FRATTAGLIE

..utopiche elucubrazioni di una mente istintiva

 

GIOCO LETTERARIO

 

QUESTO BLOG CAMMINA CON LORO

FRATTAGLIE

Frattaglie di sogni spezzati,
utopie disperse di un sole
salato e lontano,
come luce pallida
e grigia
di un pianto
che sgorga dal cuore.

Frammenti chiamati
a raccolta
da un raggio
che ancora resiste,
che segue l'istinto
infinito
di ricomporre
i frammenti di un sogno.

 

CERTIFICATO

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: allievadelgabbiano
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 55
Prov: NO
 

IN QUANTI SIAMO...

hit counter

 

ULTIME VISITE AL BLOG

ROCCO_jralf.cosmosBasta_una_scintillamariomancino.mmax_6_66WhatYourSoulSings2egon_schiele63pippi_lulittira0Roberta_dgl8bal_zacAlbe40rtoSeria_le_Ladycomelunadinonsolopol
 

TAG

 

ULTIMI COMMENTI

So informative things are provided here,I really happy to...
Inviato da: barbie giochi
il 28/11/2011 alle 13:30
 
Complimenti per questo blog...
Inviato da: giochi winx
il 12/11/2011 alle 18:31
 
...anche per me è molto importante...
Inviato da: anonimo
il 20/05/2009 alle 17:10
 
To the group universal life insurance cigna need first...
Inviato da: life insurance
il 17/04/2009 alle 07:48
 
anthem life insurance csea But life insurance endowment you...
Inviato da: affordable
il 17/04/2009 alle 06:46
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 
 

 

« Elucubrazione sulle revisioniElucubrazione sulla Rossa »

Elucubrazione sull'incontro

Post n°85 pubblicato il 25 Febbraio 2008 da allievadelgabbiano
 

Stimolata dalla simpatica iniziativa di tuttiscrittori:

Dopo l’ennesima discussione persi la bussola e fuggii, usando quell’astronave rudimentale come passerella tra due mondi distanti. Avrei creduto di soffrire nell’abbandonare le mie radici, provai invece una gioia intensa quando atterrai su questo pianeta, che tante volte avevo spiato dal mio, lottando contro tutti quelli che mi dicevano che voi eravate troppo diversi per poterci accogliere. “Non potresti mai integrarti”, mi ripetevano, urtando senza alcun tatto la mia sensibilità. Quando vidi il tuo viso, per la prima volta, ebbi la certezza che avevo fatto bene a seguire il mio cuore e che tu mi avresti accolto, rendendomi parte di te. Ora, mentre i nostri figli aspettano di sedersi a tavola, li osservo e sento di non essere un’aliena: adesso so che, se due anime sono affini, si possono incontrare ed addomesticare, anche se giungono da pianeti lontani.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog