ma le mie parole mai!" ecco che appoggiato all'infallibilità delle Tue sante parole io chiedo la grazia... 

Pater, Ave, Gloria. 

- S. Cuore di Gesù, confido e spero in Te. 

O Sacro Cuore di Gesù, cui è impossibile non avere compassione degli infelici, abbi pietà di noi miseri peccatori, ed accordaci le grazie che ti domandiamo per mezzo dell'Immacolato Cuore di Maria, tua e nostra tenera Madre, 

- S. Giuseppe, Padre Putativo del S. Cuore di Gesù, prega per noi. 

Salve Regina. 

N.B.: La presente Coroncina era recitata, ogni giorno, da Padre Pio, per tutti quelli che si raccomandavano alle sue preghiere. I fedeli, perciò, sono invitati a recitarla quotidianamente anch'essi, per unirsi spiritualmente alla preghiera dei venerato Padre.

Preghiera a San Pio 

O Gesù, pieno di grazia e di carità e vittima per i peccati, che, spinto dall'amore per le anime nostre, volesti morire sulla croce, io ti prego umilmente di glorificare, anche su questa terra, il servo di Dio, San Pio da Pietrelcina che, nella partecipazione generosa ai tuoi patimenti, tanto ti amò e tanto si prodigò per la gloria del Padre tuo e per il bene delle anime. 
Ti supplico perciò di volermi concedere, per la sua intercessione, la grazia......,che ardentemente desidero. 

At 4:
[24] All'udire ciò, tutti insieme levarono la loro voce a Dio dicendo: «Signore, tu che hai creato il cielo, la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, 
[25] tu che per mezzo dello Spirito Santo dicesti per bocca del nostro padre, il tuo servo Davide: Perché si agitarono le genti e i popoli tramarono cose vane? 
[26] Si sollevarono i re della terra e i principi si radunarono insieme, contro il Signore e contro il suo Cristo; 
[27] davvero in questa città si radunarono insieme contro il tuo santo servo Gesù, che hai unto come Cristo, Erode e Ponzio Pilato con le genti e i popoli d'Israele, 
[28] per compiere ciò che la tua mano e la tua volontà avevano preordinato che avvenisse. 
[29] Ed ora, Signore, volgi lo sguardo alle loro minacce e concedi ai tuoi servi di annunziare con tutta franchezza la tua parola. 
[30] Stendi la mano perché si compiano guarigioni, miracoli e prodigi nel nome del tuo santo servo Gesù». 

 
 
 

Maria madre mia

Post n°722 pubblicato il 05 Maggio 2013 da sole.cp
 

 

 

 

Ciao Mamma del cielo...mi stringo a te per non perdermi nelle cose del mondo...

tutta del cielo voglio essere..amarti e seguirti ogni istante...

ti amo mamma dolcissima sempre pronta alla carezza nei momenti

bui e sempre vicina in ogni vicenda che mi turba o che sia serena....

quanto sono felice di appartenerti madre mia.e di amare Gesù con

tutto il cuore...perdono ti chiedo per le mie cadute umane...io ti offro

il mio cuore sinceroe volenteroso di non cambiare mai strada......

Tu proteggimi sempre te ne prego...Carolina

 

 
 
 

Ti amo Maria

Post n°721 pubblicato il 04 Maggio 2013 da sole.cp
 

Che bella giornata cara mamma ..oggi la vita risplende dentro me...

e tu Gesù e Dio siete splendenti nel mio cuore nei miei pensieri....

vi amo ...come vorrei che ogni essere umano sentisse l'amore

che ci donate e potessero dire ogni giorno ....grazie  per la vita e

l'amore che ci date....grazie per ogni cosa ...grazie per non

abbandonarci mai per stare sempre qui accanto a noi...grazie.....Carolina

 
 
 

Santa Madre Maria

Post n°720 pubblicato il 02 Maggio 2013 da sole.cp
 

 

 

 

 

Dolce mamma ...qui sulla terra stiamo vivendo un periodo difficile ...satana si sta divertendo con noi .....omicidi...suicidi...senza lavoro...deviazioni e poi....tanto altro...ma Tu cara mamma sempre ci sei e non ci abbandoni ti prego per coloro che pensano di non avere via d'uscita e non vogliono più continuare a vivere buttando via il più bel dono fattoci da nostro Signore...la vita....ti prego per coloro che vengono deviati nella mente da satana..e commettono ogni sorta di male...Cara mamma quanto  orrore viviamo ...mentre io cerco solo la pace ..cerco l'amore...ma so che tutto questo solo da te da Gesù e da Dio nostro padre viene ..a braccia aperte l'accolgo e lo bramo....e ti chiedo di non lasciarci mai tienici stretti a te ....affinche possiamo camminare e rialzarsi dove inciampiamo grazie al vostro aiuto...Grazie mamma------- Carolina

 

 
 
 

Parola del giorno

Post n°719 pubblicato il 24 Febbraio 2013 da sole.cp
 

 

 

Domenica della Samaritana

Santo(i) del giorno : B. TOMMASO MARIA Fusco, Sacerdote, fondatore,  B. ASCENSIÓN del Corazón de Jesús, Religiosa, cofondatrice
image Per saperne di più sui Santi del giorno... 


Meditazione del giorno : Beata Teresa di Calcutta 
« Dammi da bere »

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 4,5-42. 
Giunse pertanto ad una città della Samaria chiamata Sicàr, vicina al terreno che Giacobbe aveva dato a Giuseppe suo figlio: 
qui c'era il pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, stanco del viaggio, sedeva presso il pozzo. Era verso mezzogiorno. 
Arrivò intanto una donna di Samaria ad attingere acqua. Le disse Gesù: «Dammi da bere». 
I suoi discepoli infatti erano andati in città a far provvista di cibi. 
Ma la Samaritana gli disse: «Come mai tu, che sei Giudeo, chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?». I Giudei infatti non mantengono buone relazioni con i Samaritani. 
Gesù le rispose: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice: "Dammi da bere!", tu stessa gliene avresti chiesto ed egli ti avrebbe dato acqua viva». 
Gli disse la donna: «Signore, tu non hai un mezzo per attingere e il pozzo è profondo; da dove hai dunque quest'acqua viva? 
Sei tu forse più grande del nostro padre Giacobbe, che ci diede questo pozzo e ne bevve lui con i suoi figli e il suo gregge?». 
Rispose Gesù: «Chiunque beve di quest'acqua avrà di nuovo sete; 
ma chi beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete, anzi, l'acqua che io gli darò diventerà in lui sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna». 
«Signore, gli disse la donna, dammi di quest'acqua, perché non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua». 
Le disse: «Và a chiamare tuo marito e poi ritorna qui». 
Rispose la donna: «Non ho marito». Le disse Gesù: «Hai detto bene "non ho marito"; 
infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero». 
Gli replicò la donna: «Signore, vedo che tu sei un profeta. 
I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare». 
Gesù le dice: «Credimi, donna, è giunto il momento in cui né su questo monte, né in Gerusalemme adorerete il Padre. 
Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. 
Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori. 
Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità». 
Gli rispose la donna: «So che deve venire il Messia (cioè il Cristo): quando egli verrà, ci annunzierà ogni cosa». 
Le disse Gesù: «Sono io, che ti parlo». 
In quel momento giunsero i suoi discepoli e si meravigliarono che stesse a discorrere con una donna. Nessuno tuttavia gli disse: «Che desideri?», o: «Perché parli con lei?». 
La donna intanto lasciò la brocca, andò in città e disse alla gente: 
«Venite a vedere un uomo che mi ha detto tutto quello che ho fatto. Che sia forse il Messia?». 
Uscirono allora dalla città e andavano da lui. 
Intanto i discepoli lo pregavano: «Rabbì, mangia». 
Ma egli rispose: «Ho da mangiare un cibo che voi non conoscete». 
E i discepoli si domandavano l'un l'altro: «Qualcuno forse gli ha portato da mangiare?». 
Gesù disse loro: «Mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato e compiere la sua opera. 
Non dite voi: Ci sono ancora quattro mesi e poi viene la mietitura? Ecco, io vi dico: Levate i vostri occhi e guardate i campi che gia biondeggiano per la mietitura. 
E chi miete riceve salario e raccoglie frutto per la vita eterna, perché ne goda insieme chi semina e chi miete. 
Qui infatti si realizza il detto: uno semina e uno miete. 
Io vi ho mandati a mietere ciò che voi non avete lavorato; altri hanno lavorato e voi siete subentrati nel loro lavoro». 
Molti Samaritani di quella città credettero in lui per le parole della donna che dichiarava: «Mi ha detto tutto quello che ho fatto». 
E quando i Samaritani giunsero da lui, lo pregarono di fermarsi con loro ed egli vi rimase due giorni. 
Molti di più credettero per la sua parola 
e dicevano alla donna: «Non è più per la tua parola che noi crediamo; ma perché noi stessi abbiamo udito e sappiamo che questi è veramente il salvatore del mondo». 

 

 

 

 
 
 

ama i tuoi nemici

Post n°717 pubblicato il 23 Febbraio 2013 da sole.cp
 


Sabato della I settimana di Quaresima


Santo(i) del giorno : S. POLICARPO, Vescovo e martire (memoria),  B. GIUSEPPINA (Giuditta Adelaide) Vannini, Vergine, fondatrice 
image Per saperne di più sui Santi del giorno... 


Meditazione del giorno : San Policarpo 
« Amate i vostri nemici, e pregate per i vostri persecutori »

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 5,43-48. 
Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; 
ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, 
perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti. 
Infatti se amate quelli che vi amano, quale merito ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? 
E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? 
Siate voi dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste. 

 

 
 
 

Gesù tienimi per mano

Post n°716 pubblicato il 29 Gennaio 2013 da sole.cp
 

 

Gesù.. nulla io posso e nulla io voglio nulla sono

 ...voglio essere solo ciò che Tu vuoi che io sia....guidami ,sostienimi, amami ,soccorrimi...annulla il mio essere umana..fa che io viva per servirti e ogni mia fibra del mio essere aneli solo a Te..amato mio....nulla io sono senza Te....asciuga le mie lacrime, accarezza il mio sorriso, abbraccia il mio sconforto...nelle tenebre io cammino....e nel buio vedo una sola luce...Tu o mio Gesù....Carolina.P.

 

 

 

 

 
 
 

TUO SERVO SONO

Post n°715 pubblicato il 28 Gennaio 2013 da sole.cp
 

Se dovessi scegliere

una reliquia della tua Passione,

prenderei proprio quel catino

colmo d'acqua sporca.

Girare il mondo con quel recipiente

e ad ogni piede

cingermi dell'asciugatoio

e curvarmi giù in basso,

non alzando mai la testa oltre il polpaccio

per non distinguere

i nemici dagli amici,

e lavare i piedi del vagabondo,

dell'ateo, del drogato,

del carcerato, dell'omicida,

di chi non mi saluta più,

di quel compagno per cui non prego mai,

in silenzio

finche tutti abbiano capito nel mio

il tuo amore

 

 

(Madeleine Delbrel)

 

 
 
 

coroncina dell'amore

Post n°714 pubblicato il 02 Dicembre 2012 da sole.cp
 

 

CORONCINA DELL'AMORE


Segno di Croce.


- O Dio, vieni a salvarci.

- Signore, vieni presto in nostro aiuto.
- Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
- Come era nel principio, ora e sempre,
- nei secoli dei secoli. Amen.

Sui grani del Padre nostro:

Gesù mio, Amore mio, confido in Te.

Sui grani più piccoli:

1ª Decina: Gesù mio, ti amo, perdona...

2ª Decina: Gesù mio, ti amo, salva...

3ª Decina: Gesù mio, ti amo, guarisci...

4ª Decina: Gesù mio, ti amo, libera...

5ª Decina: Gesù mio, ti amo, santifica...

Recitare il Credo
Credo in Dio Padre Onnipotente, creatore del cielo e della terra;

e in Gesu' Cristo, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito

Santo, nacque da Maria Vergine, pati' sotto Ponzio Pilato, fu crocefisso,

mori' e fu sepolto. Discese agli inferi, il terzo giorno e' resuscitato

secondo le Scritture. E' salito al cielo, siede alla destra del Padre e di

nuovo verra' nella gloria per giudicare i vivi e i morti. Credo nello

Spirito Santo, la Santa chiesa Cattolica, la Comunione dei Santi,

la remissione dei peccati, la resurrezione della carne, la vita eterna.

Amen.

- Gesù, io amo la tua Chiesa, salvala!

- Gesù, io amo la tua Chiesa, salvala!

- Gesù, io amo la tua Chiesa, salvala!


Per il trionfo del Cuore Immacolato di Maria:

Ave Maria...

Perché venga presto Gesù nella sua gloria:

Padre nostro...

Gloria al Padre...

Amen!

 

 CORONCINA DELLA DIVINA VOLONTA'

 

Recitare il Credo, il Pater, l'Ave e il Gloria.

Al posto del Pater si recita: 
"Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà"

Ad ogni decina 
Al posto dell'Ave Maria si recita:
"Padre, sia fatta la tua Volontà"

Alla fine dell'ultima decina 

Tre volte: "Gloria alla santa e divina volontà, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen" 



Litanie 


Signore pietà 
Cristo pietà
Signore pietà
Cristo ascoltaci
Cristo esaudiscici
Padre celeste che sei Dio Abbi pietà di noi
Figlio redentore del mondo che sei Dio "
Spirito Santo che sei Dio "
Santa trinità unico Dio "
Divina volontà tu sei la mia forza
Divina volontà tu sei la mia pace
Divina volontà tu sei la mia gioia
Divina volontà tu sei la mia salvezza
Divina volontà tu sei la mia speranza
Divina volontà tu sei la mia certezza
Divina volontà tu sei la mia consolazione
Divina volontà tu sei il mio cammino
Divina volontà tu sei la mia luce
Divina volontà perdonaci
Divina volontà esaudiscici
Divina volontà abbi pietà di noi
Divina volontà plasmaci e saremo resi degni del tuo amore

Preghiamo 
Padre, concedi a noi che abbiamo recitato questa santa corona,

la grazia di vivere la nostra vita sempre uniti alla tua divina volontà

e di ottenere per mezzo di essa, la pace e la gioia del cuore in ogni

circostanza della no stra vita, e cosi realizzare il disegno d'amore che

hai su ciascuno di noi. Per Cristo nostro Signore. Amen

 

 

 

 
 
 

Dice Gesù

Post n°713 pubblicato il 29 Ottobre 2012 da sole.cp
 

Dice Gesù:

  • Rispetta la libertà degli uomini.

  • Non giudicare, ma affida tutti e tutto alla mia Misericordia.

  • Non pensare troppo a te stessa perché a te ci pensa la Vita.

  • Ripeti frequentemente che non appartieni a questo mondo.

  • Cerca di conservare sempre la quiete nel cuore.

  • Non dubitare mai della mia Presenza e ricorda che Io opero incessantemente anche se tu non ne hai la consapevolezza.

  • Quando ti senti stanca ricordati che la croce la porto Io quindi invitami a riposare nel tuo cuore: in tal modo riposeremo insieme.

  • Lasciati umilmente guidare e ricorda che alle richieste insistenti non si può rifiutare.

  • Cerca sempre la mia Volontà come Unica, Giusta e Buona.

  • Desidera Me, ascolta Me, nutriti di Me, riposa in Me. Vivi in Me, per Me e con Me.

  • Io sono Tutto e sono infinitamente di più di quanto tu possa desiderare.

  • Stai sempre con Me, cuore a Cuore: Io e te siamo UNO nell'Amore.

  • Ricorda che ciò che ferisce maggiormente il mio cuore è la mancanza di fiducia.

  • Non dubitare mai di Me. Ti ho dato la mia dolcissima Mamma, non avere paura.

  • Non rifiutare i miei doni, non offendere la mia generosità. E' per Me una grande gioia colmare i miei figli di doni e desidero che li accolgano con gratitudine.

  • Ama con il mio Cuore.

  • Ama, solamente ama, sempre ama, ovunque ama.

  • Amare non è difficile: accoglimi sempre in semplicità di cuore.

  • Cercami di più in te stessa, nelle persone e negli avvenimenti.

  • Parlami e pensami più spesso per abituarti all'esercizio della mia Presenza incessante.

  • Se i tuoi fratelli ti manifestano desideri o necessità affrettatati a portarli in Cielo con la massima fiducia nel Padre Celeste.

  • Porta in Cielo tutti i granellini d'amore che trovi sulla terra.

  • Non disprezzare nulla perché tutto è utile.

  • Benedici ogni persona che incontri e chiedi la pace del cuore per tutti gli uomini.

  • Benedici il Signore tuo Dio per te e per l'umanità intera.

  • Non cercare consolazioni in nessuna creatura: Io sono il tuo Consolatore.

  • Ricorda che niente e nessuno può farti del male perché sei Mia.

  • Se ti rendessi conto di quanto è infinita la mia Misericordia non avresti mai dubbi.

  • Solo confidando in Me vincerai le tue incertezze.

  • Non chiederti se le tue preghiere vengono esaudite. Tu prega con fede. Il Padre ti ascolta sempre.

  • Non cercare fuori di te quello che è dentro di te.

  • Piccola mia, non voglio più dubbi nel tuo cuore.

  • Anche nel Cuore di Dio si accende l'ira, ma dura poco. Come puoi tu pretendere di non arrabbiarti mai? Lo sai che l'ira si spegne presto per lasciare posto alla pace del perdono.

 

 

 

 

 
 
 

BEATO ME

Post n°712 pubblicato il 16 Agosto 2012 da sole.cp
 

"Beato me se sarò povero di spirito perché mio allora è il Regno dei Cieli!

Beato me se sarò mansueto perché erediterò la Terra!

Beato me se sarò capace di piangere senza ribellione perché sarò consolato!

Beato me se più del pane e del vino per saziare la carne avrò fame e sete di

giustizia. La Giustizia mi sazierà!

Beato me se sarò misericordioso perché mi sarà usata divina misericordia!

Beato me se sarò puro di cuore perché Dio si piegherà sul mio cuore puro

ed io lo vedrò!

Beato me se avrò spirito di pace perché sarò da Dio chiamato suo figlio,

perché nella pace è l'amore, e Dio è Amore che ama chi è simile a Lui!

Beato me se per fedeltà alla giustizia sarò perseguitato, perché a compensarmi

delle terrene persecuzioni Dio mio Padre, mi darà il Regno dei Cieli!

Beato me se sarò oltraggiato e accusato bugiardamente per saper

essere tuo figlio, o Dio! Non desolazione ma gioia mi deve venire da

questo, perché questo mi uguaglia ai tuoi servi migliori, ai Profeti, per

la stessa ragione perseguitati, e coi quali io credo fermamente di

condividere la stessa ricompensa grande, eterna, nel Cielo che è mio!".

Guardiamo così la via della salute. Attraverso la gioia dei santi.

 

 

 
 
 

LA DONNA NEMICA DI SATANA

Post n°711 pubblicato il 16 Agosto 2012 da sole.cp
 

LA DONNA NEMICA DI SATANA

di Don Gabriele Amorth

Con questo titolo, La Donna nemica di Satana, ho scritto per molti mesi una rubrica sul mensile Eco di Medjugorje. Lo spunto mi veniva offerto dai continui richiami che in quei messaggi riecheggiavano con tanta insistenza. Ad esempio: «Satana è forte, è molto attivo, è sempre in agguato; agisce quando cala la preghiera, ci si mette nelle sue mani senza riflettere, ci ostacola sulla via della santità; vuole distruggere i piani di Dio, vuole mandare a monte i progetti di Maria, vuole prendere il primo posto nella vita, vuole togliere la gioia; lo si vince con le preghiere e col digiuno, con la vigilanza, con il Rosario;ovunque va la Madonna, con lei c'è Gesù e subito accorre anche Satana; è necessario non lasciarsi ingannare...».

Potrei continuare a lungo. È un fatto che la Vergine ci mette continuamente in guardia dal demonio, in barba a coloro che ne negano l'esistenza o ne minimizzano l'azione. E non mi è mai stato difficile, nei miei commenti, mettere le parole attribuite alla Madonna - siano o no vere quelle apparizioni, che io stimo autentiche - in relazione con frasi della Bibbia o del magistero.

Tutti quei richiami si addicono bene alla Donna nemica di Satana, dall'inizio alla fine della storia umana; così la Bibbia ci presenta Maria; si addicono bene agli atteggiamenti che Maria Santissima ha avuto verso Dio e che noi dobbiamo ricopiare per compiere i piani di Dio su di noi; si addicono bene all'esperienza che tutti noi esorcisti possiamo testimoniare, in base alla quale tocchiamo con mano che il ruolo della Vergine Immacolata, nella lotta contro Satana e nel cacciarlo via da coloro che assale, è un ruolo fondamentale. E sono i tre aspetti su cui desidero riflettere in questo capitolo di chiusura, non tanto per concludere, ma per mostrare come è necessaria la presenza e l'intervento di Maria per sconfiggere Satana.

1. All'inizio della storia umana. Incontriamo subito una ribellione a Dio, una condanna, ma anche una speranza in cui è adombrata la figura di Maria e del Figlio che sconfiggerà quel demonio che era riuscito ad avere la meglio sui progenitori, Adamo ed Eva. Questo primo annuncio di salvezza, o «Protovangelo», contenuto in Genesi 3, 15, è rappresentato dagli artisti con la figura di Maria nell'atteggiamento di schiacciare la testa al serpente. In realtà, anche in base alle parole del testo sacro, è Gesù, ossia «la progenie della donna», che schiaccia la testa a Satana. Ma il Redentore non si è scelto Maria solo per madre; l'ha voluta associare a sé anche nell'opera della salvezza. La raffigurazione della Vergine che schiaccia il capo al serpente indica due verità: che Maria ha partecipato alla redenzione e che Maria è il primo e più stupendo frutto della redenzione stessa.
Se vogliamo approfondire il senso esegetico del testo, vediamolo nella traduzione ufficiale della CEI: «lo porrò inimicizia tra te e la donna (Dio sta condannando il serpente tentatore), tra la tua stirpe e la sua stirpe; questa ti schiaccerà la testa e tu la insidierai al calcagno». Così dice il testo ebraico. La traduzione greca, detta dei SETTANTA, poneva un pronome maschile, ossia un preciso riferimento al Messia: «Esso ti schiaccerà la testa». Mentre invece la traduzione latina di s. Girolamo, detta VOLGATA, traduceva con un pronome femminile': «Essa ti schiaccerà la testa», favorendo un'interpretazione tutta mariana. Da notare che la interpretazione mariana veniva già data anche prima, dai Padri più antichi, da Ireneo in poi. In conclusione è evidente l'opera della Madre e del Figlio, come si esprime il Vaticano II: «La Vergine ha consacrato totalmente se stessa alla persona e all'opera del Figlio suo, servendo al mistero della redenzione sotto di lui e con lui» (LG 56).
Alla fine della storia umana. Troviamo ripetuta la stessa scena di lotta. «E un segno grandioso apparve nel cielo: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e una corona di dodici stelle sul suo capo...E un altro segno apparve nel cielo: un grosso dragone rosso vivo, con sette teste e dieci corna» (Ap 12, 1-3).
La donna sta per partorire e il suo figlio è Gesù; per cui la donna è Maria anche se, conforme all'uso biblico di dare più significati alla stessa figura, può rappresentare anche la comunità dei credenti. Il dragone rosso è «il serpente antico, chiamato Diavolo o Satana», come è detto al versetto 9. Di nuovo l'atteggiamento è di lotta tra le due figure, con la sconfitta del dragone che viene precipitato sulla terra.
Per chiunque combatte contro il demonio, in particolare per noi esorcisti, questa inimicizia, questa lotta e l'esito finale hanno grande importanza.

2. Maria nella storia. Passiamo al secondo aspetto, al comportamento di Maria Santissima durante la vita terrena. Mi limito a qualche riflessione su due episodi e due consensi: l'annunciazione e il calvario; Maria Madre di Dio e Maria Madre nostra. È da notare un comportamento esemplare per ogni cristiano: per attuare su di sé i piani di Dio, piani che il maligno cerca in tutti i modi di ostacolare.
Nell'annunciazione Maria dimostra una disponibilità totale; l'intervento dell'angelo attraversa e sconvolge la sua vita, contro ogni immaginabile attesa o progetto. Dimostra inoltre una fede vera, ossia basata unicamente sulla Parola di Dio, a cui «nulla è impossibile»; potremmo chiamarla una fede nell' assurdo (una maternità nella verginità). Ma evidenzia pure il modo di agire di Dio, come stupendamente fa notare la Lumen gentium. Dio ci ha creati intelligenti e liberi; perciò egli ci tratta sempre come esseri intelligenti e liberi.
Ne consegue che: «Maria non fu uno strumento meramente passivo nelle mani di Dio, ma cooperò alla salvezza dell'uomo con libera fede e obbedienza» (LG 56).
Soprattutto è messo in luce come l'attuarsi del più grande piano di Dio, l'Incarnazione del Verbo, abbia rispettato la libertà della creatura: «Volle, il Padre delle misericordie, che l'accettazione della madre predestinata precedesse l'Incarnazione perché, così come una donna aveva contribuito a dare la morte, una donna contribuisse a dare la vita» (LG 56).
L'ultimo concetto accenna già ad una tematica che sarà subito cara ai primi Padri: il paragone Eva-Maria l'obbedienza di Maria che riscatta la disobbedienza di Eva, preannunciando come l'obbedienza di Cristo avrebbe definitivamente riscattato la disobbedienza di Adamo. Satana non appare direttamente, ma le conseguenze del suo intervento vengono riparate. L'inimicizia de a donna contro Satana si esprime nel modo più perfetto:nella piena adesione al piano di Dio.

Ai piedi della croce avviene la seconda annunciazione: «Donna, ecco tuo figlio». È ai piedi della croce che la disponibilità di Maria, la sua fede, la sua obbedienza si manifestano con un' evidenza ancora più forte, perché più eroica, rispetto alla prima annunciazione. Per capirlo dobbiamo sforzarci di penetrare nei sentimenti della Vergine in quel momento.
Emerge subito un immenso amore congiunto col più straziante dolore. La religiosità popolare si è espressa con due nomi quanto mai significativi, ricalcati in mille modi dagli artisti: 1'Addolorata, la Pietà. Non mi dilungo perché, all' evidenza di questo sentimento, se ne aggiungono altri tre quanto mai importanti per Maria e per noi; ed è su questi che mi soffermo.
Il primo sentimento è di adesione alla volontà del Padre. Il Vaticano II usa un' espressione del tutto nuova, efficacissima, quando ci dice che Maria, ai piedi della croce, era «amorosamente consenziente» (LG 58) all'immolazione del Figlio. Il Padre vuole così; Gesù ha accettato così; anche lei aderisce a tale volontà, per quanto straziante possa essere.
Ecco poi il secondo sentimento, su cui troppo poco si insiste e che invece è il sostegno di quel dolore e di ogni dolore: Maria comprende il significato di quella morte. Maria comprende che è in quel modo, doloroso e Umanamente assurdo, che Gesù trionfa, regna, vince. Gabriele le aveva preannunciato: «Sarà grande, Dio gli darà il trono di Davide, regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe, il suo regno non avrà mai fine». Ebbene, Maria capisce che è proprio in quel modo, con la morte In croce, che si realizzano quelle profezie di grandezza. Le vie di Dio non sono le nostre vie, e tanto meno le vie di Satana: «Ti darò tutti i regni della tetra, se tu prostrato mi adorerai».
Il terzo sentimento, che corona tutti gli altri, è di gratitudine. Maria vede attuata in quel modo la redenzione di tutta l'umanità, compresa quella sua personale che le è stata applicata preventivamente.
È per quella morte atroce che lei è sempre Vergine, Immacolata, Madre di Dio, Madre nostra. Grazie, mio Signore.
È per quella morte che tutte le generazioni la chiameranno beata, che è regina del cielo e della terra, che è mediatrice di ogni grazia. Lei, umile serva di Dio, è stata resa la più grande di tutte le creature da quella morte. Grazie, mio Signore.
Tutti i suoi figli, tutti noi, guardano ora al cielo con certezza: è spalancato il paradiso e il demonio è definitivamente sconfitto in virtù di quella morte. Grazie, mio Signore.
Ogni volta che guardiamo un crocifisso, credo che la prima parola da dire sia: grazie! Ed è con questi sentimenti, di adesione piena alla volontà del Padre, di comprensione della preziosità della sofferenza, di fede nella vittoria di Cristo attraverso la croce, che ognuno di noi ha la forza di sconfiggere Satana e di liberarsene, se e caduto in suo possesso.


3. Maria contro Satana. E veniamo all'argomento che più direttamente ci interessa e che può essere compreso solo alla luce di quanto esposto sopra. Perché Maria è così potente contro il demonio? Perché il maligno trema di fronte alla Vergine? Se finora ne abbiamo esposto i motivi dottrinali, è tempo di dire qualcosa di più immediato, che rispecchia l'esperienza di tutti gli esorcisti.
Incomincio proprio con l'apologia che il demonio stesso è stato costretto a fare della Madonna. Costretto da Dio, ha parlato meglio di qualsiasi predicatore.
Nel 1823, ad Ariano Irpino (Avellino), due celebri predicatori domenicani, p. Cassiti e p. Pignataro, furono invitati a esorcizzare un ragazzo. Allora si discuteva ancora tra i teologi sulla verità della Immacolata Concezione, che fu poi proclamata dogma di fede trentuno anni dopo, nel 1854. Ebbene, i due frati imposero al demonio di dimostrare che Maria era Immacolata; e per di più gli ingiunsero di farlo mediante un sonetto: una poesia di quattordici versi endecasillabi, a rima obbligata. Si noti che l'indemoniato era un fanciullo di dodici anni e analfabeta. Subito Satana pronunciò questi versi:

Vera Madre son io di un Dio che è Figlio e son figlia di Lui, benché sua Madre.
Ab aeterno nacqu'Egli ed è mio Figlio, nel tempo io nacqui, eppur gli sono Madre
- Egli è il mio Creator ed è mio Figlio;
son io sua creatura e Gli son Madre.
Fu prodigio divin l'essere mio Figlio un Dio eterno, e me d'aver per Madre
L'essere quasi è comun fra Madre e Figlio perché l'esser dal Figlio ebbe la Madre e l'esser dalla Madre ebbe anche il Figlio.
Or, se l'esser dal Figlio ebbe la Madre, o s'ha da dir che fu macchiato il Figlio, o senza macchia s'ha da dir la Madre.

Pio IX si commosse quando, dopo aver proclamato il dogma dell'Immacolata Concezione, lesse questo sonetto, che gli fu presentato in quella occasione. 
Anni addietro un mio amico bresciano, d. Faustino Negrini, morto alcuni anni fa mentre esercitava il ministero d'esorcista presso il piccolo santuario della Stella, mi raccontava come costrinse il demonio a fargli l'apologia della Madonna. Gli chiese: «Perché hai tanto terrore quando nomino la Vergine Maria?». Si sentì rispondere, per mezzo dell'indemoniata: «Perché è la creatura più umile di tutte e io sono il più superbo; è la più obbediente e io sono il più ribelle (a Dio); è la più pura e io sono il più sozzo».

Ricordandomi questo episodio, nel 1991, mentre esorcizzavo un indemoniato, ho ripetuto al demonio le parole dette in onore di Maria e gli ho ingiunto (senza avere la più pallida idea di quello che mi sarebbe stato risposto): «La Vergine Immacolata è stata elogiata per tre virtù. Tu ora mi devi dire quale è la quarta virtù, per cui tu ne hai tanta paura». Subito mi sono sentito rispondere: «È la sola creatura che mi può vincere interamente, perché non è mai stata sfiorata dalla più piccola ombra di peccato».

Se in questo modo parla il demonio di Maria, che cosa mai dovrebbero dire gli esorcisti? Mi limito all'esperienza che tutti abbiamo: si tocca con mano come Maria sia davvero la Mediatrice di grazie, perché è sempre lei ad ottenere dal Figlio la liberazione dal demonio. Quando si incomincia ad esorcizzare un indemoniato, uno di quelli che il diavolo ce lo ha dentro proprio davvero, ci si sente insultare, prendere in giro: «lo qui ci sto bene; io da qui non uscirò mai; tu contro di me non puoi fare niente; sei troppo debole, perdi il tuo tempo...». Ma poco per volta entra in campo Maria e allora la musica cambia: «E lei che lo vuole,contro di lei non posso fare niente; dille che la smetta di intercedere per questa persona; ama troppo questa creatura; così per me è finita...».

Mi è capitato anche varie volte di sentirmi rinfacciare subito l'intervento della Madonna, fin dal primo esorcismo: «Stavo così bene qui, ma è lei che ti ha mandato; lo so perché sei venuto, perché è lei che lo ha voluto; se non fosse intervenuta lei, non ti avrei mai incontrato.. .».
S. Bernardo, alla fine del suo famoso Discorso dell'acquedotto, sul filo di ragionamenti strettamente teologici, conclude con una frase scultorea: «Maria è tutta la ragione della mia speranza».
Imparai questa frase mentre da ragazzo attendevo davanti alla porta della cella n. 5, a San Giovanni Rotondo; era la cella di p. Pio. Poi ho voluto studiare il contesto di questa espressione che, di primo acchito, potrebbe apparire semplicemente devozionale. E ne ho gustato la profondità, la verità, l'incontro tra dottrina ed esperienza pratica. Per cui la ripeto volentieri a chiunque è nello sconforto o nella disperazione, come accade di frequente a chi è colpito da mali malefici: «Maria è tutta la ragione della mia speranza».
Da lei ci viene Gesù e da Gesù ogni bene. Questo è stato il disegno del Padre; un disegno che non cambia. Ogni grazia passa per le mani di Maria, che ci ottiene quella effusione di Spirito Santo che libera, consola, rallegra.
S. Bernardo non esita ad esprimere questi concetti non una decisa affermazione che segna il culmine di tutto il suo discorso e che ispirò la famosa preghiera di Dante alla Vergine:

« Veneriamo Maria con tutto l'impeto del nostro cuore, dei nostri affetti, dei nostri desideri. Così vuole Colui che stabilì che noi ricevessimo tutto per mezzo di Maria».

È questa l'esperienza che tutti gli esorcisti toccano con mano, ogni volta.

 

 

 
 
 

Auguri Demy e Andrea

Post n°710 pubblicato il 12 Luglio 2012 da sole.cp
 

 

Matrimonio di mia figlia   7/7/2012

 

 

 

Entrata Andrea in chiesa

 

 

 

 

 Entrata di Demetria in chiesa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Mes del 25 giugno 2012

Post n°709 pubblicato il 12 Luglio 2012 da sole.cp
 

"Cari figli! Con la grande speranza nel cuore anche oggi vi invito alla preghiera. Se pregate figlioli, voi siete con me, cercate la volontà di mio Figlio e la vivete. Siate aperti e vivete la preghiera; in ogni momento sia essa sapore e gioia della vostra anima. Io sono con voi e intercedo per tutti voi presso mio Figlio Gesù. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

 

 
 
 

Novena a Maria

Post n°708 pubblicato il 30 Novembre 2011 da sole.cp
 

 

Sta per arrivare il santo Natale e Gesù ritorna.preghiamo la nostra mamma del cielo 

affinchè ci aiuti a scioglire i nodi che ci legano e non ci rendono liberi alla luce di Dio.....

 

 

 

NOVENA A MARIA CHE SCIOGLIE I NODI

(scarica in formato PDF)

Dipinto  venerato nella chiesa di San Peter Am Perlach

 di Asburgo (Germania)

 

Ma quali sono questi "nodi"? Tutti i problemi che portiamo molto spesso negli anni e che non sappiamo come risolvere: i nodi dei litigi familiari, dell'incomprensione tra genitori e figli, della mancanza di rispetto, della violenza; i nodi del risentimento fra sposi, la mancanza di pace e di gioia nella famiglia; nodi dell'angoscia; i nodi della disperazione degli sposi che si separano, i nodi dello scioglimento delle famiglie; il dolore provocato da un figlio che si droga, che è malato, che ha lasciato la casa o che si è allontanato da Dio; i nodi dell'alcolismo, dei nostri vizi e dei vizi di quelli che amiamo, i nodi delle ferite causate agli altri; i nodi del rancore che ci tormenta dolorosamente, i nodi del sentimento di colpa, dell'aborto, delle malattie incurabili, della depressione, della disoccupazione, delle paure, della solitudine...nodi dell'incredulità, della superbia, dei peccati delle nostre vite.

La Vergine Maria vuole che tutto questo cessi. Oggi viene incontro a noi, perché le offriamo questi nodi e Lei li scioglierà uno dopo l'altro.

Ora avviciniamoci a Lei. Quanto è bella!

ContemplandoLa scoprirete che non siete più soli. Davanti a Lei vorrete confidarLe le vostre angosce, i vostri nodi...e da quel momento, tutto può cambiare. Quale Madre piena d'amore non viene in aiuto al suo figliolo in difficoltà quando la chiama?

 

 

NOVENA A  "MARIA CHE SCIOGLIE I NODI"

 

Come pregare la Novena:

 

  1. Fare il segno della Croce
  2. Recitare l'atto di contrizione. Chiedere perdono per i nostri peccati e, soprattutto, proporre di non commetterli mai più.
  3. Recitare le prime tre decine del Rosario
  4. Leggere la meditazione propria di ogni giorno della novena (dal primo al non giorno)
  5. Poi recitare le due ultime decine del Rosario
  6. Finire con la Preghiera a Maria che scioglie i nodi

 


PRIMO GIORNO

Santa Madre mia amata, Santa Maria, che Scioglie i "nodi" che opprimono i tuoi figli, stendi le tue mani misericordiose verso di me. Ti do oggi questo "nodo"(nominarlo se possibile..) e ogni conseguenza negativa che esso provoca nella mia vita. Ti do questo "nodo" che mi tormenta, mi rende infelice e mi impedisce di unirmi a Te e al tuo Figlio Gesù Salvatore. Ricorro a te Maria che scioglie i nodi perchè ho fiducia in te e so che non hai mai disdegnato un figlio peccatore che ti supplica di aiutarlo. Credo che tu possa sciogliere questi nodi perchè sei mia Madre. So che lo farai perchè mi ami con amore eterno. Grazie Madre mia amata.

"Maria che scioglie i nodi" prega per me.


Chi cerca una grazia,la troverà nelle mani di Maria



SECONDO GIORNO

Maria, madre molto amata, piena di grazia, il mio cuore si volge oggi verso di te. Mi riconosco peccatore e ho bisogno di te. Non ho tenuto conto delle tue grazie a causa del mio egoismo,del mio rancore,della mia mancanza di generosità e di umiltà.

Oggi mi rivolgo a te, "Maria che scioglie i nodi" affinchè tu domandi per me, a tuo Figlio Gesù la purezza di cuore , il distacco, l'umiltà e la fiducia. Vivrò questa giornata con queste virtù. Te le offrirò come prova del mio amore per te. Ripongo questo "nodo" (nominarlo se possibile..) nelle tue mani perchè mi impedisce di vedere la gloria di Dio.

"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Maria offri a Dio ogni istante della sua vita


TERZO GIORNO

Madre mediatrice,Regina del cielo, nelle cui mani sono le ricchezze del Re, rivolgi a me i tuoi occhi misericordiosi. Ripongo nelle tue mani sante questo "nodo" della mia vita (nominarlo se possibile...), e tutto il rancore che ne risulta.

Dio Padre, ti chiedo perdono per i miei peccati. Aiutami ora a perdonare ogni persona che consciamente o inconsciamente, ha provocato questo "nodo". Grazie a questa decisione Tu potrai scioglierlo. Madre mia amata davanti a te, e in nome di tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, che è stato tanto offeso, e che ha saputo perdonare, perdono ora queste persone........ e anche me stesso per sempre."Maria che sciogli i nodi", ti ringrazio perchè sciogli nel mio cuore il "nodo" del rancore e il "nodo" che oggi ti presento. Amen.

"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Chi vuole le grazie si rivolga a Maria.


QUARTO GIORNO

Santa Madre mia amata, che accogli tutti quelli che ti cercano, abbi pietà di me. Ripongo nelle tue mani questo "nodo" (nominarlo se possibile....).

Mi impedisce di essere felice,di vivere in pace,la mia anima è paralizzata e mi impedisce di camminare verso il mio Signore e di servirlo.

Sciogli questo "nodo" della mia vita, o Madre mia. Chiedi a Gesù la guarigione della mia fede paralizzata che inciampa nelle pietre del cammino. Cammina con me, Madre mia amata, perchè sia consapevole che queste pietre sono in realtà degli amici; cessi di mormorare e impari a rendere grazie, a sorridere in ogni momento, perchè ho fiducia in te.

"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Maria è il sole e tutto il mondo benefica del suo calore

 

 

 

QUINTO GIORNO

"Madre che scioglie i nodi" generosa e piena di compassione, mi volgo verso di te per rimettere, una volta di più, questo "nodo" nelle tue mani (nominarlo se possibile....). Ti chiedo la saggezza di Dio, perchè io riesca alla luce dello Spirito Santo a sciogliere questo cumulo di difficoltà.

Nessuno ti ha mai vista adirata, al contrario,le tue parole sono così piene di dolcezza che si vede in te lo Spirito Santo. Liberami dall'amarezza, dalla collera e dall'odio che questo "nodo" mi ha causato.

Madre mia amata, dammi la tua dolcezza e la tua saggezza, insegnami a meditare nel silenzio del mio cuore e così come hai fatto il giorno della Pentecoste, intercedi presso Gesù perchè riceva nella mia vita lo Spirito Santo, lo Spirito di Dio venga su di me.

"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Maria è onnipotente presso Dio

 


SESTO GIORNO

Regina di misericordia, ti do questo "nodo" della mia vita (nominarlo se possibile...) e ti chiedo di darmi un cuore che sappia essere paziente finchè tu sciolga questo "nodo". Insegnami ad ascoltare la Parola del tuo Figlio, a confessarmi, a comunicarmi, perciò resta con me Maria.

prepara il mio cuore a festeggiare con gli angeli la grazia che tu mi stai ottenendo.

"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Sei bellissima Maria e nessuna macchia è in te.

 


SETTIMO GIORNO

Madre purissima, mi rivolgo oggi a te: ti supplico di sciogliere questo "nodo" della mia vita ( nominarlo se possibile...) e di liberarmi dall'influenza del male. Dio ti ha concesso un grande potere su tutti i demoni. Oggi rinuncio ai demoni e a tutti i legami che ho avuto con loro. Proclamo che Gesù è il mio unico Salvatore e il mio unico Signore.

O " Maria che sciogli i nodi" schiaccia la testa del demonio. Distruggi le trappole provocate da questi "nodi" della mia vita. Grazie Madre tanto amata. Signore, liberami con il tuo prezioso sangue! 
"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Sei la gloria di Gerusalemme, sei l'onore del nostro popolo

 

 

OTTAVO GIORNO

Vergine Madre di Dio, ricca di misericordia, abbi pietà di me, tuo figliolo e sciogli i "nodi" (nominarlo se possibile....) della mia vita.


Ho bisogno che tu mi visiti, così come hai fatto con Elisabetta. Portami Gesù, portami lo Spirito Santo. Insegnami il coraggio, la gioia, l'umiltà e come Elisabetta, rendimi piena di Spirito Santo. Voglio che tu sia mia Madre, la mia Regina e la mia amica. Ti do il mio cuore e tutto ciò che mi appartiene: la mia casa, la mia famiglia, i miei beni esteriori e interiori. Ti appartengo per sempre.

Metti in me il tuo cuore perchè io possa fare tutto ciò che Gesù mi dirà di fare.

"Maria che sciogli i nodi" prega per me.


Camminiamo pieni di fiducia verso il trono della grazia.

 


NONO GIORNO


Madre Santissima, nostra avvocata, Tu che sciogli i "nodi" vengo oggi a ringraziarti di aver sciolto questo "nodo" (nominarlo se possibile...) nella mia vita. Conosci il dolore che mi ha causato. Grazie Madre mia amata,Ti ringrazio perchè hai sciolto i "nodi" della mia vita. Avvolgimi con il tuo manto d' amore, proteggimi, illuminami con la tua pace.


"Maria che sciogli i nodi" prega per me.



PREGHIERA A NOSTRA SIGNORA CHE SCIOGLIE I NODI ( da recitare a fine Rosario)


Vergine Maria, Madre del bell'Amore, Madre che non ha mai abbandonato un figliolo che grida aiuto, Madre le cui mani lavorano senza sosta per i suoi figlioli tanto amati, perchè sono spinte dall'amore divino e dall'infinita misericordia che esce dal Tuo cuore volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione. Guarda il cumulo di "nodi" della mia vita.

Tu conosci la mia disperazione e il mio dolore. Sai quanto mi paralizzano questi nodi Maria, Madre incaricata da Dio di sciogliere i "nodi" della vita dei tuoi figlioli, ripongo il nastro della mia vita nelle tue mani.


Nelle tue mani non c'è un "nodo" che non sia sciolto.

Madre Onnipotente, con la grazia e il tuo potere d'intercessione presso tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, ricevi oggi questo "nodo" (nominarlo se possibile...). Per la gloria di Dio ti chiedo di scioglierlo e di scioglierlo per sempre. Spero in Te.

Sei l'unica consolatrice che Dio mi ha dato. Sei la fortezza delle mie forze precarie, la ricchezza delle mie miserie, la liberazione di tutto ciò che mi impedisce di essere con Cristo.

Accogli il mio richiamo. Preservami, guidami proteggimi, sii il mio rifugio.

 

Maria,che scioglie i nodi, prega per me.

Madre di Gesù e Madre nostra, Maria Santissima Madre di Dio; tu sai che la nostra vita è piena di nodi piccoli e grandi. Ci sentiamo soffocati, schiacciati, oppressi e impotenti nel risolvere i nostri problemi. Ci affidiamo a te, Madonna di Pace e di Misericordia. Ci rivolgiamo al Padre per Gesù Cristo nello Spirito Santo, uniti a tutti gli angeli e ai Santi. Maria incoronata da dodici stelle che schiacci con i tuoi santissimi piedi la testa del serpente e non ci lasci cadere nella tentazione del maligno, liberaci da ogni schiavitù, confusione e insicurezza. Dacci la tua grazia e la tua luce per poter vedere nelle tenebre che ci circondano e seguire la giusta strada. Madre generosa, ti presentiamo supplichevoli la nostra richiesta d'aiuto. Ti preghiamo umilmente:

  • Sciogli i nodi dei nostri disturbi fisici e delle malattie incurabili:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi dei conflitti psichici dentro di noi, la nostra angoscia e paura, la non accettazione di noi stessi e della nostra realtà:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi nella nostra possessione diabolica:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi nelle nostre famiglie e nel rapporto con i figli:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi nella sfera professionale, nell'impossibilità di trovare un lavoro dignitoso o nella schiavitù di lavorare con eccesso:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi dentro la nostra comunità parrocchiale e nella nostra Chiesa che è una, santa, cattolica, apostolica:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi fra le varie Chiese cristiane e confessioni religiose e dacci l'unità nel rispetto delle diversità:Maria ascoltaci!
  • Sciogli i nodi nella vita sociale e politica del nostro Paese:Maria ascoltaci!
  • Sciogli tutti i nodi del nostro cuore per poter essere liberi di amare con generosità:Maria ascoltaci!

Maria che sciogli i nodi, prega per noi tuo Figlio Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

 
 
 

Coroncina della Divina M.

Post n°707 pubblicato il 02 Ottobre 2011 da sole.cp
 

 

 

 

La Coroncina della Divina Misericordia:
(Per la recita si usa una normale corona del rosario)

 

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. 

O Gesù, d'amore acceso, non t'avessi mai offeso! O mio caro e buon Gesù, con la Tua Santa Grazia non ti voglio offendere più, nè mai più disgustarti, perchè ti amo sopra ogni cosa. Gesù mio misericordia, perdonami!

Si inizia con: il Padre Nostro, l'Ave Maria e il Credo. 

Credo:

Io credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

 

Sui (5) grani maggiori del rosario si dice:

Eterno Padre, Ti offro il Corpo e il Sangue, l'Anima e la Divinità del Tuo dilettissimo Figlio e Signore Nostro, Gesù Cristo, in espiazione dei nostri peccati e di quelli del mondo intero.

Sui (50) grani minori del rosario si dice:

Per la Sua dolorosa Passione, abbi misericordia di noi e del mondo intero.

Alla fine si dice per tre volte:

Santo Dio, Santo Forte, Santo Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero.

Alla fine si dice:

O Sangue ed Acqua che scaturisti dal Cuore di Gesù come sorgente di misericordia per noi, confido in te!

 

(Si chieda la grazia a Gesù, per intercessione
di Santa Faustina Kowalska.........
a cui Gesù non ha mai rifiutato nulla).

Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

 

(Se una grazia non viene concessa subito ripetere la Coroncina
tante volte, alle tre del pomeriggio e anche in altri orari).

Le Promesse di Gesù Misericordioso:

Con questa coroncina otterrai qualsiasi grazia, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà.

La Mia Misericordia avvolgerà in vita e specialmente nell'ora della morte le anime che reciteranno questa coroncina.

I sacerdoti la raccomandino a chi vive nel peccato come una tavola di salvezza.

Se verrà recitata accanto a un moribondo, Mi metterò fra il Padre e l'anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore Misericordioso.

L'ORA DELLA MISERICORDIA:

Gesù ha raccomandato di recitare la coroncina a qualsiasi ora ma in particolare nell'ora della propria morte, ossia le 3 del pomeriggio, che Lui stesso ha chiamato un'ora di grande misericordia per il mondo intero.

"In quell'ora dice Gesù non rifiuterò nulla all'anima che Mi prega per la Mia Passione".

 

L'IMMAGINE DI GESU' MISERICORDIOSO:

L'anima che venererà questa immagine non perirà, già su questa terra Prometto la vittoria sui suoi nemici e sarà difesa come Mia gloria nell'ora della morte.

 

LA FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA:

L'anima che la prima domenica dopo Pasqua si confesserà e riceverà degnamente la santa comunione, dopo aver fatto per 9 giorni a partire dal Venerdì Santo una novena usando la Coroncina alla Divina Misericordia, riceverà la grande grazia della remissione totale di tutte le pene e dei castighi.

 

LA DIFFUSIONE DEL CULTO DELLA DIVINA MISERICORDIA:

A tutti sono dirette due promesse, la prima riguarda la protezione materna in tutta la vita e la seconda riguarda l'ora della morte:

"Tutte le anime che adoreranno la Mia misericordia e ne diffonderanno il culto, nell'ora della loro morte, poi, non sarò Giusto Giudice ma Salvatore Misericordioso.".

Santuario della Divina Misericordia Chiesa Santo Spirito in Sassia

Via dei Penitenzieri 12, Roma - Tel. 06.6879310 - 06.68.80.50.94
Sito Web: 
HYPERLINK "http://www.divinamisericordia.it/"www.divinamisericordia.it HYPERLINK "http://www.divinamisericordia.it/"
Tramite i telefoni del Santuario chiamando dopo le 16:00 del pomeriggio è possibile farsi spedire l'immagine di Gesù, confido in te! - Per recitarci davanti la Coroncina della Divina Misericordia e ottenendo le Promesse in punto di morte per chi venera la Sua immagine. 

 

La Coroncina alla Divina Misericordia è stata dettata dal Signore Gesù a suor Faustina a Vilna (Vilnius, Lituania), il 13-14 settembre 1935, come preghiera per placare l'ira di Dio e per espiare i nostri peccati e quelli del mondo intero.

 

(Dice Gesù a Santa Faustina Kowalska):

"Oh! che grandi grazie concederò alle anime che reciteranno questa coroncina"

(Diario, 848).

"Con essa otterrai tutto, se quello che chiedi è conforme alla mia volontà".

(Diario, 1731).

"Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato. Chiunque la reciterà, otterrà tanta Misericordia nell'ora della morte. I sacerdoti la consiglieranno ai peccatori come ultima tavola di salvezza; anche se si trattasse del peccatore più incallito se recita questa coroncina una volta sola, otterrà la grazia della mia infinita Misericordia"

(Diario, 687).

Per la recita di questa coroncina Mi piace concedere tutto ciò che Mi chiederanno. Se la reciteranno peccatori incalliti, colmerò di pace la loro anima, e l'ora della loro morte sarà serena. Scrivi questo per le anime afflitte: quando l'anima vede e riconosce la gravità dei suoi peccati, quando si svela ai suoi occhi tutto l'abisso di miseria in cui è precipitata, non si disperi, ma si getti con fiducia nelle braccia della Mia Misericordia, come un bambino fra le braccia della madre teneramente amata (...) Proclama che nessun' anima, che ha invocato la Mia Misericordia, è rimasta delusa né confusa.

Ho una predilezione particolare per l'anima che ha fiducia nella Mia bontà. Scrivi che quando verrà recitata la coroncina vicino agli agonizzanti, Mi metterò fra il Padre e l'anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore misericordioso"

(Diario, 1541).

"Nell'ora della morte difenderò come Mia gloria ogni anima che reciterà questa coroncina (...) Quando vicino ad un agonizzante viene recitata questa coroncina, si placa l'ira di Dio e l'imperscrutabile Misericordia avvolge l'anima" (Diario, 811).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LE TRE POMERIDIANE:
L'ORA DELLA MISERICORDIA.

 

A Cracovia nell'ottobre 1937, Gesù ha raccomandato a Santa Faustina Kowalska di venerare in modo particolare l'ora della sua morte, che Egli ha chiamato: 

"l'ora della grande misericordia per il mondo intero". 

Qualche mese più tardi (febbraio 1938) ha ripetuto questa richiesta e ancora una volta ha definito lo scopo dell'ora della Misericordia, la promessa legata ad essa ed il modo di celebrarla: "Ogni volta che senti l'orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella mia misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poiché fu in quell'ora che venne spalancata per ogni anima......In quell'ora fu fatta grazia al mondo intero, la misericordia vinse la giustizia". 

Gesù desidera che in quell'ora sia meditata la sua Passione, in modo particolare l'abbandono nel momento dell'agonia e allora, come ha detto a Santa Faustina, "Ti permetterò di penetrare nella mia tristezza mortale e otterrai tutto per te stessa e per gli altri" 

 

In quell'ora bisogna venerare e lodare la misericordia divina e implorare le grazie necessarie per tutto il mondo, soprattutto per i peccatori e per se stessi. 

Gesù ha posto tre condizioni necessarie perché le preghiere innalzate nell'ora della Misericordia, siano ascoltate

 

  • La preghiera deve essere rivolta a Gesù.
  • Deve aver luogo alle tre del pomeriggio.

• Deve richiamarsi ai valori e ai meriti della Passione del Signore. 

 

 

 

"Concederò grazie senza numero a chi reciterà questa coroncina, perché il ricorso alla mia Passione commuove l'intimo della mia misericordia. Quando la reciti, avvicini a Me l'umanità. Le anime che mi pregheranno con queste parole saranno avvolte dalla mia misericordia per tutta la loro vita e in modo speciale al momento della morte." 

 

Bisogna anche aggiungere che l'oggetto della preghiera deve essere in accordo con la Volontà di Dio, mentre lo spirito della preghiera cristiana esige che sia: fiduciosa, perseverante e legata alla pratica della carità attiva verso il prossimo, (condizione indispensabile di ogni forma del Culto della Divina Misericordia). 

 

 

 

 

 

 

L'IMMAGINE SACRA:
"GESU', CONFIDO IN TE."

Dal racconto dell'apparizione a Santa Faustina Kowalska: " La sera del 22 Febbraio 1931, stando nella mia cella, vidi il Signore Gesù vestito di una veste bianca: una mano alzata per benedire, mentre l'altra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata lasciava uscire due grandi raggi, rosso l'uno e l'altro pallido. 

Muta tenevo gli occhi fissi sul Signore; l'anima mia era presa da timore, ma anche da gioia grande. 

Dopo un istante Gesù mi disse: 

" Dipingi un'immagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: Gesù, confido in Te! Desidero che questa immagine venga venerata prima nella vostra cappella, e poi nel mondo intero. 

Prometto che l'anima che venererà quest'immagine, non perirà. Prometto pure già su questa terra, ma in particolare nell'ora della morte, la vittoria sui nemici. Io stesso la difenderò come mia propria gloria." 

 

Mentre pregavo udii interiormente queste parole: 

" I due raggi rappresentano il Sangue e l'Acqua. Il raggio pallido rappresenta l'Acqua che giustifica le anime; il raggio rosso rappresenta il Sangue che è la vita delle anime...Entrambi i raggi uscirono dall'intimo della mia Misericordia, quando sulla Croce il mio Cuore, già in agonia, venne squarciato con la lancia. Tali raggi riparano le anime dallo sdegno del Padre mio. Beato colui che vivrà alla loro ombra, poiché non lo colpirà la giusta mano di Dio". 

 

Dice ancora il Signore: " Porgo agli uomini il recipiente con il quale debbono venire ad attingere le grazie alla sorgente della Misericordia. Il recipiente è quest'immagine con la scritta : Gesù, confido in Te": 

Attraverso quest'immagine concederò molte grazie alle anime; perciò ogni anima deve poter accedere ad essa". 

Il culto di questa immagine consiste nella preghiera fiduciosa unita alle opere di misericordia verso il prossimo.

A tale culto Gesù ha legato le seguenti promesse:

  • La grazia della salvezza.
  • Grandi progressi sulla via della perfezione cristiana.

• La grazia della morte santa, nonché tutte le altre grazie e i benefici terreni richiesti con fiducia dagli uomini. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA
(LA PRIMA DOMENICA DOPO PASQUA):

"Desidero che la festa della Misericordia sia il riparo e il rifugio per tutte le anime, e specialmente per i poveri peccatori, riverserò tutto un mare di grazie sulle anime che si avvicinano alla sorgente della Mia Misericordia".

"L'anima che si accosta alla confessione ed alla Santa Comunione, dopo aver fatto una novena a partire dal Venerdì Santo usando la Coroncina della Divina Misericordia, riceve il perdono totale delle colpe e delle pene. In quel giorno sono aperti tutti i canali attraverso i quali scorrono le grazie divine". 

Nessuna anima abbia paura di accostarsi a Me, anche se i suoi peccati fossero come lo scarlatto".

(Diario, 699)

"Anche se un'anima fosse in decomposizione come un cadavere ed umanamente non ci fosse alcuna possibilità di risurrezione e tutto fosse perduto, non sarebbe così per Dio: un miracolo della Divina Misericordia risusciterà quest'anima in tutta la sua

pienezza" (Diario, 1448).

 

 

___________________________________________________________

 

 

Il Culto della Divina Misericordia con tutte le promesse è stato dettato da Gesù stesso a Santa Faustina Kowalska in più apparizioni, dicendo al mondo:
"Chi non vuol passare per la Mia Misericordia, dovrà passare per la Mia Giustizia".

Testo di questo depliant tratto dal diario
di Santa Faustina Kowalska, Editrice Vaticana.

 

 

 
 
 

messaggo di M.S.

Post n°706 pubblicato il 02 Ottobre 2011 da sole.cp
 

Amatissimi figli miei, 
sono qui oggi solo per la vostra salvezza affinché voi tutti

sappiate rendere il doveroso omaggio a Dio Onnipotente che tanto si prende a cuore la

salvezza di tutti i suoi figli. 
Sono ormai alle porte le pratiche sataniche che si abbatteranno

sull'umanità perché questo era il patto che Dio ha concesso

a Satana fino alle soglie del 2012. 
Non dovete vedere questo anno fatidico come una minaccia

alla vostra

incolumità né tanto meno come una condanna a morte per

coloro che ancora non conoscono

il Regno di Dio. 
Dio è qui per tutti e vi parla attraverso le parole di un profeta che gli

fa da portavoce, scelto da Lui solo ed esclusivamente per la salvezza

delle anime. Non sono tutti figli di Dio purtroppo

le anime presenti sulla terra per redimere e purificare;

purtroppo vi sono molti figli di Satana che sono

qui per cercare di

instaurare sulla terra il dominio malvagio di Lucifero ex angelo di Dio

e ora angelo della morte. 
Non dovete avere paura di lui perché chi ha paura del demonio è una

persona fragile e priva di fede... Chi ama Gesù, segue il suo Vangelo,

chi ama Dio e lo adora,

lo prega e con Lui si fa guidare nelle modalità della sua Volontà,

non teme nulla perché sa che

grande sarà la ricompensa nei Cieli per il grande dono che l'Onnipotente

ha fatto all'umanità

mandando sulla terra Suo Figlio Gesù Cristo che si è offerto in sacrificio

per tutti voi,

uomini del Signore! 
Ora io vi propongo questo: chi non sa ancora del Nuovo Pentateuco,

per mancanza di informazione, non si scoraggi perché un giorno non

lontano, questi

Libri Sacri, che sono paragonabili solo alle Sacre Scritture, saranno

diffusi in tutto il mondo

e saranno alla potata di tutti. 
Chi li cerca e non li trova può chiedere al profeta Levehor perché lei è

stata incaricata dall'Altissimo Dio Onnipotente di diffonderli

nell'interesse di tutti. 
Non è certo per desiderio di guadagno che il profeta si occupa di questo:

quanto lei fa nel Nome del Signore è tutto solo devoluto alla diffusione

della Parola

come le è stato chiesto fin dal primo giorno in cui Gabriele Arcangelo

le ha parlato. 
E' facile criticare e condannare chi si occupa della Parola perché

purtroppo tali pratiche si vanno sempre ad incrociare con le pratiche

terrene e con finalità di lucro. 
Ma chi veramente si occupa della Parola del Signore, che sia un

ministro o che sia un profeta, non potrà mai farlo per scopi di

guadagno personale

perché Dio vieta assolutamente che si formino associazioni a

scopo di denaro nel Suo Nome! 
Ciò che è opera di Satana è destinato a cadere, ciò che è opera di Dio

prosegue e si diffonde in tutto il mondo! 
Io sono ormai al termine della mia missione sulla terra, di nome 

Marderio, una missione che ho ideato e scelto, per amore vostro,

sostenuta dal Padre e dal Figlio! 
Senza la loro autorizzazione, senza le loro modalità attuate su di

me per rendere concreto il mio compito in quest'opera di salvezza

nell'essere corredentrice

dell'Onnipotente, accettando un sacrificio per l'umanità, non avrei

mai e poi mai potuto

venirvi incontro con un'opera in vostro aiuto perché questa era la

Volontà del Signore e

nessuno può intraprendere compiti consoni alla Volontà divina se

Dio non li autorizza:

nemmeno io.
Ora vi dico questo: un giorno non lontano qualcuno di voi sarà al

centro di una grossa notizia che farà tremare la pace nel mondo;

ebbene, amati figli di Dio,

sappiate che questo personaggio di fama malvagia altri non è che

quell'essere umano v

otato a Satana chiamato anticristo. 
Si farà osannare e pregare da una moltitudine di folla che lo amerà

molto e che penderà dalle sue labbra! 
Attenti, uomini di Dio, io vi avviso: sappiate che quell'uomo non è

portatore di amore ma di sventura. 
Non potrete quindi dire, un giorno, che nessuno vi aveva avvisato... 
Ora sto per concludere il mio Marderio di sofferenza, anche se

il mio compito in vostro aiuto continua nella lotta a Satana ma

con altre modalità di cui un

giorno vi parlerò. 
Questo è il volere di Dio al quale io non solo non mi sottraggo

ma che accetto con gioia. 
Vi spiegherò più avanti nel tempo, a quale sacrificio Dio mi ha

allegato per aiutarvi tutti perché grande è il suo amore su tutta la

terra e grande sarà orae sempre il suo nome nell'universo. 

Via lascio ora, amati figli del Signore, con le parole di Lucifero

che oggi nel giorno del mio anniversario dell'Assunzione,

ho costretto a parlare nel Nome

di Gesù Figlio di Dio per il bene della vostra salvezza. Sapete che,

solo sotto il mio

personale esorcismo, Satana è costretto a parlare in modo sincero. 
Ascoltatelo ma non odiatelo perché le sue tentazioni, se superate

con la fede, servono alla vostra redenzione.
Non fatevi illudere dalle le sue bassezze e dalle sue ingannevoli

proposte quotidiane che possono sembrare allettanti perchè altro non

sono che le spire di

un serpente che si nutre delle sventure altrui. Sta a voi superare e

vincere le sue proposte

negative con la forza della fede ricordatevelo! 

Amati uomini di Dio: pregate, pregate e convertitevi perché questo

Dio Padre vuole da voi. Vi saluta Maria apparsa a Fatima e vi

benedice in questo grandioso

giorno nel Nome di JHS 

 

--------------------------------------------------------- 



Parla Lucifero: 
"Ei là, umanità sfortunata e piena di problemi! Ma che cosa volete

fare senza Dio? Non sapete che Lui vi ha creati e che vi ama

esattamente all'inverso

di quanto io vi possa odiare perché io mai e poi mai faccio anche

solo un decimo di quello

che Lui fa per voi! 
Cosa vi interessa, oggi: forse la redenzione? 
A me francamente non interessa per niente! 
Io me ne frego della vostra redenzione: se la rifiutate anche voi allora

sono contento e vi porto in mezzo al mio inferno che poi... non è proprio

quella cosa orribile. 
Sì, è vero che si soffre, che c'è la dannazione eterna, è vero che si sta

male e che ci si dispera; io creo disagi sofferenze casini di ogni tipo,

sapete soprattutto a chi? 

A chi fa la religione fai da te! Neanche i miei dannati e i miei demoni sono

così stupidi dal fare qualcosa di diverso da quello che io dico a loro di fare! 
Vi credete furbi e consapevoli pensando che in chiesa si debba andare solo

quando uno se la sente: che stupida cosa, stupida e perversa perché questo si ritorce

contro di voi! 
Ma non avete capito che non è Dio ad aver bisogno di voi ma siete voi

ad aver bisogno di Lui? 
Se non lo amate, non lo pregate e non seguire i precetti e la strada del

Vangelo che Suo Figlio vi ha dato, credete di salvarvi? Neanche per idea! 
La religione del "ci vado quando me la sento", o del "non sono obbligato

a fare questo o quello, nemmeno sono obbligato a pregare..." è pura follia, è un

comandamento all'inverso che serve solo ad accontentare la vostra

presunzione e che vi spedisceesattamente dove sono io! 

Voi avete fiducia in Dio? Lo chiamate con fede nella vostra vita solo

quando vi pare? Poveri illusi! 
Dio non è una pastiglia per il mal di testa e nemmeno un catalogo di prodotti. 
Il vostro modo di vivere la vita è semplicemente assurdo. 
Mi ricordate un uomo rimasto intrappolato in un incendio: urlava e urlava

ma nessuno lo tirava fuori. Sapete perché? Perché aveva dimenticato di chiamare

i pompieri, come se loro fossero obbligati a correre da lui senza essere stati chiamati. 
Quando verrete qui, altro che incendio; qui si brucia davvero nel

tormento enell'angoscia, nel terrore e nella disperazione:

chiamerete Dio in aiuto,ma se non l'avretecercato qui sulla terra,

Lui non vi potrà più

sentire qui nel mio mondo infernale perché

io lo impedirò! La voce di Dio è per chi lo ha amato e venerato in vita,

non per chi havissuto fregandosene di Lui: dopo morti è tardi,

quello che è fatto è fatto. 

Io non avrei proprio voglio di dire queste cose: però sono obbligato dalla

Signora che si è offerta in sacrificio per voi. Ma tanto voi non mi credete:

non credetea Lei, non credete all'Altissimo e nemmeno agli angeli!

Ma scusate: voi in cosa credete?! 
In voi stessi e basta, giusto? 
Bene allora sono tranquillo perché quello che dico non convertirà nessuno,

quindi niente rischi; posso spifferare tutto perché nessuno crede che chi

vi parla ora sia

veramente io, Lucifero, il re del male e nemmeno credete al profeta e in

quello che scrive:quindi, meglio di così! 

Sapevate che l'Altissimo rispetta la vostra libertà?! Lui si, io no. 
Ma chi se ne frega della vostra libertà! 
Pensate che io rispetti la libertà dei miei dannati, dei demoni, i miei amati

aguzzini? Neanche per idea! 
Loro devono fare solo quello che dico: osannarmi, adorarmi, amarmi e

anche se non mi amano chi se ne frega! Loro sono miei schiavi come lo

sarete voi quando

verrete qui; certo, perché una volta qui vi importerà solo del vostro

pensiero, di ciò in

cui avete creduto in vita, di ciò che vi è sembrato giusto fare o non fare:

il tutto senza Dio esenza la Parola del Figlio, l'unica cosa che vi

può salvare! 

A me, sapete, non interessa minimamente se Lui ama la verità e

si fa in quattro per rispettarvi perché io sono colui che è nella

menzogna nell'angoscia

profondadi coloro che non riescono ad affrontare la realtà:

la realtà della vostra vitache non èper niente rosea! 

Ma tanto cosa parlo a fare: voi nemmeno mi ascoltate, tanto meno mi

credete! 
Per voi non esisto, così come non esistono i massoni, le sette nel mio nome,

gli omicidi, i plagi dei miei collaboratori... tanto a voi cosa interessa?

Per voi non esisteniente ma proprio niente! 

Meno male che non sono come il Creatore che si fa in dieci per amore vostro,

per salvarvi: solo un kamikaze come Lui può arrivare a tanto per voi! 

E pensare che ha mandato giù anche suo Figlio per voi! Ma a voi ormai

cosa interessa? 
Interessa solo il vostro benessere, il vostro egoismo, e le cose, cose, cose,

che ne avete talmente tante di cose per distrarvi e allontanarvi dalla via giusta, che io

mi chiedo come si può arrivare ad un livello di stupidità così elevato come il vostro! 
Siete tutti qui sulla terra per fare un percorso che vi porti a Dio e al Figlio;

mi dispiace enormemente dirlo ma è così. 
Voi siete qui perché dovete fare un percorso redimente e purificante nel

nome di Quello là (Gesù) che vi ha salvati dalle colpe. E invece voi cosa fate?

State qui a sollazzarvi come dei bambocci e rifiutate la fede che parla dell'anima, rifiutate

quel Salvatore,unico vero Messia che solo a pensarci mi viene il brivido...

certo perché dall'alto dellacroce mi ha dato uno schiaffo talmente

forte che neanche immaginate! 

Come? Accettando Lui di morire per voi! 
Io una cosa così non l'avrei mai fatta: mai e poi mai! 
Per cosa poi... per gente che è ancora qui a chiedersi se Dio esiste,

se l'uomo ha l'anima, se non è meglio vivere alla giornata... la più grande eresia del secolo! 
Io francamente, se i miei collaboratori facessero come voi, quante gliene

darei! Ma quante! 
Altro che aiuto, sacrificio, sofferenza, per aiutarvi! 
C'è anche la Signora bianca (Maria di Fatima) che si fa in quattro per

alleggerire la vostra valle di lacrime... e voi cosa fate? 
La ignorate, l'abbandonate al suo destino come se lei non stesse facendo

niente per voi... e pensare che proprio Lei è la mia peggior nemica... la peggiore delle peggiori.

Col suo sacrificio, col suo amore nei vostri confronti, vi aiuta con quegli esseri

svolazzanti (angeli) che le stanno intorno! 
Ma tanto per ben che vada voi pensate che gli angioletti stanno bene nei

dipinti, che sono figure puerili, che servono ai bambini per sentirsi protetti

quando vanno a letto la sera! Mai sentita una cavolata più assurda! 

Gli angeli sono messaggeri dello Spirito Santo e a me scoccia molto dirlo

perché ci stanno addosso tutto il giorno pur di aiutare voi e tirarvi spesso

fuori dai guai senzache neanche voi ve ne accorgiate! 

Ma tanto per voi gli angeli non esistono, nemmeno i custodi, quei poveri

sfaccendati che stanno in parte a voi dalla mattina alla sera per aiutarvi

per proteggervi,illuminarvi... e voi niente, non rivolgete loro

neanche un pensierino! Niente, un bel niente:tanto ve ne fregate! 

A vedervi sembrerebbe che stiate sulla terra a fare una passeggiata

dove sideve godere di tutto e basta ma tutto sommato a

me va benissimo perché quando andrete

via dalla terra, io vi incontrerò e vi suggerirò pensieri di orgoglio, di superbia, di presunzione!

Perché chi ha fatto a meno di Dio sulla terra, qui non lo cercherà di certo, perché cercherà

me! 
Sono un grande antropologo io: voglio che l'uomo creda nell'uomo, nelle sue

filosofie, nei suoi perché e che sia convinto che ogni cosa che fa, la debba fare senza

Dio e soprattutto senza Suo Figlio! 
Infatti io sono per la religione fai date, o meglio, è una mia invenzione

che ho suggerito alle anime scellerate e miscredenti senza fede.
L'importante per me, è che l'uomo non abbia fede, che non creda in

Dio o meglio che lo segua e si ricordi di lui solo in due momenti della vita: quando sta per

schiattare e quando ha bisogno di qualcosa. 
Trattate Dio come un supermercato: vi ricordate di Lui solo quando vi

serve qualcosa. 
Lui vi ha indicato la strada per non dannarvi e purtroppo per me è un

discorso molto ricco di significato: infatti la dannazione è diventata un 

business da cui tutti siete

attratti. Tutti forse no: chi ha fede ha capito come funziona il grande

imbroglio satanico

di farvi credere che siete padroni di tutto, è opera mia, solo mia e me

ne vanto visto

il numero crescente di iscritti al mio club! 
Tanto poi, non importa in cosa si creda o che fede uno abbia... l'importante

è che non segua il Figlio del Creatore perché è quella l'unica via che

porta alla salvezza

certa e soprattutto che mi tiene lontano! 
Io so comunque che sulla terra non sarà mai così: nessuno ascolterà

l'Onnipotente e il suo scalcinato profeta! L'umanità mi sta dimostrando

una sbadataggine

e una stupidità che non avrei mai contemplato: nemmeno nei miei sogni

più remoti. 
Io sono Lucifero, il Signore del male, non voglio che gli uomini

seguano altri all'infuori di me. 
Il credente che ha fede nel Vangelo mi annienta: come faccio

a tiralo dalla mia parte se mi conosce, non mi teme, se sa di me e si

difende con i mezzi

(Sacramenti) del Figlio?! 
Come dite voi: ci si può difendere solo da ciò che si conosce, tipo le malattie

ad esempio. Anche quelle sono una mia invenzione... 
Io comando quasi tutto quanto esiste sulla terra, sono stato relegato qui

nella notte dei tempi e nella notte ci sono ancora; soprattutto vorrei

comandare le anime

ma non posso perché le anime non mi appartengono. Certo, se poi

uno se ne frega del

Vangelo di Quello là (Gesù), allora anche io ho libero accesso alla sua

anima, non solo quegli

stupidi esserini biondicci (angeli) che fanno la guardia notte e giorno

senza lasciarci fare

mai niente di male contro di voi! 
Certo che mi fanno una pena... tutto il giorno ad aiutarvi, a proteggervi

e voi che ve ne fregate di tutto; di una cosa non dovrete fregarvene però:

della morte,

perché tutti prima o poi ci arriverete ed è inutile fare corna, cornetti,

spergiuri ed affini

perché se non siete con Dio, siete con me e da lì non si scappa. 
Io rispetto molto la vostra libertà: non nel senso che volete voi, ma nel

senso che dico io; rispetto la vostra libertà proponendovi molte tentazioni

come i vizi capitali,

soprattutto la lussuria di cui tanto vi vantate: ma non sapete che la

lussuria è un

passaporto gratuito per le pratiche infernali?! Pensate sia una favoletta?

Chiedetelo a quelli

di Sodoma e Gomorra! 
Vi conviene leggere le testimonianze sui libri di questo profeta

accompagnato dall'Arcangelo Gabriele e scoprirete che è tutto vero,

purtroppo per me! 
Io vorrei tornare ad essere falso e spergiuro com'ero prima di essere

stato costretto a dettare queste righe; mi ha obbligato la Signora

(Maria) che siccome

ha offerto un sacrificio suo per voi, mi ha costretto a parlare nel

vostro interesse. 
Pazzesco: il Signore del male che parla nell'interesse dell'umanità!

Triste vero? 
Ma io l'ho ricoperta di insulti, bestemmie e spergiuri Quella là

(Maria)!

Così la smette di fare sacrifici per chi non li vuole, cioè voi. 
Arrivederci umanità disgraziata e miscredente, ci vediamo tra

qualche annetto quando suonerà la vostra ora; intanto godetevi i miei fattacci e le mie

catastrofi perché il 2012 è alle porte! 
Preparatevi mi raccomando: ateismo, razionalismo, religione fai

da te, sette vizi capitali (nessuno escluso) e soprattutto tanta, tanta lussuria!
Continuate così uomini, io ne sono felice.
Ci vedremo poi: più in là nel tempo! 
Con tutto il cuore di demone che posso avere, vi saluto e vi

maledico nel mio nome. 

Lucifero Signore del male 

 

 

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 






Foto di paralotti
paralotti  

 

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

palladino.g1950nido_famigliapigicollearchitetto71gesu_risortoannunz1soriente.luisagio.jesussole.cpivodiprimioantoniomorelli2010magister1973camilla.cervifontanachiara1966astrid170walterdipierro
 

ULTIMI COMMENTI

Bellissimo post! Complimmmenti e un forte...
Inviato da: discepola2007
il 21/08/2014 alle 16:54
 
esatto,avete proprio così
Inviato da: elena
il 16/03/2014 alle 02:13
 
ciao a tutti.mi chiamo elena sno una sua consacrata...
Inviato da: elena
il 05/03/2014 alle 23:47
 
Ciao sono rimasta veramente colpita da questo post. Un...
Inviato da: lunagialla82
il 21/01/2014 alle 15:09
 
Per passare da autoplay a manuale ... basta...
Inviato da: NonnoRenzo0
il 03/06/2013 alle 21:46
 
 
 

I MIEI LINK PREFERITI

- gesù
- spirito
- nostra signora del sacro cuore
- monastero invisibile
- altrvista
- dio
- riflessioni e testi
- rinnovamento
- RADIO MARIA NEL MONDO
- DISCORSO ALLA LUNA DI PAPA GIOVANNI XXXIII
- messaggio di MEDJUGORJE OGGI
- grafica
- video medigorie
- poesie
- grafik
- poesie di natale
- POESIE NATALE
- estratty conv con DIO
- GRAFICA
- PREGHIERE DI LIBERAZIONE DAL MALE
- http://www.preghiereagesuemaria.it/lo%20spirito%20santo.htm
- P.GUARIGIONE
- CHRISTUSCASTITAS
- ALTRE PREGHIERE
- OSSERVATORE ROMANO
- image
- GIACOMO LEOPARDI
- INCONTRI DI PREGHIERA DI LIBERAZIONE E GUARIGIONE.GRUPPO DI GESU'
- LITURGIA DEL GIORNO
- PASSIOCHISTI
- divina misericordia
- TINJPIC
- fumetto
- S.FAUSTINA
- preghiere
- PREGHIERE DI GUARIGIONE
- MEDJUGORJE
- eucarestia
- VIA CRUCIS
- il vangelo del giorno
- bibbia cee
- angeli buoni
- gesù risorto
- BELLISSIME POESIE DI MADRE TERESA DI CALCUTTA.
- poesie mariane
- LE PIU' BELLE PREGHIERE DI TUTTI I TEMPI,
- preghiere,poesie,pensieri
- http://imageshack.us/
- VATICANOWEB
- ANNE E DANIEL MEUROIS GIVAUDAN
- VIDEO DI PADRE PIO
- foto Gesù
- PENSIERI DI PADRE PIO
- PREGHIERE SPECIALI
- pastoralespiritualità
- blog cattolici
- immagini
- lettere per post
- MARIA SANTISSIMA PREGA PER NOI PECCATORI
- OROLOGI PER BLOG E SITI
- .glitterfy
- SPEZZA LE CATENE
- PREGHIERE AL PREZIOSISSIMO SANGUE
- CREARE
- telemedjugorje
- GESU' RE D'AMORE ESTR 7° FASCICOLO
- GESU' RE D'AMORE ESTR.6° FASCICOLO
- ALFABETO
- IMMAGINI PASQUALI
- FRATERNITA' VOCAZIONALE
- GLORIOSA TRINITA'
- blingee
- foto
- AVE MARIA PREGHIERE
- alfabeto cuore
- preghiere varie
- TELE PADRE PIO
- antonio bigliardi
- verginedegliultimitempi
- PICCOLI FIGLI DELLA LUCE
- fraternitàgiovannipaolosecondo
- AMARE GESU
- ECO VANGELO
- BIBBIA CEE
- L'ANGOLO DEI RITAGLI
- LA PAROLA DI OGGI
- rosarioonline
- EGY
- iscritta a divina provvidenza
- AòBERO GENEALOGICO.PREGHIERE DI GUARIGIONE
- sfondi
- LA DONNA NEMICA DI SATANA
- Profumi di Padre Pio
- Angeli buoni
 

DICE GESÙ

Dice Gesù:

  • Rispetta la libertà degli uomini.

  • Non giudicare, ma affida tutti e tutto alla mia Misericordia.

  • Non pensare troppo a te stessa perché a te ci pensa la Vita.

  • Ripeti frequentemente che non appartieni a questo mondo.

  • Cerca di conservare sempre la quiete nel cuore.

  • Non dubitare mai della mia Presenza e ricorda che Io opero incessantemente anche se tu non ne hai la consapevolezza.

  • Quando ti senti stanca ricordati che la croce la porto Io quindi invitami a riposare nel tuo cuore: in tal modo riposeremo insieme.

  • Lasciati umilmente guidare e ricorda che alle richieste insistenti non si può rifiutare.

  • Cerca sempre la mia Volontà come Unica, Giusta e Buona.

  • Desidera Me, ascolta Me, nutriti di Me, riposa in Me. Vivi in Me, per Me e con Me.

  • Io sono Tutto e sono infinitamente di più di quanto tu possa desiderare.

  • Stai sempre con Me, cuore a Cuore: Io e te siamo UNO nell'Amore.

  • Ricorda che ciò che ferisce maggiormente il mio cuore è la mancanza di fiducia.

  • Non dubitare mai di Me. Ti ho dato la mia dolcissima Mamma, non avere paura.

  • Non rifiutare i miei doni, non offendere la mia generosità. E' per Me una grande gioia colmare i miei figli di doni e desidero che li accolgano con gratitudine.

  • Ama con il mio Cuore.

  • Ama, solamente ama, sempre ama, ovunque ama.

  • Amare non è difficile: accoglimi sempre in semplicità di cuore.

  • Cercami di più in te stessa, nelle persone e negli avvenimenti.

  • Parlami e pensami più spesso per abituarti all'esercizio della mia Presenza incessante.

  • Se i tuoi fratelli ti manifestano desideri o necessità affrettatati a portarli in Cielo con la massima fiducia nel Padre Celeste.

  • Porta in Cielo tutti i granellini d'amore che trovi sulla terra.

  • Non disprezzare nulla perché tutto è utile.

  • Benedici ogni persona che incontri e chiedi la pace del cuore per tutti gli uomini.

  • Benedici il Signore tuo Dio per te e per l'umanità intera.

  • Non cercare consolazioni in nessuna creatura: Io sono il tuo Consolatore.

  • Ricorda che niente e nessuno può farti del male perché sei Mia.

  • Se ti rendessi conto di quanto è infinita la mia Misericordia non avresti mai dubbi.

  • Solo confidando in Me vincerai le tue incertezze.

  • Non chiederti se le tue preghiere vengono esaudite. Tu prega con fede. Il Padre ti ascolta sempre.

  • Non cercare fuori di te quello che è dentro di te.

  • Piccola mia, non voglio più dubbi nel tuo cuore.

  • Anche nel Cuore di Dio si accende l'ira, ma dura poco. Come puoi tu pretendere di non arrabbiarti mai? Lo sai che l'ira si spegne presto per lasciare posto alla pace del perdono.

 

 

 

MESSAGGIO DA MEDJUGORJE DEL 25 NOVEMBRE 2012

 

"Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito tutti a rinnovare la preghiera. Apritevi alla Santa confessione perché ognuno di voi accetti col cuore la mia chiamata. Io sono con voi e vi proteggo dall' abisso del peccato e voi dovete aprirvi alla via della conversione e della santità perché il vostro cuore arda d'amore per Dio. DateGli il tempo e Lui si donerà a voi, e così nella volontà di Dio scoprirete l'amore e la gioia della vita. Grazie per aver risposto alla mia chiamata." 

Messaggio a Mirjana 2 Novembre 2012

Cari figli, come Madre vi prego di perseverare come miei apostoli. Prego mio Figlio affinché vi dia la sapienza e la forza divina. Prego affinché valutiate tutto attorno a voi secondo la verità di Dio e vi opponiate fortemente a tutto quello che desidera allontanarvi da mio Figlio. Prego affinché testimoniate l'amore del Padre Celeste secondo mio Figlio. Figli miei, vi è data la grande grazia di essere testimoni dell'amore di Dio. Non prendete alla leggera la responsabilità a voi data. Non affliggete il mio Cuore materno. Come Madre desidero fidarmi dei miei figli, dei miei apostoli. Attraverso il digiuno e la preghiera mi aprite la via affinché preghi mio Figlio di essere accanto a voi ed affinché attraverso di voi il Suo Nome sia santificato. Pregate per i pastori, perché niente di tutto questo sarebbe possibile senza di loro. Vi ringrazio 

 

Gesù luce della mia vita mantienimi sempre nel Tuo volerealla luce della Tua verità.fa che i miei occhi vedano..e non restino ciechi nella falsità del mondonon voglio vivere di illusionima della Tua verità.Cammina sempre con me irradiami della Tua luce affinchè chi mi stà intorno veda attraverso me Teluce del mondo che trasforma i cuori più duriche scioglie le anime più smarrite.usami Gesù ,per portare la Tua pace il Tuo amore la speranza e la certezza della Tua salvezza a chi nontrova la via per venire a Te.grazie Gesù.. ti amo.. e ti amerò per sempre.. sono tua per l'eternità.. 

 

(Carolina)

 

MARIA SII MIA MADRE

 

 

....Dolce Madre del cielo lontana sei dai nostri occhi. lontana sei da noi. contemplarti non è possibile.. ma Tu ci parli dal cuore , ci avvolgi con il tuo amore, nulla ci può mancare se ci doniamo a te, eccoci o Madre dolcissima. siamo qui ai tuoi piedi per dirti "Siamo tuoi ieri,oggi e sempre". Come potremmo stare senza di Te, camminare in questo mondo fatto di tenebre, se Tu non ci tieni per mano, senza il Tuo abbraccio pieno d'amore nei momenti fatti di lacrime, certi del tuo sorriso luminoso e rassicurante nei momenti difficili. senza il Tuo conforto nei momenti di dolore. No Madre cara, non possiamo e non vogliamo stare senza de Te. Vieni o Madre, avvolgici con il Tuo immenso amore, cammina con noi per le strade del mondo, fino al termine della nostra vita. (Carolina)


Madonna, t'aringrazio perché a ‘gnì viso
sai sempre accomodaje un ber soriso.
E sì, er soriso se po' dì ch'è importante,
però ha da entrà ner core de la gente.


Si poi lì drento c'enfili un po' d'amore
quello và più felice ar trascorere dell'ore.

Er monno come lo vedo, io l'arifò der tutto,
semplice, aricamato, bello oppuro brutto,


e io je dò cò la penna e puro cor pennello

e si nun basta c'ho da mettece er cervello.
Così, 'gni matina, la mente mia ce spera.
Spero d'arivède un mondo senza guera.


Spero, annando pè le strade, in tondo,
de vedè 'gnuno vicino a me, giocondo.
E quanno a casa mia scenne la sera,
rivorgo lassù sta semplice preghiera:


Pur'oggi, l'ho passato ne' la tua volontà,
e er monno chi lo vò vède, stà sempre llà.

De bbotti, ne sò scapitolati chiari e bbui

E Tu me dichi sempre:- Che fatti so dii tui?-


ce lo so, perch'è così che Tu hai vorzuto.

E all'abbioccamme, te dico cò ‘n saluto:

Pè mme, nun ho da chiede, io sò n'artista

E', che si er monno s'incattiva me rattrista.


Così, domani ar mio risvejo ce vojo ariprovà,
anche si Tu dall'arto nun m'o farai cambià.

Cor core io Te prego, de incideme sur viso
'n petalo de dolcezza e un ber soriso.

Giovanni Lo Curto



 

PROBLEMI DI DISLESSIA? VAI A QUESTO BLOG

 

 

 

 

Dislessia.:clicca qui

RIESCI A LEGGERE

QUESTA FRASE?

UN DISLESSICO SI

 

 

 

Vai all'homepage del sito

Sant'Antonio è famoso nel mondo anche come il Santo che aiuta a trovare le cose smarrite. Dagli oggetti della vita quotidiana, a documenti importanti, alla stessa fede. La preghiera che segue è dedicata ad invocare l'aiuto di Sant'Antonio proprio nella ricerca di quanto è stato smarrito.

 

FAMMI TROVARE

Glorioso Sant'Antonio, tu hai esercitato il divino potere di trovare ciò che era stato perduto. Aiutami a ritrovare la Grazia di Dio, e rendimi zelante nel servizio di Dio e nel vivere le virtù. Fammi trovare ciò che ho perso, così da mostrarmi la presenza della tua bontà. 
(Padre nostro, Ave Maria, Gloria al Padre)

Preghiamo

Sant'Antonio, glorioso servo di Dio, famoso per i tuoi meriti e i potenti miracoli, aiutaci a ritrovare le cose perdute; dacci il tuo aiuto nella prova; e illumina la nostra mente nella ricerca della volontà di Dio. Aiutaci a trovare di nuovo la vita di grazia che il nostro peccato distrusse, e conduci noi al possesso della gloria promessaci dal Salvatore. Ti chiediamo questo per Cristo nostro Signore. Amen.

 

 

 

PREGHIERA DELLA CROCE

 


 

Preghiera della Croce

 

Croce del Santo Padre Benedetto,Croce santa,sii mia luce e non sia mai il demonio mio capo.Va indietro satana,non mi persuaderai mai di cose vane;sono mali le bevande che mi versi,bevi tu stesso il tuo veleno.

 

Preghiera di San Benedetto

O Glorioso Padre San Benedetto, che chiamasti con l’esempio tante anime a seguirti nella scuola del servizio di Dio e con la santa Regola donasti al mondo l’orante ed operante coscienza cristiana, volgi il tuo sguardo pietoso su tutti i tuoi devoti e difendili da ogni male, perché vivendo secondo Dio possano ricevere l’eterna ricompensa. Amen.

 



Frate Crispino Lanzi ofm capp.

Inno alla Madonna

Madre mia, quanto sei bella!

Sei la gioia, sei l'amore!

M'hai rapito questo cuore.

Notte e giorno io penso a Te.

M'hai rapito questo cuore.

Notte e giorno io penso a Te.

Evviva Maria, Maria evviva,

evviva Maria e chi la creò

Quando il sole splende lucente,

le colline e i monti indora;

quando a sera si scolora

ti saluta il mio pensier.

quando a sera si scolora ti saluta il mio pensier.

Evviva Maria, Maria evviva,

evviva Maria e chi la creò

Tutt'insieme in Paradiso

griderem: Viva Maria!

Griderem: Viva Maria!

Viva Lei che ci salvò!

Griderem: Viva Maria!

Viva Lei che ci salvò!

Evviva Maria, Maria evviva,

evviva Maria e chi la creò



 

 

DANZARE CON GESU' E MARIA

 

 

 

OFFRI TE STESSO


glitter-graphics.com PER CHI VIVI? Una storia ebraica narra di un rabbino saggio e timorato di Dio che, una sera, dopo una giornata passata a consultare i libri delle antiche profezie, decise di uscire per la strada a fare una passeggiata distensiva. Mentre camminava lentamente per una strada isolata, incontrò un guardiano che camminava avanti e indietro, con passi lunghi e decisi, davanti alla cancellata di un ricco podere. "Per chi cammini, tu?", chiese il rabbino, incuriosito. Il guardiano disse il nome del suo padrone. Poi, subito dopo, chiese al rabbino: "E tu, per chi cammini?". Questa domanda, conclude la storia, si conficcò nel cuore del rabbino. E tu, per chi cammini? Per chi sono tutti i passi e gli affanni di questa giornata? Puoi vivere solo per qualcuno. Ad ogni passo, oggi, ripeti il suo nome. Mai avrai avuto una giornata così leggera. tratto da: Bruno Ferrero, Il canto del grillo, Elledici 1990 L'offerta In una chiesa africana, durante la raccolta dei doni all'Offertorio, gli incaricati passavano con un largo vassoio di vimini, uno di quelli che servono per la raccolta della manioca. Nell'ultima fila di banchi della chiesa era seduto un ragazzino che guardava con aria pensosa il paniere che passava di fila in fila. Sospirò al pensiero di non avere assolutamente niente da offrire al Signore. Il paniere arrivò davanti a lui. Allora, in mezzo allo stupore di tutti i fedeli, il ragazzino si sedette nel paniere dicendo: "La sola cosa che possiedo, la dono in offerta al Signore". "Vi esorto dunque, fratelli, a offrire voi stessi a Dio in sacrificio vivente, a lui dedicato, a lui gradito. E' questo il vero culto che gli dovete" (Lettera di San Paolo ai Romani 12,1). tratto da: Bruno Ferrero, Il canto del grillo, Elledici 1990
glitter-graphics.com I COLORI DEL SILENZIO Autore: San Giovanni della Croce Il silenzio è mitezza Quando non rispondi alle offese, quando non reclami i tuoi diritti Quando lasci a Dio la difesa del tuo onore, il silenzio è mitezza. Il silenzio è misericordia Quando non riveli le colpe dei fratelli, quando perdoni senza indagare nel passato, quando non condanni, ma intercedi nell?intimo, il silenzio è misericordia. Il silenzio è pazienza Quando offri senza lamentarti, quando non cerchi consolazione dagli uomini, quando non intervieni, ma attendi che il seme germogli lentamente, il silenzio è pazienza. Il silenzio è umiltà Quando taci per lasciar emergere i fratelli, quando celi nel riserbo i doni di Dio, quando lasci che il tuo agire sia interpretato male, quando lasci agli altri la gloria dell?impresa, il silenzio è umiltà. Il silenzio è fede Quando taci perché è Lui che agisce, quando rinunci ai suoni, alle voci del mondo per stare alla Sua presenza, quando non cerchi comprensione, perché ti basta essere conosciuto da Lui, il silenzio è fede. Il silenzio è adorazione Quando abbracci la croce senza chiedere: ?Perché? Il silenzio è adorazione.
 

S.MICHELE ARCANGELO

AVE A SAN MICHELE Ave, o Santo Arcangelo Michele, Principe gloriosissimo delle mi lizie celesti; il Signore è con te; tu sei benedetto tra tutti gli ange lici cori; e bendetta sia sempre la SS. Trinità, che di tanti doni, grazie, favori e privilegi ti volle arricchito. S. Michele Arcangelo, Protettore della Chiesa universale e patro no nostro singolarissimo, prega per noi, e soccorrici nelle nostre miserie. Liberaci dal demonio e da tutti i nostri nemici visibili ed invisibili, adesso e nel punto estremo della nostra vita; dopo la quale spe­riamo, grazie al tuo potente patrocinio, di essere liberati presto dalle pene del Purgatorio, e di venire da te stesso introdotti alla presenza di Dio nel Paradiso. Amen

 

Perché accendiamo candele in chiesa Signore, io non so pregare, non so che dire, non ho molto tempo. Il lume che offro è un pezzo del mio tempo, un po’ del mio bene,un po’ di me stesso. Che io lascio qui, davanti a te, Signore … Questo lume è la mia preghiera. Che io continuo andandomene … Letta in una chiesa di Carcassonne (Francia) accanto alle candele accese davanti al Crocifisso

 

PREGHIERA A MARIA


glitter-graphics.com PREGHIERA ALLA MADONNA DEGLI ANGELI Vergine degli Angeli, che da tanti secoli avete posto il vostro trono di misericordia alla Porziuncola, ascoltate la preghiera dei figli vostri che fiduciosi ricorrono a voi. Da questo luogo veramente santo e abitazione di Dio, particolarmente caro al cuore di San Francesco, avete sempre richiamato tutti gli uomini all'Amore. i vostri occhi, colmi di tenerezza, ci assicurano una continua, materna assistenza e promettono aiuto divino a quanti si prostrano ai piedi del vostro trono o da lontano si rivolgono a voi, chiamandovi in loro soccorso. Voi siete veramente la nostra dolce Regina e la nostra speranza. O Madonna degli Angeli, otteneteci, per la preghiera del Beato Francesco, il perdono delle nostre colpe, aiutate la nostra volontà a tenerci lontani dal peccato e dalla indifferenza per essere degni di chiamarvi sempre nostra Madre. Benedite le nostre case, il nostro lavoro, il nostro riposo, dandoci quella pace serena che si gusta fra le mura vetuste della Porziuncola dove l'odio, la colpa, il pianto, per il ritrovato Amore si tramutano in canto di letizia, come il canto dei vostri Angeli e del Serafico Francesco. Aiutate chi non ha sostegno e chi non ha pane, coloro che si trovano in pericolo o in tentazione, nella tristezza o nello scoraggiamento, in malattia o in punto di morte. Benediteci come vostri figli prediletti e con noi vi preghiamo di benedire, con uno stesso gesto materno, gli innocenti e i colpevoli, i fedeli e gli smarriti, i credenti e i dubbiosi. Bene- dite l'intera umanità, affinché gli uomini riconoscendosi figli di Dio e figli vostri ritrovino, nell'Amore, la vera Pace e il vero Bene. Amen.
 

NON ASTETTARE

FATELO GIRARE

 

 NON BUTTARE VIA LA TUA VITA, SCEGLI DI AMARTI.CONTATTA IL BLOG: Http://blog.libero.it/ Iotiaiuto2007/

Per chi vuole
smettere di
bere....
non siete soli,
io sono qui!
nova2007_2007
http://blog.libero.it/
Bastaalcool2007/
CLICCA
 
FATELO GIRARE,PER FAVORE!
POSTATELO NEI VOSTRI BLOG!
Problemi col cibo?
Bulimia,mangiare
compulsivo?
Non vi preoccupate,
io son qui peraiutarvi.......

Http://blog.libero.it/
Iotiaiuto2007/
CLICCA
 

 

MEDAGLIA DI S. BENEDETTO