Creato da: OZZYNA il 23/05/2007
CERVELLOTICAMENTE

Area personale

 

 

 

piccolo

 

 

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

diogene51max_6_66IlGrandeSonnogeoberta.gpermanentflebokiwailaplayamfAbbateRenzoDEJ4NIRAfrezer75Rebuffa17enzo75toantoniorotunnohopelove10centro_fotografico
 

Ultimi commenti

Quindi in linea di massima sono meglio i pannelli...
Inviato da: Rebuffa17
il 18/05/2012 alle 14:34
 
hey...
Inviato da: loziocapo1
il 19/02/2010 alle 18:29
 
ehi da quanto tempo!!! sono un orfano della sinistra, che...
Inviato da: giovannimaiolo2
il 17/04/2009 alle 00:00
 
è semplicemente ORRENDO, come l'ultimo dei Metallica e...
Inviato da: loziocapo
il 22/02/2009 alle 10:24
 
hai proprio ragione
Inviato da: stellinacheguardiqua
il 30/12/2008 alle 23:57
 
 

Tag

 

 
 

 

 

CI SONO

Post n°110 pubblicato il 16 Aprile 2009 da OZZYNA

EBBENE SI', SONO TORNATA ASPETTATEVI DI TUTTO.

 

MARY

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 109

Post n°109 pubblicato il 28 Dicembre 2008 da OZZYNA

FATEVI 2 RISATE...SEMPRE SE CAPITE!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 108

Post n°108 pubblicato il 28 Dicembre 2008 da stellinacheguardiqua

ciao è stupendo il tuo blog amo molto gli animali non per questo ho 3 gatti ed un cane,2 gatti dormono con mè l'altro è giramondo notturno

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 107

Post n°107 pubblicato il 28 Dicembre 2008 da OZZYNA

ALLA FINE I GUNS N' ROSES SONO TORNATI, ANCHE SE DELLA BAND ORIGINALE E' RIMASTO SOLO QUELLO SCAPESTRATO DI AXL ROSE! QUALCUNO POTREBBE DIRGLI DI DARE FUOCO A QUELLE ORRENDE TRECCINE CHE HANNO PRESO DIMORA SUL SUO CRANIO? CHE TRISTEZZA VEDERLO RIDOTTO COSI', INVECCHIATO E SPENTO....L'ALBUM LO STO DIGERENDO ASCOLTANDOLO E RIASCOLTANDOLO, NON E' MALACCIO IN FONDO.

CHE TRISTEZZA RAGAZZI, NON SI PUO' VEDERE!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 106

Post n°106 pubblicato il 16 Novembre 2008 da OZZYNA

Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, le attuali conclusioni

credete che per questi quattro soldi, questa gloria da stronzi, avrei scritto canzoni;

va beh, lo ammetto che mi son sbagliato e accetto il "crucifige" e così sia,

chiedo tempo, son della razza mia, per quanto grande sia, il primo che ha studiato...

 
Mio padre in fondo aveva anche ragione a dir che la pensione è davvero importante,

mia madre non aveva poi sbagliato a dir che un laureato conta più d' un cantante:

giovane e ingenuo io ho perso la testa, sian stati i libri o il mio provincialismo,

e un cazzo in culo e accuse d' arrivismo, dubbi di qualunquismo, son quello che mi resta...

 
Voi critici, voi personaggi austeri, militanti severi, chiedo scusa a vossìa,

però non ho mai detto che a canzoni si fan rivoluzioni, si possa far poesia;

io canto quando posso, come posso, quando ne ho voglia senza applausi o fischi:

vendere o no non passa fra i miei rischi, non comprate i miei dischi e sputatemi addosso...

 
Secondo voi ma a me cosa mi frega di assumermi la bega di star quassù a cantare,

godo molto di più nell' ubriacarmi oppure a masturbarmi o, al limite, a scopare...

se son d' umore nero allora scrivo frugando dentro alle nostre miserie:

di solito ho da far cose più serie, costruire su macerie o mantenermi vivo...

 
Io tutto, io niente, io stronzo, io ubriacone, io poeta, io buffone, io anarchico, io fascista,

io ricco, io senza soldi, io radicale, io diverso ed io uguale, negro, ebreo, comunista!

Io frocio, io perchè canto so imbarcare, io falso, io vero, io genio, io cretino,

io solo qui alle quattro del mattino, l'angoscia e un po' di vino, voglia di bestemmiare!

 
Secondo voi ma chi me lo fa fare di stare ad ascoltare chiunque ha un tiramento?

Ovvio, il medico dice "sei depresso", nemmeno dentro al cesso possiedo un mio momento.

Ed io che ho sempre detto che era un gioco sapere usare o no ad un certo metro:

compagni il gioco si fa peso e tetro, comprate il mio didietro, io lo vendo per poco!

 
Colleghi cantautori, eletta schiera, che si vende alla sera per un po' di milioni,

voi che siete capaci fate bene a aver le tasche piene e non solo i coglioni...

Che cosa posso dirvi? Andate e fate, tanto ci sarà sempre, lo sapete,

un musico fallito, un pio, un teorete, un Bertoncelli o un prete a sparare cazzate!

 
Ma s' io avessi previsto tutto questo, dati causa e pretesto, forse farei lo stesso,

mi piace far canzoni e bere vino, mi piace far casino, poi sono nato fesso

e quindi tiro avanti e non mi svesto dei panni che son solito portare:

ho tante cose ancora da raccontare per chi vuole ascoltare e a culo tutto il resto!


L'Avvelenata
Guccini

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 105

Post n°105 pubblicato il 24 Ottobre 2008 da OZZYNA

E' difficile essere soddisfatti della propria esistenza


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 104

Post n°104 pubblicato il 04 Settembre 2008 da OZZYNA
 



Avete mai pensato quanti animali muoiono da soli? Ieri ho trovato un passerotto sul ciglio della strada, l'ho raccolto e l'ho portato a casa. Respirava affannosamente, sembrava avere le zampine rotte....L'ho portato dal veterinario che ha cercato di idratarlo, ma premendo sul 'pancino' si è reso conto che al suo interno era pieno di feci.....è morto in pochi secondi.......L'ho riportato a casa con me è l'ho seppellito in vaso dove tengo una siepe....ho scavato un piccola buca ho creato un letto di salvia e foglie di gelsomino, l'ho adagiato sopra con un rametto di ranuncolo fiorito. Poi ho ricoperto il tutto con la terra e ho messo sopra un bel sasso.....e poi ho pianto. E' allora che ho pensato che animali come questo muoiono soli, sofferenti.


Mary

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Musica maestro

Post n°103 pubblicato il 02 Settembre 2008 da OZZYNA


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 102

Post n°102 pubblicato il 31 Agosto 2008 da OZZYNA

Regalo cuccioli di oresetti russi solo ed esclusivamente ad amanti animali.
Sono bellissimi, sono chiari come la mamma!

Per chi fosse interessato: mary7@virgilio.it

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 101

Post n°101 pubblicato il 10 Agosto 2008 da OZZYNA



UN PO' DI MUSICA: I LORDI!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FIRMATE LA PETIZIONE!

Post n°100 pubblicato il 10 Luglio 2008 da OZZYNA
 

Sardegna: Martirio di un cane

Diversi iscritti alla lista ci hanno segnalato la vicenda della cagnolina, chiamata Santa, che e' stata investita da un'auto, in Sardegna, lasciata agonizzante per 2 giorni con molte persone che sentivano i suoi lamenti e nessuno faceva nulla, infine soccorsa, ma poi non e' riuscita a salvarsi.

La cagnolina investita si e' trascinata fino al paese di Monti (provincia di Olbia-Tempio) e, a detta degli abitanti "ha provocato solo disturbo con i guaiti di dolore"; lasciata sotto il sole a morire dai passanti e dalle istituzioni, che non hanno fatto nulla.

Le volontarie che sono andate a raccoglierla, avvertite solo dopo due giorni, raccontano: "Siamo andate a cercarla sotto il sole e nessuno, oltre due donne ci ha aiutato, due ragazze che sedute di fronte a lei fumavano una sigaretta, impassibili, ci hanno detto che era dietro una macchina e che i suoi guaiti hanno disturbato il riposino pomeridiano (...)

Lei era incosciente, le bagnavamo la faccia per farla riprendere dai vomiti e dai mancamenti. Ho pensato non sarebbe neanche arrivata in macchina.

Ma chi siamo noi e dove sono gli esseri umani che devono cercare di impedire queste cose?"Alla fine la cagnolina non ce l'ha fatta, e' morta dopo essere stata portata in clinica. Una cosa analoga è successa l'anno scorso in provincia di Sassari. I volontari che si sono occupati di quella povera cagnolina l'hanno chiamata Kira. Nata, vissuta, maltrattata e morta nella stessa regione, la Sardegna.

Le foto della cagnolina e altre testimonianze sono qui: http://www.lidaolbia.it/appelli/santa.html  

Scriviamo per esprimere la nostra indignazione, e chiedere che queste cose non si verifichino piu', al Comune di Monti, alla Regione Sardegna, e ai giornali locali. Non viene suggerito un messaggio-tipo, e' importante che ciascuno scriva anche solo 2 righe di proprio pugno. Ricordate nel messaggio di spiegare a quale vicenda vi riferite.

Indirizzi a cui scrivere: sindaco@comune.monti.ss.it, presidente@regione.sardegna.it, redazioneweb@unionesarda.it, redazioneolbia@lanuovasardegna.it, lanuovasardegna@lanuovasardegna.it 

oppure, col ";" come separatore: sindaco@comune.monti.ss.it; presidente@regione.sardegna.it; redazioneweb@unionesarda.it; redazioneolbia@lanuovasardegna.it; lanuovasardegna@lanuovasardegna.it 

Sul tema si puo' anche firmare una petizione on-line a questa pagina: http://www.firmiamo.it/martiriodiuncane 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

energie alterntive

Post n°99 pubblicato il 10 Luglio 2008 da OZZYNA
 

L’energia geotermica è una forma di energia rinnovabile che deriva dal calore presente negli strati più profondi della crosta terrestre. Infatti penetrando in profondità a partire dalla superficie terrestre, la temperatura diventa gradualmente più elevata, aumentando di circa 30 °C per km nella crosta terrestre (0.3 °C/km e 0.8 °C/km rispettivamente nel mantello e nel nucleo). I giacimenti di questa energia sono, però, dispersi e a profondità così elevate da impedirne lo sfruttamento. Per estrarre e usare il calore imprigionato nella Terra, è necessario individuare le zone dove questo si è concentrato: il serbatoio o giacimento geotermico. Esistono diversi sistemi geotermici, ma attualmente vengono sfruttati a livello industriale solo i sistemi idrotermali, costituiti da formazioni rocciose permeabili in cui l’acqua piovana e dei fiumi si infiltra e viene scaldata da strati di rocce ad alta temperatura, Le temperature raggiunte variano dai 50-60°C fino ad alcune centinaia di gradi. In alcune particolari zone si possono presentare condizioni in cui la temperatura del sottosuolo è più alta della media, un fenomeno causato dai fenomeni vulcanici o tettonici. In queste zone "calde" l'energia può essere facilmente recuperata mediante la geotermia.La geotermia consiste nel convogliare i vapori provenienti dalle sorgenti d'acqua del sottosuolo verso apposite turbine adibite alla produzione di energia elettrica e riutilizzando il vapore acqueo per il riscaldamento urbano, le coltivazioni in serra e il termalismo.Per alimentare la produzione del vapore acqueo si ricorre spesso all'immissione di acqua fredda in profondità, una tecnica utile per mantenere costante il flusso del vapore. In questo modo si riesce a far lavorare a pieno regime le turbine e produrre calore con continuità. La geotermia resta comunque una fonte energetica marginale da utilizzare solo in limitati contesti territoriali. Resta in ogni caso una potenzialità energetica da sfruttare laddove possibile, anche sfruttando le potenzialità del riscaldamento geotermico.

La geotermia è la fortuna energetica dell'Islanda. La grande isola del nord Atlantico basa l'intera sua esistenza sul naturale equilibrio tra la presenza di acqua calda in profondità e l'atmosfera esterna sotto zero.

Il più grande complesso geotermico al mondo si trova in California a The Geysers (l'impianto ha un potenziale di 1400 MW, sufficiente a soddisfare le richieste energetiche dell'area metropolitana di San Francisco).

Il principio di funzionamento di una centrale geotermica è alquanto semplice per linee logiche. Il flusso di vapore proveniente dal sottosuolo produce una forza tale da far muovere una turbina, l'energia meccanica della turbina viene infine trasformata in elettricità tramite un sistema alternatore.

I sistemi geotermici possono essere a vapore dominante, quando l’alta temperatura determina la formazione di accumuli di vapore, o ad acqua dominante, se l’acqua rimane allo stato liquido. Nel primo caso l’energia geotermica può essere utilizzata per produrre energia elettrica, inviando il vapore, attraverso dei vapordotti, a una turbina collegata a un generatore di corrente. Se il fluido non raggiunge una temperatura sufficientemente elevata, l’acqua calda potrà essere utilizzata per la produzione di calore.

La fonte geotermica riceve in particolar modo due critiche:

  • Dalle centrali geotermiche fuoriesce insieme al vapore anche il tipico odore sgradevole di uova marce delle zone termali causato dall'idrogeno solforato. Un problema generalmente tollerato nel caso dei siti termali ma particolarmente avverso alla popolazione residente nei pressi di una centrale geotermica. Il problema è risolvibile mediante l'installazione di particolari impianti di abbattimento.
  • L'impatto esteriore delle centrali geotermiche può recare qualche problema paesaggistico. La centrale si presenta, infatti, come un groviglio di tubature anti-estetiche. Un'immagine che non dista comunque da quella di molti altri siti industriali o fabbriche. Il problema paesaggistico può essere facilmente risolto unendo l'approccio funzionale dei progetti ingegneristici con quello di un'architettura rispettosa del paesaggio e del comune senso estetico.

Dall'inizio del novecento l'Italia sfrutta il calore della Terra per produrre energia elettrica tramite la realizzazione di centrali elettriche geotermiche capaci di sfruttare la forza del vapore. In Italia la produzione di energia elettrica dalla geotermia è fortemente concentrata in Toscana (Pisa, Siena e Grosseto). A Larderello si trova il primo impianto geotermico costruito al mondo: i primi esperimenti del Principe Piero Ginori-Conti risalgono al 1904. I "giacimenti naturali di vapore" in Toscana producono ogni anno oltre 4 miliardi di kilowattora di elettricità nelle sole centrali toscane di Larderello e di Montieri. Gli impianti di Larderello (Pisa) hanno un'origine datata ben prima della metà dell'ottocento. I vapori provenienti dal sottosuolo erano una valida alternativa delle innovative macchine a vapore industriali dell'epoca ed avevano il pregio di non utilizzare il costoso carbone per alimentare le caldaie. Un vantaggio che non passò inosservato agli imprenditori toscani del primo ottocento. Una tradizione toscana che arriva fino ai nostri giorni e che pone la regione Toscana ai primi posti dello sfruttamento dell'energia rinnovabile dalla geotermia. Non è un caso che proprio a Larderello si trovi un "Museo dedicato al vapore".

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 98

Post n°98 pubblicato il 03 Luglio 2008 da OZZYNA
 

Tyson è un cane speciale, la sua storia ha fatto il giro d'Italia, ne hanno parlato i giornali locali, fu sparato da un disgraziato non si sà perchè, e lasciato a morire sul ciglio di una strada, i vigili del fuoco lo hanno visto segnalato alle autorità competenti, così Tyson fù portato via, ma nulla si fece per salvarlo e cercare di salvare la sua zampa distrutta dal proiettile che lo aveva colpito , e che uscendo aveva colpito seppur con minor danno anche la zampa posteriore...anzi fù semplicemente rinchiuso in una gabbia di una canile comunale, così, senza alcuna medicazione, terapia e sopratutto solo...a morire!!!! Ma grazie a Dio qualcuno dall' animo sensibile lo vide e lanciò un S.o.s, la zampa era già in gangrena e Tyson sarebbe morto di sicuro tra atroci sofferenze. Così dopo mille peripezie siamo riuscitia tirarlo fuori di lì, portato d'urgenza in clinica, non è rimasto altro da fare che amputargli la zampa anteriore, per salvargli la vita, ma Tyson è rimasto per 20 giorni in pericolo, i veterinari hanno provatoa a fare i miracoli per salvargli almeno quella posteriore.............e ci sono riusciti!!! oggi Tyson è salvo, sta bene, è un cane magnifico, dentro e fuori, non ha mai perso la voglia di vivere, è un combattente ( ecco perchè si chiama Tyson), e , la cosa straordinaria e che nonostante tutto ha mantenuto il suo meraviglioso carattere, gioiso e allegro, forte e determinato, corre gioca, salta cosa non fà su tre zampe!!!
Ora è giunto per lui il momento di trovare una persona speciale che lo accolga con amore, e gli doni tutto il rispetto che merita, tutto ciò che non ha avuto prima!!!
Per lui auspichiamo una casa con giardino, perchè credetemi la sua gioia quando corre è travolgente!!
Tyson è ora ospite presso il rifugio A.D.L.A di Napoli ed aspetta una persona speciale che voglia adottarlo!!

Maschio
Taglia grande, incrocio pastore
Età 2/3 anni
Carattere. Buonissimo

Per info adozione:
Paola 333-2548091
paola.maida@katamail.com

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 97

Post n°97 pubblicato il 20 Giugno 2008 da OZZYNA

17-06-2008 - AGGIORNAMENTO
Il piccolo sta migliorando fisicamente, starispondendo benissimo alle terapie, il recupero psico è molto più lento, deve risocializzarsi e riacquistare la piena fiducia nell' essere umano, nonostante tutto è molto dolce e sotto la " coltre " della sua paura si nasconde tanta dolcezza.
Siamo sicuri che Rino diventerà un bellissimo campione.



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Lo sapevate che...

Post n°96 pubblicato il 18 Giugno 2008 da OZZYNA
 

L'Irlanda è riuscita a far crollare del 94% l'uso delle buste di plastica da supermercato: praticamente, sono roba del passato. Il sistema è una semplice tassa, si pagano ben 33 cent se alla cassa si desidera lo shopper in plastica.

Come risultato, le persone fanno la spesa con buste in stoffa portate da casa, e circolare con la busta di plastica per la strada è diventato motivo di vergogna come andare in giro con la pelliccia di volpe argentata.

Per produrre questi nefasti e inquinanti shopper, in Italia, si consumano ogni anno 430 milioni di tonnellate di petrolio. Si potrà fare anche da noi, tale blocco? Non si sa: ci sarà chi leverà alti lai contro le tasse, ci saranno i produttori di buste che minacceranno licenziamenti, insomma vietare gli shoppers si configurerà come un attentato all'integrità economica della nazione. Solito immobilismo.

Pessimista? No. Ridiamo tanto per l'aria condizionata in giardino a Dubai, e poi facciamo altrettanto riscaldando le strade con quegli orribili e assurdi funghi a gas. E quando la UE ha finalmente la saggia idea di metterli al bando, ecco in Italia i "baristi in rivolta". Proprio un Paese normale.

fonte: http://blogosfere.it/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 95

Post n°95 pubblicato il 05 Giugno 2008 da OZZYNA
 

03-06-2008 - Un altro pugno nello stomaco.
Vittima dell'indifferenza, questi occhi disperati implorano solo ed esclusivamente aiuto, un aiuto che forse "domani" noi non saremo piu' in grado di dare. 
Noi siamo abituati ai "pugni nello stomaco" e tanti ancora forse li riceveremo.
Noi "abbiamo aperto le braccia a Rino".
Chiudete gli occhi, guardatelo se potete per capire sino in fondo tutto il nostro dramma.
Lui è Rino, lo abbiamo chiamato cosi, lo ha voluto Gavina la signora stupenda che ci ha aiutato con Barbara a soccorrerlo.
La mattina Gavina ha portato la bambina a scuola, ha visto delle persone che esclamavano   portandosi  la mano " sulla bocca" ma si allontanavano mormorando .............., lei ci ha chiamato " c'è una creatura molto malata", vi prego fate qualcosa.
Rino era nella piazza antistante la Basilica di San Simplicio, in pieno centro di Olbia.
Nessuno lo vedeva, nessuno ha mosso un dito per lui, perchèèèèèèèèèè, come si può ridurre una creatura che peserà 4 Kg. in queste condizioni, lui è  l' ennesimo figlio del l' indifferenza.
Lo abbiamo portato in clinica, abbiamo iniziato le cure per stabilizzarlo, il piccolo è gravemente debilitato ma l''appetito non gli manca e come sempre siamo fiduciosi.
Le cure saranno lunghe , si stanno facendo  le analisi per approfondire se oltre alla rogna si nasconde qualcos'altro.
Adesso " è tra le nostre braccia" anche se sono tanto stanche..................
Vi terremmo aggiornati.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 94

Post n°94 pubblicato il 05 Giugno 2008 da OZZYNA
 

Anche ridurre i cuccioli di casa aiuta a salvare i trovatelli. Ogni anno 135 mila abbandoni«La sterilizzazione? E' un atto d'amore»La nuova campagna di Lav e veterinari: procreazioni responsabili per combattere il randagismo

MILANO - Con l'estate ormai alle porte torna a scattare l'emergenza abbandoni. E' proprio nel periodo tra giugno e agosto, alla vigilia della partenza per le vacanze, che si registra un'impennata nel ricovero di animali in canili e rifugi. Stando alle fonti del ministero della Salute, ogni anno sono circa 135 mila, tra cani e gatti, i quattrozampe che vengono abbandonati sulle strade o nelle campagne e l'80% di loro muore in incidenti, per malattia o stenti. Quelli che sopravvivono finiscono spesso dietro le sbarre di una gabbia, in attesa che qualcuno torni a riprenderli o, come più spesso accade, che il loro sguardo incroci quello di qualcuno che vuole allargare la propria famiglia e decide di aprire le porte di casa ad uno dei tanti trovatelli che popolano canili e gattili.

I NUMERI DEGLI ABBANDONI - Diciamo tanti, ma sarebbe meglio parlare di troppi. Sempre stando ai numeri del ministero sono infatti almeno 600 mila i cani che vivono rinchiusi nelle gabbie dei rifugi o da randagi e a questi si aggiungono 2,6 milioni di gatti. La soluzione? E' doppia. Innanzitutto è opportuna una campagna di sterilizzazione, che eviti che molti altri animali finiscano con l'aggiungersi al numero delle bocche da sfarmare e da alloggiare perché in soli sei anni un cane o un gatto possono generare teoricamente fino a 70 mila nuovi cuccioli ogni sei anni. La seconda strada da percorrere è invece quella delle adozioni degli animali che già ora sono in attesa di essere adottati.

STOP AL RANDAGISMO - Proprio per cercare di sensibilizzare l'opinione pubblica la Lega antivivisezione, in collaborazione con le associazioni di categoria dei veterinari Anmvi e Fnovi, ha lanciato la campagna di informazione «Chi ama gli animali non fa nascere randagi» che punta proprio alla prevenzione del randagismo attraverso il ricorso alla sterilizzazione. «Alle istituzioni nazionali e locali, ma anche ai singoli cittadini, chiediamo di fare prevenzione attraverso alcuni comportamenti responsabili - dice Elisa D'Alessio, responsabile del settore cani e gatti della Lav -. Oltre alla sterilizzazione e all'adozione come alternativa all'acquisto, denunciare chi abbandona animali, reato questo punito con l'arresto fin ad un anno con con l'ammenda da mille a 10 mila euro».

BASTA CUCCIOLATE IN CASA - La sterilizzazione, fanno inoltre notare la Lav e i veterinari, a dispetto di alcuni pregiudizi, non danneggia la salute degli animali e se la dieta è corretta non li fa ingrassare. La sterilizzazione nelle femmine, poi, riduce di molto il rischio di tumori mammari, elimina quello del cancro uterino e previene gravi patologie a danno degli apparati riproduttori. «La sterilizzazione è una scelta responsabile nei confronti degli animali con cui viviamo - aggiunge Ilaria Innocenti, del settore cani e gatti della Lav - perché se anche si riesce a dare una casa a tutti i cuccioli generati dal proprio cane o dal proprio gatto, si toglieranno possibilità preziose di affidamento per uno dei tanti animali rinchiusi nei canili o abbandonati per la strada».

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DIFFONDETE!!!!!!

Post n°93 pubblicato il 03 Giugno 2008 da OZZYNA
 

 
Questa tenerezza è una segugetta paralizzata.
Si chiama Penny.
La dinamica che hanno raccontato è la seguente: circa un anno fa la piccola è stata investita proprio di fronte alla clinica veterinaria SOS dei colli portuensi a Roma....dei ragazzi l'hanno soccorsa e portata in clinica, dove è stato subito chiaro che le sue condizioni erano irrecuperabili: spina dorsale spezzata di netto...Non l'hanno operata perchè sarebbe stato inutile ( anche se con loro stesso stupore la cagnolina riesce a scodinzolare debolmente...)...Invece ha subito un intervento due mesi dopo per torsione, motivo per cui ora sono molto cauti nel somministrarle il cibo...La piccola era già sterilizzata.
A loro dire la piccola è gestibilissima col carrellino: autonoma nel defecare ed urinare ( giusto aiutarla un pò a inizio o fine giornata a svuotare la vescica completamente...)..E' socievole con gli altri cani e con il gatto della clinica. Con gli altri gatti è un pò.."curiosetta", ma molto intelligente e ubbidiente: basta un NO secco e lei capisce che deve lasciar perdere la.."preda" ;-))
I medici non vorrebbero portarla in canile, gli hanno comprato il carrellino ma non per tenerla per sempre chiusa in un box della clinica.
E' indifesa come un neonato...
Mi aiutate nella diffusione della mail?
 
Per info e affidi 393/1118032(dopo le 18) ambra.da@gmail.com
oppure 335/6404333 eriksca@tin.it
Dal blog ANGIE X THE DOGS

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 92

Post n°92 pubblicato il 30 Maggio 2008 da OZZYNA

E pensare che 4 anni anni fà mi ero data al collezzionismo sfrenato di immaginette sacre (meglio conosciute come santini). Ne ho tantissime, alcune dell'inizio del  secolo scorso. Ho passato un lungo periodo a bussare alle porte delle sacrestie per chiedere ai sacerdoti di aiutarmi ad alimentare la mia collezione. Addirittura uno me ne ha date una marea (tra le più belle), è stato davvero gentile; un altro mi ha detto che me ne avrebbe date solo se pregavo e facevo la brava (sì sì, come no, pregare!!!). Ho cercato di dividerle in qualche modo, organizzando dei raccoglitori: Madonna, Gesù, Evangelisti, Martiri ecc....Un lavoraccio. Mi dispiace aver interrotto questo mio interesse, era diventato una specie di droga, anche perché non se ne trovano più in giro, e se ci sono ritraggono solo foto di statue! Li ho anche cercati ai mercatini (ai tempi), ma figuriamoci ne ho così tanti che non me li ricordo neanche! E poi, volete mettere l'ebrezza della ricerca tra chiese, pievi, monasteri, duomi, è mooooolto più eccitante!

Mary

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Post N° 91

Post n°91 pubblicato il 30 Aprile 2008 da OZZYNA
 

Il suonatore Jones

In un vortice di polvere
gli altri vedevan siccità,
a me ricordava
la gonna di Jenny
in un ballo di tanti anni fa.

Sentivo la mia terra
vibrare di suoni
era il mio cuore,
e allora perché coltivarla ancora,
come pensarla migliore.

Libertà l’ho vista dormire
nei campi coltivati
a cielo e denaro,
a cielo ed amore,
protetta da un filo spinato.

Libertà l’ho vista svegliarsi
ogni volta che ho suonato
per un fruscio di ragazze
a un ballo
per un compagno ubriaco.

E poi se la gente sa,
e la gente lo sa che sai suonare,
suonare ti tocca
per tutta la vita
e ti piace lasciarti ascoltare.

Finì con i campi alle ortiche
finì con un flauto spezzato
e un ridere rauco
e ricordi tanti
e nemmeno un rimpianto
.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »