Blog
Un blog creato da Caty1966 il 25/02/2007

Dichiarazioni

Io parlo.. tu parli.. egli parla. Dichiarazioni tra il serio e il faceto.

 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Caty1966
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 53
Prov: EE
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 
 

FACEBOOK

 
 

ULTIMI COMMENTI

 

 

« Messaggio #123Messaggio #125 »

Post N° 124

Post n°124 pubblicato il 03 Giugno 2007 da Caty1966

Informazione sinistra

 

“Il vice ministro delle Finanze aveva - ed ha - il fondato sospetto di gravi irregolarità compiute da alcuni comandi collegati con il comando generale. Rientra pienamente nei suoi poteri stimolare il comando generale ad avvicendare i generali non affidabili.”

(queste parole le scrive Scalfari oggi sempre su Repubblica, nel suo solito articolo domenicale dedicato ai gacobini di destra)

Ora io mi chiedo: se è vero, come dice Scalfari, che Visco aveva ed ha il sospetto di gravi irregolarità come mai ha lasciato correre?

E come mai il Governo non ha destituito e querelato Speciale?

In una democrazia se si hanno notizie di reati si fa una denuncia.

E allora Visco, Prodi, il Governo e i media asserviti perché non sono in grado di dirmi come mai questa querela non è stata fatta?

Gradirei che Scalfari spiegasse (visto che ne fa cenno come se ne fosse informato)  quali sarebbero le "gravi irregolarità compiute da alcuni comandi collegati con il comando generale".

Visco ha rimesso le deleghe, mentre Speciale ha sempre rifiutato di dimettersi come gli veniva chiesto.

Visco e il Governo non hanno mai querelato Speciale

1+1 fa solo 2

Caro Scalfari, se giacobini vi sono, questi sono per tradizione rossi.

                  

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Dichiarazioni/trackback.php?msg=2791603

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
>> Qualc'uno la chiama democrazia... su Viva l'italia
Ricevuto in data 04/06/07 @ 00:00
ANSA 01/06/2007 ROMA - "La situazione era diventata insostenibile". Queste parole, utilizzate da ...

 
Commenti al Post:
a_tiv
a_tiv il 03/06/07 alle 19:26 via WEB
Non sapevo che Scalfari fosse diventato il portavoce di Visco. Se Questi aveva da riferire comportamenti ritenuti poco chiari o nocivi per le istituzioni aveva modo e opportunità per far valere la sua funzione di Vice Ministro con delega alla Guardia di Finanza. Scalfari non rende giustizia al suo difeso se insinua un sospetto che non sia stata denunciato nei luoghi preposti ed a tempo debito. Qualora, ma è un'ipotetica di terzo grado, ciò fosse accaduto, Visco e Prodi dovrebbero spiegare i motivi per cui per quasi un anno non sono stati assunti provvedimenti adeguati. Mi dispiace che un giornalista con la presunzione di essere una colonna del giornalismo italiano ricorra ad insostenibili difese di ufficio. La sinistra ormai non ha più freni...forse il delirio di onnipotenza di alcuni sta superando i confini della buona decenza. Ciao Caty. Vito
 
a_tiv
a_tiv il 03/06/07 alle 19:34 via WEB
Cara Caty al mio post su Visco ha replicato ad un tuo commento un signore che è uscito dal tema e che, forse per difendere Visco e questo governo, si è soffermato su presunte affinità di Tremonti con l'evasione fiscale. Non gli ho risposto nel merito, pur avendo argomenti da controbattere e non slogan e luoghi comuni da ripetere come una cantilena, non ho apprezzato la sua cattiva educazione. L'ho invitato, comunque ad usare toni più seri e confrontarsi con me se lo desiderava. Non so se lo farà. A questi signori se si tolgono dalla bocca i soliti "effetti speciali" della propaganda alla fine non hanno granchè da dire. Un abbraccio. Vito
 
 
Caty1966
Caty1966 il 03/06/07 alle 20:38 via WEB
grazie Vito, sono passata a vedere cosa mi aveva scritto e gli ho scritto due righe. Ma non capisco una cosa: se si parla di Visco e Speciale, che motivo c'è di tirare fuori Tremonti? allora possiamo anche parlare di alieni, tanto questo governo, prima o poi dovrà cercarsi gli elettori nello spazio. ciao
 
   
a_tiv
a_tiv il 04/06/07 alle 12:12 via WEB
Mia carissima Caty...la verità è che non hanno argomenti. Prova un po' ad analizzare le cose: - sulla questione economica hanno tartassato i cittadini di tasse senza migliorare di un pur piccolo ed impercettibile vantaggio la qualità della vita; - sulla questione sociale tutto rimane fermo mentre cresce l'incertezza sulle pensioni e sulle questioni di precarietà e assistenza; - sulla questione costo della vita continua a diminuire il potere d'acquisto, anche se hanno fatto sparire dalla pagine dei giornali coloro che non arrivano alla quarta settimana del mese; - sulla questione sicurezza è sotto gli occhi di tutti l'allargarsi del controllo malavitoso di quartieri ed intere città; - per l'immigrazione clandestina sembra che prevalga l'accoglienza di tutti e l'inosservanza della Bossi-Fini sul rimpatrio; - per i diritti degli immigrati sembra che oggi convenga questa condizione per i privilegi che offre; - si ha l'impressione che per tanti, se cercano di dir qualcosa di sinistra, ci siano solo diritti e niente doveri; - hanno accantonato la famiglia ed il bisogno di assegnare a questa figura, prevista dalla Costituzione, un ruolo centrale nella società e nei rapporti civili. - hanno posto, invece, il mondo dei diversi come questione centrale dei rapporti tra i cittadini, criminalizzando persino i sentimenti etici della popolazione e del clero; - hanno occupato tutti gli spazi istituzionali, privando persino l'opposizione di ruoli solitamente a presidio delle garanzie e del pluralismo; - controllano in massa l'informazione pubblica ed il 90% dell'informazione privata; - si distinguono in scorribande di dubbia moralità di uomini rappresentativi di maggioranza e governo ed in metodi tesi a nascondere all'opinione pubblica lo squallore delle loro azioni; - prospettano soluzioni da imporre all'impresa per acquisire il controllo di servizi delicati ed essenziali per la comunità; - controllano attraverso maggioranze "bulgare" CSM e Corte Costituzionale ed impongono anche le sentenze da emettere, tant'è che un consigliere, ritenendosi offeso ed indisponibile al metodo, ha rassegnato le sue irrevocabili dimissioni; - dimettono d'Ufficio un Consigliere della rai per assumere, oltre alla presidenza del Consiglio di amministrazione, anche la maggioranza dei componenti, salvo il ricorso del Dr. Petroni al Tar che gli ha dato ragione, decretando pertanto l'illegittimità e l'arroganza dell'azione tentata. - hanno chiuso di fatto il Parlamento e quando costretti per il voto sui decreti ricorrono al voto di fiducia, specie al Senato, hanno cooptato nella maggioranza i senatori a vita che dovrebbero essere solo presidio di competenze e dirittura morale e non di squallida appendice della maggioranza; - non hanno una maggioranza chiara sulla politica estera; - non hanno una maggioranza chiara sul welfare; - non hanno una maggioranza chiara sulla famiglia e sui duritti dei conviventi; - ora hanno anche un alea di sospetto sulle ragioni che hanno indotto Visco a voler rimuovere i vertici della GdF di Milano che indagavano su Unipol; - l'ostinazione con cui hanno difeso Visco introduce il sospetto di complicità più larghe e di omertà che preoccupano. - hanno rimosso dall'incarico un generale, comandante della Guardia di Finanza, per aver fatto il proprio dovere ed aver servito con dignità il suolo e la Nazione. Mi fermo qui mia cara Caty ma sai bene che l'elenco potrebbe continuare...e tutto questo solo in un anno di Governo. Hanno ricevuto la bocciatura dell'intero Paese e la loro popolarità è ai minimi storici ed hanno la faccia tosta di dire che è...per la crisi della politica. Sono indecenti e senza argomenti...è questa la ragione per cui continuano a vedere solo le pagliuzze negli occhi degli altri. Ciao! Vito
 
     
Dike_vendicatrice
Dike_vendicatrice il 04/06/07 alle 13:15 via WEB
Ciao Vito.... colgo l'occasione per salutarti anche qui sul blog di Caty e per complimentiarmi per i tuoi interventi, che sono davvero dei post a sè. ciao
 
Dike_vendicatrice
Dike_vendicatrice il 04/06/07 alle 13:17 via WEB
Caty.... che uno come Scalfari dica "gicobini" centro destra mi fa, non sorridere, ma addirittura ridere. La sinistra nel suo tentativo eticamente superiore di ergersi a moralizzatrice dei costumi sta rasentando il ridicolo ormai. I giacobini sono i nonni del totalitarismo e dunque l'appellattivo si adatta meglio ai figli di Stalin. ciao e buona giornata
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 

L'art. 21 della Costituzione garantisce la libertà di espressione, ma non la libertà di insulto.

Vi chiedo di ricordarvene prima di cliccare su "invio".

E ve lo chiede anche l'omino qui sotto.

immagine

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Laura.f_2007unamamma1kiwaiAlex_Solis_of_Ostiainsorgentestellapazza00psicologiaforenseghizolfo
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Condanna dei crimini dei regimi totalitari comunisti.

1. L'Assemblea parlamentare fa riferimento alla sua Risoluzione 1096 (1996) sulle misure per smantellare l'eredità dei sistemi totalitari comunisti.

2. I regimi totalitari comunisti che governarono nell'Europa Centrale ed Orientale nel secolo passato, e che sono tuttora al potere in molti Paesi del mondo, sono stati, senza ccezioni, caratterizzati da massicce violazioni dei diritti umani. Le violazioni hanno differito in funzione della cultura, del Paese e del periodo storico e hanno incluso assassini ed esecuzioni individuali e collettive, morti in campi di concentramento, fame, deportazioni, torture, lavoro in schiavitù e altre forme di terrore fisico di massa, persecuzioni su base religosa o etnica, violazioni della libertà di coscienza, pensiero e parola, della libertà di stampa, e mancanza del pluralismo politico.

3. I crimini sono stati giustificati in nome della teoria della lotta di classe e del principio della dittatura del proletariato. L'interpetazione di entrambi i principi hanno legittimato la "eliminazione" di popoli considerati nocivi alla costruzione di una nuova società e, come tali, nemici dei regimi totalitari comunisti. Un vasto numero di vittime in ogni Paese coinvolto furono propri connazionali. Fu il caso particolarmente dei popoli dell'ex URSS che di gran lunga superarono altri popoli in termini di numero di vittime.

4. L'Assemblea riconosce che, nonostante i crimini dei regimi totalitari comunisti, alcuni partiti comunisti europei hanno contribuito a conseguire la democrazia.

5. La caduta dei regimi totalitari comunisti nell'Europa Centrale ed Orientale non è stata seguita in tutti i casi da una inchiesta internazionale sui crimini da loro commessi. Inoltre, gli autori di questi crimini non sono stati portati in giudizio dalla comunità internazionale, come fu il caso dei crimini orribili commessi dal nazionalsocialismo.

6. Conseguentemente, la coscienza pubblica dei crimini commessi dai regimi totalitari comunisti è molto povera. I partiti comunisti sono legali e attivi in vari Paesi, anche se in molti casi non si sono distanziati dai crimini commessi nel passato dai regimi totalitari comunisti.

 

7.L'Assemblea è convinta che la coscienza della storia sia una delle precondizioni per evitare simili crimini nel futuro. Inoltre, la denuncia e la condanna morale dei crimini commessi svolge un importante ruolo nell'educazione delle giovani generazioni. la chiara posizione della comunità internazionale sul passato può essere un riferimento per le sue azioni future.

8. Inoltre, l'Assemblea ritiene che quelle vittime dei crimini commessi dai regimi totalitari comunisti che sono ancora vive e le loro famiglie, meritino simpatia, comprensione e riconoscenza per le loro sofferenze.

9. I regimi totalitari comunisti sono tuttora attivi in vari Paesi del mondo ed i crimini continuano ad essere commessi. La percezione dell'interesse nazionale non dovrebbe prevenire i Paesi da una adeguata critica agli attuali regimi totalitari comunisti. L'Assemblea condanna con forza tutte quelle violazioni dei diritti umani

10. I dibattiti e le condanne che hanno avuto luogo da tempo a livello nazionale in vari stati membri del Consiglio d'Europa non possono dispensare la comunità internazionale da prendere una chiara posizione sui crimini commessi dai regimi totalitari comunisti. C'è un obbligo morale a farlo senza ogni ulteriore ritardo.

11. Il Consiglio d'Europa è nella posizione per tale dibattito a livello internazionale. Tutti i Paesi europei ex comunisti, con l'eccezione della Bielorussia, sono oggi suoi membri e la protezione dei diritti umani e lo stato di diritto sono i valori fondamentali su cui si basano

 

12. Inoltre, l'Assemblea parlamentare condanna con forza le massicce violazioni dei diritti umani commesse dai regimi totalitari comunisti ed esprime simpatia, comprensione e riconoscenza alle vittime di tali crimini.

13. Inoltre, richiama tutti i partiti comunisti o post-comunisti nei suoi Stati membri che non lo hanno già fatto di valutare di nuovo la storia del comunismo e del proprio passato, di prendere chiaramente le distanze dai crimini commessi dai regimi totalitari comunisti e di condannarli senza alcuna ambiguità.

14. L'Assemblea ritiene che questa chiara posizione della comunità internazionale aprirà la via alla riconciliazione. Inoltre, incoraggerà con fiducia gli storici di tutto il mondo a continuare le loro ricerche finalizzate a determinare ed a verificare oggettivamente quanto avvenuto.