IoSòCarmela

Chi controlla i controllori?

Creato da alfio38 il 23/01/2008

IoSòCarmela su Facebook

 

Giovani fiori .....spezzati!!!!

STAIRWAY TO HEAVEN

Scala per il Paradiso


C'è una signora sicura che tutto ciò che luccica sia oro
Ha intenzione di comprare una scala per raggiungere il Paradiso
E quando vi arriva sa,
Se i magazzini sono chiusi,
Che con una parola può avere ciò per cui è venuta.

C'è una scritta sul muro
Ma lei vuole essere sicura
Perché come sai a volte le parole hanno due significati.
Su un albero vicino al ruscello c'è un uccello che canta di quando in quando.
Tutti i nostri pensieri sono sospetti.

C'è un sentimento che provo quando guardo verso Ovest
E la mia anima chiede di partire
Nei miei pensieri non ho mai visto spirali di fumo
Attraverso gli alberi.
E le voci di quelli che stanno a guardare.

E' presto, così si mormora, se tutti intoniamo la musica giusta
Il pifferaio ci guiderà alla ragione
E un nuovo giorno spunterà per quelli
Che stavano aspettando da tanto.
E le foreste echeggeranno di risate.

Questo mi stupisce.

Se c'è una via vai sul tuo sentiero
Non ti allarmare
Sono solo i preparativi per la festa di maggio
Si, ci sono due strade che puoi percorrere
Ma a lungo andare
Hai ancora tempo per cambiare strada.

La tua testa ronza ed il ronzio non se ne andrà - nel caso non lo sapessi
Il pifferaio ti sta chiamando, vuole che tu vada da lui.
Cara signora, senti il vento soffiare
E lo sapevi
Che la tua scala è fatta di vento che sussurra.

E scendiamo per strada
Con l'anima più piccola dell'ombra
Là cammina una signora che tutti conosciamo
Che fa splendere la luce e vuol dimostrare
Che tutto continua a tramutarsi in oro.
E se ascolti molto attentamente
Prima o poi la melodia giungerà a te
Quando tutti sono uno e una cosa sola è tutto
Essere saldi come una roccia e non un sasso che rotola.

Ha intenzione di comprare una scala per raggiungere il Paradiso

There's a lady who's sure all that glitters is gold
And she's buying a stairway to heaven
When she gets there she knows, if the stores are all closed
With a word she can get what she came for
Ooh, ooh, and she's buying a stairway to heaven

There's a sign on the wall but she wants to be sure
'cause you know sometimes words have two meanings
In a tree by the brook, there's a songbird who sings
Sometimes all of our thoughts are misgiven
Ooh, it makes me wonder

There's a feeling I get when I look to the west
And my spirit is crying for leaving
In my thoughts I have seen rings of smoke through the trees
And the voices of those who stand looking
Ooh, it makes me wonder
Ooh, it really makes me wonder

And it's whispered that soon if we all call the tune
Then the piper will lead us to reason
And a new day will dawn for those who stand long
And the forests will echo with laughter

If there's a bustle in your hedgerow, don't be alarmed now
It's just a spring-clean for the May queen
Yes, there are two paths you can go by, but in the long run
There's still time to change the road you're on
And it makes me wonder

Your head is humming and it won't go, in case you don't know
The piper's calling you to join him
Dear lady, can you hear the wind blow, and did you know
Your stairway lies on the whispering wind?

And as we wind on down the road
Our shadows taller than our soul
There walks a lady we all know
Who shines white light and wants to show
How everything still turns to gold
And if you listen very hard
The tune will come to you at last
When all are one and one is all
To be a rock and not to roll

And she's buying a stairway to heaven

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

- ANDATAeRITORNO
- The difference
- Tutto come viene....
- PARLIAMONE INSIEME
- Impariamo ad aiutare
- arthemisia_g
- nuvola viola
- Pensieri sparsi...
- Sol Levante
- VOMIWORLD
- DELIRI...
- GIORNO PER GIORNO
- PensieriFraLeNuvole
- I Luoghi DellAnima
- V.E.M.A.D. 2
- per sempre
- il mio lato oscuro
- PER VALENTINA
- ANIMA
- LIBERA....MENTE
- LeRoseDiAtacama
- Una mela
- Webbos land
- RESPIRA PIANO
- Fogli Sparsi...
- Nata x essere AMATA
- animesparse
- Galassia dAndromeda
- Semplicemente Anto
- FREDDIE MERCURY
- IL MIO VIAGGIO
- IL MIO NIDO E ME.
- Dedicato a Federica
- La mia piccola
- Semplicit&agrave;....
- PEDOFILIA
- 5000 Rose
- Pensieri in libert&agrave;
- chiacchiereinutili
- Pasticciona e basta!
- io...tu...noi....
- a ruota libera
- Mondo Cane
- SENTIMENTI..........
- Earthlessheartless
- UN NICK UNA STORIA
- IL MIO ANGELO
- Home
- Getto la spugna ?
- Mape iabbu
- *STAGIONI*
- SAREBBEBELLOSE..
- Semplicemente Silvia
- RipostiglioAnarchico
- Ineluttabile
- LA MAGIA DEL SOLE
- SEGUO la SCIA...
- bruno14
- Io la musica e J.H
- Crysalis
- DestinazioneParadiso
- La forza sia con te
- ....... for all!
- E...Solo Un Attimo
- backtolandagain
- semplicemente io...
- NETTUVIANA
- Semplicemente IO
- LAVOROeSALUTEnews
- il senso della vita
- L Amore &egrave;...
- Parole parole
- Im as Im
- POESIA IN MUSICA
- INELUTTABILE
- Pensieri di Vetro
- La vita continua...
- SINDROME DEL QTLungo
- non tutto di tutto
- un mondo di ricordi
- Cooking Bea
- la mente il cuore
- pegasus-blu
- SOGNO E REALTA
- sogni e desideri
- S.O.S. NO_PROFIT
- latinoamericana
- Kemio for friends
- RINASCITA
- Amo i gatti
- anima mundi
- viva la vita
- I COLORI DEL MONDO
- W i NEMICI
- cosi &egrave; se mi pare
- Chiacchiere&amp;Co.
- Sale del mondo
- Alessandro
 
Citazioni nei Blog Amici: 51
 
 

 

« NEWS MINORIGIORNATA MONDIALE PER LA... »

NEWS MINORI

Post n°246 pubblicato il 26 Giugno 2009 da alfio38

OGNI ANNO 8 MILA NON ACCOMPAGNATI: 1.000 VITTIME TRATTA.

(DIRE - notiziario Minori) Roma, 25 giu. - Il fenomeno della tratta e' il secondo business illecito globale dopo il narcotraffico: il volume di affari e' pari a circa 32 miliardi di dollari l'anno e coinvolge 2,7 milioni di persone come vittime, di cui l'80% e' costituito da donne e bambini. Questo e' quanto emerge dal convegno "La tratta dei minori: il mercato dei bambini", organizzato dall'associazione "Legale nel sociale" e in corso a Roma. Secondo i dati forniti dall'associazione di avvocati, in Italia sono circa 8 mila i minori stranieri non accompagnati che ogni anno entrano in contatto con il sistema di protezione previsto dalla legge. Tra il marzo 2000 e il maggio 2007, quasi 55 mila persone hanno ricevuto assistenza come vittime di tratta. Nello stesso periodo di riferimento sono stati realizzati circa 15 mila programmi di sostegno, di cui circa 1000 dedicati ai minori di 18 anni.

"In Italia, luogo di transito e destinazione- spiega Marco Carlizzi, presidente dell'associazione Legale nel sociale- la tratta e' strettamente legata allo sfruttamento sessuale anche se negli ultimi 10 anni si sono aggiunte altre forme di sfruttamento e abuso come l'accattonaggio, il lavoro forzato, le attivita' illegali e l'espianto di organi. I minori vittime di tratta che hanno un'eta' media tra i 16 e i 18 anni provengono principalmente dai paesi dell'ex Unione Sovietica, dalla regione Balcanica (per l'Italia principalmente Bosnia-Erzegovina, Albania, Kosovo), dall'Africa, da alcuni paesi dell'Asia come Cina e Filippine e dal Sud America, principalmente dal Brasile e dalla Repubblica dominicana.

LA EX BAMBINA SOLDATO: 'IO SALVA DOPO STUPRI E VIOLENZE'

IL RACCONTO DI GRACE AL CAMPIDOGLIO DAVANTI A FRATTINI E ALEMANNO.

(DIRE - notiziario Minori) Roma, 25 giu. - Grace pensava di essere una bambina fortunata: dopo la scuola elementare i suoi genitori l'avevano mandata al college, nel nord dell'Uganda, il suo paese. Un privilegio, visto che la maggior parte delle ragazzine ugandesi resta a casa e non ha accesso all'istruzione superiore. Ma quella che doveva essere la relizzazione di un sogno per Grace Akallo si e' presto trasformato in un incubo. Il 9 ottobre 1996 e' stata catturata dalla Lord's Resistance Army che ne ha fatto una bambina soldato. Il racconto di Grace, insieme a quello di Kon Kelei (sudanese, ex bambino soldato) e' riecheggiato lo scorso 23 giugno in Campidoglio in occasione dell'incontro internazionale 'Bambini e giovani colpiti dai conflitti armati' promosso dal ministero degli Esteri in collaborazione con Onu, Unicef e Save the Children. Presenti il ministro degli Esteri Franco Frattini e il sindaco di Roma Gianni Alemanno.

Delle 138 ragazzine rapite insieme a Grace nel 1996 109 si sono salvate quasi subito: sono state riconsegnate alla suora che le seguiva al college. Per lei non c'e' stato scampo: per mesi ha subito violenze e stupri. "Prima d'allora, dice, non avevo mai conosciuto un uomo". Poi, nell'aprile del 1997, a Grace si e' aperta la via di fuga. È riuscita a scappare, a tornare alla sua famiglia e, successivamente, al college. "Ma- dice- non riuscivo a dimenticare le altre ragazze rimaste con la milizia". Di qui la fondazione, lo scorso novembre, di un network di ex bimbi soldato per "aiutare" chi cade nella rete di adulti senza pieta'.

UNIONE PEDIATRI ADERISCE A 'GIÙ LE MANI DAI BAMBINI'

L'INGRESSO DELL'UNP PORTA A 230 I MEMBRI DEL COMITATO.

(DIRE - notiziario Minori) Roma, 25 giu. - L'Unione nazionale pediatri (Unp), sindacato per medici pediatrici con sede a Roma, ha aderito alla campagna "Giu' le Mani dai Bambini"(www.giulemanidaibambini.org), promossa dall'omonimo comitato, iniziativa di farmacovigilanza in eta' pediatrica che punta alla prevenzione degli abusi nella somministrazione di psicofarmaci ai bambini. L'ingresso dell'Unp porta cosi' a 230 il numero di membri della compagine associativa del Comitato, e si aggiunge ad altri sindacati, universita', Asl, ordini provinciali dei Medici, associazioni genitoriali e di promozione sociale.

"L'adesione dell'Unp a Giu' le mani dai bambini e' il risultato dell'incontro di due realta' che si prefiggono lo stesso obiettivo, ovvero la tutela del benessere psicofisico del bambino- sottolinea la presidente Unp, Teresa Mazzone- l'Unp, in quanto sindacato di pediatri, e' sicuramente un osservatorio privilegiato del mondo dell'infanzia, ed ha il dovere morale e deontologico di tutelarlo in tutte le sue sfaccettature".

In merito alla cosiddetta Adhd, la "controversa" Sindrome da iperattivita', per curare la quale- sottolinea Giu' le mani dai bambini- si ricorre sempre piu' spesso all'uso di sostanze psicostimolanti dagli effetti collaterali potenzialmente pericolosi, l'opinione della Mazzone e' che "l'iperattivita' va intesa come 'sintomo e spia di un disagio piu' profondo, che non si risolve certo medicalizzando con psicofarmaci il bambino, ma offrendo ascolto, aiuto e sostegno alla famiglia tutta, coinvolgendola in un percorso piu' lungo, complesso e difficile, ma sicuramente piu' efficace per tutti".

INFANZIA, STUDI INCOMPLETI: "COSÌ SOLO EQUIVOCI"

L'ANALISI DEL CENTRO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE.

(DIRE - notiziario Minori) Roma, 25 giu. - Le ricerche 'Made in Italy' sull'infanzia fatte fino ad oggi non sono in grado di dare un quadro esaustivo e completo della condizione di benessere dei bambini del nostro Paese, ma sono una rappresentazione a macchia di leopardo della realta' con aspetti studiati approfonditamente e altri tralasciati e avvolti dall'ombra. È quanto emerge dal report "Bambini in Italia", curato da Valerio Belotti, coordinatore scientifico del Centro nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza e presentato a Roma in occasione delle Giornate della ricerca sociale. Un'iniziativa promossa dal Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Una visione frammentata e a volte eccessivamente concentrata su singoli aspetti, spiega il documento, puo' portare a 'equivoci eclatanti' come nel caso dei bambini scomparsi, "erroneamente riconducibili alle statistiche amministrative desunte dalle denunce alle forze dell'ordine, ma che ben poco sono in relazione con il fenomeno", oppure come nel caso dei bambini in difficolta' con la propria famiglia presi in carico dai servizi sociali "desunti dai provvedimenti censiti dalle statistiche giudiziarie che, in alcuni casi, presentano alcuni problemi di attendibilita'".

La scarsita' di informazioni e dati complessivi e' un ostacolo, spiega il report, per l'individuazione di politiche di welfare adeguate. "Si sa poco - si legge nel documento - della vita quotidiana dei bambini: dei loro desideri, delle loro aspettative, delle loro esperienze di partecipazione sociale, associativa, ludica e formativa. Anche se alcune indagini nazionali ora svolte dall'Istat tendono a recuperare il ritardo prodotto".

 

Al contrario degli adulti, dove le ricerche riescono ad inquadrare meglio la situazione riguardo al benessere, l'attenzione frammentata verso l'infanzia si spiega in primo luogo con la mancanza di modalita' di ricerca universalmente condivise, ma anche a causa dello scarso interesse verso certi ambiti della societa'. "Le scelte attuate nel campo delle ricerche- spiega il documentorispecchiano i rapporti di forza all'interno delle varie componenti della societa' per i quali sono poco rilevanti o invisibili le questioni attinenti ai gruppi di soggetti sociali marginali, siano essi i bambini, gli immigrati, i disabili o i giovani. A meno che non diventino delle emergenze".

Nonostante tutto esistono in Italia alcune regioni dotate, dal punto di vista di sistemi di informazione statistica "sviluppati in relazione alle nuove competenze nel campo sociale e sociosanitario riconosciute alle amministrazioni regionali con la riforma del titolo V della Costituzione". È il caso della regione Toscana che, seppur ancora in divenire, dispone di un sistema informativo statistico sull'infanzia, e della regione del Veneto che grazie all'Osservatorio regionale per la famiglia e le nuove generazioni, riesce a raccogliere dati su diversi aspetti della vita dei bambini nel Veneto, come i servizi socioeducativi, le scuole dell'infanzia, i consultori familiari, le adozioni, gli affidamenti familiari e gli inserimenti in comunita'. A livello territoriale, pero', sono piu' le zone d'ombra che le buone pratiche. Per tale motivo e' ancora difficile oggi produrre un quadro completo sulla condizione dei bambini in Italia.

ANFAA: AIUTI AI GENITORI CHE ADOTTANO BIMBI DISABILI.

(DIRE - notiziario Minori) Roma, 25 giu. - Piu' risorse economiche per i genitori che adottano bambini disabili o ragazzini sopra i 12 anni, nonche' un impegno del governo a renderle "effettive" e non legate ai bilanci degli enti locali. A lanciare questo sos e' stata l'Anfaa. La presidente dell'Associazione famiglie adottive e affidatarie Donata Nova Micucci, infatti, ha scritto direttamente a Carlo Giovanardi, sottosegretario di Stato con delega alle Politiche per la famiglia. L'oggetto della lettera? Sollevare "un problema delicato come quello dei mancati contributi alle famiglie che hanno adottato o adottano quei bambini che, a causa delle loro condizioni personali, a fatica riescono a trovare dei genitori che li accolgano" nella propria casa. In Italia "l'anagrafe dei minori dichiarati adottabili ma che non hanno ancora trovato una famiglia - che sono circa il 20% - non e' ancora attiva", ha spiegato il presidente dell'Anfaa.Se il decreto di ripartizione del Fondo per le politiche della famiglia del 3 febbraio 2009 ha stanziato 25 milioni di euro per il sostegno istituzionale alle adozioni internazionali, "non ha previsto nulla per l'aiuto economico alle famiglie che hanno adottato e adotteranno minori con piu' di 12 anni o bambini disabili", si legge nella lettera.

E questo nonostante la legge 149/01 lo preveda, riservando allo Stato, alle regioni e agli enti locali di intervenire in base alle disponibilita' finanziarie dei rispettivi bilanci. Ma proprio il qui sta il problema. Questo inciso, purtroppo, non impegna le istituzioni a fornire i sostegni e gli aiuti previsti, in quanto subordinati per l'appunto alle risorse economiche a disposizione", ha scritto la presidente dell'Anfaa. "Solo la Regione Piemonte e' l'unica che abbia assunto dei provvedimenti per rendere queste disposizioni un diritto realmente esigibile erogando, alle famiglie che hanno adottato minori sopra i 12 anni o con handicap accertato, sia interventi assistenziali sia un contributo spese equiparato alla pensione minima Inps". Secondo Nova Micucci, infatti, "non e' giusto far ricadere il peso di queste adozioni 'difficili' solo sulle singole coppie". L'Anfaa chiede dunque al governo non solo uno stanziamento immediato, ma anche l'emanazione di disposizioni che rendano questo sostegno effettivo. "Queste norme infatti, che riguardano i Livelli essenziali di assistenza (e purtroppo non ancora emanati) ai sensi dell'articolo 117 della Costituzione, sono tuttora di competenza statale- ha precisato Donata Nova Micucci nella lettera-. La mancanza di un sostegno attivo da parte delle istituzioni e' il motivo per cui molti bambini disabili, malati o grandicelli e dichiarati adottabili- erano 191 a marzo 2008- non trovano una famiglia che li accolga".

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Ultime visite al Blog

blaskina88ippopotamieippocampiEva_8cercoilmiocentroghmhmpantaleoefrancasilvius51credoinmestessaD.M.marmipelagiovalentinaranto2005ilsestosenso2giannemme0MaryFerricristina.spinardi
 

Ultimi commenti

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

13 ANNI

13 ANNI

Avrebbe chiesto solo un attimo di pace

Avrebbe chiesto solamente di ascoltare ancora

Un filo suo di voce che dice

Me ne vado piano,piano, piano, piano....

Tu prendimi la mano io parto e non ti porto con me

D'ora in poi pensa solo a te

Avrebbe chiesto solo di perdere un pò i sensi....

Sarebbe stata sola, dispersa tra le stelle

Oppure Dio l'avrebbe messa

A vivere in compagnia delle anime più belle

Cadere stanca ormai stremata tra le braccia

Degli angeli più attenti che dolci la raccolgono

E disattento tendo la mano......

Ed io che ascolto ancora e sempre ci ripenso

Al camminare morbido e al suo affetto regalato

Avvolto nel silenzio

Risento flebile il candore tenero che scorre

Geloso nella mano

E 13 anni passano

Perchè la vita è un attimo.

 

CHILD IN TIME

BAMBINO, COL TEMPO

La storia di un perdente. Potresti essere tu.

Dolce bambino, col tempo
vedrai la linea,
la linea tracciata
tra il bene e il male.
Guarda il cieco
che spara sul mondo
proiettili che volano
e esigono un tributo di morte.
Se sei stato cattivo,
e scommetto, perdio, che lo sei stato
e se sei stato colpito
dal piombo che volava
faresti meglio a chiudere gli occhi
e chinare la testa
e a aspettare il rimbalzo.

The story of a loser - it could be you.

Sweet child in time
You’ll see the line
The line that’s drawn between
The good and the bad
See the blind man
Shooting at the world
Bullets flying
taking toll
If you’ve been bad,
Lord I bet you have
And you’ve been hit
By flying lead
You’d better close your eyes
And bow your head
And wait for the ricochet

 

VORREI TU FOSSI QUI

Allora, pensi di saper distinguere
il paradiso dall'inferno?
I cieli azzurri dal dolore?
Sai distinguere un campo verde
da una fredda rotaia d'acciaio?
Un sorriso da un pretesto?
Pensi di saperli distinguere?
E ti hanno portata a barattare
i tuoi eroi fantasmi?
Ceneri calde con gli alberi?
Aria calda con brezza fresca?
Un caldo benessere con un cambiamento?
e hai scambiato un ruolo di comparsa nella guerra
con il ruolo di protagonista
in una battaglia?
Come vorrei, come vorrei che fossi qui
Siamo solo due anime sperdute
Che nuotano in una boccia di pesci
Anno dopo anno
Corriamo sullo stesso vecchio terreno
E cosa abbiamo trovato?
Le solite vecchie paure
Vorrei che fossi qui

 

Another day in paradise


Lei chiama l'uomo sulla strada
"signore, può aiutarmi?
fa freddo e non so dove poter dormire
c'é un posto che può indicarmi?"

Lui continua a camminare, non si guarda indietro
fa finta di non sentirla, inizia a fischiettare
quando attraversa la strada
sembra imbarazzato per essere lì

Oh ripensaci, é un'altro giorno per
te e me in paradiso
oh ripensaci, é solo un altro giorno per te
te e me in paradiso

Lei chiama l'uomo sulla strada
lui vede che lei ha pianto
lei ha i piedi ricoperti di vesciche
non riesce a camminare ma ci sta provando

Oh ripensaci..

Oh signore, non c'é niente di più che qualcuno puo fare
Oh signore, ci deve essere qualcosa che puoi dire

puoi capirlo dai lineamenti del suo viso
puoi vedere che lei é stata li
probabilmente si é trasferita da ogni luogo
perché non si é trovata bene

Oh ripensaci..

 

BAMBINO

La`, mami
Era la casa di marzapane
La`, mami
Era la notte piu` fresca che c'e`
Il sogno si fermo`
Comincia a sanguinare

Ero bambino, bambino, bambino
Quella era la grande citta`

La`, mami
il tempo corse violento e distratto
Dai, gioca
Giochiamo a ridere e a batterci qui
Il sogno si fermo`
Comincia a sanguinare

Ero bambino, bambino, bambino
Quella era la grande citta`
E non la smettevo di scoprire
Oltre i confini della citta`
Ero bambino, bambino, bambino
Fino ai confini della giungla
Ero bambino, bambino, bambino
Quella era la grande citta`
Non la smettevo di scoprire
Oltre i confini della realta`

Bambino, bambino
Non nascere mai