A new day is come

LONTANO DAGLI O-O LONTANO DAL @

 

 

LETTERA DEDICATA A CHI HA SCRITTO IL PERCORSO DELLA MIA VITA

Post n°277 pubblicato il 22 Aprile 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Non so chi Tu sia e quale parte dell'universo sia la Tua dimora, sento dentro di me che cmq Esisti e che proprio Tu forse 31 anni fà hai deciso di tracciare il mio destino, forse ti sono bastati 5 minuti x stabilire come sarebbe stata tutta la mia vita, che io con fatica sto cercando di affrontare. Vuoi che ti dia un mio parere sulle Tue decisioni ? Sinceramente non le capisco e non riesco, il tuo percorso ha fatto si che col passare del tempo, io diventassi una persona complessa, che non mi fa essere in grado di vivere tranquillamente questa vita che immaginavo da piccola, fatta di valori, rispetto, amore !! Non riesco a trovare un senso, non riesco a trovare vie d'uscita, ogni giorno una brutta sorpresa, un modo per ferirmi, una mancanza di rispetto; ormai non vedo neanche dei flebili bagliori all'orizzonte, tutto mi sembra impossibile !! Osservo la vita che mi scorre intorno ed io nn faccio parte di questo flusso, la vita di tutte le persone che mi circondano prende una direzione, a tutti si presentano delle svolte ... mentre io continuo a vivere una vita dove nulla si muove, anzi, dove gli eventi quotidiani continuano ad infliggermi grande ferite e sofferenze, a mio avviso immeritate !!! E' da due anni che mi sembra di dover lottare continuamente con delle sabbie mobili che cercano sempre di risucchiarmi ed io non ho più la forza di risalire !! Ti cerco, Ti invoco, penso di attirare la Tua attenzione provando a Scacciarti .. ma nulla serve, Tu non volgi il Tuo sguardo verso di me ... che cosa stai Cercando di insegnarmi ??? O forse nn è neanche un insegnamento ma semplicemente la mia vita??? Forse la copertina del mio libro del destino è semplicemente nera come nera è la mia vita che di favola nn ha niente !!!

 
 
 

TIC TAC ..... -4

Post n°262 pubblicato il 01 Aprile 2007 da nondovrestiesserequi


immagine
immagine
immagine
 

 
 
 

Post N° 255

Post n°255 pubblicato il 27 Marzo 2007 da nondovrestiesserequi

Quando la pulce non c'e' immagine the orsacchio dances immagine

 
 
 

UN GRANDE PENSIERO  M L KING JR

Post n°247 pubblicato il 10 Marzo 2007 da nondovrestiesserequi

Forse Dio vuole che incontriamo un po' di gente
sbagliata prima di
incontrare quella giusta, così quando finalmente
la incontreremo,
sapremo
come essere riconoscenti per quel regalo.
Quando la porta della felicità si chiude, un'altra
si apre, ma tante volte
guardiamo così a lungo quella chiusa, che non
vediamo quella che è stata aperta per noi.
La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi
stare seduto in un
portico e camminarci insieme, senza dire una
parola, e quando vai, via,
senti come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta.
E' vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima
di perderlo, ma è anche
vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima
che arrivi.
Dare a qualcuno tutto il tuo amore non è
un'assicurazione che sarai amato a tua volta!
Non ti aspettare amore indietro;
aspetta solo che cresca nei loro
cuori, ma se non succede, accontentati che cresca
nel tuo.
Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno,
un'ora per piacergli, e
un giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo.
Non cercare le apparenze; possono ingannare.
Non cercare la salute, anche quella può affievolirsi.
Cerca qualcuno che ti faccia sorridere perché ci
vuole solo un sorriso , per
far sembrare brillante una giornataccia.
Trova quello che fa sorridere il tuo cuore. Ci
sono momenti nella vita in
cui qualcuno ti manca così tanto che vorresti
proprio tirarlo fuori dai tuoi
sogni per abbracciarlo davvero!
Sogna ciò che ti va; vai dove vuoi; sii ciò che
vuoi essere, perché hai solo
una vita e una possibilità di fare le cose che
vuoi fare.
Puoi avere abbastanza felicità da renderti dolce,
difficoltà a sufficienza
da renderti forte, dolore abbastanza da renderti
umano, speranza sufficiente
a renderti felice.
Mettiti sempre nei panni degli altri. Se ti senti
stretto, probabilmente anche loro si sentono così.
Le più felici delle persone, non necessariamente
hanno il meglio di ogni
cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che
capita sul loro cammino.
La felicità è ingannevole per quelli che piangono,
quelli che fanno male,
quelli che hanno provato, solo così possono
apprezzare l'importanza delle
persone che hanno toccato le loro vite.
L'amore comincia con un sorriso, cresce con un
bacio e finisce con un the.
Il miglior futuro è basato sul passato
dimenticato, non puoi andare bene
nella vita prima di lasciare andare i tuoi
fallimenti passati e i tuoi dolori.
Quando sei nato, stavi piangendo e tutti intorno a
te sorridevano.
Vivi la tua vita in modo che quando morirai, tu
sorrida.
Alla fine, non ricorderemo le parole dei nostri
nemici, ma i silenzi dei
nostri amici.

immagine

 
 
 

DEDICATO A CHI NON VUOLE INNAMORARSI

Post n°243 pubblicato il 02 Marzo 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Se ti capita di parlare per più dieci minuti con qualcuno e ti accorgi di provare uno strano trasporto che ti spinge a cercare un contatto con lui o di avvertire una certa sintonia intellettuale, non preoccuparti più del necessario.
La disistima che hai coltivato come una pianticella nei confronti delle tue capacità di sedurre o renderti attraente agli occhi altrui ti verrà immancabilmente in soccorso sussurrandoti - e per lo più a ragion veduta - che non è proprio il caso che ti agiti per nulla, perché quella mano sul tuo braccio è semplicemente quello che appare: una mano sul braccio e non una dichiarazione d'intenti erotici.
Mantieni i sensi all'erta e, se non ti distrai, nel giro di una mezz'oretta scoprirai quel dettaglio - magari l'unico - a cui potrai aggrapparti come a una ciambella di salvezza, che ti strapperà al gorgo mortale dell'illusione amorosa.
No - ti dirai - proprio per questo motivo non potrebbe funzionare tra noi, nemmeno se ci provassimo.
Ti sarai risparmiata di metterti alla prova, ti sarai risparmiata un'ulteriore umiliazione, avrai - da buona volpe - trovato l'uva acerba a cui non tendere nemmeno la mano. Poi, naturalmente, finirai per chiederti quando è cominciata questa deriva della tua mente, ti domanderai com'è potuto accadere che finisse così e da dove è nata questa masochistica tendenza a macerarti.
Ma, nei momenti di noia, avrai almeno questo enigma con cui gingillarti per passare il tempo.

 
 
 

UN SALTO NEL PASSATO

Post n°240 pubblicato il 01 Marzo 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Non lasciare che il passato ti dica chi sei, ma lascia che sia parte di chi diventerai....

Comunque sia ... Galeotto fu il passato !!!




 
 
 

AMORE MIO... TI VOGLIO punto

Post n°238 pubblicato il 23 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

è l’Attesa che sembra infinita
sono i Baci che allungan la vita
le Carezze sì spesso sognate
Delusioni di vite passate
l’Emozione che porta al rossore
la Fretta con cui batte il cuore
Gelosia per quando sei lontano
la nostra piccola Casa a portata di mano
per l’Impulso che non si controlla
Lussuria che funge da molla
Memorie di giorni felici
Nenie le storie narrate agli amici
le Occasioni alla vita rubate
le Passioni dal tempo bruciate
Quarantena, da tutto e dal mondo
Ritrovarsi in un bene profondo
il Sesso, che non è peccato
Tu, e il piacere di averti incontrato
Unico, come sembrava all’inizio
quando amare diventa anche un Vizio
lo Zucchero nei sentimenti
Sono d’amore le parti salienti

 
 
 

AMORE E PERDONO ....

Post n°234 pubblicato il 14 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Tornando su concetto di amore e perdono ci si ritrova a fare i conti con degli aspetti che esteriormente sembrano cinismo ed egoismo ma sarà poi così ?
Perdonare è liberarsi di uno stato emotivo/mentale che non ci permette di vedere gli eventi senza esserne turbati, senza per questo significare il ripristino di aspetti degradati.
Possiamo ricevere del male e porgere l'altra guancia per non creare rancore, ma non c'è nessun obbligo a ripassare in futuro ancora da quelle parti per ricevere altro male.
Accettare un'evento doloroso da altri non corrisponde alla concessa autorizzazione che venga ripetuto, nemmeno al fatto che l'amore debba essere precluso nei confronti di quelle persone, ritorniamo sui due livelli di esercizio, ti
perdono, non smetto di amarti, ma sul piano pratico e per diritto alla difesa personale non proseguo nel discorso.
Certamente il confine è molto sottile, il perdono deve essere originato dal cuore e profondamente sentito per non cadere vittime di un'alibi della mente che in realtà non ha perdonato.
Escludere la presunzione e trovare il supporto di essere nel giusto è ancora più difficile, solo un tempo lungo potrà darcene il riscontro, nel nostro interagire non possiamo rinunciare alla scelta di azione, ma fatto salvo il principio di
amore e perdono, potremo basarci solo sul nostro sentire e scegliere in funzione di quello.

 
 
 

FINALMENTE A SAN VALENTINO ... I MIEI BUONI PROPOSITI PER IL 2007

Post n°233 pubblicato il 14 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Vorrei che questo nuovo anno non fosse come tutti gli altri
Vorrei che ci fossero dei cambiamenti, anche radicali, in positivo
Vorrei poter realizzare tutto quello che ho in testa
Vorrei avere sempre il coraggio di compiere le mie azioni
Vorrei essere più stronza con chi lo merita e meno con chi non ha colpe
Vorrei saper vivere sempre le mie emozioni fino in fondo e non provare rimorsi
Vorrei essere sempre me stessa, dal profondo dell'anima alla punta dei capelli
Vorrei capire quali persone contano davvero e quali no
Vorrei tagliare col passato per ritrovarmi in un futuro migliore
Vorrei viaggiare, conoscere nuovi posti e nuove persone, per poter apprezzare i luoghi che già conosco
Vorrei guardare avanti senza poter mai guardare indietro pentita
Vorrei realizzarmi, essere felice, nel profondo del cuore
Vorrei trovarti ovunque tu sia e chiunque tu sia
Vorrei che tutto ciò non rimanga solo un sogno chiuso nella mia testa, ma una realtà che è possibile vedere con gli occhi

 
 
 

EPPURE SENTIRE .. un senso di te

Post n°229 pubblicato il 13 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

immagineA un passo dal possibile

A un passo da te
Paura di decidere
Paura di me

Di tutto quello che non so
Di tutto quello che non ho

Eppure sentire
Nei fiori tra l'asfalto
Nei cieli di cobalto - c'è

Eppure sentire
Nei sogni in fondo a un pianto
Nei giorni di silenzio - c'è

un senso di te

mmm...mmm...mmm...mmm...
C'è un senso di te
mmm...mmm...mmm...mmm...

 
 
 

STO LEGGENDO ...

Post n°228 pubblicato il 13 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi

"Ti amerò per sempre".

Una frase che milioni di innamorati continuano a dirsi in tutte le lingue, da generazioni e generazioni. Ma cosa c'è dietro queste parole così semplici eppure così importanti?
In questo libro si racconta quello che la ricerca ha scoperto e sta scoprendo sull'amore: come nasce, come cresce, ma anche come può svanire e finire.
C'è un percorso infatti che ogni coppia segue (a volte breve, a volte talmente lungo che può durare una vita) e che passa attraverso una serie di momenti diversi, ma strettamente intrecciati: attrazione, innamoramento, corteggiamento, unione, sesso, molto spesso matrimonio, attaccamento; ma anche gelosia, infedeltà, e magari abbandono e separazione.                                                                                            È una storia che si ripete da millenni, perché è legata alla grande forza propulsiva della vita: la riproduzione.
L'innamoramento dunque, da questo punto di vista, costituisce l'innesco della miccia, la giusta dose di follia che serve per spingerci alla procreazione e all'allevamento della prole.
Ma l'amore non è solo biochimica. Nella nostra specie infatti tutto è diventato fantasticamente variegato, grazie alla parola, all'immaginazione, all'arte e alla raffinata sensibilità dell'essere umano.                                                                         Si é deciso di spiegare la scienza dell'amore senza ridurre l'amore alla scienza. Ti amerò per sempre, basato su centinaia di studi ed esperimenti realizzati negli ultimi anni, è un viaggio meraviglioso nelle "cantine" delle nostre emozioni, miniera di curiosità e di spunti di conversazione, tentativo perfettamente riuscito di analizzare scientificamente l'amore per esaltarne ancora di più il fascino e la poesia.

Che bello accoccolarmi tutte le sere sulla tua spalla e leggerne un piccolo capitolo, mi fa sognare, e vorrei veramente fosse per sempre, anche se non ti piace sentirlo, ma non riesco a nasconderlo.

immagine

 

 
 
 

I SINTOMI ...

Post n°227 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

E’ impossibile dare un’univoca definizione di un sentimento così vasto... Ma è possibile descriverne i soggettivi sintomi...
 
Quando si è innamorati?
 
Quando la mente è completamente occupata da quella persona?
Quando ci si rende conto di non poterne fare a meno?
Quando si butterebbe tutto all’aria pur di passare degli attimi con lui?
 
Eppure c’è gente che ama...
 
La cui mente non è monopolizzata.
Tanto forte da poter vivere senza la persona amata.
E che si rende conto che il lavoro di una vita non è sacrificabile per un attimo di felicità.
BOH ...

 
 
 

L'ANIMALE SOCIALE

Post n°226 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi

Non è niente senza il confronto con gli altri. Da solo è incompleto.
 
E' opportuno mettersi in testa che è impossibile cercare il proprio completamento in un'altra metà.
 
E' invece necessario cercare i "pezzi del puzzle" che possano finalmente riempire i vuoti, nella maggior parte delle persone possibili.
 
Si avrà maggiore possibilità di trovarli.
 
"Innamorarsi" è semplicemente l'aver trovato quei pezzetti mancanti in un altro... Ma è qualcosa che, ancora una volta, riguarda soltanto la nostra egoistica ricerca.
 
"Amare", credo sia invece il bisogno di "fornire" tali pezzi ad altri... Apparentemente è più altruistico ma è comunque un meccanismo di auto-lusinga.
 
Il "dare" infatti, è un altro dei nostri bisogni. Chi "dà" probabilmente non è più generoso degli altri. E’ solo voglia di "trasmettere" qualcosa all'altro, di “conquistarlo”, di valere qualcosa per qualcuno. Sentirsi importante.
 
O magari un “do ut des”.
 
L'uomo è fisicamente ed intellettualmente portato ad amare e farsi amare da il maggior numero di persone possibili.
 
Eppure, inutile negare la soddisfazione che dà un rapporto di "fedeltà".
 
Perché un altro bisogno è quello di sentirsi "Unici".
 
Quel che voglio dire è che nessuno di noi ama per bontà d'animo.
 
E' una questione di bisogno, necessità, e soddisfacimento personale.
 
Da soli moriremmo. Ma in coppia ci uccidiamo. Oppure è il non essere in una coppia a ucciderci.
 
Ognuno di noi deve analizzare le proprie necessità individuali, ed agire di conseguenza.
 
La fedeltà, l'appartenere a qualcuno, può essere l'unica cosa in grado di soddisfarci.
 
Oppure può essere l'unica cosa in grado di soffocarci.
 

immagine

 
 
 

PROPORZIONALITA'

Post n°225 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Ma l’amore è direttamente proporzionale a quello dell’altro?
 
Personalmente, ho sempre riso di chi si dichiarava perdutamente innamorato... E quando, inaspettatamente, il legame finiva, arrivava in poco tempo a non provare più nulla per l’ex.
 
L’amore, se di “amore” si tratta, non può spegnersi per un rifiuto, per un allontanamento.
 
Eppure... Ricordo che, quando credevo di amare ed essere amata, e all’improvviso mi son trovata di fronte alla consapevolezza che così non era... Una parte del mio amore è morta.
 
Non ho smesso di amare. O almeno non subito.
 
Ma una parte del mio sentimento è andata inevitabilmente distrutta. Forse per la delusione di aver creduto in qualcosa che non esisteva.
 
Eppure quello che provavo io era reale! Perché allora da quel momento ciò che provavo ha smesso di essere pura?
 
Forse è vero... Riusciamo ad amare solo chi ci ama. E basta rendersi conto del contrario per cambiare idea, almeno in parte.
 
E basta percepire di essere amati... Per spalancare il proprio cuore!

 
 
 

IL MIO UOMO, IL ROBOT DEL SESSO

Post n°224 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Perché non approfittare di te?

Di te, dal mio uomo voglio questo: del buon sesso e a volontà.

Sai che godo in modo incredibile, non vedo perché dovrei privarmi di una simile delizia.

E' assurdo quanto desideri fare sesso con te, come il primo giorno mancato, come la seconda sera a meta', come la terza sera in piedi contro la tua macchina..

Vorrei poterti scopare ogni volta che ne ho voglia.

Che, tradotto, equivale ad OGNI volta che ti vedo, ogni volta che mi sei accanto...

Potresti essere stanco, potresti voler rimandare.. capita, ma tenterei in ogni caso di convincerti, di darti noia, di obbligarti e forse forse violentarti.

Ogni mia azione, anche quella più inconsapevole, è affinché tu mi trovi perfetta.

Voglio essere una calamita.

Ti desidero. Sempre e totalmente.

E, di quel che voglio, io son sempre consapevole.

 
 
 

LE ASPETTATIVE

Post n°223 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi

Mi chiedo quanto frequentemente siamo deluse.

Si è attratte da una persona... E si comincia a fantasticare. E percepiamo che l'altro sta facendo lo stesso, ci sta idealizzando.

Come un Demiurgo, plasma la nostra figura a suo piacimento.

Saremo all'altezza delle sue aspettative? E lui è perfetto come ci appare?

La realtà di solito ci porta con i piedi per terra. Ma vale la pena di verificarlo empiricamente.

Probabilmente la persona continuerà a piacerci man mano che la si conosce. Ma è come se la "magia" sia destinata a spegnersi.

La teoria lascia spazio alla pratica. E si scoprono le incongruenze tra la verità e la nostra proiezione mentale.

E il dubbio ci sfiora...

Era preferibile che fosse rimasto uno splendido sogno... Invece ci ritroviamo in una mediocre realtà.

immagine

 
 
 

I 4 ELEMENTI DELL'AMORE

Post n°221 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi

immagine

Terra... Mondo materiale e profano dove hanno luogo gioie e tormenti d’amore... Sulla terra risiede la chiave del godimento interiore e fisico.
 
Fuoco... Fiamma che brilla e corrode la materia, se non assecondata... Incendio che può esser spento solo grazie ad un’acqua sacra e potente... Quella liberata dai corpi vogliosi.
 
Acqua... Umidità sprigionata dai corpi smaniosi di incontrarsi...Umore femminile che lenisce il dolore di esser possedute e esplica ogni concupiscenza di accogliere l’altro in sé.
Sperma maschile, espressione di un orgasmo che semina e rende fecondo l’oggetto del suo godimento.
 
Aria... Elemento in cui diluire ogni forte emozione... In modo che non intacchi il nostro fragile ed inconsapevole essere. Anima che sembra sollevarsi e tendere verso il cielo nel disperato tentativo di fuggire dalle proprie catene.

immagine

 
 
 

IN PERENNE CONFLITTO

Post n°220 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Dovrebbero essere due metà complementari, ma purtroppo non coincideranno mai perfettamente.

Siamo diversi anatomicamente ed intellettualmente. Ma la maggioranza delle volte l'accoppiata vincente” è soltanto quella anatomica.

Mentalmente troppo distanti, ognuno agisce coerentemente alla propria conformazione fisica.

Siamo entrambi “governati” dai genitali.

immagine
 
 
 

ATTRAZIONE E REPULSIONE

Post n°219 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi

Il gioco dell’attrazione è sottile, è costituito da piccoli e da grandi gesti. Un insieme di segnali più o meno espliciti.

L’impatto iniziale, quello visivo, potrà consolidarsi o dissolversi nell’arco del primo contatto comunicativo.

Persino una stretta di mano, se si dimostra decisa o timorosa, può incidere sul futuro approccio.

Un breve gioco di sguardi, rappresenta già un canale verso la disponibilità.

Un atteggiamento sfuggente, è sintomo di ritrosia o di timidezza.

In realtà, non è difficile decifrare questi codici.

Il vero “problema” nasce quando, una delle due persone coinvolte, manda dei messaggi non in linea con le sue reali intenzioni.

Potrà capitare che una donna “giochi” con l’uomo che ha di fronte, per pura conferma delle proprie abilità seduttive.

Oppure che una donna non si mostri subito lusingata di un corteggiamento, sia perché non è ancora del tutto convinta, sia perché si compiace del piedistallo in cui si è venuta a trovare.

Capita che un uomo faccia promesse che mai manterrà.

Capita che un uomo non ti dia sicurezze, quando, invece, è già pazzo di te.

Eh si, siamo complicati. Mandiamo dei messaggi criptati, perché più che “cercare” il partner, desideriamo che sia lui a trovarci, a battersi per guadagnare ogni nostra minima attenzione.

Siamo anche molto orgogliosi, dimenticando che in amore non esistono vincitori e vinti.

Ma il teatrino che inconsapevolmente allestiamo, può dar soddisfazione ai primi tempi, quando ci si deve ancora conoscere e non si è sentimentalmente coinvolti.

Se e quando il rapporto diverrà stabile, è più importante trasmettere all’altro le proprie sensazioni. Quelle più vere e sincere.

Ed è meraviglioso cercarsi, non riuscire a star troppo a lungo distanti l’uno dall’altra. E saperlo comunicare.

immagineimmagine

immagine

 
 
 

E PER CHI INVECE RINUNCIA AL MILIONE DI $ ...BOLLENTI TURBOLENZE AD ALTA QUOTA ....

Post n°218 pubblicato il 08 Febbraio 2007 da nondovrestiesserequi
Foto di nondovrestiesserequi

Chi non hai desiderato di fare sesso un'aeroplano? Da oggi e' possibile, grazie a un imprenditore inglese :

Slacciate le cinture. Sta per decollare l'aereo dell'amore. Che promette turbolenze in volo di tutto piacere. Per fare sesso ad alta quota non è più necessario appartenere al Mile High Club - il leggendario club dei Paperoni proprietari di jet privati che hanno provato l'ebbrezza di un amplesso in cielo - o aver il fegato di fare una sveltina nella toilette di bordo.

Fare l'amore in volo sarà un'esperienza alla portata di tutti o quasi. Grazie all'idea di Mike Crisp, che ha lanciato Milehighflights, un servizio che permetterà alle coppie di noleggiare un velivolo a sei posti con pilota e di godersi fino a un'ora e mezza di passione ad alta quota, a bordo di un Piper Lancer, mentre un pilota sorvolerà le campagne delle Cotswolds. Costo? 250 sterline per mezz'ora, 450 per un'ora e 750 per un'ora e mezza di volo (una tariffa aggiuntiva sarà applicata a chi pesa più di 100 chili).

I voli dell'amore decolleranno dall'aeroporto di Staverton, nel Gloucestershire, nei prossimi mesi.

«Comfort e privacy a bordo sono curati al massimo: «C'é una tenda dietro al pilota e la riservatezza è assicurata - ha precisato l'imprenditore -. La gente sarà libera di fare quel che vuole una volta che è in quota. Ci sarà molto spazio e i passeggeri potranno sorseggiare champagne mentre sorvolano i bellissimi scenari ...

Sarà certamente più comodo del bagno di un 747».

Che dire, buon volo a tutti

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: nondovrestiesserequi
Data di creazione: 03/10/2006
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

FACEBOOK