Benvenuti!

Ape bianca ronzi, ebbra di miele, nella mia anima e ti torci in lente spirali di fumo..

 

CHARLIE CHAPLIN

Ti criticheranno sempre,
parleranno male di te
e sarà difficile che
incontri qualcuno
al quale tu possa andare
bene come sei.

Quindi vivi come credi,
fai quello che ti dice il cuore
la vita è come un'opera di teatro
che non ha prove iniziali.

Canta, ridi, balla, ama
e vivi intensamente ogni
momento della tua vita
prima che cali il sipario
e l'opera finisca senza applausi

 

CORRADO GOVONI


Col bacio mi sembrò..

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 88
 

NO!

No violence..

 

UN BLOG PARTICOLARE

Messaggi di Maggio 2020

John Keats

Post n°1705 pubblicato il 28 Maggio 2020 da Vince198

 

(A Fanny Brawne, 13 ottobre 1819)

Mia cara ragazza,
In questo momento mi sono messo a copiare dei bei versi.
Non riesco a proseguire con una certa soddisfazione.
Ti devo dunque scrivere una riga o due
per vedere se questo mi concede di escluderti dalla mia mente
anche per un breve momento.
Dentro la mia anima non so a pensare a null'altro.
Tempo fa avevo la forza di ammonirti
contro la poco promettente mattina della mia vita.
Il mio amore mi ha reso egoistico.
Non posso esistere senza di te.
Scorderei tutto pur di vederti ancora.
La mia vita sembra fermarsi qui, non vedo oltre.
Mi hai assorbito.
In questo preciso momento ho la sensazione di essermi dissolto.
Sarei profondamente infelice senza la speranza di vederti presto.
Sarei spaventato di dovermi allontanare da te.
Mia dolce Fanny, cambierà mai il tuo cuore?
Mio amore cambierà?
Ora il mio amore è senza limiti...
Tuo biglietto è arrivato proprio qui.
Non posso essere felice lontano da te.
È più ricco di una nave di perle.
Non mi trattare male neanche per scherzo.
Mi sono meravigliato che gli uomini possano morire
martiri per la loro religione.
Ho avuto un brivido. Ora non rabbrividisco più.
Potrei essere un martire per la mia religione
- la mia religione è l'amore -
potrei morire per questo.
Potrei morire per te.
Il mio credo è l'amore e tu sei il mio unico dogma.
Mi hai incantato con un potere al quale non posso resistere;
eppure potevo resistere fino a quando ti vidi;
e perfino dopo averti visto
ho tentato spesso "di ragionare contro le ragioni del mio amore".
Non posso più farlo.
Il dolore sarebbe troppo grande.
Il mio amore è egoista. Non posso respirare senza di te.

Tuo per sempre
John Keats

..

Non è la prima volta che leggo Keats e di lui ho scritto anche in questo blog eppure, quando mi addentro nella sua raccolta di lettere e poesie indirizzate all'amore della sua vita, Fanny Brawne, sembra che il libro abbia voglia di .. aprirsi in una certa pagina dove c’è questa splendida lettera.

Correva l’anno 1819, il 13 di ottobre e, nel leggere queste "profusioni" d’amore, stranamente fatico a sintonizzarmi con lo stato d’animo di Keats, come se non avessi la capacità entrare, in punta di piedi, in quella fase temporale e particolare della sua vita.
Provo a rileggere per percepirne l’intensità, cerco di concentrarmi ed è a questo punto che, parole e stato d’animo del poeta inglese mi proiettano lentamente in altro mondo più consono a certo mio tempo pregresso: un litorale veneto - la spiaggia di Bibione - in una bella giornata soleggiata di primavera..
Sempre la primavera: amici miei, non è un’ossessione la mia, no.
Tutto è accaduto proprio in quel periodo e poi perché amo questa più di tutte le altre stagioni: il preciso momento in cui la natura si risveglia dal letargo invernale. Anche se la sua durata si riduce, ai nostri tempi, a qualche settimana al massimo.
Un letargo, il mio, di ricordi che schiude la sua porta a dolci sensazioni pur offuscate dal tempo.

Lei è in altra stanza, riposa vicino alla sua  adorata nonna (proprietaria del residence) ..
Sento rintocchi della campana di una chiesa: sei per l’esattezza. Il sonno è stranamente sparito prima del solito, visto che in quel periodo ho dormito almeno otto ore di fila.
Una giornata promettente, cielo azzurro, poca gente in spiaggia..
Alcune persone intente a "ripulire", presumo, “pedoli di mar, canochis” (in friulano, in italiano cozze di mare e canocchie)..
Verso le otto scendo in cucina e preparo la mia solita colazione: latte e caffè con pane raffermo. Una copia esatta di quella di mio padre, sempre attento a non sprecar niente. C’è una logica in questo suo comportamento: l’aver attraversato quel quinquennio in cui il mondo perse letteralmente il senso della ragione ed io ho mutuato quel “rito” da lui.
Dopo poco arriva lei, con una faccia assonnata che mi ha fatto sorridere. Colazione, il tempo di sistemarsi e, salutata la nonna, ce ne siamo andati in spiaggia a fare quattro passi.
Giornata sempre più soleggiata, com’è vero che i suoi e i miei brillarono all’unisono..
Poche parole, mano nella mano passeggiammo per un bel po’ di tempo su una spiaggia pressoché  deserta, con .. intervalli .. di infinite carezze.
La lettera di Keats, nella sua chiusa, è stata l’espressione del preciso momento in cui è avvenuto questa specie di “teletrasporto temporale” che ha reso il mio cuore denso, il mio respiro ancor più lungo e profondo..

Si, devo ammettere che la vita non mi ha privato di piaceri per il corpo e per l’anima. Proprio no.
Questo mi fa pensare di essere stato - al contrario - baciato spesso dalla fortuna, dal gusto di non aver perso l’ultima fermata utile, quel famoso bus che ha dato luce vivida a miei giorni.
Dopo qualche tempo tuttavia, da quel bus sono sceso e ne ho preso un altro: uno che, quasi senza accorgermene è stato quello definitivo, quello che non fa più fermate e che ancor oggi continua la sua corsa, gioiosa ed appagante..

 

 

Passione

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: Vince198
Data di creazione: 21/07/2006
 

JESHUA

Jeshua
A. Carracci

 

MUGHETTI

mughetti

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Vince198poeta_sempliceacquasalata111cassetta2moon_IsolosorrisoimpelgioArcangelo19lascrivanamonellaccio19letizia_arcuridolcesettembre.1falco20050ellen_ellen
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

A ROS, CON AFFETTO..

"Ciao Vince carissimo! Attraverso i tuoi scritti e i tuoi pensieri si evince il tipo di persona che sei! Oltre che intelligente ed istruito, hai una personalità forte e determina. Ma sei anche gentile e discreto e sai stare al posto tuo. Esprimi le tue idee senza sopraffare gli altri argomentandole egregiamente. Mai mi sognerei di dire che sei un litigioso, infatti ho solo detto, ma amabilmente, "che belli i battibecchi di Th con Vince!". Sono stata chiara?:-)) Concordo sul tuo pensiero riguardo la parità dei diritti fra uomo e donna. E' risaputo, ad esempio, che in numero delle docenti nelle scuole medie e nelle superiori supera abbondantemente quello dei colleghi maschietti. Però, guarda caso, quando s arriva ai vertici della dirigenza, ci accorgiamo che le donne occupano mediamente il 20% di tali posti. La donna, per occupare un posto di prestigio, DEVE dimostrare di essere + brava del collega maschio. I telegiornali Rai,(e non solo) fino a una quindicina di anni fa, erano una prerogativa maschile. Poi, qualche "vertice", maschile ovviamente, ha pensato che anche una donna, poteva ricoprire tale incarico. E così è iniziata l'era de La Sorella, la Gruber e via dicendo. Mi unisco al tuo augurio, auspicando x la donna il raggiungimento pieno e paritario di tutti i diritti, indipendentemente dal suo aspetto esteriore. Ricambio un grande abbraccio x te, estensibile alla padrona Th, che ancora vaga x la sua casa, cercando di capire se dorme, o se è già desta! Ahahahahha( Scherzo Th, un bacione!)Ciaooo a tutti, Ros.. (Inviato da Ros il 20/05/08 @ 00:24 via WEB sul blog "gemme")"..


Grazie Ros, sono lusingato! Tanto ti dovevo per la tua genuina.. sincerità!
Vince