Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaracassetta2azzurro781Paul12dglNemesys4m12ps12misteropaganoArianna1921Chevalier54_ZArtalekneveleggiadra0vololowCavalieraErranteossimora
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Fritte e 'in saor'.Dell'avere 'poca gioia... »

Segnali fortissimi e sogni soavi.

Post n°2904 pubblicato il 04 Dicembre 2023 da fedechiara
 

Segnali fortissimi e sogni soavi. 03 dicembre 2016

Comunque andrà (mo' mi vesto e vado al seggio) il segnale forte, fortissimo è stato dato. Le trombe di Giosafatte sono state suonate a toni altissimi e, seppure ci toccherà la sventura massima (Dio non voglia) di doverci tenere l'imbonitore fiorentino con la sua fragorosa batteria di pentole riformistiche che, a sentir lui, cuociono anche le suole (le note 'sole' renziane), ci penserà Hofer in Austria a tenere svegli di notte gli s-governanti europei di sinistra-centro con gli incubi di perdere la cadrega e vedersi castigati dagli elettori per le loro pessime politiche immigratorie e per aver consentito che le periferie urbane delle nostre città siano diventate gli slums delle occupazioni abusive e le discariche sociali del non lavoro e del mendicismo diffuso e della microcriminalità che lo surroga - e ci costa sotto forma di detenzioni nelle patrie galere e 'radicalizzazioni' più di quanto ci è costata in termini di pretesa e avvilente 'accoglienza' di caserme strapiene e sindaci e cittadini in rivolta per l'immissione forzata di migliaia di clandestini (in gran parte) nel fragile tessuto sociale di città e paesi pesantemente provati dalla crisi.
E nessun progetto di ampio respiro da parte del duo Renzi-Alfano bensì solo un avvilente stipare dovunque e quantunque e senza una ragionevole stima di compatibilità e 'impatto sociale' l'enorme massa di persone che attende sulle coste libiche di essere raccolta e trapiantata in terra di missione e occupazione. Italy bel suol d'amore. La Storia che va col passo del gambero.
Perché quello che non capiscono le anime belle infiammate neuronicamente sul web e nei 'social' sulla questione 'accoglienza' universale e 'no borders' è che la rivolta dell'elettorato della 'Brexit' e di Donald e di Hofer é la richiesta divenuta perentoria (un tempo verbo 'di sinistra') di tutti coloro che 'chiedono legge per ciò che risulta eccessivo' - rileggetevi la bella poesia di Celaya - e chiedono che si governi, finalmente! il disordine globale che sta cambiando i connotati delle nostre città e delle nostre vite.
Parole al vento, lo so, in quelle plaghe neuroniche infiammate e resistenti agli antibiotici di nuova generazione di renziani e piddini arroccati nelle trincee del 'hic manebimus optime', malgrado l'evidenza fragorosa dello sciogliersi del pupazzo di neve del loro progetto di s-governo.
Perciò tocca agli elettori dare il segnale forte e mandare a casa tutti coloro che hanno abbuiato il nostro orizzonte di futuro e ci rifilano una lodevole attitudine dell'anima a essere buona e caritatevole con chi ha bisogno per un progetto di s-governo permanente e pretesa 'accoglienza' e conseguenti conflitti sociali annunciati a migliaia.
S.p.q.r. - Sono persi-nel-nulla-dei-loro-sogni-soavi questi renziani.
Nessuna descrizione della foto disponibile.
  • Letture consigliate. 
  • Umberto Eco - 'A passo di gambero. Guerre calde e populismo mediatico.' Bompiani editore. 
  • 'Se qualcuno si batte per una scelta politica (e nel caso in questione, civile e morale), fatto salvo il diritto-dovere di essere pronti a ricredersi un giorno, in quel momento deve ritenere di essere nel giusto e denunciare energicamente l'errore di coloro che tendono a comportarsi diversamente. Non vedo dibattito elettorale che possa svolgersi all'insegna dell'"avete ragione voi, ma votate per chi ha torto". E nel dibattito elettorale le critiche all'avversario devono essere severe, spietate, per potere convincere almeno l'incerto. '

  • 'Se dicen los poemas
    que ensanchan los pulmones de cuantos, asfixiados,
    piden ser, piden ritmo, … 
    Altro...
    POEMAS DE GABRIEL CELAYA
    EL-PLACARD.BLOGSPOT.COM
    POEMAS DE GABRIEL CELAYA
    POEMAS DE GABRIEL CELAYA

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Nebbieedintorni/trackback.php?msg=16725823

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963